Articolo
31 lug 2015

Riapre Villa Zito, la Pinacoteca della fondazione Sicilia

di Antony Passalacqua

Villa Zito riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca estesa su circa mille metri quadri di sale espositive, disposte su tre piani. Nella storica dimora sono ora fruibili al pubblico le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia, oltre agli esemplari di maggiore rilievo della raccolta di opere grafiche.  Si tratta di pregevoli dipinti, realizzati dai primi del Seicento fino al Novecento, alcuni dei quali creati dai grandi maestri della storia dell’arte italiana. L’esposizione delle opere grafiche verte, invece, sul tema della cartografia. “Doniamo a Palermo e all’Italia intera un altro luogo dedicato all’arte e alla cultura”, dichiara il Professor Giovanni Puglisi, Presidente della Fondazione Sicilia, che precisa: “Con la riapertura di questo edificio completiamo il circuito degli spazi espositivi della Fondazione, un circuito che si è aperto con il restauro di Palazzo Branciforte, firmato da Gae Aulenti, e che oggi, a distanza di tre anni, si completa con quello di Villa Zito”. Le collezioni dei dipinti e delle opere grafiche sono frutto del recupero dei beni artistici dell’antico Banco di Sicilia, distribuiti nelle filiali italiane ed estere dell’istituto creditizio.     Villa Zito custodisce ed espone quattro secoli di storia dell’arte, che vanno dal Seicento al Novecento. Nelle sale espositive sono presenti opere di Mattia Preti, Bernardo Strozzi, Luca Giordano e Salvator Rosa. Ci sono anche i protagonisti della pittura del Paesaggio in Sicilia e significative testimonianze del Novecento Italiano: da Galileo Chini e Aleardo Terzi a Renato Guttuso, Fausto Pirandello, Carlo Carrà, Mario Sironi, Filippo de Pisis, Ottone Rosai, Arturo Tosi, Ugo Attardi e Mario Schifano. Spazio anche alle opere grafiche con un allestimento concentrato sul tema della cartografia. L’allestimento, curato dall’architetto Corrado Anselmi, ha tenuto conto delle necessità di mettere in risalto gli ambienti della villa, decorati in stile neoclassico, e di valorizzare il percorso museografico. Il nuovo ordinamento delle raccolte, basato sullo studio scientifico curato dal Professor Fernando Mazzocca e coordinato da Antonella Purpura, propone di offrire - attraverso dieci sezioni - un excursus di circa quattro secoli di arte, dal Seicento al Novecento. E’ stata, inoltre, realizzata una sala multimediale con tecnologie d’avanguardia, che potrà offrire un respiro anche all’arte contemporanea e dove verrà esposta una video installazione di Andrea Aquilanti, ispirata al paesaggio urbano di Palermo. Villa Zito ospiterà anche gli uffici della Fondazione Culturale “Lauro Chiazzese”, che oggi ha cambiato il nome in Fondazione “Lauro Chiazzese” per l’Arte e la Cultura. Una modifica di nome che rimarca il compito (che le è stato delegato dalla Fondazione Sicilia) di gestire e valorizzare i patrimoni artistici, archivistici e bibliotecari in generale, ed in particolare quelli conservati nella Villa, sia propri (labiblioteca e l’Archivio Storico del Monte di Pietà di Palermo) sia della Fondazione Sicilia, tra cui spiccano non soltanto le opere pittoriche e grafiche, ma anche l’Archivio Storico del Banco di Sicilia, testimonianza eccezionale del passato economico dell’Isola. Orari di apertura martedì, giovedì, sabato e domenica : 16.00 – 20.00 mercoledì e venerdì: 10.00 – 14.00 Chiusura Lunedì Costi del biglietto Intero: € 5,00 Ridotto: € 3,00 (over 65, under 25, studenti universitari, gruppi di almeno 25 persone) Facilmente raggiungibile tramite le linee Amat 101, 106, 806 Ulteriori informazioni su  www.fondazionesicilia.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 lug 2015

