15 gen 2019

Aeroporto Falcone Borsellino | Da luglio via al nuovo volo Palermo – Parigi CGD operato da Air France


Air France annuncia l’apertura di un nuovo collegamento con la Sicilia e atterra, a metà luglio, al Falcone e Borsellino con un servizio quadrisettimanale da Parigi CDG che sarà operato con Airbus A319.

Mercato fondamentale quello francese per lo scalo di Palermo che si arrichisce di un attore di primo livello: in prospettiva, e come altrove in passato, il volo potrebbe essere poi esteso all’intera stagione estiva nel 2020 e magari, perchè no, confermato nella winter successiva.

Ecco il programma dei voli:

CDG PMO AF1008 09:10 11:40 —4567
PMO CDG AF1009 12:30 15:10 —4567


aeroporto falcone borsellinoaeroporto palermoair francecdgfalcone borsellinogesapmobilita palermopalermo parigiparigiparigi cdgPMOpunta raisiSegnalativolo Palermo parigi

6 commenti per “Aeroporto Falcone Borsellino | Da luglio via al nuovo volo Palermo – Parigi CGD operato da Air France
    • peppe2994 3363
      15 gen 2019 alle 17:16

      Per conoscenza, quello che vedi in foto è il tipico saluto aeronautico nell’aviazione civile.

      Quando viene inaugurata una rotta, è tradizione accogliere il primo aereo che atterra con un arco d’acqua durante la manovra di parcheggio nella piazzola di sosta. E’ così che si salutano gli aerei.
      Questa procedura viene anche utilizzata per salutare un pilota che va in pensione.

      Qualcuno in giro per il mondo lo etichetta come inutile spreco di acqua, non so se tra queste pagine qualcuno è di questo parere. In tal caso sappia che queste occasioni sono fondamentali anche per verificare periodicamente il corretto funzionamento dei cannoni d’acqua, quindi dove il saluto non viene mai eseguito comunque i cannoni d’acqua vanno testati ugualmente.

      Altra cosa meritevole di attenzione: il saluto è presente nelle procedure di volo e di terra, e prevede che il comandante avvisi i passeggeri in cabina prima dell’atterraggio, in modo che non si creino allarmismi a bordo.

      • giovix63 39
        16 gen 2019 alle 8:41

        Grazie peppe2994 per il chiarimento sulla foto. Ormai, grazie ai social, qualsiasi cosa accade o si pubblica viene commentata da tuttologi che credono di possedere la virtù della conoscenza su tutto lo scibile umano!

        • augustedupin 120
          16 gen 2019 alle 9:47

          La ringrazio per avermi qualificato tuttologo. Il sig. Peppe 2994 si è limitato ad una precisazione, della quale gli sono grato, perchè aggiunge qualcosa alle mie conoscenze. Lei ha ritenuto di aggiungere un commento non conoscendomi, non avendo idea di quanto io sia tuttologo o di quanti libri abbia letto in vita mia. Peppe 2994 è un Signore. Lei un po’ meno. Ma l’eleganza è come il coraggio di manzoniana memoria, se non ce l’hai, non te la puoi dare. Buona giornata.

          • giovix63 39
            16 gen 2019 alle 11:15

            Gentile Sig. augustdupin,
            è evidente che lei sia la vittima sbagliata di uno sfogo istintivo e immediato e pertanto me ne rammarico. Sicuramente, da persona colta, sarà stufo di leggere commenti di architetti, ingegneri, politologi ecc improvvisati, i quali pensano di possedere e conoscere le verità assolute.
            In questo paese dove la storia non insegna nulla e tutti pensiamo di avere il complesso di superiorità, faccio mia la famosa citazione di Umberto Eco “I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli. La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità“, sperando in un futuro migliore. Cordiali saluti

  • augustedupin 120
    16 gen 2019 alle 11:39

    giovix63, La ringrazio per il Suo commento. Evidentemente anche io Le ho risposto d’istinto, invece mi rendo conto che Lei è una persona civile, ed oggi le persone civili devi tenertele strette. Concordo sulle legioni di imbecilli. Vede, sono nato e cresciuto in una cittadina, quando ero un ragazzo c’erano dei personaggi ai quali, quando entravano al bar, si offriva subito da bere, così, per farsi due risate. Infatti, dopo un paio di vecchia romagna, iniziavano a discettare sullo scibile umano, dalla politica alla scienza. Oggi alcuni me li ritrovo opinion leaders sui social. L’unica nota positiva è che non devi più offrirgli da bere, vanno da soli . Un saluto cordiale, e ancora grazie.


Lascia un Commento