frenki_80

30 Forestiero

"Gli abitanti della Città nutrono un'avversione scaramantica per ogni forma di compiutezza. Se inaugurano un teatro, lo fanno sempre in assenza di qualche requisito essenziale per il pieno funzionamento.(..) Al completamento si penserà poi, se e quando sarà possibile. Dietro questa sistematica inconcludenza è possibile rintracciare un profilo ancestrale di superstizione. Sembra quasi che gli abitanti della Città inconsciamente avvertano che nella piena compiutezza è inscritta un'infelicità latente. (...) C'è sempre qualcosa che sfugge alle maglie anche strette della tre che ci siamo fabbricati con le nostre mani. (...) Forse è addirittura un retaggio arabo. Nella perfezione della tessitura dei loro tappeti gli antichi maestri persiani introducevano sempre un piccolissimo errore. Lo facevano apposta per non sfidare Dio sul terreno che è solo di Sua competenza. Quello della perfezione, appunto. Ma qui nelle case davanti al mare di Carini , si è decisamente esagerato con questa forma di devozione." Palermo è un cipolla di Roberto Alajmo Visto che questo sito tratta tematiche, purtroppo spesso anche problematiche, riguardanti la nostra Splendida Città; mi è sembrato giusto riportare un piccolo passaggio, di un libro che ho trovato "azzeccato" nel modo in cui raffigura e rappresenta la Città. Io adoro Palermo e il fatto che presto dovrò trasferirmi all'estero per cercare lavoro mi rattrista tantissimo, la speranza è che al mio ritorno possa trovare un Palermo migliore grazie anche al contributo di questo sito. Un Caloroso Saluto a Tutti.

  • Francesco F.
Contributi dell'utente

loading