17 mag 2018

Ma che ci fanno i tir lì?…


La borgata di Ciaculli è purtroppo caratterizzata da strade particolarmente strette, dove paradossalmente passano giornalmente molti tir, di lunghezza massima 18 metri (per fare un confronto, tipo l’autosnodato della linea 101 di Amat).

Solitamente questi tir passano da Ciaculli per raggiungere il comune di Belmonte Mezzagno. Molti autisti ignorano il cartello di divieto di accesso, transitando comunque da questa via, rendendola trafficata e pericolosa. Questa borgata, come molte altre, non ha i marciapiedi e i bambini e tutti i pedoni sono costretti a camminare per strada, mischiandosi con le auto. Inoltre lungo la strada ci sono anche vari divieti di sosta, non rispettata dagli automobilisti. In questa zona sono molto diffusi i box auto per posteggiare l’auto all’interno, quindi mi domando: ma perché i residenti non posteggiano l’auto dentro? 

Problemi che si riflettono anche sul trasporto pubblico, come le vetture della linea 212 che rimangono spesso “incastrate” con altri tir portando ritardi.

I tir potrebbero raggiungere il comune limitrofo tranquillamente dalla strada statale 121, la Palermo – Agrigento, come potete vedere da questo video.

Insomma le soluzioni ci sono, ma i controlli dove sono?

Questo slideshow richiede JavaScript.


101amatautosnodatoborgata ciacullitir

3 commenti per “Ma che ci fanno i tir lì?…
  • arenzana 7
    17 mag 2018 alle 10:26

    Ci vuole una nuova tangenziale che da Roccella giunga a viale Francia o allo svincolo di Tommaso Natale con vari svincoli. In alternativa, progetto meno costoso, si può costruire una strada parallela a via Ciaculli vista l’alta densità abitativa

  • fabio77 743
    17 mag 2018 alle 10:55

    Da tanti anni si prevede la realizzazione di una strada di collegamento tra lo svincolo Brancaccio e il bivio Croceverde – Ciaculli – Gibilrossa, che permetta di bypassare l’intera borgata di Ciaculli e colleghi Gibilrossa e Belmonte Mezzagno all’autostrada. E’ inserita da tempo negli ultimi programmi triennali ed anche nel prg del 2002, ma la sua realizzazione viene spostata di anno in anno.

  • Binario 137
    17 mag 2018 alle 16:16

    Bisognerebbe chiamare i vigili per multare innanzitutto chi parcheggia il mezzo in divieto di sosta.


Lascia un Commento