04 giu 2018

Polizia Municipale | 21 sanzioni per uso telefonino alla guida


Agenti del nucleo autovelox della Polizia Municipale, in abiti civili e a bordo di moto civetta hanno sanzionato 21 conducenti di veicoli sorpresi mentre utilizzavano il telefonino alla guida.

I controlli sono stati effettuati in diverse zone della cittá, via Ausonia, corso Calatafimi, via Duca degli Abruzzi, via Sammartino, via Empedocle Restivo.

Per ciascun contravventore è scattata la sanzione di 161 euro e sono stati decurtati 5 punti dalla patente, come previsto dal codice della strada.

78 sanzioni in tre settimane è il bilancio dei servizi predisposti dal Comandante Gabriele Marchese sull’uso del telefonino alla guida, prima causa di incidenti stradali a livello nazionale, per la distrazione procurata.

I controlli proseguiranno in tutte le zone della città.


associazione mobilita palermocellulareguidamobilita palermomultamultePalermo multaPalermo multepolizia municipaleSegnalati

9 commenti per “Polizia Municipale | 21 sanzioni per uso telefonino alla guida
  • peppe2994 3174
    04 giu 2018 alle 8:54

    Domanda, 78 multe in 3 settimane sarebbero 4 multe al giorno.

    Come dobbiamo prendere la notizia? Come grave spreco di risorse direi.

    Non sarebbe stato più produttivo impiegare gli agenti per fare anche multe per tutto il resto? Per dire, rifiuti gettati in terra?

    Il modus operandi della municipale è, e rimarrà sempre un mistero, o meglio nessuno sa per quale motivo ai vigili viene ordinato di non fare multe.

    • filotramviaria 248
      04 giu 2018 alle 10:49

      Le multe per uso del telefonino alla guida sono SACROSANTE !!! e appena 4 multe al giorno sono poche !!! e sono MOLTO PIU’ importanti di multare chi sporca gettando i rifiuti fuori orario!!!!

  • filotramviaria 248
    04 giu 2018 alle 10:51

    L’uso del telefonino alla guida e’ causa di innumerevoli incidenti anche gravi !!!!ma che fa scherziamo ? ma veramente gli automobilisti devono fare tutto cio’ che vogliono ? BASTA ORA !!!!!

  • clicker 3
    04 giu 2018 alle 14:12

    Scriverò al nuovo ministro dell’interno, per adesso solo un commento su questo utile sito: solo i motociclisti che come me si spostano ogni giorno per lavoro riescono ad apprezzare in pieno il grave pericolo causato dagli spudorati al volante con cellulare in mano e magari anche la sigaretta. Anche un piccolo urto con una motocicletta può determinare la morte di chi la sta guidando. A me è successo di ritrovarmi con 6 costole fratturate a causa di una signora che candidamente ha detto di stare chiamando il parrucchiere per avvertirlo del ritardo….. L’iniziativa del nuovo Comandante è meritoria di commenti positivi, e la richiesta è che continui nel tempo insieme al controllo delle discariche abusive etc., ma le altre forze dell’ordine cosa fanno? Le strade sono piene di impuniti alla guida, la noncuranza di chi deve proteggerci è angosciante! Un altro elemento di grave pericolo sono i fiumi di ciclisti che ormai a qualunque ora, qualunque giorno (tutti disoccupati?) spadroneggiano per le strade che non sono adeguate per tale traffico rendendo la vita pericolosa a chi si sposta per lavoro e non per hobby.

    • filotramviaria 248
      04 giu 2018 alle 16:54

      HA DENUNCIATO QUESTA CRIMINALE AL VOLANTE ????? Deve farsi risarcire da questa INCOMPETENTE e IGNORANTE alla quale mi auguro abbiano fatto una SALATISSIMA MULTA + ritiro patente per sempre!

      • clicker 3
        05 giu 2018 alle 12:31

        Ho atteso l’arrivo dell’Unità Mobile Infortunistica dei Vigili Urbani, ho dato le carte in mano ad un consulente, alla fine della storia solo 5 punti e, se non ricordo male, alcuni mesi di ritiro della patente. Troppo poco, dopo un po’ la signora, e tanti altri come lei, avranno dimenticato l’accaduto….

  • caposole71 2
    07 giu 2018 alle 17:09

    Ma le nuove generazioni come stanno venendo su? Ci sono orde di ragazzini con queste macchinette che scorrazzano in giro per la città sentendosi padroni della strada (non danno precedenza e non rispettano i pedoni) e tutti rigorosamente col telefonino all’orecchio o alla mano. Bisogna cominciare a multare questi lattanti di modo rimanga loro impressa l’esperienza fatta in adolescenza. Gli spocchiosetti 2.0.


Lascia un Commento