17 gen 2020

Moovit | Report mondiale 2019: Palermo maglia nera per i tempi di attesa


Moovit ha analizzato i tragitti compiuti dagli utenti nel 2019 per delineare una fotografia globale del trasporto pubblico.
I dati raccolti, combinati con un questionario inviato a tutti gli utenti nelle scorse settimane, offrono oggi una visione completa sul modo di spostarsi delle persone nel contesto urbano.

Abbiamo estrapolato i dati e paragonati con le altre città italiane facenti parte della piattaforma.

Lo spostamento medio dura a Palermo 36 minuti. Il tempo di viaggio include i percorsi a piedi, l’attesa alla fermata e il tempo trascorso a bordo di uno o più mezzi.

Palermo purtroppo é con Trapani la città dove i mezzi pubblici si attendono per più tempo, quasi 25 minuti.

Inoltre siamo la terza città dopo Venezia e Napoli per quanto riguarda il tempo che gli utenti camminano ogni mattina da quando escono di casa a quando raggiungono il luogo di lavoro o di studio (il tragitto per arrivare alla fermata, per effettuare un cambio…)

Il 57% degli utenti utilizzano una sola linea durante un viaggio medio, senza nessun cambio.

4Km é la distanza media percorsa per raggiungere il luogo di studio o lavoro.

Alla domanda “Cosa ti incoraggerebbe ad utilizzare il trasporto pubblico più frequentemente?” le risposte più numerose sono state “Tempi di attesa alla fermata più brevi, con passaggio dei mezzi più frequenti” e “Tempi esatti di arrivo alla fermata rispetto agli orari stabiliti”

Proseguendo é stato chiesto “Quante volte utilizzi i mezzi di micro-mobilità come bike sharing e scooter sharing nella tua città?” Il 92% ha risposto “Mai, nonostante nella mia città esistano servizi di micro mobilità”

Insomma un quadro per nulla piacevole per i nostri amministratori.

36 minuti di viaggio, di cui 25 di attesa e circa 811m percorsi a piedi.
Se poi ci aggiungiamo che la distanza media per gli spostamenti é di soli 4km, capiamo bene perché il cittadino medio preferisce utilizzare il mezzo privato al mezzo pubblico.

Volete mettere la comodità di scendere di casa, non dover aspettare il mezzo pubblico, percorrere 4km in meno 15 minuti? E se non dovessi trovare posto? Beh ho ancora altri 21 minuti per trovarlo prima che raggiunga il tempo impiegato con i mezzi pubblici.

Sicuramente incide la mancanza del biglietto unico, tra Amat e Trenitalia, ma sulla frequenza e sulla scarsa capillarità dei mezzi pubblici ne abbiamo parlato talmente tante volte che potremmo scriverci un enciclica.

C’è un modo per rivedere questi dati e questi numeri?
Si, rivedere con attenzione i percorsi dei mezzi pubblici valutando gli spostamenti dei pendolari palermitani che non viaggiano solo con il 101 o con la linea 1 del tram…

Vorremmo sottoporre questo report al Sindaco di Palermo e all’assessore comunale Giusto Catania il modo migliore per raggiungere l’obiettivo é condividere questo articolo.

Il report completo di tutte le 99 aree nel mondo, con la possibilità di effettuare comparazioni tra paesi o città, è disponibile ​facendo clic qui​.


amatamat palermomobilita palermomoovitSegnalati

13 commenti per “Moovit | Report mondiale 2019: Palermo maglia nera per i tempi di attesa
  • punteruolorosso 2254
    17 gen 2020 alle 9:28

