26 feb 2021

Covid, chiuso al transito pedonale lungomare Mondello e parte Centro Storico


Palermo – Nuova ordinanza sindacale contro gli assembramenti. Stavolta il sindaco ha firmato un’ordinanza con cui dispone la chiusura al transito pedonale e veicolare di alcune vie e piazze cittadine come norma di contrasto al contagio da Covid-19, qualora si verificassero situazioni di violazione delle norme di prevenzione.

Si tratta in particolare di

- via Spinuzza: da Vicolo delle Mura (accesso) a via Valenti (deflusso)

- piazza Sant’Anna

- via Lattarini angolo Piazza Sant’Anna (accesso) Piazza Sant’Anna angolo via Cagliari (deflusso)

- piazza Sant’Anna angolo via Sant’Anna (deflusso).

Il provvedimento sarà valido domani sabato 27 e domenica 28 febbraio e determinerà la chiusura alle 16 alle 22.

Lo stesso provvedimento prevede analoga chiusura negli stessi giorni ma dalle ore 10 alle 22 per viale Regina Elena dall’angolo con via Anadiomene, alla Piazza di Mondello.

In tutte le zone interessate, sarà comunque garantita la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e resta ovviamente sempre consentito l’accesso alle abitazioni private e per comprovate esigenze lavorative, nonché per situazioni di necessità ovvero motivi di salute disciplinati da specifica normativa anticovid-19.

“Si tratta di un primo provvedimento – sottolinea Orlando – concordato in seno al Comitato per l’ordine e la sicurezza e che dal Comitato scaturisce per dare una risposta a situazioni e comportamenti che continuano a contribuire alla diffusione del contagio. Questo primo fine settimana servirà da test della reazione soprattutto da parte dei giovani, perché sempre in seno al Comitato si possano valutare eventuali ulteriori provvedimenti di fronte al fatto che la situazione dei contagi in città continua ad essere preoccupante”


assembramenticentro storico palermocovidlungomare mondelloSegnalati

3 commenti per “Covid, chiuso al transito pedonale lungomare Mondello e parte Centro Storico
  • Orazio 1599
    26 feb 2021 alle 22:32

    Personalmente ritengo di non essere paranoico e nel frattempo ho applicato e applico con un po’ di logica le misure restrittive che ci sono state propinate e ci propinano da un anno a questa parte.

    Trovo insulso dover restare per forza a casa perchè c’è il Covid. C’è gente che da un anno non esce di casa, c’è gente che non va a lavorare in ufficio da un anno. Lo trovo stupido.

    Ma trovo ancora più insulsi i comportamenti di chi (ad esempio) si reca con tutta la famiglia, figli e nonni inclusi, al supermercato per fare la spesa invece di andar da solo o di chi deve per forza andara a prendere la birra al centro storico come se senza morisse, come se la birra nel bar sotto casa non la servissero..

    Siccome il mondo è degli insulsi, ci meritiamo divieti e restrizioni come quelle che leggo sopra..


Lascia un Commento