Articolo
14 nov 2016

WEBFORUM con il Sindaco Orlando: Le domande e le risposte

di Fabio Nicolosi

Dopo la diretta live effettuata su Facebook venerdì pomeriggio, riportiamo in questo articolo tutte le domande poste al sindaco Orlando e le risposte fornite durante l'intervista. Vogliamo sottolineare che l'efficacia delle risposte va ricercata nella loro attinenza con i quesiti posti. Buona lettura! Esiste una data certa per il biglietto unico Amat / Ferrovie? Il biglietto unico tra le Ferrovie e l'Amat è uno degli impegni dell'amministrazione comunale per facilitare la mobilità sostenibile. Da questo punto di vista abbiamo trattative estenuanti. Alla presenza giorno 16 del ministro Delrio verrà fatto un appello dal sindaco affinché si possa trovare un accordo per sbloccare il biglietto unico sperando che lo stesso possa essere un regalo di novembre. Quali difficoltà ha ad oggi l’iter procedurale che dovrebbe portare alla gara d’appalto per la MAL? Ci state rinunciando? Il comune si occupa della superficie per quanto riguarda le linee sotterranee se ne occupano le ferrovie. Visti i problemi dell'anello e del passante forse abbiamo fatto bene a realizzare le linee di tram. Per quanto riguarda la MAL il ministero ha fatto sapere di non avere più alcun interesse a finanziare questo tipo di opera. In che modo pensate di coprire i costi delle future linee tram? Abbiamo garantito i fondi per la realizzazione delle nuove linee tramite i fondi destinati con il Patto Per Palermo. La gestione è un costo sociale e abbiamo affidato ad Amat tutti gli interventi che riguardano la mobilità. Parco Cassarà: Un sopralluogo congiunto con i tecnici di NOPA, ARPA e Coime avvenuto nel Febbraio 2014 e visionato anche dai membri della IV circoscrizione ha riportato un dato eloquente: ll’ area “verde” può essere fruita dai visitatori, in quanto non sussistono valori di inquinamento che superano i limiti previsti dalla legge. A distanza di 2 anni, nonostante questo documento, si sono avvicendati vari provvedimenti (caratterizzazione ad esempio) con incremento di spese, ma ci risulta incomprensibile come il comune non abbia fatto fuoco e fiamme per richiedere al magistrato l’apertura di questa area dove, tra l’altro, lavorano ogni giorno operai del coime. Qual’è il motivo? Abbiamo una gara pronta che prevede un accordo quadro per la caratterizzazione dell'area più vicina a corso pisani, che da quello che ci viene riferito dai tecnici della magistratura sembra essere l'area priva di rischi. E' nostro interesse riaprire il Parco. Parcheggi: In campagna elettorale lei, Orlando si era impegnato a risolvere il problema delle strisce blu ( sottolineando, fra tutti, la mancanza di stalli gratuiti nelle zone a pagamento, come previsto dalla legge ). Ad oggi nulla è stato fatto, se non aumentare gli stalli a pagamento anche in zone prima sprovviste e aumentando la tariffa a 1€/h in tutte le zone. Non c'è stato nessun nuovo stallo a pagamento e quello che erano stati annunciati (si parlava degli stalli allo stadio o alla piscina comunale sono stati da me bloccati). Per quanto riguarda gli stalli gratuiti, essi superano abbondantemente il 50% previsto dalla legge. Rispettiamo quindi la legge e potremmo pure aumentarli essendo già oltre il 50% di stalli non a pagamento, cosa che però ho disposto non venga fatto. ZTL: In che modo sta avvenendo il potenziamento dei mezzi pubblici in compensazione alla ZTL? Ci risulta che l’AMAT abbia grosse difficoltà già da tempo a