15 mar 2019

VIDEO ESCLUSIVO | Tram: la nuova linea Croce Rossa – Mondello (tratta E)


Proseguiamo il nostro viaggio lungo le nuove linee tram con la tratta E che da piazza Alcide De Gasperi raggiungerà Mondello.

La tratta in questione sarà realizzata in una fase successiva dei lavori e collegherà la borgata marinara di Mondello, anche se tale collegamento è previsto anche nel progetto della MAL e con tempi di viaggio inferiori.

Il passaggio della tramvia da Mondello prevede la riqualificazione del waterfront, ma sopratutto la riqualificazione dello ZEN.

È possibile che parte della linea venga comunque finanziata nei prossimi mesi nella tratta E1, che da piazza De Gasperi giunge alle fermata Francia del passante ferroviario, connettendo quindi tram e passante e creando un interessante hub di interscambio.

Buona visione e come sempre attendiamo le vostre riflessioni nei commenti.

Appuntamento al prossimo video previsto per lunedì 18 Marzo!


croce rossamondellonuove linee tramprogetto nuove linee tramtram palermo

26 commenti per “VIDEO ESCLUSIVO | Tram: la nuova linea Croce Rossa – Mondello (tratta E)
  • punteruolorosso 2158
    15 mar 2019 alle 8:18

    molto bello.
    viene da pensare che i parcheggi siano la cosa più difficile di tutto questo progetto.
    ognuno di questi parcheggi dovrebbe costare almeno 50 milioni. con quali soldi si faranno? si pensi ai parcheggi della giunta cammarata.
    alla fine ne fu fatto solo uno, quello di piazza v.e.orlando. quest’ultimo ha inguaiato la via nicolò turrisi, costringendo le auto provenienti da corso olivuzza e via goethe a immettersi in quella strada angusta.
    giusto levare le auto dalle strade e creare dei parcheggi per residenti e non, in maniera che il tram possa camminare senza problemi. a restringere le strade sono soprattutto le auto parcheggiate. una linea di tram occupa lo stesso spazio di una fila di auto parcheggiate, ma se la prima suscita scandalo, la seconda è accettata da tutti.

  • moscerino 300
    15 mar 2019 alle 9:21

    Come dice punteruolorosso, che condivido in pieno per tutto ciò che ha scritto, facendo salva la disponibilità pecuniaria, la situazione parcheggi è quella più difficoltosa, motivo per cui, prima della realizzazione delle linee tranviarie, vanno sia realizzati i parcheggi (sempre multipiano, interrati o no) previsti per la realizzazione del tram, sia in nuove aree che possono permettere l’eliminazione delle auto dalle sedi stradali più trafficate. Sono sicuro che già questo permetterà di poter operare con i cantieri tranviari in (quasi) totale tranquillità.
    In tutto questo marasma di progetti che vedranno la luce di qui a poco (si spera), il comune dovrebbe prendere in considerazione la definizione delle aree sovrastanti la PFP, ancora in possesso delle FFSS, per farle diventare strade, perché, purtroppo, non sarà facile, nella maggior parte dei casi, inserirle in un piano di riqualificazione a verde attrezzato.

  • huge 2259
    15 mar 2019 alle 9:33

    Parcheggi come noccioline… è un progetto o la proiezione delle fantasie dello studio Cassata?

    • Palerma La Malata 456
      15 mar 2019 alle 20:29

      huge, uomo di poca fede!
      E’ un progetto che diventerà realtà.
      Tutto quello che hai visto su questa serie di video lo toccherai con mano.
      Nell’anno 2379.

  • se68 452
    15 mar 2019 alle 9:34

    Il progetto è molto bello, soprattutto perchè dà una nuova configurazione a tanti spazi irrisolti della città.
    Sembra però a me scontato, relativamente a quest’ultima linea, che per andare o tornare verso Mondello, residenti e non continuerebbero ad utilizzare l’auto..a meno di realizzare un’altra linea che attraversa la Favorita.
    Pensate sia ragionevole, se ci si trova in centro o se viceversa da Mondello lo si voglia raggiungere , utilizzare questa linea?
    In ogni caso i miei dubbi sul tram, in assenza di una linea metropolitana Nord-Sud, restano, senza barriere, in particolare, il tram deve procedere lentamente…convincerà i palermitani a lasciare l’auto?
    Le città hanno bisogno sia dei tram che dei bus che delle metro….

    • peppe2994 3365
      15 mar 2019 alle 10:01

      Certo che la linea verrebbe utilizzata, semplicemente perché l’806 non esisterebbe più. Che poi al livello tecnico si parte da via De Gasperi, in pratica nulla vieta che la linea possa partire dal centro.