    manca il biglietto unico, e le infrastrutture che attendiamo da anni sono ancora incompiute. a parte le tre linee di tram, che servono una piccola parte della città, l’unica cosa che si è vista è il raddoppio in version light, senza raddoppio cioè, con frequenze addirittura inferiori a quelle che si avevano prima dei lavori. le nuove fermate esistono solo sulla carta, essendo sprovviste di navette. dovrebbero essere delle stazioni d’interscambio bus-treno, ma la fermata del bus più vicina è spesso a un chilometro di distanza. vedasi lolli, sferracavallo ecc.
    a sferracavallo mancano marciapiedi, luci, navette e un collegamento diretto con la piazza che è a 200 metri. bisogna dunque fare un giro di un chilometro a piedi fra le sterpaglie, in assenza di segnaletica, di strisce pedonali e di illuminazione.
    l’anello è in lavorazione da anni, ma ancora non c’è. la metro non esiste. le ulteriori linee tram sono a rischio.
    è ovvio che siamo gli ultimi. e menomale che qualcuno ce lo fa notare.
    la colpa è del sindaco?
    no. si tratta di opere che richiedono anni e anni per vedere la luce. semmai si dovrebbero snellire gli iter burocratici a livello nazionale, e far sì che se un’impresa fallisce subentri direttamente la seconda, senza dover rifare la gara. ci sono troppi passaggi, troppi divieti, troppe seccature inutili.

    • Metropolitano 3771
      17 gen 2020 alle 11:01

      …stai dando ragione a noi in sostanza. ;-)
      Ma non difendere quel mentecatto, perché peggio dell’immobilismo c’è solo la prepotenza istituzionale contro noi cittadini (niente sicurezza ma solo autovelox e ZTL pure di notte, i cui benefici per la qualità dell’aria sono tutti ancora da dimostrare).

    • mdm 338
      18 gen 2020 alle 14:45

      Sono opere che richiedono “anni ed anni per vedere la luce” e la colpa non è del sindaco sono due affermazioni palesemente, logicamente incoerenti e che mettono in luce come tanti che commentano lo fanno solo in quanto tifosi di un amministratore piuttosto che tifosi della città. Un sindaco che negli ultimi 35 anni ha governato la città per quasi venti anni non può non aver avuto tempo a sufficienza, tanto da lasciare la quinta città di Italia ultima in classifiche del genere.
      Nello stesso lasso temporale a Milano sono state aperte nuove tangenziali, costruite due linee metropolitane ed una ulteriore é in costruzione. Smettetela, vi prego, di continuare a prenderci in giro.

      • punteruolorosso 2254
        18 gen 2020 alle 16:52

        non è colpa di orlando se le imprese che si sono di volta in volta aggiudicate gli appalti più importanti (cariboni, tecnis) sono fallite, ditte scelte da cammarata. non è colpa sua se i vari comitati (alpi, lazio) hanno fatto ritardare di ulteriori anni il passante, se a roma i governi lego-berlusconiani hanno sempre dato priorità al nord. non è colpa sua se la sua rete tram di metà anni novanta è stata bocciata da provincia e regione, se il genio civile ha bloccato la linea su corso calatafimi, se al parco cassarà hanno trovato l’amianto e ad acqua dei corsari pure. le leggi di stampo lega, come quella del federalismo fiscale, tendono a favorire i comuni con i redditi più alti e con più contribuenti, cioè quelli del nord, e a penalizzare i comuni non virtuosi del sud. ecco perché non bisognerebbe mai votare lega, e perché un sindaco leghista sarebbe una sciocchezza. orlando è il meglio del peggio.
        per me ha molte colpe sulla metro, un sogno negato per ragioni ideologiche. bisogna prendere il meglio da questo sindaco, ha le carte in regola per regalarci il tram. spero che almeno in questo ce la faccia. e che riesca ad avviare perpignano, corleone e greenway.