erogare il servizio minimo. Come può avvenire tale potenziamento in queste condizioni? Esiste il collegamento gratuito del collegamento tra il parcheggio Basile e Porta Nuova e la navetta gratuita all'interno del centro storico. Esse effettuano il giro ogni 11 minuti e non saltano una sola corsa, contiamo di acquistare altri mezzi per potenziare il servizio pubblico dell'Amat. Abbiamo previsto delle somme, 15 milioni di euro nel Pon Metro per l'acquisto di nuovi mezzi eco-sostenibili. Da questo punto di vista le cose non vanno come noi vorremmo che andassero, ma siamo impegnati per cambiare culturalmente la nostra città. "Picca m'abbasta e molto m'assuvecchia" ZTL: Esulando dalla diatriba ZTL si, ZTL no, l’eventuale accoglimento del ricorso da parte del TAR potrà creare forti scompensi economici ad altri servizi comunali, in primis l’AMAT e il servizio tranviario? Siamo convinti che il ricorso verrà respinto perché abbiamo seguito in maniera perrisequa le indicazioni del cga. Già una volta il cga ha annullato la richiesta del tar e ci auguriamo che non si debba nuovamente ricorrere al cga per chiedere un secondo annullamento. Abbiamo fatto tutta una serie di modifiche depositando volumi di studi anche di esperti di ambienti e non c'è cga che tenga che possa impedire ad un organo politico di salvaguardare la salute dei cittadini. I dati che presenteremo la prossima settimana mostreranno come non solo sia diminuito il traffico veicolare, ma si sia verificato un drastico abbassamento dei livelli di inquinamento dell'aria. Da giurista ritengo che non ci siano motivazioni per bocciare la ZTL. ZTL: Per il Comune, l’istituzione della ZTL 2 è legittima e necessaria? Perchè? Non è assolutamente all'ordine del giorno, stiamo gestendo all'ordine del giorno la ZTL 1 Amat: Non è possibile per un cittadino conoscere l'orario in cui dovrebbe transitare un bus alla fermata, non è possibile acquistare tramite smartphone i titoli di viaggio e la comunicazione dell'amat è esclusivamente in italiano escludendone di fatto i turisti. La gente chiede a gran voce i dati in tempo reale dei bus e si è proposta anche di aiutarvi, perché non rispondete alle sollecitazioni della cittadinanza? Prova ne è l’ultima versione del sito di AMAT assolutamente deficitario dal punto di vista comunicativo e pieno di errori. Chi ha responsabilità su questi processi? Il sito Amat è un sito assolutamente inadeguato, è migliore di quello che c'era prima, ma è ancora inadeguato. Bisogna riconoscere che non sempre tutto funziona alla perfezione. Abbiamo previsto nel Pon Metro 2 milioni e 200 mila euro per la info-mobilità destinati al rapporto tra l'utilizzatore del mezzo pubblico e il servizio stesso. Polizia Municipale: L’anno scorso si era provato a dare una grossa batosta agli abusivi addirittura con un presidio fisso su Corso Finocchiaro Aprile, ma dopo qualche mese è svanito tutto e gli abusivi sono tornati al loro posto. Secondo lei hanno ancora senso questi interventi sporadici, se non sono seguiti da provvedimenti permanenti? Non siamo in condizione di assumere 700.000 vigili urbani, uno per ogni abitante di palermo. Contiamo molto sul senso di partecipazione dei cittadini e sulle segnalazioni che gli stessi giornalmente inoltrano. Proprio per due settimane abbiamo destinato alcune pattuglie su Corso Finocchiaro Aprile, ma dopo decine di sanzioni, sequestri e chiusure di locali si sono dovuti spostare in altre zone. La soluzione andrebbe trovata in un intervento