09 lug 2018

FOTO | Il punto sui lavori al palazzetto dello sport


Grazie a queste splendide foto, siamo in grado di darvi un importante aggiornamento circa i lavori di ristrutturazione del palazzetto dello sport di Fondo Patti.

I lavori, ripartiti i primi giorni di Febbraio dovrebbero essere già in fase conclusiva, visto che secondo l’appalto sono stati stimati 7 mesi di lavori per concludere questa prima fase.

In realtà le immagini parlano da sole.
Gran parte della copertura risulta ancora totalmente smantellata e seppur si notino delle lamiere accantonate nei pressi della struttura non è chiaro se siano quelle rimosse o quelle da rimpiazzare alla copertura.

Le foto sono state scattate in una giornata ventosa e festiva, quindi l’assenza di operai non deve destare meraviglia. Sicuramente l’aspetto delle condizioni ambientali non deve essere sottovalutato perché con il caldo di questi giorni e il vento, sicuramente il direttore dei lavori avrà importo lo stop forzato ai lavori per non mettere a repentaglio l’incolumità degli operai.
Ma vogliamo vederci chiaro.

Ecco perché con questo articolo vogliamo avere delle risposte.
Vogliamo mettervi il dubbio, i lavori sono realmente ripartiti? Qual è lo stato di avanzamento reale?
Ma sopratutto la domanda che sicuramente più ci interessa: Quando si concluderanno i lavori?


La storia

La Tecnoart, azienda edile di Santa Flavia, il primo febbraio 2017 aveva occupato materialmente il cantiere con operai e mezzi, dopo qualche mese venne esclusa perché una delle aziende ausiliarie, la Eragon Consorzio Stabile Scarl di Roma il 20 febbraio aveva l’interdittiva antimafia da parte della Prefettura capitolina.

Un evento che ha travolto a cascata l’azienda capofila, destinataria a sua vota dello stesso provvedimento, con conseguente risoluzione contrattuale da parte del Comune, avvenuta il 23 marzo, con i lavori che comunque erano stati interrotti in via cautelare il primo marzo.

A seguito dello stop forzato, l’amministrazione comunale ha interpellato la ditta seconda classificata per saggiarne l’interesse a proseguire l‘appalto, ottenendo risposta positiva da parte dell’impresa.

Dopo tante attese burocratiche, si da al via il primo bando con un costo di 2,9 milioni di euro, cosi ripartono i lavori di ripristino della copertura e ristrutturazione complessiva dell’impianto.
La fine dei lavori era prevista in 7 mesi.

Terminati i lavori sul tetto, sarà compito del Coni occuparsi del rifacimento interno dell’impianto con la partecipazione del Comune e del governo nazionale.


Galleria:

Questo slideshow richiede JavaScript.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


Bandicomune di palermoconidiego cammaratafondo pattiimprese edililavori palasportleoluca orlandomobilita palermopalasport palermopalazzetto dello sportpalazzetto dello sport palermopalermo capitale della culturaristrutturazioneromaSegnalatisindaco palermo

6 commenti per “FOTO | Il punto sui lavori al palazzetto dello sport
  • monchey 102
    09 lug 2018 alle 12:46

    A proposito di impianti sportivi. Del velodromo si sa nulla. Ho visto che hanno sistemato i sedili della gradinata.

  • salvo17 3
    10 lug 2018 alle 16:09

    io abito praticamente di fronte al cancello lato Castelforte dove e affisso il cartello dei lavori,, uno strato di lamiera e stato smontato circa un mese fa ma per il resto non ho mai visto un numero considerevole di operai al massimo 2 o 3 persone alternati a giorni di silenzio assoluto, se i lavori sono in corso ma io dubito lo siano regolarmente di questo passo dovrebbero finire in 3 o 4 anni comunque se ne avete la possibbilita chiedete risposte e una struttura troppo importante.

  • salvo17 3
    17 lug 2018 alle 19:36

    per quanto riguarda il velodromo,il concerto previsto per fine luglio e stato spostato in altro luogo perché non sono bastati i soldi per finire i lavori e quindi un’altra incompiuta


Lascia un Commento

Ultimi commenti