11 feb 2020

Treno Punta Raisi-Cefalù: difficile ad Aprile. Ecco perché


Come è già noto, la Regione sta lavorando da tempo  per attuare la velocizzazione dei collegamenti ferroviari tra Cefalù-Termini Imerese e l’aeroporto Punta Raisi. 

Ciò sarà reso possibile grazie alla bretella realizzata durante i lavori del Passante Ferroviario a Palermo, e che serve la fermata “Maredolce”, evitando ai convogli di fermarsi a Palermo  C.le.

Hanno destato però non poche perplessità le recenti dichiarazioni dell’Assessore alle Infrastrutture M. Falcone circa l’attuazione di questo collegamento veloce già a partire dal 2 Aprile. Tecnicamente molto improbabile e vi illustriamo il perché.

Anzitutto l’attuazione dei nuovi orari avviene con cadenza semestrale, Giugno e Dicembre, e modificare tale orario “in corsa” creerebbe non pochi problemi.

Altra questione rilevante, che evidenzia anche il Comitato Pendolari Sicilia, è che ad oggi non si conoscono le fermate che effettuerà questo nuovo collegamento; non si conosce il numero di convogli perché è chiaro che non potrà esserci UN SOLO treno giornaliero ma un servizio cadenzato. Infine non si conosce neppure la copertura finanziaria. In sostanza NON C’E’ NULLA DI UFFICIALE, se non dichiarazioni che vanno a scontrarsi anche con le perplessità sorte all’interno degli uffici dell’Assessorato stesso.

Il collegamento senza alcun dubbio si farà, ma preferiamo essere più realistici senza troppi e facili entusiasmi. Ecco perché Giugno è molto più realistico.


assessorato regionale trasporticefalùcollegamento aeroporto cefalùmarco falconepassante ferroviario palermopunta raisiSegnalatitermini imeresetrenitalia sicilia

6 commenti per “Treno Punta Raisi-Cefalù: difficile ad Aprile. Ecco perché
  • rainon69 33
    11 feb 2020 alle 12:11

    tempo fa leggevo della vandalizzazione della fermata Maredolce, di vicolo Bernava non se ne sa ancora nulla, non sanno come candenzare gli orari perché non ci sono soldi, allora a cosa è servito questo passante ferroviario????? la domanda nasce spontanea: chi doveva mangiare i milioni di euro che sono stati spesi????

    • punteruolorosso 2394
      11 feb 2020 alle 15:14

      la prima domanda è legittima. a cosa serve se deve restare un’incompiuta?
      la seconda domanda è anch’essa legittima, ma un po’ antiliberale. è normale che qualcuno ci guadagni. si tratta di imprese private a cui viene affidato il lavoro. hanno dei capitali, e vorrebbero farne degli altri. i ricchi diventano sempre più ricchi, ma il sistema è questo, e in unregime liberale non si può impedire a qualcuno di guadagnare più degli altri.
      capisco la tua critica. chi guadagna dovrebbe anche fare le cose e offrire i servizi. la giustizia italiana è troppo lenta (e con la prescrizione abolita lo sarà ancora di più) perché lo stato si possa rivalere su questi signori, che se ne approfittano e danneggiano la comunità

  • Joe_Pa 127
    12 feb 2020 alle 9:13

    Annuncio ad effetto da parte di una amministrazione regionale ferma al palo da quando è stata eletta.
    In pratica nulla, oltre a quanto riportato nell’articolo bisogna trovare i soldi per il ripristino della fermata Maredolce vandalizzata.
    Prima o poi questo collegamento si farà ma non credo che sarà Aprile o Giugno 2020

    • Metropolitano 3895
      12 feb 2020 alle 11:15

      La fermata di Brancaccio residenziale non è stata ancora aperta proprio per via dell’inattività del baffo ferroviario di Brancaccio, e fino a quando non la aprono resterà come è, o addirittura peggio della penultima fermata Orsa vicino l’aeroporto.
      Concordo anche io che il collegamento non lo completeranno quest’anno.

    • peppino1234 94
      17 feb 2020 alle 11:20

      Forse aspettano che distruggano totalmente Palermo Maredolce, cosi’ avranno poi una SCUSA per ritardare ulteriormente l’apertura…..SOLDI BUTTATI AL VENTO !!!!!


Lascia un Commento