Arriva a Palermo MobyDixit 2015

di Antony Passalacqua

Sotto l’egida del Comune di Palermo e di Euromobility, l’Associazione dei Mobility Manager italiani, arriva per la prima volta al Sud e in Sicilia “MobyDixit”, una kermesse di tre giorni, il 15-16-17 ottobre, presso i Cantieri Culturali della Zisa a porte aperte per il pubblico, le scuole, l’università e gli ordini professionali, con l’obiettivo di fare il punto sulla mobilità sostenibile, in Europa, in Italia e soprattutto a Palermo. I dettagli sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo delle Aquile, alla presenza, tra gli altri, del sindaco Leoluca Orlando, dell'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, del presidente di Amat, Antonio Gristina, e del direttore scientifico di EuroMobility, Lorenzo Bertuccio. Il programma, ricco di contenuti, si caratterizza per i workshop tematici, gli eventi di carattere scientifico, culturale, formativo e ricreativo grazie alla collaborazione di AMAT, Trame d’Occidente, Legambiente e FIAB e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, di ANCI Sicilia, di Rete Città Italia, della Fondazione Marida Correnti, dell’Associazione MobilitaPalermo, nonché della Scuola Politecnica e del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo. "Per la prima volta, negli ultimi 15 anni, la conferenza di Euromobility si farà al sud di Roma - hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania -. Questo è il segno del riconoscimento dell'impegno dell'Amministrazione comunale in direzione della mobilità sostenibile e verso l'individuazione di nuove aree e nuovi percorsi pedonali in città". Dedicata non solo agli addetti ai lavori, questa 15a edizione della Conferenza Nazionale sul Mobility Management e la Mobilità Sostenibile coinvolge la cittadinanza, che sempre più riconosce la mobilità come un bisogno essenziale e primario, d’obbligo non solo per lavorare o studiare, ma anche per poter disporre di una integrazione sociale ed economica completa. Secondo quanto previsto dal programma, il pomeriggio del primo giorno (15 ottobre) sarà aperto con una sessione plenaria occasione confronto e dibattito alla luce dei risultati e delle conclusioni di ECOMM 2015 (la Conferenza Europea sul Mobility Management), nonché dei risultati della prossima Settimana Europea della Mobilità (16-22 settembre). La mattina seguente (16 ottobre) sarà dedicata ai workshop tematici di Progetti sulla Mobilità Sostenibile che coinvolgono l’Italia con l’obiettivo di far conoscere e divulgare le esperienze innovative e di ricerca che si stanno attualmente realizzando nel campo della pianificazione, dell’educazione e della gestione della mobilità. Dal primo all’ultimo giorno, sarà organizzata una serie di eventi di carattere culturale, formativo e ricreativo che coinvolgerà le scuole di ogni ordine e grado, le università e gli ordini professionali del territorio. Durante le 3 giornate di MobyDixit 2015 sarà anche possibile visitare i 9 monumenti arabo-normanni, presenti a Palermo, Cefalù e Monreale, già patrimonio dell’UNESCO, a piedi, in bicicletta, in car sharing o con un’auto elettrica. I convegnisti e i cittadini potranno muoversi per Palermo a zero emissioni, andando a piedi o in bicicletta tra il Palazzo Reale, la Cappella Palatina, le chiese di San Giovanni degli Eremiti, di Santa Maria dell'Ammiraglio-Martorana, di San Cataldo, senza tralasciare la cattedrale di Palermo, il palazzo della Zisa e il Ponte dell'Ammiraglio. Da qui, con un’auto elettrica ci si potrà spostare a Cefalù (Cattedrale e Chiostro) e a Monreale (Cattedrale e Chiostro). La mobilità sostenibile diventa, quindi, anche uno strumento per valorizzare l’incredibile patrimonio culturale del nostro territorio, dove storia, arte ed eccellenze produttive si fondono in un'unica offerta culturale e turistica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 lug 2015