strutturale come quello della ZTL. Ciclabilità: Ci sembra evidente come sia stato quasi del tutto disatteso il piano della mobilità dolce presentato da questa amministrazione nel febbraio 2015, dove venivano annunciati interventi di ammodernamento delle vecchie piste ciclabili e altrettante nuove piste, con un cronoprogramma scandito in 3-6-12 mesi. Di fatto si sono soltanto disegnate delle strisce per terra con la vernice bianca su sedi stradali totalmente sconnesse (ad esempio via Dante). Ci potrebbe spiegare le cause e le responsabilità di questa grave mancanza? Questo è il rammarico dell'amministrazione comunale, inutile nascondere che queste piste ciclabili non sono quelle che noi vorremmo che fossero, però è anche vero che abbiamo fatto dei passi avanti, abbiamo le piste ciclabili alla Favorita, quanti insulti mi sono preso... Stiamo nelle diverse parti della città cercando di coniugare quello che materialmente possiamo fare con le risorse e il personale disponibile con la visione della città che è sicuramente cambiata. Non abbiamo il livello che vorremmo avere. Abbiamo però contribuito alla creazione della cultura dell'uso della bici, che prima non c'era. Abbiamo il bike-sharing che sta promuovendo anche la diffusione delle biciclette private. BOTTA E RISPOSTA La Regione ha pubblicato un bando dove mette a disposizione ben 50mln di euro per la realizzazione di parcheggi esterni al Centro Storico. Ci sono progetti quali Piazza Sturzo e Piazza Giulio Cesare. Il Comune su quale parcheggio vuol puntare? Il bando è stato prima comunicato e poi ritirato, non c'è più questo bando regionale. L'amministrazione nelle more di ciò ha fatto il proprio, abbiamo realizzato il parcheggio Basile e abbiamo trovato le risorse per realizzare il parcheggio Roccella, circa 8 milioni di euro che saranno destinati ai bus extraurbani. Attendiamo il bando della regione. Puntiamo sui parcheggi indicati nello strumenti urbanistico tenendo presente che cercheremo di non incoraggiare l'ingresso nella cinta urbana poiché vi è un movimento di persone che entrano in città che vorremmo scoraggiare. Spostamento del mercato ittico? Il mercato ittico dovrà essere spostato, attendiamo l'approvazione del piano regolatore dello schema a 2000, tra dicembre e gennaio, in una zona lontana dal mare. Perché il mercato ittico di Palermo vende il pesce proveniente da altri porti e non ha necessità di essere vicino al porto. Quello spazio potrà essere riutilizzato attraverso il co-working pubblico ed è evidente che quando verrà spostato, così come richiesto dagli stessi concessionari che vogliono locali più adeguati e comodi per la grande viabilità, quell'area sarà a servizio della fruizione del mare e non all'acquisto di un pesce pescato altrove. Il progetto di rilancio della costa sud non è ancora partito, eppure ne ha fatto uno dei punti della sua vecchia campagna elettorale. L’acquario? Siamo stati invitati da Confidustria Palermo. Sono passati due anni e il progetto non è stato mai presentato, quindi quell'orologio andrebbe imputato a chi pensava di imputarlo all'amministrazione comunale. Quando il progetto sarà presentato, per il quale la commissione urbanistica ha già dato parere favorevole all'unanimità, daremo subito corso alle delibere necessarie, un po' come lo stadio di Zamparini che non ha alcun progetto presentato. Acqua Dei Corsari? Abbiamo sollecitato l'Arpa e abbiamo deciso di risanare, cosa di cui si sta occupando l'assessore Marino, l'area dal Bar del Bivio