Articolo
06 nov 2018

FOTO| Terminati i lavori: ecco le pedonalizzazioni in piazza Meli e San Giacomo

di Giulio Di Chiara

Vi avevamo anticipato i lavori in corso presso queste due piazze in centro storico, volti a definire nuovi spazi pedonali. In questi giorni sono stati definiti gli ultimi dettagli, con l'apposizione di fioriere, cestini e panchine, recuperate da giacenze in seno al Comune di Palermo. Chi frequenta la zona sà benissimo le difficoltà oggettive nel camminare lungo queste vie dovendo tenere d'occhio il transito delle auto, vista l'assenza di marciapiedi. In tal senso, la creazione di un percorso pedonale delimitato che da Piazza S. Domenico porta sino alla Fonderia, è un buon passo avanti per la normalizzazione di questa area. Come visibile dagli scatti, la viabilità in zona è rimasta pressochè invariata, dato che le aree pedonalizzate sono state individuate al di fuori della sede stradale. Un nostro scatto noturno:

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
31 ott 2018

Riaccesa l’illuminazione pubblica nelle piazze Giulio Cesare e Cupani

di Salvatore Galati

Alleluia! E' stata riaccesa l'illuminazione pubblica nelle piazze antistanti la stazione centrale. Si tratta della piazza Giulio Cesare e piazza Cupani. Dopo circa 7 mesi della relativa apertura al pubblico, riqualificate grazie al progetto di "Grandi Stazioni", eccole di nuovo illuminate. Si tratta dei lampioni centrali accesi dopo circa 7 mesi di riapertura delle piazze. Non possiamo non notare la lungaggine burocratica fra Grandi Stazioni e Comune di Palermo circa le competenze sull'attivazione di "un contatore elettrico" che ha impedito fino a ieri l'accensione del restante impianto.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
30 ott 2018

FOTO | Piazza San Domenico trasformata in parcheggio ad uso esclusivo

di Fabio Nicolosi

Anni di battaglie civili, di ordinanze, di manifestazioni... Tutto sparito in una mattinata... Piazza San Domenico è stata trasformata, a totale insaputa di tutti, in un parcheggio. Si avete letto bene, un parcheggio. Non sappiamo chi, perchè, da chi sia stato autorizzato; sta di fatto che le fioriere ancorate alla pavimentazione sono state divelte, perché smontarle era impossibile e la piazza inizialmente è stata riempita di auto blu e auto di polizia e carabinieri e successivamente è stata resa carrabile non avendo rimpiazzato le fioriere e consentendo dunque il transito ad auto e motocicli, come da foto. Nel sito del comune non esiste alcuna ordinanza comunale che autorizza la sosta di auto nella piazza, non esiste alcuna delibera che autorizzi lo spostamento delle fioriere, chi ha dunque permesso tutto questo? È accettabile che una piazza pedonale e che dopo anni di incuria ed abbandono venga anche se per un solo giorno trasformata in un parcheggio solo per il capriccio di qualche "autorità"? Ci aspettiamo un chiarimento da chi è a conoscenza della questione, che sia il comune o chi sappia darci una spiegazione in merito. La galleria fotografica, che lascia poco spazio all'immaginazione:

