12 giu 2018

Un palo inutilizzato, ma “coccolato”


Siamo alla stazione centrale di Palermo, di fronte il capolinea del 101 di Amat. Come potete vedere dalla foto c’è un tronco di palo di vecchio stile, simile a quelli installati nella nuova area pedonale antistante la stazione centrale. Il tronco di palo è conservato bene, chiuso da una plastica, ben curato direi! Prima era diventato un punto di raccolta di spazzatura.

Ma perché non lo tolgono definitivamente dato che ci sono i piccoli lampioni nuovi che  illumineranno la stazione?

Questo slideshow richiede JavaScript.


amatarea pedonalecapolinea 101linea 101palo lucestazione centrale

3 commenti per “Un palo inutilizzato, ma “coccolato”
  • punteruolorosso 1880
    13 giu 2018 alle 6:55

    fanno schifo anche quei pali della pubblicità. in città ci sono un sacco di pali, paletti e palichi inutilizzati. bisognerà fonderli e farci binari del tram. arriveranno di notte a smontare la ringhiera dell’amico friz e ci costruiranno la linea effe.

  • Templare 478
    14 giu 2018 alle 2:00

    Risposta per Orazio sul topic dello stand Florio su cui, per non so quale motivo, mi risulta impossibile rispondere. Mi scuso per essere OT, ho pure provato a mandare una mail per segnalare il problema, ma non ho avuto finora risposta.

    Orazio e chi ha parlato di imprenditori e datori di lavoro? Ideologicamente a sinistra stanno: i taxi delle ONG, moltissime delle cooperative che si occupano di non far fare nulla a chi arriva qui, grandissima parte della politica italiana con a capo il Presidente della Repubblica che osa definire i confini “segni convenzionali e nulla più” (bel garante della Costituzione), buonissima parte del clero con Bergoglio in testa. Che dietro l’arrivo e la gestione delle decine di migliaia di stranieri potenziali schiavi ci sia un business colossale è innegabile. E questo business è gestito direttamente o incoraggiato, nel migliore dei casi, da persone che si dicono di sinistra. E utilizzano il portafogli molto a destra.

    p.s. ma tu credi veramente che Soros e la sua Open Society siano dei filantropi disinteressati?


Lascia un Commento