Articolo
27 dic 2017

FOTO | Inaugurazione area pedonale Piazza Cassa di Risparmio

di Salvatore Galati

E' stata inaugurata la nuova area pedonale di  Piazza Cassa di Risparmio comunemente detta Piazza Borsa. La piazza è stata allestita con la postazione del Bike-Sharing, panchine in marmo, fioriere e due aiuole contenenti nuovi alberi. Notiamo l'assenza di cestini ma probabilmente la loro assenza è da ricondurre ad una questione di sicurezza vista la residenza di un noto magistrato nelle estreme vicinanze. Il marciapiede antistante l'ingresso dell'Hotel è stato rifatto in cemento con una superficie ruvida, è suddiviso in quadrati e le fughe danno un effetto come se fossero stati installati dei mattoni. Mentre la parte centrale delimitata dai paletti in ghisa è costituita da un asfalto stampato. Questa tecnica consente di colorarlo e mantenere il colore molto più a lungo. Il colore che è stato dato all'asfalto è lo stesso della facciata dell'Hotel. Inoltre la piazza è illuminata con due pali stile Liberty a due braccia, dove alla base in forma circolare sono stati installati dei marmi. Ci auguriamo che molti altri spazi vengano riqualificati, non solo in centro ma anche nelle periferie. Invitiamo inoltre a non pagare i posteggiatori abusivi, già in preda al panico per i proprio "spazi di lavoro" rimaneggiati. Di seguito un'ampia galleria e il video. Foto di Salvo Galati e Ivan Muratore. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
23 dic 2017

Parco Cassarà | Autorizzato il prelievo dei fondi per i carotaggi in area verde

di Giulio Di Chiara

Nemmeno qualche giorno fa vi raccontavamo dell'incontro tenutosi a Villa Forni per fare il punto sulla situazione del parco. Come spiegavamo, si rendono necessari dei carotaggi per verificare la salute del sottosuolo e ipotizzare una riapertura parziale dell'area. Nella giornata di ieri ci è giunto il comunicato del Comune di Palermo che annuncia la delibera di Giunta che autorizza il prelievo della somma occorrente dai fondi di riserva 2018. Dunque, un primo passo è stato fatto. Adesso dovrebbe essere imminente la pubblicazione del bando di gara da parte degli uffici del Territorio e Ambiente. Di seguito il testo del comunicato: La Giunta Comunale ha deliberato il prelievo dal fondo di riserva 2018 di una somma pari a circa 160 mila euro da destinare all'affidamento dei lavori di caratterizzazione ambientale del Parco Cassarà - area verde. "Si tratta di un passo fondamentale - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - per l'avvio del bando pubblico per l'affidamento dei lavori di recupero del Parco Cassarà che cosi potrà tornare fruibile alla cittadinanza". Per tutti gli scenari e le riflessioni sulla vicenda vi rimandiamo a questo nostro articolo.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
21 dic 2017

ESCLUSIVA | Pubblicato il bando “Luci sull’arte”, il bando che illuminerà i monumenti di Palermo