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
30 ott 2018

Sbarca la raccolta differenziata in Centro Storico

di Antony Passalacqua

Palermo - Alla presenza dell’Amministratore di Rap Giuseppe Norata e dell’intero Consiglio di prima circoscrizione guidato dal Presidente Massimo Castiglia sono state consegnate a tutte le  attività produttive presenti in  piazza Carmine, all’interno del mercato Ballarò, le chiavi dei contenitori da 1100 litri che da oggi saranno istallati nella suddetta via, da adibire alla raccolta differenziata dell’organico in particolare modo  degli scarti vegetali. Saranno dati in comodato d’uso ai commercianti muniti di lucchetto affinchè venga impedito l’utilizzo improprio da parte di ignoti.  Sarà la Rap giornalmente durante il turno notturno con compattatore dedicato a provvedere allo svuotamento dei contenitori per poi inviarli all’impianto TMB di Bellolampo  per la realizzazione di fertilizzante di qualità. Un’operazione che con l’aiuto e la condivisione degli operatori commerciali che hanno accolto con positività l’iniziativa , consentirà di offrire un sistema più efficace di raccolta dei rifiuti, migliorerà il servizio di pulizia delle aree e nel contempo farà aumentare la quantità e la qualità della raccolta differenziata. “Gli operatori economici sono particolarmente coinvolti in questo progetto – spiega l’Amministratore Unico Rap Giuseppe Norata -  e hanno recepito il messaggio più ampio che è quello della salvaguardia dell’ambiente e del  pianeta. Sono circa 20 i commercianti che hanno firmato con Rap e il presidente della circoscrizione un contratto per l’avvio della raccolta dell’organico. Non è l’unica iniziativa  -  continua Norata - che stiamo portando avanti;   già da questo fine settimana l’area raccolta differenziata di Rap  ha avviato il servizio della raccolta selettiva dell’organico anche al Capo, in via Montalbo oltre che a Ballarò anche con risultati soddisfacenti:  venerdì 26 ottobre sono stati raccolti 2.520 kg di organico, sabato 27 ottobre , le tonnellate hanno raggiunto 2.840 tonnellate. Questo vuole essere un assaggio al servizio di  raccolta differenziata “porta a porta” presso le grandi utenze e che necessariamente a fine mese , il 27 novembre , vedrà il centro storico coinvolto”. Nonostante questi sforzi per la Raccolta Differenziata , dobbiamo  nostro malgrado rilevare  come l’impianto di Bellolampo subirà , si spera per poco, un fermo in quanto i limiti di spazi imposti con la vecchia autorizzazione sono stati già raggiunti e dalla Regione non si hanno notizie dell’autorizzazione alla modifica sostanziale per potere ampliare i volumi”. “L’iniziativa fortemente voluta dalla circoscrizione- spiega il presidente della prima Massimo Castiglia – vuole essere una piccola pillola che introduce l’avvio del servizio porta a porta all’interno della circoscrizione che presiedo e che introduce allo step quattro. Altre iniziative vedranno la circoscrizione coinvolta non in ultimo l’avvio della raccolta differenziata dell’organico e degli scarti alimentari, nei prossimi giorni, anche nelle piazze sia del Capo che della Vucciria”.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
23 ott 2018

Viale dei Picciotti: isola ecologica o isola deserta?

di Roberto Ales

Non c'è nessuna notizia sull'apertura del Centro Comunale di Raccolta ( o Isola Ecologica) di viale dei Picciotti, prevista il 10 ottobre 2018; lo scorso 25 settembre, infatti, il Presidente della RAP, assicurava che entro 15 giorni sarebbe diventata attiva l'Isola Ecologica di Brancaccio. Come si evince dalle immagini, più che un'Isola Ecologica sembra un'isola deserta la quale lascia presagire che i tempi di apertura potrebbero essere ancora lunghi. Eppure, il Centro è stato ritenuto necessario per massimizzare le percentuali di raccolta differenziata e minimizzare lo smaltimento in discarica, che contribuirà, in modo efficace, alla riduzione del fenomeno di abbandono incontrollato dei rifiuti. Si rimane in attesa di una risposta concreta dal Presidente della RAP, Giuseppe Norata, sull'attuale situazione di urgente necessità, in quanto garantirebbe un elevato livello di tutela dell'ambiente e della salute pubblica. Speriamo di non dover assistere all'ennesima superficialità sulla gestione della cosa pubblica da parte dell'Amministratore Comunale. Roberto ALES

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 ott 2018

Verde pubblico | Al via tre progetti di manutenzione ordinaria e straordinaria realizzati da Reset con fondi extracomunali

