27 apr 2018

RENDERING | Un nuovo asilo nido per Brancaccio


Nel XXV Anniversario del Suo Martirio un altro sogno del Beato Giuseppe Puglisi si concretizzerà: la nascita di un asilo nido a Brancaccio


Vogliamo condividere con tutti voi la notizia dell’avvio del progetto per la realizzazione dell’asilo nido “I piccoli di Padre Pino Puglisi”, che sorgerà nel terreno donato dal Comune di Palermo; un servizio di vitale importanza per chi credeva fortemente nel progetto educativo e nell’azione padagogica.
Il progetto è reso possibile grazie alla collaborazione della Fondazione Giovanni Paolo II di Firenze, del Comune di Palermo e della Diocesi di Palermo.

Se volete supportare questa iniziativa cliccate qui


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:
 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


asilo nidobrancacciomobilita palermopino puglisi

2 commenti per “RENDERING | Un nuovo asilo nido per Brancaccio
  • punteruolorosso 1846
    27 apr 2018 alle 11:49

    un po’ di colore e di verde per questo quartiere. se ci pensate, brancaccio oggi ha due fermate del passante, una linea tram e il castello di maredolce. cosa si fa con quest’ultimo? tempo addietro erano state abbattute delle case abusive. si parlava di ripristino dello stagno. potrebbe diventare un parco culturale dentro il quartiere più difficile di palermo.
    l’edificio industriale delle foto 2 e 3 cos’è? a brancaccio ci sono molte fabbriche dismesse. alcune potrebbero essere demolite, ma altre recuperate creando spazi sociali e culturali.
    se si facesse lo svincolo forum, si libererebbe via giafar dal traffico pesante.

    • moscerino 267
      22 mag 2018 alle 11:02

      Ciao punteruolorosso, qull’opificio è una struttura industriale che presume un’area aperta alquanto vasta sotto la copertura bassa a doppia falda, con una ristrutturazione adeguata, quale eliminare l’eventuale pilastratura centrale, riconfigurazione del tetto con struttura auto reggente in acciaio e doppia copertura arieggiata e isolamento termo-acustico, potrebbe avere due funzioni fondamentali (sportiva e teatrale). Mentre la struttura a tre piani potrebbe essere avviata a centro ludico ricreativo e ad area espositiva.
      https://archeologiaindustriale.net/1298_sass-muss-lex-chimica-montecatini-in-veneto/?print=print
      guarda ad esempio questo sito di riconversione di strutture industriali


Lascia un Commento