Orgogliosamente Parco Uditore

di Alessandro Graziano

Quel 15 Ottobre 2012 all'inaugurazione del Parco Uditore io c'ero. Mi sono e ci siamo sentiti parte di una città , di una polis. Ragazzi e ragazze, semplici cittadini che hanno investito il loro tempo libero per produrre un luogo pubblico aperto a tutti con poco aiuto delle istituzioni sia a livello economico che burocratico. Quando vidi entrare sindaco, assessori vari e "autorità" tutti vestiti in giacca e cravatta mi arrabbiai . Avevo le mani sporche di terra per le ultime piantine di rosmarino che avevo piantato nelle bordure e tutti i muscoli doloranti per gli intensi giorni di lavoro pre-inaugurazione. Ecco vedere i colletti bianchi mi fece arrabbiare! Li volevo in jeans e t shirt come noi ad aiutarci e non a prendersi meriti. Sì perché il Parco è un esempio di cittadinanza attiva che non ha voluto nuovo cemento nel proprio quartiere ma ha voluto uno spazio di gioco, socializzazione, tempo libero e per lo sport. Come lo definisco io una nuova  PIAZZA URBANA.   Io poi sono rimasto semplice volontario che quando può da ben volentieri un po' del uso tempo per pulire, realizzare eventi in questo parco di nove ettari. Ma ad oggi ci sono 10 volontari, dei veri "angeli custodi", facenti parte dell'Associazione Parco Uditore, che ogni giorno si impegnano per poter garantire apertura e chiusura, pulizia, irrigazione delle piante, sicurezza e che organizzano eventi per raccogliere fondi per la gestione del Parco. Tramite accordi con partner, altre associazioni e alcune sporadiche collaborazioni con gli assessorati di competenza, il Parco ha ospitato eventi favolosi come la recente Festa di Primavera con il color Party e la  Spring Run, evento che ha coinvolto tutta la città. A quasi tre anni dall'apertura nulla è cambiato riguardo le istituzioni e alla loro Assenza. L'Assessorato preposto (Territorio e Ambiente) non ha mai previsto un capitolo di spesa per la fruizione del Parco e quindi lo scorso maggio per sette giorni ( dal 13- al 20) i volontari hanno deciso, a malincuore, di chiudere il Parco perché l'area necessitava di essere disinfestata e derattizzata. La volontà di riaprire il parco al pubblico ha spinto però i ragazzi ad utilizzare, ancora una volta, i fondi raccolti con la sopracitata festa di Primavera per esguire i lavori necessari. E di nuovo i volontari del Parco chiedono aiuto alla cittadinanza per raccogliere fondi per acquistare il nuovo trattorino taglia-erba, in quanto il vecchio  è irrimediabilmente guasto da più di un mese. Ciò verrà realizzato tramite una grande festa estiva domenica prossima, 12 Luglio : COLOR PARTY SUMMER EDITION . Il Parco ha però bisogno del nostro e vostro supporto 365 giorni l'anno sia attraverso donazioni direttamente la Parco  o tramite bonifico sul conto dedicato che potrete trovare sul sito ufficiale (http://www.parcouditore.org/sostieni/) . Vi ricordiamo che tutti possono dedicare il proprio tempo libero come volontari del Parco aiutando a mantenere questo polmone verde!       Parco Uditore Coop. Soc. Iban IT84C0312704600000000003410 causale: donazione per finalità solidaristiche e sociali

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
07 lug 2015

PEDALATA | Martedì 7 Luglio: Tour con palermonotteinbici!

di Fabio Nicolosi

Palermonotteinbici organizza per Martedì 7 Luglio 2015 una pedalata serale con partenza e arriva a Piazza Castelnuovo Ecco i dettagli: RADUNO raduno a piazza castelnuovo ore 21:00 Partenza ore 21.30 circa Descrizione La pedalata sarà impegnativa con un percorso cittadino studiato per tutti i ciclisti di 12.78 Km circa. La partecipazione attiva di tutti è ben accetta ed è basilare per lo svolgimento della pedalata. Data la mole di partecipanti è impossibile garantire un cordone di sicurezza attorno al gruppo pertanto si invitano i partecipanti a rispettare le norme essenziali del codice stradale. Per questo motivo la buona riuscita dell’evento dipenderà principalmente da voi. In basso troverete un vademecum esemplificativo. PERCORSO: Piazza Castelnuovo Via Dante Via Sammartino Via Costantino Nigra Via Antonio Salinas Via Nunsio Morello Via Notabartolo Piazza Matteo Maria Boiardo Piazza Ottavio Ziino Via Principe di Palagonia Via Franz Liszt Via Giovanni Zappalà Via Aquileia Via dei Nebrodi Via Belgio Via dei Nebrodi Viale Francia Viale Strasburgo Via Alcide de Gasperi Sosta 15 minuti Viale della Croce Rossa Piazza Vittorio Veneto Via dell'Artigliere Piazza Leoni Via Imperatore Federico Via Anwar Sadat Piazza Generale Antonio Cascino Via Monte Pellegrino Via Duca della Verdura Via della Libertà ARRIVO : A Piazza Castelnuovo NB: È ALTAMENTE CONSIGLIATO (ANZI OBBLIGATORIO ) INDOSSARE IL GIUBBINO CATARIFRANGENTE, MONTARE LE LUCI DI POSIZIONE PER LA BICI, ESSERE VISIBILI E PRUDENTI! PRIMA DELLA PEDALATA DI PALERMONOTTEINBICI: * In caso di CONDIZIONI ATMOSFERICHE AVVERSE nelle 2 ore antecedenti alla pedalata, questa sarà rimandata a DATA DA DESTINARSI; * E’ necessario arrivare all’appuntamento con la bici perfettamente funzionante, in particolare luci e freni; * L’uso del casco è consigliato (obbligatorio per i bambini); DURANTE LA PEDALATA: * Rispettare il CODICE STRADALE; * Mantenere il gruppo compatto; * Non superare la testa, non attardarsi in coda e non salire sui marciapiedi se la pedalata si svolge in strada; * In caso di pausa, questa finisce al fischio dello STAFF; * Lo STAFF non può dare assistenza tecnica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 lug 2015