    • friz 1248
      19 gen 2020 alle 16:54

      Ciao Punteruolorosso… non condivido quanto hai scritto… le responsabilità di Orlando sono Tantissime…. e i motivi delle sue responsabilità sono moltissimi, ma te ne elenco almeno 5:
      1) Se questa città non ha mai mosso un dito per tentare di costruire una metropolitana la colpa è principalmente di Orlando… e dobbiamo Tutti sperare che la futura linea Tram di via Roma e di Via Libertà non verrà realizzata, perchè se fosse realizzata, potrebbe essere il presupposto per bloccare nei fatti anche un futuro sindaco di Palermo che magari avesse voglia di provare a realizzare la metropolitana lungo lo stesso asse… è un dato di fatto che nel decidere se realizzare o meno una nuova forma di trasporto pubblico, si analizzano i costi di gestione del trasporto pubblico in quella zona…. ma se dovessero fare il tram nel centro cittadino, che presenta costi di gestione Altissimi, è praticamente quasi impossibile che penseranno di servire la stessa zona anche con la Metropolitana…. quindi se dovesse andare avanti il piano di Orlando di realizzare quella linea Metro, possiamo anche dire che Orlando avrebbe “affondato” nei fatti la Metropolitana…
      2) Il trasporto pubblico in tutto il Mondo cerca di puntare sempre di più sulla grande velocità e sull’alta frequenza dei passaggi dei mezzi pubblici… e per questo motivo nel mondo sono tante le città che preferiscono la Metropolitana al Tram… invece, purtroppo, “grazie” ad Orlando, a Palermo, abbiamo deciso di scommettere “tutto” sulla Lentezza del tram…. accollandoci in maniera folle i suoi alti costi di gestione….
      3) Il Centro storico di Palermo è bellissimo… ma esiste in Europa un Centro storico combinato peggio di quello palermitano? Secondo me la risposta è No… purtroppo il centro storico palermitano ha mille criticità…. siamo sicuri che Orlando, che ha governato per quasi 20 anni Palermo, non abbia nessuna responsabilità in merito?
      4) Di solito le grandi città di mare curano in maniera particolare la costa… ma la costa di Palermo, escludendo Mondello, è combinata Molto Male…. è abbandonata…. malgrado le promesse elettorali la costa sud negli ultimi 8 anni non è progredita di una virgola… fortunatamente in passato Cammarata fece realizzare un bel progetto per la Cala, per il Foro Italia e per il Lungomare di Sferracavallo… solo che purtroppo, dopo circa 8 anni di Orlando, il lungomare di Sferracavallo cade a pezzi…. e il Foro Italico ugualmente non ha ricevuto alcuna forma di manutenzione… l’unica cosa positiva per la costa non la sta facendo Orlando, ma l’Ente Portuale, che ha già fatto il porticciolo di Sant’Erasmo… e l’Ente Portuale si sta anche occupando del porticciolo dell’Arenella e del Porto…. ma ripeto, queste cose non le sta realizzando Orlando, le sta realizzando l’Ente Portuale….
      5) L’idea di permettere al Presidente del Palermo di realizzare il Centro Sportivo dentro la Favorita è una Pazzia… e purtroppo Orlando e company ne stanno discutendo ormai da parecchio tempo…. alcuni, giustamente, hanno paragonato la cazzata in questione al Sacco di Palermo…. in quel periodo i mafiosi distruggevano le ville Liberty… ora, invece, pur non essendo mafiosi, Orlando potrebbe dare il suo benestare per distruggere il Parco della Favorita assecondando assurdi interessi privati…
      …..io posso anche capire che Orlando, pur di vincere le elezioni, abbia promesso mari e monti per la Favorita e poi nei fatti non abbia realizzato quasi nulla di quanto promesso…. ma non mi sembra giusto che addirittura si debba arrivare a cementificare la Favorita creando un Centro Sportivo privato…. questo mi sembra gravissimo….
      P.S. ….credimi, Punteruolorosso, mi stai simpatico…. e mi stai simpatico perchè penso che hai una bella testa e che sei sincero…. però purtroppo quando si parla di Tram perdi la tua obiettività e finisci per fare il tifo sfegatato per un sindaco che ha frenato in mille modi lo sviluppo di Palermo…

      • Metropolitano 3771
        19 gen 2020 alle 16:58

        beato te ;-) , a me non è assai simpatico uno che ignora la realtà perché non la conosce o peggio non vuol conoscere.