al confine del demanio, che bonificheremo. Resterà il mammellone che è competenza della regione e dei suoi ritardi. Colgo quest'occasione per effettuare un'appello "Regione, fai presto!" Come vede la costa Sud tra due tre anni? La costa Sud è destinata ad essere la nuova Mondello, abbiamo approvato in consiglio comunale il PUDM (Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo) ed è da due anni che l'assessorato regionale non ha il PUDM, perché lo cito? Perché il PUDM prevede su 7km di costa Sud, da Sant'Erasmo ad Acqua Dei Corsari, oltre 4km siano dati in gestione a privati. Entro l'anno prossimo, con i lavori attualmente in corso, elimineremo anche gli scarichi fognari della costa sud, che è già balneabile, ma abbiamo bisogno anche delle autorizzazioni ministeriali per dichiararla tale. Si era parlato di ulteriori sovrappassi su Viale Regione, a che punto è l’iter burocratico? Abbiamo previsto 25 milioni nel Patto per Palermo per la riqualificazione e la rifunzionalizzazione della circonvallazione, perché dobbiamo renderci conto che la circonvallazione non assume più la funzione di asse esterno infracomunale, ma è diventata una linea urbana. Il finanziamento prevede la realizzazione degli attraversamenti pedonali, ma anche il raddoppio del Ponte Corleone. Per lo svincolo Brancaccio/Forum che ci dice? Si è raggiunta l'intesa con la società Multereste SRL che è la società che ha realizzato il forum, che effettuerà questo e altri lavori utilizzando le risorse previste dalla legge per gli oneri di urbanizzazione. Gli stessi andranno in giunta nelle prossime settimane per approvare le varie delibere necessarie. E’ possibile prevedere un biglietto per singola corsa [One-Way] (Amat) al prezzo di 1€? Purtroppo è impossibile in quanto è tutto in mano alla regione che dovrà dare il via libera a questa proposta. Per quanto riguarda il trasporto urbano la competenza è dell'Amat che opera in base alla normativa regionale che va dalla variazione del biglietto alla modifica del percorso di una linea che deve sempre richiedere il parere regionale. Parcheggio Basile terminal senza servizi? E' un terminal provvisorio, perché il vero terminal dei flussi extraurbani sarà Roccella. E' evidente che in atto l'AST ha chiesto di installare un capannone e chiederemo ad Amat di fare la sua parte per renderlo fruibile. Quando partiranno i lavori per il sottopasso Perpignano? Il sottopasso Perpignano scompare, anzi mi spiego meglio. Con gli interventi previsti dal Patto per Palermo verrà rivisto anche il sottopasso Perpignano. La tempistica è data solo dai 25 milioni e che potranno essere utilizzati solo dall'anno prossimo. Daremo comunque precedenza al raddoppio del Ponte Corleone La strada sopra il tracciato del passante? Avete già delle idee? E' esattamente quello che verrà definito dal nuovo piano regolatore generale che verrà approvato nei prossimi mesi. E' prevista a parcheggio la grossa area nei pressi della stazione ferroviaria di Tommaso Natale così come altre aree verranno utilizzate secondo la configurazione urbanistica. Spero di vedere delle green way e degli spazi urbani che permettano la vivibilità di aree urbane spesso urbanizzate selvaggiamente da piani regolatori del passato. Ecco l'intero video con l'intervista, buona visione: Vogliamo ancora una volta ringraziare tutti gli utenti che hanno partecipato alla diretta, tramite commenti e messaggi. Ricordiamo che è stato necessario il vostro apporto per la stesura di queste domande.