di Fabio Nicolosi

E' stato pubblicato ieri mattina il bando di gara per la progettazione di un percorso di luci che accompagni l'itinerario arabo-normanno UNESCO. Il concorso di progettazione ha lo scopo di "delineare un concept di illuminazione che abbracci sia l'ambito pubblico che quello artistico e ambientale, e che renda intellegibile la città storica e crei connessioni tra tutti gli elementi che costituiscono questo sistema complesso, con particolare riferimento alla relazione tra antico e moderno in una dimensione urbana contemporanea". E' richiesto l'utilizzo di tecnologie ICT smart per la sostenibilità ambientale ed il risparmio energetico. Le luci d'arte dovranno "identificare univocamente l'itineario arabo-normanno che si caratterizza per l'unione di due culture opposte". Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima. Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.palermolucisullarte.concorrimi.it. Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l'apposita pagina "news" e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado. CALENDARIO DEL CONCORSO Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti: 31.01.2018 ore 16:00:00 Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado; 07.02.2018 ore 23:59:59 Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 31.01.2018 per il primo grado; 21.02.2018 ore 16:00:00 Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado; 22.02.2018 ore 09:30:00 Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura/pubblicazione dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte; 22.03.2018 ore 23:59:59 Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso; 08.05.2018 ore 16:00:00 Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado; 15.05.2018 ore 23:59:59 Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado; 29.05.2018 ore 16:00:00 Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado; PREMI E RIMBORSO SPESE Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 20.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 10.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 5.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Ciascuno dei successivi 2 (due) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 3.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). L’importo totale del progetto ammonta a 3.000.000 euro. I monumenti oggetto del bando sono i seguenti: Palazzo Reale Cappella Palatina Cattedrale Chiesa di San Giovanni degli Eremiti Chiesa della Martorana Chiesa di San Cataldo Castello della Zisa Ponte dell'Ammiraglio Grazie a "Luci sull'arte" il percorso arabo-normanno acquisterà un valore artistico che possa rendere giustizia alla bellezza dei suoi monumenti. Per la prima volta dopo tanto tempo si comincia a sottolineare l'importanza del "bello", oltre che funzionale. Non vediamo l'ora di vedere quale progetto verrà scelto dopo il concorso di idee. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo    

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
20 dic 2017

In trash we trust: storie di ordinaria munnizza #1

di gioele

Non esistono soluzioni semplici, pena lo scadere nel "semplicismo". Così come la responsabilità è sistemica, tanto del cittadino quanto del detentore del potere costituito, in tutte le sue diramazioni, gradazioni e concrezioni. Però è difficile digerire la parola 'cultura' accanto a quella 'Palermo', così com'è impossibile metabolizzare ogni retorica culturalista di una classe dirigente assente, connivente, sproloquiante, radical chic. Discarica a cielo aperto, Via Leoni, tra il ristorante Acquario e via del Carabiniere. Va avanti da 6 mesi (con alternanza, che va da schifo totale a schifo relativo), nell'indifferenza della gente 'bene' che s'affastella nel quartierino.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
19 dic 2017

Il Parco Cassarà alla ricerca di 165.000€: tutto quello che c’è da sapere per questo 2017 infinitamente triste

