21 nov 2018

Centro Storico | Saranno finanziati 87 progetti di recupero edilizio


87 progetti di recupero edilizio di altrettanti edifici del centro storico sono stati inseriti nella graduatoria finale per l’erogazione dei contributi del VII bando relativo ai fondi della legge regionale 25/93.

La procedura era iniziata a settembre del 2016 quando, con una delibera di Giunta prima ed un voto del Consiglio comunale poi, erano stati rivisti i criteri di assegnazione dei fondi e pubblicato un nuovo bando con tutte le economie dei precedenti avvisi.

Su 92 istanze giunte agli Uffici del Centro Storico, 87 sono state accolte, per un totale di 447 beneficiari (per un singolo progetto possono infatti risultare più beneficiari in quanto il medesimo immobile può ovviamente avere più proprietari).

Con una Determina dirigenziale pubblicata sul sito del Comune sono stati definitivamente ammesse a contributo 87 unità edilizie, di cui 42 con interventi sull’intero immobile37 per interventi parziali e 8 relativi solo alle coperture, per un volume totale delle unità edilizie interessate di 316.324 mc circa, di volumi condominiali pari a circa 34.153 mc, di interventi sulle sole coperture per una superficie pari a 7.690 mq. c.a.

Il contributo massimo erogabile in conto capitale è stato rideterminato complessivamente in € 8,9 milioni dei quali circa € 1.9 circa destinati alle 25 unità edilizie degradate.

Il contributo totale erogabile in conto interessi è di circa € 2.7 milioni

I numero di soggetti interessati al contributo è di 447 (rispetto ai precedenti 403).

Dopo il termine di giorni 15 di pubblicazione della Graduatoria Definitiva, previa verifica delle dichiarazioni rese con richiesta della documentazione a comprova da trasmettere entro i 30 giorni successivi, si partirà con l’istruttoria tecnica, l’acquisizione dei pareri urbanistico-edilizi, la verifica e approvazione dei computi metrici, la determinazione dell’importo di contributo da assegnare a ciascun beneficiario con formale provvedimento.

L’effettivo contributo potrà subire variazioni rispetto a quello inserito nella Graduatoria Provvisoria derivante dalle suddette verifiche della documentazione e delle dichiarazioni rese, nonché quelle nascenti da eventuali prescrizioni degli organi tecnici preposti ad esprimere parere sui progetti presentati e/o in sede di approvazione dei computi metrici, rimanendo comunque invariabile il contributo massimo attribuito per singola istanza.

Commentando la pubblicazione della graduatoria, il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana, Emilio Arcuri, hanno dichiarato che “questo intervento rappresenta un altro grande passo sul fronte del recupero del patrimonio urbanistico e sul fronte della riattivazione di un circolo virtuoso di economia in un settore, quello dell’edilizia, particolarmente colpito dalla crisi.

Il particolare pregio di questo bando e dei progetti approvati è che si tratterà di lavori non invasivi, non aggressivi del territorio, ma anzi di riqualificazione e per la sicurezza, a conferma del fatto che “cemento” non vuol dire sempre “speculazione” o “cementificazione”.

VII BANDO - Elenco palazzi storici utilmente inseriti in graduatoria definitiva


centro storicocentro storico palermocomune di palermodecoro centro cittàdecoro centro storicomobilita palermorecupero centrorecupero centro storicoSegnalati

8 commenti per “Centro Storico | Saranno finanziati 87 progetti di recupero edilizio
  • danyel 464
    21 nov 2018 alle 15:18

    Verranno abbattute le macerie o i palazzi sventrati della seconda guerra mondiale che ancora abbelliscono il centro storico di questa città?

        • Metropolitano 3396
          22 nov 2018 alle 2:17

          Quella riguarda i trasporti. Mi sa che lui è fuori tema e la categoria non riguarda quei lavori, nemmeno il trasporto pubblico in questo caso; bensì il centro storico (edifici storici e le palazzine d’altri tempi).
          …ma qualcuno non guarda la categoria, accenna argomenti fuorvianti per le più strane ragioni e non legge le tags.

  • Metropolitano 3396
    22 nov 2018 alle 2:10

    Le ditte incaricate presumo che sappiano ristrutturare i soffitti con l’incannucciato. Io fuori città ho una casa della fine dell’ottocento con soffitti simili, con il cannizzo, che ormai non realizzano più: solo cemento armato o cartongesso.

    • unaltronicola 101
      23 nov 2018 alle 9:08

      Non credo che si procederà con rifacimento dei cannizzi, troppo costoso per degli edifici di normale abitazione. Si parla di edifici nel centro storico ma non mi pare si faccia riferimento ad edifici di interesse storico ed anche in quel caso sarebbe tutto da vedere.

  • belfagor 524
    27 nov 2018 alle 5:49

    PALERMOTODAY 26/11/18
    Moduli modificati e l’ombra delle imprese: presunte anomalie sui fondi per il centro storico
    Pochi giorni fa è stata pubblicata la graduatoria relativa agli 11 milioni del VII bando per riqualificare o ristrutturare immobili. Tra i beneficiari anche consiglieri comunali, parenti di assessori e funzionari. Il caso del preliminare da portare a rogito solo in caso di erogazione dei contributi

    „Undici milioni di euro erogati dal Comune, destinati ai privati, che nel caso in cui la graduatoria definitiva venisse confermata finirebbero nelle tasche fra gli altri di funzionari comunali, cugine di assessori, consiglieri comunali, figli e mogli di “inquilini” di Sala delle Lapidi (che hanno votato la delibera propedeutica), candidati che alle scorse elezioni correvano nelle liste che sostenevano il sindaco Orlando. O, ancora, alcuni componenti (o persone a loro vicine) di una società specializzata proprio nella riqualificazione di immobili, nonostante le imprese siano escluse dal regolamento.“
    „Sono diverse le anomalie che adombrano il VII bando per il centro storico di cui, circa 10 giorni fa, è stata pubblicata la graduatoria definitiva che riporta gli 87 nominativi che hanno superato le prime scremature. Tra questi ci sono solo tre residenti che, stando al regolamento, l’Amministrazione avrebbe voluto “privilegiare”. Ma dal Comune assicurano: “Se in sede di verifica dovessero saltare fuori irregolarità, queste persone non riceveranno i contributi”. Non è chiaro quindi che genere di controlli siano stati eseguiti durante l’iter seguito sino ad ora.“
    „Il capoarea Di Bartolomeo, firmatario delle determinazioni che ufficializzano le graduatorie, ha garantito che verrà utilizzato il pugno duro: “Qualora dovessimo riscontrare altre criticità – ha detto a PalermoToday – i soggetti beneficiari saranno esclusi”.“
    P.S. Speriamo che si chiarisca tutto e che si proceda a recuperare tali palazzi storici , alcuni dei quali sono in condizioni pessime.


Lascia un Commento