05 set 2019

Allagamenti: in corso deviazioni stradali e interruzioni di alcune linee tranviarie


Riportiamo la segnalazione da parte del Comune di Palermo, relativamente alle deviazioni stradali causate dagli allagamenti che hanno interessato la città in queste ultime 12 ore:

La Polizia Municipale informa che a causa delle violente piogge, la carreggiata centrale di viale Regione Siciliana all’altezza di viale Lazio in entrambe le direzioni non è transitabile perché allagata, pertanto il traffico è deviato sulla carreggiata laterale; inoltre sono parzialmente transitabili:
·         Sottopasso Einstein direzione Trapani altezza via Scobar;
·         Viale Regione Siciliana/via Conte Federico;
·         Via Lanza di Scalea altezza Conca d’Oro in entrambi i sensi di marcia;
·         Via Ciaculli.
Le linee del tram di via Leonardo da Vinci/Regione Siciliana sono sospese a causa degli allagamenti; inoltre in viale Lazio all’altezza del civico 97 la circolazione veicolare è rallentata a causa di un tombino aperto.

allagamentideviazioni stradalideviazioni trafficoStrade

5 commenti per “Allagamenti: in corso deviazioni stradali e interruzioni di alcune linee tranviarie
  • Irexia 770
    05 set 2019 alle 19:14

    Su Repubblica Palermo il Comune diceva che anche i rifiuti ingombranti lasciati sui marciapiedi e le foglie e sterpaglie sulle grate hanno generato fiumi e laghi…
    Ma va?!

    • Orazio 1178
      05 set 2019 alle 20:47

      Davvero? Ma và… da non credersi che l’immondizia e le grate otturate possano generare fiumi e laghi quando piove…

      Dove lavoro io siamo dovuti intervenire con un’asta di tre metri per sturare il tombino verso cui confluiva l’acqua di mezzo quartiere – e con essa un mare di cicche di sigarette e cartacce varie – perchè le grate a monte erano tutte otturate, in alternativa l’acqua avrebbe invaso tutto visto che era già arrivata al marciapiede.

      Abbiamo impedito che si formasse il lago, siamo nemici dell’ambiente. :)

  • friz 1201
    06 set 2019 alle 9:11

    ….Orlando ha governato Palermo per quasi 20 anni ed ancora non ha risolto certi problemi… come mai non si dimette? …..queste sono situazioni che con una tale drammaticità non si riscontrano in altre parti d’Europa… sono cose che si possono vedere in Africa… ma non mi riferisco all’intera Africa, mi riferisco alla sua parte più arretrata….
    P.S. Dovendo essere onesti con noi stessi purtroppo dobbiamo ammettere che il peggior sindaco d’Italia lo abbiamo qui a Palermo!

  • peppe2994 3330
    06 set 2019 alle 10:05

    Niente, tutto a posto. Che vuoi che sia, comunicato del comune e se ne lavano le mani. Non è successo niente. Domani torna il sole.

    E’ stanco essere ripetitivi, ma Orlando se lo sa solo lui come fa a convivere con se stesso. Vent’anni da sindaco e se ne andrà con gli stessi problemi che ha lasciato a parte poche eccezioni, ma la sostanza resta quella.
    Vorrei anche far notare come le fognature esistenti siano progettate male e non ho idea se tra tutti i lavori in corso qualcuno abbia pensato di modificare il sistema decisamente poco funzionale delle caditoie strette, un problema tutto italiano in realtà.
    Gli impianti fognari devono essere larghi, in modo che qualunque rifiuto trascinato dall’acqua, possa passare dalla caditoia e fluire correttamente nelle condutture fino ad apposite aree di separazione. Al momento fantascienza, ma tutto il mondo lo fa, chissà se si riuscirà mai a guardare avanti ed andare oltre il teatrino annuale della pulizia delle caditoie.

    • punteruolorosso 2088
      06 set 2019 alle 11:39

      che fine ha fatto il collettore sud-orientale?
      ricordo piazza camporeale ridotta a trincea per via di lavori che poi furono rescissi. nel frattempo la villetta della piazza è stata in parte recuperata. e la fognatura? ha preso un’altra strada? è la stessa che va a finire alla cala?
      vorremmo inoltre sapere che fine ha fatto l’abolizione del pennello a mare di sferracavallo


Lascia un Commento