UFFICIALE: Palermo, Monreale e Cefalù diventano Patrimonio dell’Umanità UNESCO

di Giulio Di Chiara

E' finalmente arrivata l'ufficialità del riconoscimento "patrimonio mondiale dell'umanità" all'architettura arabo-normanna di Palermo e alle cattedrali di Monreale e Cefalù da parte dell'UNESCO. Da poche ore il Comitato dell'Unesco a Bonn ha decretato 29 nuovi siti, che si vanno ad aggiungere ai 1007  rilevati all'ultimo aggiornamento nel 2014. Con l'itinerario arabo-normanno, la Sicilia conta adesso ben 7 riconoscimenti, che ne fanno la regione con più siti Unesco: l'Etna, le Isole Eolie, la Valle dei Templi di Agrigento, la Villa del Casale di Piazza Armerina, la Val di Noto e Siracusa, la necropoli di Pantalica e appunto il percorso arabo-normanno di Palermo, Monreale e Cefalù. Questo itinerario è composto da nove monumenti: il Palazzo Reale con la cappella Palatina, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti e quella di Santa Maria dell'Ammiraglio (nota come chiesa della Martorana), la chiesa di San Cataldo, la cattedrale di Palermo, il palazzo della Zisa, Ponte dell'Ammiraglio, la Cattedrale e il chiostro di Cefalù e Monreale. Questo riconoscimento è la giusta medaglia alla grande storia che contraddistingue la nostra città, culla di arte e civiltà di tante dominazioni nel passato. L'ovvia valorizzazione a livello mondiale di qualcosa che forse solo molti palermitani riescono a ignorare o disconoscere.        

Leggi tutto    Commenti 51
Articolo
27 giu 2015

27 Giugno PalermoPride *

di Alessandro Graziano

Oggi 27 Giugno molti palermitani e palermitane invaderanno la nostra città: sarà il PalermoPride. In breve pubblichiamo la mappa con il percorso del corteo, una vera e propria marcia per i diritt* di tutt* , che partirà da piazza Marina sino a raggiungere il Teatro Massimo, piazza Verdi per precisione. Il Pride partirà alle 17:00 da piazza Marina, con il concentramento di carri e persone dalle 15:00 in poi nella stessa piazza. Il percorso seguirà quindi la via Vittorio Emanuele fino all'incrocio con la via Roma. Qui nella scalinata delle poste centrali avverrà un flashmob contro l'omofobia., Proseguendo per la via Roma arriverà a piazza Sturzo per girare da via Turati. Arrivato a piazza Politeama  il corteo svolterà per via Ruggero Settimo fino a raggiungere piazza Verdi. La festa per i diritt* dovrebbe durare tre ore e terminare quindi per le 20:00 presso il Teatro Massimo. Man mano che il corteo avanzerà verranno chiuse le strade interessate dagli agenti e dalle agenti della polizia Municipale. La circolazione veicolare e quella dei bus dell'Amat subiranno quindi delle deviazioni. Vi consigliamo qualora volesse partecipare al Pride di parcheggiare i mezzi privati nella zona Magione e Foro Italico o al nuovo parcheggio della Stazione vicini la partenza. Oppure nel parcheggio del Tribunale o in via Spinuzza per chi volesse essere più vicino al punto di arrivo. Per i percorsi in bus potrete scendere alla fermata di piazza Marina (fermata Vittorio Emanuele-S.Maria della Catena) in cui fermano 103-139-225-824-linea verde oppure in via Roma (fermata Roma-Vucciria) 101-102-103-104-107-122 fino a modifica percorso bus ! Meglio ancora seguire il corteo o arrivarci in bici Infine è doveroso aggiungere cosa è il Pride e cosa rivendica quest'anno. Il tema del 2015 sono  spazi pubblici, spazi di rivolta in stretto legame con gli spazi negati di questa bistrattata Palermo ( vedi parco Cassarà, Palazzetto dello Sport, svincolo Brancaccio,  etc..) ma anche spazi abbandonati e riportati a nuova vita come piazzetta Mediterraneo al Ballarò o il TMO alla Fiera. Queste tematiche si legano a doppio filo con la richiesta Legge anti violenza Omofobia ( e chi vi scrive è stato spesso attaccato da omofobi) e la parità di DIRITT* senza distinzione tra gay ed etero (che attualmente esiste) . Inoltre il Pride, definito la casa di tutt*, lotta per l'estensione della parità di diritt* a tutte le "minoranze" sociali come ad esempio rom, migranti, donne, precari, disoccupati, anziani.  Diritti umani insomma.! Perché lo sviluppo di Palermo passa per le grandi Opere  e anche per le grandi Opere di uguaglianza sociale.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
24 giu 2015