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
04 mag 2015

Qualcosa si mobilita

di Mobilita Palermo

Sette anni sono tanti: l’impegno è stato “tanto”, la iniziative sono state “tante”, i risultati di questa straordinaria community sono stati “tanti”. Arriva un momento in cui l’adolescenza finisce, e bisogna crescere. Anche noi adesso dobbiamo crescere. L’esperienza è la base primaria di ogni evoluzione, ogni miglioramento;  l’esperienza di questi anni ci ha insegnato che gli obiettivi si possono perseguire, con ostinazione e con una buona dose di passione. Sette anni fa non avremmo mai immaginato di arrivare a raggiungere questi risultati, così come non avremmo immaginato di riuscire a coinvolgere così tanta gente in questo progetto comune, che oggi prende il nome di mobilita.org. Ci piace pensare che questo riscontro positivo stia nella capacità di aver creato qualcosa di bello, e di averlo voluto condividere con il territorio, senza rivendicare alcuna proprietà di sorta. La nostra è una community dove tutti possono partecipare, anzi… devono partecipare! Noi - e sottolineo, noi - siamo risorse, non spettatori. Il potenziale di queste risorse deve essere convogliato in un progetto comune che possa costituire una base di rinascita per i nostri territori; ecco perché abbiamo deciso di sfruttare al massimo l’esperienza di questi anni per creare qualcosa di nuovo, organizzato, innovativo ed efficiente, che spinga verso livelli ancora più avanzati la partecipazione civica:  una partecipazione ottenuta grazie a ciò che è venuto prima, e di cui oggi possiamo fare tesoro per i passi successivi. “Qualcosa si mobilita” è stato lo slogan della campagna di lancio, che racchiude lo spirito che ci ha contraddistinto in questi lunghi anni, con l’immutata volontà di fare bene in un territorio difficile come il nostro, afflitto da tanti problemi, ma con tanto potenziale da esprimere. Un nuovo portale nazionale, un nuovo logo, una nuova veste grafica, una nuova impaginazione, nuove funzioni, mappe interattive, sempre più social, per rendere la nostra community ancora più dinamica, e la nostra informazione ancora più completa, puntuale ed efficace. Mesi di lavorazione, in cui abbiamo cercato di potenziare ed affinare tutti gli aspetti positivi che hanno caratterizzato sino ad oggi Mobilita Palermo. Uno studio finalizzato a rendere replicabile questo esperimento sociale, che ha riscosso tanto entusiasmo nella sua città di origine. Tra le novità: Un box “Proposte” per avanzare soluzioni specifiche a criticità riscontrate nel territorio, con la possiblità di correlarle anche a “Segnalazioni” da parte di altri utenti della community. Un box “Segnalazioni” per raccogliere le criticità riscontrate da voi utenti. Un box “Q&A” (Questions & Answers) per avanzare ogni genere di domanda inerente la tua città e ricevere risposte dalla community di mobilita.org. Un box “Bacheca” come spazio libero di confronto, per dare parola a tutti voi. Una sezione “News da altre città” nel portale nazionale, per la pubblicazione di post da quelle città che non fanno ancora parte del network . Login unico per accedere e interagire con lo stesso utente in qualsiasi parte del sito. Login social per accedere velocemente con il proprio account facebook, twitter o google+. “Mobilita su mappa”: per la ricerca di articoli, segnalazioni e proposte nell’area di vostro interesse. Una barra “Breaking News” per aggiornamenti in tempo reale, rumors, eventi, viabilità, etc. Un “Karma”, ovvero il punteggio utente che aumenta all’aumentare della vostra partecipazione con la comunità. Un modello che è riuscito quello di mobilita, grazie alla passione di chi ci ha lavorato e continua tutt’oggi ad investirci. Un ringraziamento speciale va a tutte le persone che hanno collaborato con noi, ed in particolare a Daniele Bruneo, il cui supporto è stato fondamentale per la realizzazione di questo ambizioso progetto. Un modello che funziona, grazie a tutte le persone che ci hanno creduto, ci credono, e continueranno a crederci; e poiché ogni progetto si fonda sulle persone che ne fanno parte, abbiamo voluto metterci alla ricerca di altre realtà che avessero voglia di perseguire i nostri stessi obiettivi, per un progetto comune che oggi si concretizza con l’attivazione di una nuova redazione nella nostra città “cugina”: Catania. Tre ragazzi - Amedeo Paladino, Roberto Lentini ed Alessio Marchetti -  con la stessa energia che ci caratterizza, e altrettanta voglia di fare bene. Tre ragazzi con storie simili alle nostre, attivi già da tempo all’interno delle dinamiche della propria città, con un forte desiderio di partecipare in prima linea al processo di rinascita. L’obiettivo è fare rete, e quelle che oggi sono due città, domani saranno cinque, dieci, cento. Chiunque potrà proporsi per avviare una propria redazione, o semplicemente offrire un singolo contributo. Tante gocce insieme fanno un oceano, e noi abbiamo voluto abbattere ogni sorta di barriera per stimolare al massimo la vostra partecipazione in ogni forma possibile. Ci piace pensare che questo che vedete oggi sia il frutto del lavoro di tutta quanta la community. Tra (tanti) vecchi utenti - e altrettanti nuovi - speriamo di raggiungere nuovi territori e raccontare nuove storie ed esperienze. Lasciamo a voi adesso il piacere della scoperta e l’impegno della condivisione! Sette anni sono tanti, e vogliamo percorrerne altrettanti con lo stesso entusiasmo del primo giorno. Insieme a tutti voi!  

