23 gen 2020

Passante Ferroviario | Consegnati i lavori per via Francia e via Monti Iblei


Un’altra area del tessuto urbano di Palermo valorizzata dai lavori del Passante ferroviario di Palermo, sulla linea Palermo-Punta Raisi.

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha consegnato oggi i lavori per il prolungamento di via Francia, importante arteria stradale che, al termine degli interventi, collegherà l’omonima stazione del Passante a via Ugo La Malfa.

Il cantiere interesserà anche le aree limitrofe di via Monti Iblei, la cui galleria artificiale diventerà un’area sistemata a verde, tra pista ciclabile e percorsi pedonali, per un investimento complessivo di oltre un milione e mezzo di euro.

Riaperta al traffico, contestualmente, anche via Monti Iblei, adesso con una carreggiata più ampia nel tratto da via De Gasperi a via Francia.

Per i lavori del Passante ferroviario di Palermo, già completati al 96%, attualmente sono in corso interventi per oltre 20 milioni di euro.

Oltre al prolungamento di viale Francia e la sistemazione a verde della copertura della galleria di via Monti Iblei, cantieri in corso anche per la realizzazione della nuova Sottostazione elettrica di Tommaso Natale, delle opere civili nella galleria fra Notarbartolo e Francia, della nuova fermata di Capaci (via Kennedy), degli impianti per la sicurezza dei tunnel ferroviari e per l’integrazione degli impianti tecnologici della fermata Tommaso Natale.


mobilita palermopassante ferroviario palermopiazzale ambrosinisan lorenzo colliSegnalatistato dell'artestato lavoritempistichetratta btratta b passante ferroviariotrenitaliavia franciavia monti ibleiviabilitàviabilità palermoviale francia

13 commenti per “Passante Ferroviario | Consegnati i lavori per via Francia e via Monti Iblei
  • punteruolorosso 2508
    23 gen 2020 alle 8:24

    non sono della zona. dunque si potrà andare da viale francia direttamente alla circonvallazione? anni fa si parlò di uno svincolo, un tunnel viale francia-porto. sarebbe bello se riprendessro l’idea.

  • Dahfu 161
    23 gen 2020 alle 9:33

    Ottima notizia. Palermo è ancora sovrabbondante di strade che terminano in muri e vicoli senza uscita. Ne beneficerà la circolazione stradale ma anche lo stesso passante che sarà facilmente raggiungibile per l’utenza ed i lavoratori dei vari centri commerciali di via la malfa. Bella notizia anche quella di far partire il progetto della trasformazione in giardino di parte della via Monti Iblei. Lo stesso andrebbe fatto per la stazione Notarbartolo con la creazione di un giardino nel tratto compreso tra via Malaspina ed il teatro Jolly

    • moscerino 326
      23 gen 2020 alle 10:17

      Caro Dahfu , sui giardini alberati e attrezzati per i bambini e i ragazzi, mi trovi favorevolissimo, ma lo sarei ancor di più se si organizzassero meglio i tracciati stradali e, come ti sta dimostrando la via Monti Iblei, trasferire nel sotterraneo i servizi, che siano oltre gli ordinari, quelli speciali come strade, parcheggi, vasconi di accumulo acque potabili, impianti di pre-depurazione, impianti di potenziamento elettrico, ecc… e sono sicuro che ne gioveremmo in tantissimi. Spero di essere stato comprensibile!!

  • moscerino 326
    23 gen 2020 alle 10:06

    Mi dispiace gettarvi nello sconforto viario, ma la consegna, sempre che arrivi oggi, in quanto solo una sezione relativamente alla parte riguardante da via Alcide De Gasperi fino al viadotto Belgio, lo è stato fatto e non del tutto, sarà solo ed esclusivamente per la parte occupata dal cantiere di via Monti Iblei, mentre tutto il resto rimane nelle disponibilità del proprietario (FF.SS.), non esiste il collegamento fra viale Francia e viale Ugo La Malfa, il sottopasso (preventivamente realizzato con lo stupore di tutti) è totalmente irraggiungibile (manca il tracciato stradale) e inagibile, casa realizzata e ristrutturata sull’altro lato (via Roentgen).
    Allo stato attuale neanche si parla di collegare le via Monti Iblei con via della Ferrovia sul lato nord e con via Sardegna sul lato sud; Ancor di meno della apertura di via Alcide De Gasperi su viale Regione Siciliana e suo eventuale scavalcamento su viadotto, che colleghi il quartiere Cruillas alla città.
    Insomma per pochi centimetri siamo sempre alla super autostrada che termina sulla mulattiera!!!!!