  • peppe2994 3365
    15 mar 2019 alle 10:05

    Questa linea rispetto alle altre ha una criticità in più. Ci sono degli espropri da fare. Qualche villa deve saltare, o comunque ridimensionare il suo giardino. Potrebbe costituire un problema.

    Per il resto, come le altre tutto bellissimo, dal nuovo lungomare alla riqualificazione dello ZEN. Facciamo finta che il ministero conceda i soldi per le linee. Come la mettiamo con i parcheggi ? C’è la possibilità, per come il bando è strutturato, che questi possano essere inclusi nel conto del tram ?
    Non lo sono per le linee di (si spera) prossima realizzazione, ma per questa, come la D sarebbe interessante sciogliere questo nodo critico.

  • punteruolorosso 2158
    15 mar 2019 alle 10:54

    ah benissimo, quindi i parcheggi non sono inclusi nel finanziamento. sono solo previsti. parcheggi multipiano costano un sacco di soldi e hanno tempi lunghi di realizzazione. proprio come fare una fermata della metropolitana. consiglierei di optare per dei silos.
    @moscerino,
    non si può aspettare che tutti i parcheggi vengano fatti per poter fare le linee tram. ricordati quanto c’è voluto per fare quello di piazza v.e.orlando. non possiamo permetterci questi tempi. le cose vanno fatte insieme. sicuramente ci saranno disagi per chi oggi parcheggia in mezzo di strada.

  • telemaco 1
    15 mar 2019 alle 12:12

    Tutto molto bello. Non condivido però totalmente il tram sul lungomare di mondello. Mondello va tutta pedonalizzata. Il tram va fermato a monte della borgata, in via Venere. Da lì si procede con navette, bici o altri mezzi.

    • peppe2994 3365
      15 mar 2019 alle 14:14

      Questa è una cosa che non ha il minimo senso da un punto di vista transportistico.
      Ti consiglio di vedere, per capire come potrebbe essere la resa finale, il tram di Alicante.

  • cnicosia 11
    15 mar 2019 alle 12:14

    Tutto bellissimo, sognare non costa nulla. Mi chiedo: i progettisti sanno che Mondello è soggetta a frequenti allagamenti? Il parcheggio interrato di via Galatea diventerebbe una piscina olimpionica se non si sistema la situazione idraulica in tutta la borgata. Stessa cosa vale per la linea del tram da viale Venere a scendere verso il mare!

    • cnicosia 11
      15 mar 2019 alle 13:14

      Volevo aggiungere un’altra riflessione: perché bisogna realizzare il tram per avere delle corsie riservate ai mezzi pubblici? Non si potrebbero realizzare dei percorsi analoghi per i bus, con corsie riservate protette da cordoli o marciapiedi. Le corsie preferenziali attuali sono delle barzellette: strisce semi cancellate che nessuno rispetta. Un esempio su tutti viale Strasburgo. Finchè gli autobus rimarranno bloccati nel traffico insieme a tutte le auto private, il vantaggio di utilizzare il mezzo publlico sarà inesistente.

  • se68 452
    15 mar 2019 alle 12:43

    peppe 2994, ti sembra verosimile che per andare a mondello..o viceversa, partendo dal centro della città, si debbano attraversare viale strasburgo, san lorenzo, zen, ….?? di fatto, con questo piano, mondello non è collegata con il centro. e , ripeto, residenti e non continuerebbero ad utilizzare l’auto. L’unica soluzione sarebbe il prolungamento della linea F che, attraversando il parco della favorita ( e dando spunto, peraltro, alla sua riqualificazione) collegherebbe realmente centro e mondello. Mi chiedo…(a me pare una cosa ovvia) come mai non se ne parla?

    • peppe2994 3365
      15 mar 2019 alle 15:02

      Non se ne parla perché far passare il tram in mezzo al parco della Favorita riduce notevolmente il bacino d’utenza.
      Con questo giro proposto, si allunga di 3 km, ma viene servita una zona molto, molto maggiore. Inoltre, ed è la cosa più importante, si riqualifica lo zen fornendo un mezzo di trasporto e riqualificando gli spazi.

      Poi, questo discorso del “centro” è molto relativo. Il centro geografico non coincide con il centro dei flussi di persone.

      Certo, si risparmierebbe tempo, ma non conta solo il punto d’arrivo. Il tram nasce per essere capillare.

      • Palerma La Malata 456
        15 mar 2019 alle 20:30

        “… si riqualifica lo Z.E.N. fornendo un mezzo di trasporto e riqualificando gli spazi”?
        Cioè come il tram che ha riqualificato Brancaccio e Romagnolo dove i picciuttieddi prendono a pietrate i vetri dei tram e le signore prendono a pugni i controllori?

  • Orazio 1230
    15 mar 2019 alle 15:48

    Non vedo quale sarebbe la logica, per raggiungere una località verso cui la mobilità è limitata a 2 o 3 mesi, di far passare una linea tranviaria dentro ad un parco deserto mentre accanto ci sono quartieri in cui vivono decine di migliaia di persone che costituiranno il reale bacino di utenza di quella inea.