        • punteruolorosso 2254
          19 gen 2020 alle 20:42

          metro, mi accontenterei di un simpatico e basta, senza assai. ultimamente ho sentito salvini, in alcune cose sono perfino d’accordo con lui. il referendum sul numero dei parlamentari, per esempio. o la prescrizione. a volte dice delle cose sensate. però è della lega, anzi ne è il capo, e quindi non dimentico quello che diceva di noi fino a poco tempo fa. è un uomo del nord, il suo compito è quello di riportare il nord al centro del dibattito sugli investimenti. la lega ha governato l’italia per più anni di quanto orlando abbia governato palermo. non dirmi che era un’altra lega. sono gli stessi. l’italia è oggi in mutande anche per colpa di quel partito che col dieci percento teneva per le palle berlusconi e ha poi tenuto per le palle i cinquestelle.

          • Metropolitano 3771
            20 gen 2020 alle 2:17

            Fa un bel respiro, ragazzo. Io non ho fatto riferimento a nessun politico nel mio commento precedente.

      • punteruolorosso 2254
        19 gen 2020 alle 20:37

        grazie per la risposta friz,
        potremmo parlare per delle ore del centro storico. quello che mi dispiace di più è la scomparsa della vucciria. non so di chi sia la colpa, si tratta di un mercato di mille anni che non c’è più. questa è per me la cosa più difficile da accettare.
        di restauri sotto orlando ne sono stati fatti un sacco. il problema non sono i restauri, alcuni dei quali sono stati fatti davvero male, ma il riuso degli immobili. molti di questi rimangono sfitti, come dei gusci vuoti. forse manca chi se li compri. forse hanno paura della movida di orlando, la pessima movida che tiene svegli i residenti.
        secondo me andrebbe recuperato il rapporto con il mare, cosa su cui orlando non ha fatto nulla. va dunque abolito lo stradone marino, mettendolo in un tunnel e collegandolo alla circonvallazione con un’uscita a nord e una a sud. ne abbiamo parlato tante volte, ma a quanto pare nessuno lassù ci sta a sentire.
        tram e metro possono convivere, io sono a favore dei fili e tu no, ma nessuno farà quello che diciamo noi. se si farà qualcosa, non terranno conto della nostra opinione o dei nostri soldi, delle nostre tasse, e quindi bisogna solo sperare che lo facciano bene, quel qualcosa che faranno.

    • Palerma La Malata 481
      17 gen 2020 alle 22:24

      Mentre quei 4 gatti patetici del Comitato di Mobilita Palermo fanno orecchie di mercante non rispondendo al mio commento, come se gli avessi chiesto di svelare chissà quale minchia di Segreto Di Stato, e comportandosi ne’ più ne’ meno come si sarebbe comportato qualsiasi nullafacente/magnaccione del Comune di Palermo…chi fa per se fa per tre, e quindi ecco dopo 11 ore la risposta alla mia stessa domanda nel caso qualche altro lettore di questo sito fosse interessato a guardarne i dettagli:
      https://moovitapp.com/insights/it/Analisi_Moovit_sull_indice_per_la_mobilit%C3%A0_pubblica-countries
      P.S.: Vi credete migliori ma siete fatti della stessa pasta di quelli ai quali puntate il dito contro.

  • belfagor 682
    17 gen 2020 alle 12:03

    Sarebbe un ottima idea sottoporre questo report al Sindaco di Palermo e all’assessore comunale Giusto Catania.per trovare delle soluzioni
    Il dialogo e il confronto civile è sempre da preferire alle polemiche sterili. Purtroppo la nostra amministrazione rifiuta qualsiasi dialogo .
    Credo che in nessuna altra città esista tale assenza di comunicazione.
    Ci sarebbe da rivedere con attenzione i percorsi dei mezzi pubblici valutando gli spostamenti dei cittadini ma da questo orecchio i nostri “amministratori” sono sordi.
    Anche gli stessi consiglieri di maggioranza lamentano tale situazione.
    Ricordiamo che i 36 minuti di viaggio sono una media, perciò esistono situazioni dove , per spostarsi, si impiega anche di più tempo..


Lascia un Commento