11 giu 2018

Ostaggi dentro casa, senza poter aprire le finestre: accade in via Ammiraglio Rizzo


Non aggiungiamo altro, se non invitare gli enti preposti ad intervenire. Il traguardo dei lavori non può costringere decine di famiglie ad un “sequestro” forzato:
Spett. Mobilita Palermo,
Mi chiamo Alessio P, sono un cittadino molto arrabbiato perchè oggi per l’ennesima volta si è aperta una voragine profonda diversi metri in zona Via ammiraglio Rizzo e Via Belmonte. Sarà la quarta in meno di un anno.
Se a questo ci aggiungiamo che la puzza di fogna insostenibile, tra il il cinema Igea Lido e Villa Igea, ci costringe a stare con le finestre chiuse da anni per non essere sopraffatti dall’odore nauseante, potrete comprendere di cosa stiamo passando!
Ci sentiamo abbandonati, arrabbiati e preoccupati, perchè è evidente che c’è un problema fognario importante ma nessuno vuole fare niente. Abbiamo segnalato il problema alla circoscrizione e all’Amap, ma le poche risposte sono state piuttosto elusive e inerenti al nuovo allaccio e ad un problema nella zona del l porto etc etc.
Ci dicono che con i lavori che stanno facendo li migliorerà…, ma ho capito che non hanno intenzione di fare indagini serie: carotaggi, ispezioni dei condotti fognarie. Mi sento un cittadino di serie B o del terzo mondo.
PS: Non ho aspettato la luce del sole per fare la foto che vi allego perchè probabilmente la RAP domani mattina coprirà il buco con un poco di bitume come sempre e farà finta di niente come al solito.
Vi prego di aiutarmi

amapcattivi odorifognatura

2 commenti per “Ostaggi dentro casa, senza poter aprire le finestre: accade in via Ammiraglio Rizzo
  • peppe2994 3015
    11 giu 2018 alle 10:46

    Purtroppo quello che le hanno detto è corretto.

    L’impianto fognario è inadeguato e l’AMAP non può fare assolutamente nulla. Serve un potenziamento infrastrutturale importante che non è strettamente legato alla zona ma interessa tutta la fascia costiera.

    Alcuni lavori sono già partiti, altri partiranno a breve, e ci sono buone speranze, visto che al momento paghiamo milioni e milioni di euro annui proprio a causa di questi ritardi.
    In teoria tra un paio di anni la situazione tornerà regolare. Fino ad allora non c’è assolutamente nulla che si possa fare, e segnalare la cosa non aiuta e non aiuterà.

    Dall’esterno possiamo solo immaginare quello che stiate passando.
    Le rimane da valutare, magari unendosi a qualche vicino, se ci sono gli estremi per una causa al comune cumulativa per buche e fognatura.

  • punteruolorosso 1845
    13 giu 2018 alle 6:17

    solidarietà agli abitanti di questo condominio.
    speriamo che i lavori di cui parla peppe2994 partano presto. se qualcuno ha notizie più specifiche in merito all’appalto, le scriva qui.


Lascia un Commento