PEDALATA | Mercoledì 24 Giugno: “Per i quartieri con palermonotteinbici”

di Fabio Nicolosi

Palermonotteinbici organizza per Mercoledì 24 Giugno 2015 una pedalata serale con partenza e arriva a Piazza Castelnuovo Ecco i dettagli: RADUNO raduno a piazza castelnuovo ore 21:00 Partenza ore 21.30 circa Descrizione La pedalata sarà impegnativa con un percorso cittadino studiato per tutti i ciclisti di 14,64 Km circa. La partecipazione attiva di tutti è ben accetta ed è basilare per lo svolgimento della pedalata. Data la mole di partecipanti è impossibile garantire un cordone di sicurezza attorno al gruppo pertanto si invitano i partecipanti a rispettare le norme essenziali del codice stradale. Per questo motivo la buona riuscita dell’evento dipenderà principalmente da voi. In basso troverete un vademecum esemplificativo. Percorso: Piazza Castelnuovo Via Ruggero Settimo Via Mariano Stabile Piazza Giovanni Amendola Via Sanmartino Via Dante Piazza Principe DI Camporeale Via Noce Via Ruggerone da Palermo Via Perpignano Via Siciliana Nina Via Degli Eremiri Via Michele Scoto Via Siccheria Quattro Camere Piazza Cappuccini Via Pindemonte Corso Calatafimi Piazza Indipendenza Porta Nuova Via Vittorio Emanuele Via del Protonotaro Piazza Dell'Origlione Via SS.Salvatore Via Vittorio Emanuele Via Montevergini Via del Celso Via Sant.Agata alla Guilla Via Sant.Isidoro Via dei Candelai Via Sant.Spirito a Monte Pietà Piazza del Monte Pietà Via Judica Piazza Beati Paoli Via Beati Paoli Via Porta Carini Via Volturno Piazza Verdi ---- sosta 15 minuti Via Maqueda Via Vittorio Emanuele Piazza Borsa Via Calascibetta Via Lungarini Piazza Marina Salita della Intendenza Via Vittorio Emanuele Foro Italico Unberto l° Via Cala Via Francesco Crispi Via Filippo Patti Piazza XIII Vittime Via Camillo Benso Cavour Via Roma Piazza Don Luigi Sturzo Via Bertolio Giuseppe Puglisi Via Isidoro Carini Via Archimede Via Della Libertà ARRIVO a Piazza Castelnuovo. NB: È ALTAMENTE CONSIGLIATO (ANZI OBBLIGATORIO ) INDOSSARE IL GIUBBINO CATARIFRANGENTE, MONTARE LE LUCI DI POSIZIONE PER LA BICI, ESSERE VISIBILI E PRUDENTI! PRIMA DELLA PEDALATA DI PALERMONOTTEINBICI: * In caso di CONDIZIONI ATMOSFERICHE AVVERSE nelle 2 ore antecedenti alla pedalata, questa sarà rimandata a DATA DA DESTINARSI; * E’ necessario arrivare all’appuntamento con la bici perfettamente funzionante, in particolare luci e freni; * L’uso del casco è consigliato (obbligatorio per i bambini); DURANTE LA PEDALATA: * Rispettare il CODICE STRADALE; * Mantenere il gruppo compatto; * Non superare la testa, non attardarsi in coda e non salire sui marciapiedi se la pedalata si svolge in strada; * In caso di pausa, questa finisce al fischio dello STAFF; * Lo STAFF non può dare assistenza tecnica.

Leggi tutto    Commenti 0