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
15 set 2015

#ECOnvertiti, fatti un selfie e racconta il tuo amico “poco sostenibile”

di Giulio Di Chiara

In vista  della Settimana Europea della Mobilità di quest'anno (il programma di Palermo qui), abbiamo pensato per una volta a coloro che ancora sono restii ad assumere comportamenti più sostenibili nella loro quotidianità. Siamo sicuri che anche tra  i nostri amici, parenti e conoscenti ce ne siano parecchi, dallo zio letteralmente "saldato" al sedile dell'auto, all'amico che non pedalerebbe nemmeno sulla cyclette in palestra. Vogliamo dargli un volto, prenderli simpaticamente in giro, raccontando nel commento perchè abbiamo scelto loro nel nostro scatto. Le foto saranno raccolte e pubblicate sulla pagina facebook di Mobilita Palermo. Chi riuscirà poi a farsi il selfie con "l'altro" direttamente su un mezzo pubblico o su una bici, sarà il nostro eroe. L'importante sarà usare l'hashtag #ECOnvertiti. Seguite le semplici istruzioni contenute in questa grafica.   Saranno utilizzati tutti i social network più comuni (facebook, twitter, instagram). Attendiamo i vostri scatti e le vostre storie ;) #ECOnvertiti

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ott 2015

Circonvallazione: forse non tutti sanno che….

di di benedetto59

giornalmente vado al lavoro in bicicletta e percorro un tratto del viale Regione Siciliana (corsia laterale), dove è vietato utilizzare, per taluni mezzi, la corsia centrale. Faccio notare che in tutti i varchi esiste il segnale di divieto che non viene osservato (questo a Palermo non è una novità!). Molti ciclisti tranquillamente, ma sicuramente non lo sanno, la utilizzano come se fosse una pista ciclabile mettendo a rischio la propria incolumità.  

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
10 nov 2015

Cara Rap, siamo sicuri che la colpa è essenzialmente del cittadino?

di Antony Passalacqua

Cara Rap, scriviamo queste poche righe per soffermarci sulle ultime dichiarazioni del presidente Marino circa le insane abitudini dei nostri concittadini palermitani. ".....necessario un cambiamento radicale nei comportamenti e nelle abitudini dei cittadini palermitani. Senza tale cambiamento radicale, nessun servizio di raccolta sarà sufficiente a controbilanciare l'inciviltà dei comportamenti". Le dichiarazioni che abbiamo riportato, sono prese a margine del ritrovamento nei cassonetti di anomale tipologie di rifiuti (lavatrici, sfabbricidi, etc.). Partiamo da un punto fermo: qui non si vuole mettere in dubbio tutto il lavoro che  si sta portando avanti per dotare l'azienda di tutti gli strumenti e mezzi, necessari per operare attivamente. E non si rinnega nemmeno il passato burrascoso che è stato ereditato, e la diffusa inciviltà. Nonostante ciò, quelle dichiarazioni sembrano suonare come un alibi, nascondendo di fatto tutte le imperfezioni che ha l'organizzazione del lavoro all'interno dell'azienda. Vi mostriamo un paio di foto che ritraggono dei cestini gettacarta rispettivamente in corso Vittorio Emanuele (già colmo alle 16:30 del 8/11/201, foto E.Nicolosi) e via Cavour (5/11/2015 alle 10:15, foto C.Perna). Cosa significa? Non è assolutamente vero che la colpa è SOLO dei cittadini. Anzi, la riprova che ci sono nostri concittadini (e non solo) che svolgono perfettamente il proprio compito, ma dall'altra parte non si può dire altrettanto. O ci sono fannulloni e imboscati oppure il lavoro è organizzato in maniera approssimativa, tale da renderlo completamente vano. Coi risultati che sono sotto gli occhi di tutti. E abbiamo preso come esempio dei cestini, in due zone centralissime della città. Ma i social network sono pieni di queste immagini. Cestini ma anche delle strade di qualsiasi quartiere, dove  lo spazzamento è un miraggio. Caro presidente, è sempre convinto che la colpa di tutto questo sia essenzialmente da attribuire ai nostri concittadini? Concludendo, non possiamo che terminare questa lettera con un famoso proverbio latino: Agere, non loqui