    • gnazzino70 105
      15 mar 2019 alle 20:20

      Ma quale è questo parco deserto di cui parla, inoltre Mondello vede una stagione balneare ormai di 5 mesi almeno, e turisti per altri 5

  • se68 452
    15 mar 2019 alle 16:26

    forse il parco è deserto perchè per molti palermitani tale deve restare..
    peppe, non capisco che intendi per ridurre il bacino di utenza nel caso di una linea che attraversi la favorita..il bacino di utenza del parco? ma come, lo servi con una linea di tram e ne riduci il bacino di utenza?
    in realtà, visto che purtroppo la mal non si farà mai, una linea dentro il parco sarebbe occasione di riqualificazione del parco stesso e ridurrebbe di parecchio la percorrenza palermo mondello, diventando una reale alternativa all’auto per i tantissimi pendolari che abitano a mondello ( peppe..per arrivare nel cuore della città..visto che non ti piace la parola centro :)… non prendono viale strasburgo, ma la favorita).
    Servirebbe infine per i turisti che volessero raggiungere comodamente mondello, attraversando uno dei più bei parchi (potenzialmente) d’Italia e non passando da viale strasburgo e zen..

  • se68 452
    15 mar 2019 alle 16:40

    peppe, avevo capito male..sul bacino di utenza..ma non intendevo, ovviamente, una linea alternativa alla E, ma una ulteriore diramazione del tram su via Montepellegrino per poi arrivare alla favorita e mondello.

  • se68 452
    15 mar 2019 alle 16:53

    Orazio, se veramente la mobilità verso mondello fosse limitata a due tre mesi…si potrebbe chiudere tranquillamente il traffico all’interno della favorita…purtroppo non è così.

    • Orazio 1230
      15 mar 2019 alle 20:17

      Beh dai per nove mesi ci sarà movimento ma non credo tale da far viaggiare i tram pieni.

      Comunque si tratta di due cose diverse: passare attraverso il parco della Favorita è utile solo per andare a Mondello, il progetto che ci mostrano è cosa diversa ed attraversa, servendola, mezza città anche se Mondello si allontana rispetto all’altra ipotesi che qualcuno fa.

      E’ interessante pure l’attraversamento dello ZEN dal punto di vista sociale perchè ho l’impressione che lo ZEN, tra tutti i quartieri di Palermo, è quello che i palermitani medi ed alti disprezzano e temono maggiormente. Magari il tram abbatterà un’altra barriera mentale.

  • se68 452
    15 mar 2019 alle 20:49

    allora forse non mi sono spiegato bene..
    la linea E in oggetto è più che utile, mai detto che la sostituirei con una che passa dalla favorita..
    Il mezzo pubblico risolve le cose se è, come dice peppe, capillare, e secondo me una linea che da via crispi prosegua per via montepellegrino e che, attraversando la favorita, arrivi a mondello è altrettanto utile. Palermo si sta sempre più sviluppando come città turistica. Ecco, collegare centro storico con mondello attraversando, e dunque servendo, un parco che in chiave futura può e deve diventare una delle attrazioni turistiche più rilevanti di Palermo non mi pare cosa del tutto superflua..La favorita deve cambiare. Abbiamo uno dei parchi più belli del mondo lasciato in abbandono..basta superare le barriere mentali..

    • Dahfu 154
      15 mar 2019 alle 21:02

      Condivido. L’ho anche scritto in un precedente intervento quando si iniziò a parlare delle nuove linee. Fare transitare una linea lungo via Montepellegrino e immaginarla al servizio dell’Acquasanta e dell’Addaura sino a Mondello sarebbe un auspicabile ulteriore sviluppo futuro.

  • Orazio 1230
    16 mar 2019 alle 10:54

    Si pure per me una linea Crispi – Montepellegrino – Favorita – Mondello potrebbe essere oggetto di considerazione in fase di ulteriore sviluppo del progetto di linee tranviarie palermitane.

    Se non ricordo male, al momento, si tratta prioritariamente di trovare i fondi per la linea di Bonagia e di questa per Mondello attraverso lo ZEN.

  • vicchio65 88
    20 mar 2019 alle 21:08

    Sempre bello!
    Anche qui però ci sono due cose che non mi convincono:
    - perchè due parcheggi a Mondello? A chi servono? Ai residenti: non credo; per i villeggianti: ma non si dovrebbe spingere ad andare in tram?
    - il binario unico descrive un cerchio troppo ampio: chi abita in un lato del cerchio deve necessariamente percorrerlo tutto per andare verso il centro città; sarebbe meglio rendere più vicine le due tratte di andata e ritorno


Lascia un Commento