di Fabio Nicolosi

Tre complessi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del verde urbano e degli spazi pubblici della città saranno avviati a partire dalla prossima settimana dal settore Verde del Comune, avvalendosi "in house" degli operai della Reset, l'azienda di servizi con cui sono stati sottoscritti degli appositi contratti nei giorni scorsi. I primi due interventi saranno quello che riguarda il Parco della Favorita e quello delle Borgate marinare. I successivi interesseranno, poi, tutte le circoscrizioni e tutti i quartieri. Per la Favorita si tratta di un intervento "storico", legato non soltanto alla manutenzione ordinaria del verde, ma anche alla pulizia degli agrumeti e del suo antico sistema di irrigazione, quello delle "saie", portato in Sicilia dagli arabi. In particolare, in questo caso è stata necessaria una lunga programmazione e pianificazione, dovendo intervenire nel più ferreo rispetto delle prescrizioni imposte dalla Sovrintendenza per i Beni Culturali e proprio con l'obiettivo di ripristinare, ove possibile, l'antico sistema di "gebbie", "cunnutti" e "saie" che trasportava l'acqua in tutta l'area senza supporti meccanici. I lavori dureranno otto mesi e prevedono, oltre agli interventi manutentivi e ricostruttivi del sistema idrico, un corposo lavoro di decespugliamento degli agrumeti, la potatura di ringiovanimento di tutti gli agrumi (circa 12.500 alberi), la fresatura del terreno e la relativa sistemazione idraulica. L'area interessata (circa 150.000 mq – 15 ettari, oltre i sentieri che attraversano il Parco, per circa 11,4 km pari a 22,8 km lineari su cui lavorare) sarà divisa in diversi lotti nei quali lavoreranno nel tempo circa 380 operati della Reset. Il costo, interamente finanziato con il "Patto per Palermo", quindi con fondi extracomunali, sarà di poco superiore ai 900 mila euro. Il secondo piano di intervento, che sarà avviato a breve, riguarda invece le aree delle Borgate Marinare, con una spesa complessiva, sempre a carico del "Patto per Palermo" di 1,5 milioni di Euro e una durata prevista di 8 mesi. In particolare, si interverrà nelle aree di Barcarello-Sferracavallo, Mondello, Romagnolo, Addaura. In questo caso, a seguito di una studio condotto dal settore Verde, sono stati individuati interventi puntuali da realizzare su un totale di circa 2.500 alberi e cespugli, con la manutenzione ordinaria e la potatura, l'abbattimento o l'estirpazione di piante infestanti. L'intervento sul verde prevede, inoltre, una continuità nel tempo, quindi anche la zappatura primaverile, la concimazione, l'irrigazione e altre misure ordinarie. Oltre che sul verde, il piano prevede interventi su alcune aree pubbliche, per circa 5.000 metri quadri. Per il vicesindaco Sergio Marino, che ha anche la delega al Verde, "si tratta di un piano, anzi tre piani integrati che sono parte di un'unica pianificazione per la manutenzione del verde e degli spazi pubblici in città. Un piano unico, che ha visto una programmazione minuziosa e con alto valore scientifico da parte del settore del Verde, che ancora una volta si avvale del supporto fondamentale della Reset". Il sindaco Orlando sottolinea, invece, come "questo piano di manutenzione conferma il ruolo strategico della Reset, come strumento di intervento in tutta la città e allo stesso tempo mostra l'attenzione rivolta ad ogni circoscrizione, partendo dalla Favorita e dalla riscoperta del suo antico sistema di irrigazione, per arrivare poi ad intervenire sul verde e sulle aree pubbliche di tutti i quartieri, con una attenzione particolare alle periferie. E' probabilmente il più ampio piano di manutenzione del Verde urbano da molti anni a questa parte e ad accrescerne l'importanza è il fatto che si riesca a realizzarlo senza costi per l'Amministrazione comunale e tramite un'azienda pubblica".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
18 ott 2018

Verde | Programmato abbattimento di altri due alberi a rischio di schianto

di Fabio Nicolosi

Il Settore Verde del Comune ha programmato per i prossimi giorni, a tutela della pubblica incolumità, l'abbattimento di due ficus ubicati in Viale Strasburgo, all'altezza di Villa Adriana che, a seguito di una indagine fitostatica eseguita dagli agronomi dell'Amministrazione, sono stati classificati in classe di rischio "D", cioè a rischio di schianto improvviso. L'Amministrazione ha già ottenuto l'autorizzazione all'abbattimento da parte della Sovrintendenza BB.CC.AA. Nella stagione più consona saranno poste a dimora altrettante alberature, a compensazione dei due ficus che verranno abbattuti.

Leggi tutto    Commenti 7

Ultimi commenti