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
02 dic 2015

Apre il canale Telegram di Mobilita Palermo

di Fabio Nicolosi

Ci avete fatto notare la possibilità tramite Telegram di creare un canale: Cos’è Telegram? Telegram è un'applicazione di messaggistica focalizzata su velocità e sicurezza, è superveloce, semplice e gratuita. Puoi utilizzare Telegram con tutti i tuoi dispositivi contemporaneamente — i tuoi messaggi si sincronizzano istantaneamente su qualsiasi tuo smartphone, tablet o computer. Con Telegram, puoi inviare messaggi, foto, video e file di ogni tipo (doc, zip, mp3, etc.) a persone che sono nei tuoi contatti del telefono e hanno Telegram. Puoi inoltre creare gruppi fino a 200 membri o canali per diffondere messaggi a un pubblico illimitato. Puoi scrivere ai tuoi contatti e trovare persone tramite username Per cui, Telegram risulta come SMS ed email combinati - e si occupa di tutti i tuoi bisogni di messaggistica personale o aziendale. Cos’è un canale Telegram? Un canale Telegram non si discosta molto da una chat privata tra utente e proprietario del canale, con l’unica differenza che solamente il secondo è in grado di inviare i propri contenuti, mentre il primo può unicamente limitarsi a prenderne visione. Cosa pubblicheremo sul canale Telegram di Mobilita Palermo? Utilizzeremo questo canale per fornirvi tutte le novità circa le nostre iniziative, i nostri ultimi articoli, le breaking news. Sarà un ulteriore modo per mettervi al corrente delle nostre attività. Il gruppo sarà aperto a tutti gli utenti che ne vorranno far parte e permette a tutti di entrarne a farne parte. Che aspettate dunque? Ecco il link per accedere al canale: https://telegram.me/mobilitapalermo oppure cercate direttamente sull’app: mobilitapalermo Buona lettura!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 dic 2015

Buon 2016! Un anno pieno di soddisfazioni per la community

di Mobilita Palermo

Oggi è il 31 dicembre 2015, e in quanto tale ci è sembrato opportuno trarre un bilancio per illustrarvi tutti i grandi risultati di questo anno. Un anno che ci ha regalato grandi soddisfazioni e grandi emozioni. La prima, la più grande -  e anche la più recente - è proprio il tram... Un'opera che abbiamo seguito sin dai primi giorni, e che finalmente ha preso il via dopo aver affrontato un iter travagliato fatto di battaglie, di conferenze di servizi, di informazione, di reportage,  foto, interviste, video, discussioni, chiacchierate. Finalmente ieri, abbiamo vista realizzata anche parte del nostro lavoro e dei nostri sforzi, con dei numeri importanti a testimonianza del seguito che ci avete dato, e di come Mobilita.org sia un progetto che grazie a voi oggi può competere con le principali testate locali in termini di traffico e credibilità. In tantissimi vi siete precipitati sul sito per avere notizie in tempo reale: 41.000 visualizzazioni del sito un picco di 538 utenti connessi simultaneamente 16.000 le visualizzazioni del solo articolo sulle frequenze del tram 2.300 visualizzazioni sulla diretta video Si è discusso anche di nuove linee, e l’articolo dell’anno con più commenti è proprio quello sulla linea 6, con più di 95 commenti da parte di voi utenti (non pochi, considerato che nell'epoca dei social ormai è più immediato commentare direttamente su facebook o twitter) Quasi 85.000 gli utenti iscritti al portale (84.870) , che ci fanno pensare in quanti siamo Più di 2.000.000 di visualizzazioni del sito 20.000 utenti attivi al giorno Una percentuale di utenti diviso tra 45,85% femmine, 54,15% maschi Con un'utenza che è coperta per il 76,5% da persone comprese tra i 18 e i 44 anni Un successo che ci invoglia ad andare avanti con più grinta che mai, e che ci sprona a lavorare per regalarvi tante nuove sorprese per questo 2016 che verrà. Palermo cresce, e pian piano lo facciamo anche noi. Cogliamo l'occasione per ringraziare i ragazzi di Catania, che da quest'anno si sono uniti a questo grande progetto targato mobilita.org, e che in pochi mesi sono riusciti ad ottenere un seguito senza precedenti nella città etnea. Ci auguriamo che questa fetta di società civile possa fare sempre più la differenza, e che la buona cultura della sostenibilità possa diffondersi a macchia d'olio "infettando" positivamente tutti quelli che hanno smesso di crederci. Un buon 2016 a questa meravigliosa community, e a tutti i siciliani! Avanti così!

Leggi tutto    Commenti 6