    • pipopipo 75
      23 gen 2020 alle 11:05

      quindi se è come dici tu , e mi sembra che sei bene informato , la notizia che ci viene data è una grossa sciocchezza!! E Fabio Nicolosi da dove attinge questa notizia?

      • moscerino 326
        23 gen 2020 alle 13:28

        Io passo due volte al giorno dalla via Monti Iblei, assistendo giorno dopo giorno all’evoluzione, quasi Darwiniana del tracciato, ti posso anche aggiungere che gli operai del comune hanno sistemato alla ben meglio, ma sarebbe meglio dir peggio, il marciapiede sino a dove termina l’ultimo edificio, la restante parte è mancante di veri e propri pezzi, che eliminano le erbacce quasi regolarmente e infine alcuni proprietari dei piani terra lasciano crescere le piante sui confini molto al di la degli obblighi di legge, costringendo la gente a tratti sulla strada. Per ultimo la segnaletica orizzontale sui parcheggi è vana gloria, visto che entrambi i lati sono occupati.
        Ieri ho assistito alla eliminazione di un dissuasore verticale o confine di cantiere rimasto a titolo storico sul tratto via Alcide De Gasperi viadotto Belgio, lato sinistro.

    • peppe2994 3474
      23 gen 2020 alle 13:34

      Ti consiglio una attenta consultazione del sito FS italiane.
      L’affidamento riguarda proprio il prolungamento di viale Francia fino a via Ugo la Malfa.

      Non capisco secondo quale fonte tu abbia scritto quello che hai scritto.

      • moscerino 326
        24 gen 2020 alle 8:57

        peppe2994, fonte visiva aggiornata due volte al dì. Allo stato attuale non vi è cantiere aperto in direzione di via Ugo La Malfa, di contro confermo l’apertura definitiva di via Monti Iblei per tutta l’area fino al confine della sezione di cantiere, dove sostano ancora le vecchie opere portanti anti rumore.

  • pipopipo 75
    23 gen 2020 alle 13:44

    benissimo… consideriamo che il lavoro verra’ eseguito , dei tempi nessuno è certo e per tutti ne è esempio lo svincolo di brancaccio o la via palinuro a mondello , ma da progetto come si sviluppera’ questo prolungamento. C’è qualcosa al riguardo?

  • Palerma La Malata 532
    23 gen 2020 alle 14:04

    A meno che non sia un sintomo della specialità Palermitana di fare le cose, e di scrivere in maniera approssimativa, imprecisa e a ccom’egghiè può essere che intendete dire un collegamento da FS Francia a Via Pietro Nenni invece che da Fs Francia a Via Ugo La Malfa?

  • loggico 488
    23 gen 2020 alle 18:49

    oggi via monti iblei è stata liberata dalle transenne
    al momento non ci sono operai che fanno dei lavori
    tranne quelli che lavorano sui pezzi di marisol

    come gia scritto i lavori dovrebbero riguardare il pezzo di via monti iblei non pertinenti alla circolazione.. ovvero quelli del pezzo di proprieta rfi dietro la recinzione attuale e dovrebbero riguardare anche il prolungamento di viale francia su via ugo la malfa proprio accanto la croce rossa ( Dagnino per i piu anziani )

    la stazione Francia ha un parcheggio alla sua destra che adesso è
    recintato.. ma teoricamente porta a via nuova, viene un po in salita ma credo si possa realizzare, praticamente collegherebbe la stazione Francia a via lungaro.. ma non credo si faccia riferimento a lavori in questa zona in questo momento

  • moscerino 326
    24 gen 2020 alle 9:10

    Ribadisco, senza alcuna polemica, che la mia è una cronistoria legata al fatto, che percorro il tratto a piedi giornalmente e che della progettualità prevista sulla carta io esprimo la situazione di fatto e null’altro, è vero che sono anche collaudatore di opere agrarie, come anche strade interpoderali, ma non essendo responsabile di questo cantiere, la mia visione è esterna allo stesso per ovvi motivi legali.

  • Palerma La Malata 532
    24 gen 2020 alle 13:49

    No seriamente. La mia domanda nel mio commento precedente non era solo provocativa ma anche sincera.
    Guardando Google Maps non capisco ne’ la logica ne’ la traiettoria di un collegamento fra FS Francia e Via Ugo La Malfa. Quindi ho concluso che si tratta di un collegamento fra FS Francia e Via Pietro Nenni.
    Che qualche anima buona mi risponda. Grazie.


Lascia un Commento