di Giulio Di Chiara

Nella giornata di ieri si è tenuto un incontro aperto a tutti presso Villa Forni. Oggetto dell'evento una discussione/aggiornamento sulla situazione del Parco Cassarà. Erano presenti tra gli altri il vicesindaco Sergio Marino e un funzionario del settore "Ambiente" del Comune di Palermo, Avv. Fiorino, che ha seguito le vicende di quest'area. Per dovere di cronaca vi riportiamo le principali informazioni emerse, che fotografano lo stato attuale della vicenda che purtroppo si protrae da troppi anni. Rispetto agli ultimi aggiornamenti, non è cambiato molto, se non alcuni numeri e date che sono state prospettate per rivedere, almeno parzialmente, il parco aperto alla cittadinanza. Dunque: ad oggi l'area denominata "verde", ovvero quella con presenze potenzialmente minori di materiali pericolosi, attende l'esecuzione dei carotaggi nel sottosuolo, che dovrebbero scongiurare presenze oltre i limiti di sostanze quali piombo, radio etc. Nel caso migliore, quindi con esiti entro i limiti consentiti, la palla passerebbe alla Regione Siciliana che carte alla mano, dovrebbe acconsentire alla riapertura parziale. In realtà niente di nuovo sotto il sole, visto che questa situazione era già nota negli anni scorsi e il Comune, nel frattempo, non è riuscito a trovare le risorse finanziare a garantire questa procedura. Di quanti soldi parliamo? 165.000 €, che possono sembrare tanti, ma per un comune di queste dimensioni, posso essere anche spicci. Ad ogni modo, l'unica soluzione prospettata oggi per reperire i fondi necessari è il loro prelievo dal fondo di riserva del 2018. Un'operazione che è stata voluta anche dal Sindaco e che potrebbe avvenire entro il 31 Dicembre a seguito di una approvazione di giunta. Nel momento in cui ciò avverrà, verrà pubblicato il bando per avviare la gara di appalto. Tra l'apertura del bando, l'ammissione delle candidature, eventuali ricorsi etc. passeranno sicuramente più di 5-6 mesi. Infine, una volta aggiudicati i lavori all'azienda vincitrice dell'appalto, i lavori per effettuare i 12 carotaggi sono stimati in 90 giorni. Poi, come dicevamo, i risultati finiranno nella scrivania di qualche funzionario regionale per l'esito finale. Quanto di tutto questo verrà rispettato? Non lo sappiamo. L'anno scorso si parlò di tempi più o meno ravvicinati, ma mai rispettati. Quest'anno tutto passa dal prelievo dai fondi di riserva e dalla delibera di giunta. Insomma, mai una gioia per questo parco. Le cose che nessuno dice Come vi abbiamo più volte raccontato, l'area "verde" del parco è stata più volte oggetto di interventi. In primis dal Coime, che ha letteralmente lavorato il terreno fino a 60 cm di profondità, asportando eventuali rimanenze di cemento amianto e materiali simili. Da qualsiasi parte si accerta in via ufficiosa che quella parte di parco potrebbe essere fruita già domani mattina. Del resto la grande ambiguità sta nei provvedimenti del magistrato, che dapprima dirama il sequestro per "potenziale inquinamento" dell'area (e intimando tutte le analisi del caso) salvo poi autorizzare tutte le maestranze del Coime a lavorare giornalmente a Villa Forni e nell'area verde. Ma se c'è un potenziale pericolo per la salute, gli operai del Coime perchè sono "esentati" ??? Che prevenzione è mai questa? Questa fetta di parco viene giornalmente curata e ve lo possiamo testimoniare con le foto seguenti. Mancano soltanto i cittadini. Queste incongruenze di cui nessuno sembra voler parlare, lasciano presagire altre motivazioni per cui il parco sta "subendo" una procedura così minuziosa e infinita che, seppur a rigor di legge, dovrebbe essere applicata a qualsiasi parte della nostra città. E' eloquente che scavando oltre i 60 cm di profondità, in svariate parti del tessuto urbano sarebbe altamente probabile trovare materiale nocivo per la salute delle persone.   Ci sembra, ma possiamo sbagliare, che il magistrato abbia fatto il bello e il cattivo tempo su tutta questa vicenda.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
18 dic 2017

FOTO | Aperta l’area pedonale alla stazione centrale. Ecco dove transitano gli autobus

di Salvatore Galati

La stazione centrale di Palermo è stata interessata ai lavori di pavimentazione dell'atrio principale, ieri l'isola pedonale è stata aperta al pubblico. Sono attive entrambe le pensiline, dalla più esterna vi transitano le linee Amat 102 e Navetta Free Centro Storico, dalla pensilina più interna vi transitano tutte le altre linee. (Qui potete consultare gli orari). La pendenza verso la stazione centrale, non è un errore e nemmeno potrà causare allagamenti della pavimentazione. Lungo il perimetro dell'isola pedonale sono state installate delle griglie per convogliare le acque piovane, sia lungo i portici che nella parte esterna. Non si è allagato nulla nei giorni scorsi . Godiamoci questi spazi pubblici a nostro beneficio. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
18 dic 2017

Via Benedettini: Itinerario Unesco o luna park?

di Antony Passalacqua

A volte basta veramente poco per valorizzare il nostro patrimonio storico-monumentale per migliorarne decoro, fruibilità, sicurezza, comunicazione. Altre volte basta pochissimo  a guastare quanto di bello abbiamo a disposizione. Le immagini ritraggono via Benedettini, l'area inclusa all'interno dell'itinerario Unesco. Vada per il mercatino natalizio dove stavolta spiccano i chioschi espositivi in legno. Ma non vi sembra di esagerare col luna park? Eppure basta poco "per copiare" e prendere spunto dai veri mercatini di Natale. Davvero dobbiamo rassegnarci a ciò?

Leggi tutto    Commenti 16