23 mar 2018

Il mistero degli impianti chiusi a Piano Battaglia nonostante la neve a palate: il parere di un esperto


Piove ininterrottamente a Palermo da almeno 48 ore, nevica (e di brutto) a Piano Battaglia. Dopo la recente parentesi “calda” dell’inverno, in questi giorni la stagione fredda è tornata a farsi sentire prepotentemente.

Proprio la località montana sulle Madonie è bruscamente passata da un panorama quasi primaverile al più degno scenario scandinavo, con decine di centimetri di neve accumulati nelle ultime ore. Mentre sciatori e sportivi già organizzavano sacche e strumentazione del caso per un weekend di sci e snowboard, arriva come un fulmine a ciel sereno il post della Piano Battaglia Srl, società che gestisce gli impianti di risalita lungo le piste, a smontare i piani di tanti potenziali clienti.

Untitled-1

Una presa di posizione da parte della società che ha scatenato l’ira dei tanti appassionati e vacanzieri, non di meno di tutti coloro che hanno attivato degli abbonamenti agli impianti per l’intera stagione invernale. L’oggetto della critica è principalmente rivolta alla previsione dello scirocco che, a loro dire, renderebbe vana l’apertura delle piste per soli due giorni. Si parla anche di sicurezza, di qualità della neve non idonea ad essere battuta per consentire l’attività sportiva. In realtà sui principali siti di metereologia non c’è traccia di scirocco, bensì la prospettiva del weekend vede le Madonie alte sommerse da precipitazioni nevose.

Insomma, una scelta da parte della Piano Battaglia Srl davvero inaspettata, che sembrerebbe dettata da altre motivazioni che non sono rese note. Proprio per suffragare questa nostra sensazione (che ovviamente rimane solo tale) abbiamo chiesto conferme al presidente  dell’Associazione MeteoPalermo Onlus, gestore del sito MeteoPalermo.com e della webcam in loco, Nicola Sacco, sulla bontà delle previsioni per i prossimi giorni.

Queste le sue parole:

A Piano Battaglia al momento ci sono 60 cm di neve, anche se in zone esposte gli accumuli possono essere anche superiori. Parliamo del pianoro, sulle piste i cm potrebbero essere superiori essendo più alte. Tra la serata odierna e la notte prossima sono attese nuove nevicate e temperatura costantemente sotto lo zero (stanotte -4°C). Sabato avremo una sostanziale pausa precipitativa vista la maggiore variabilità e le schiarite ma Piano Battaglia potrebbe avere altre deboli nevicate di natura orografica. Dalla notte di domenica è atteso un nuovo intenso peggioramento e nuove abbondanti nevicate che seguiteranno per buona parte della giornata. Stando così le cose non sarebbe difficile lunedì attestarsi sul metro di neve. Le temperature poi almemo sino a mercoledì saranno sempre attorno lo zero o di poco superiori garantendo quindi una piena conservazione del manto nevoso.

Con queste prospettive rimane dunque inspiegabile la motivazione alla base di questa scelta che, inevitabilmente, penalizzerà tanti sportivi provenienti da mezza Sicilia. Ricordiamo infatti che Piano Battaglia rimane, insieme all’Etna, l’unica località siciliana a disporre di impianti per attività invernali.

Questo weekend potrebbe essere l’ultima occasione per organizzare un weekend “bianco”, visto l’approssimarsi della primavera e la chiusura stagionale degli impianti prevista in Aprile. Probabilmente Piano Battaglia vedrà nuova neve anche nelle prossime settimane ma i quantitativi degli accumuli potrebbero essere minori e non consentire l’apertura delle piste. Se così fosse, la stagione degli sciatori è già finita.

Rimaniamo a disposizione per eventuali repliche da parte della società che gestisce gli impianti.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


impianti risalitanevepiano battagliapiano battaglia srlpianoro

5 commenti per “Il mistero degli impianti chiusi a Piano Battaglia nonostante la neve a palate: il parere di un esperto
  • peppe2994 2970
    23 mar 2018 alle 15:51

    Non vedo nulla di strano. Le condizioni di innevamento si sono venute a creare oggi, come primo giorno utile per intervenire. Siamo già nel week-end, non c’era il tempo tecnico di organizzarsi per battere le piste ed aprire. Al momento è quasi certo che a Pasqua già la neve non ci sarà più.

  • trukke 2
    23 mar 2018 alle 16:51

    Mi sembra più una marchetta nei confronti del sito meteorologico. Cosa c’entra l’esperto di meteorologia ? Avreste dovuto contattare qualcuno che possa confermare veramente che con questo tipo di neve il gatto delle nevi possa o non possa battere le piste.

  • Enrico57 129
    26 mar 2018 alle 0:15

    Cito: “sembrerebbe dettata da altre motivazioni che non sono rese note”. Francamente non comprendo il senso di questa affermazione. O si dice chiaro e tondo cosa si sospetta, o ci si limita a riportare i fatti. Ma forse sono io che mi sbaglio.

  • trukke 2
    26 mar 2018 alle 10:27

    Riporto messaggio da Facebook del rifugio Marini: “Riaprire un impianto sciistico dopo due settimane dal completo scioglimento dell’ultima neve invernale e dopo quattro settimane dall’ultima nevicata, non è decisione semplice. La neve caduta nelle ultime 36 ore è vero che è stata abbondante, ma viste le temperature durante il giorno, rimane molto soffice e carica d’acqua, inoltre si è posata su un terreno già asciutto e riscaldato dai primi tepori primaverili, accennati nelle settimane scorse. Siamo sicuri che la società ha valutato bene tutti questi elementi e soprattutto quelli legati alla sicurezza degli utenti operando per il meglio.”
    Altro messaggio da utente Facebook: “Torno adesso da Piano Battaglia dove sono stato per il week-end perché ho casa li. Conosco la zona perfettamente e vi posso assicurare che ne ieri ne oggi si sarebbe potuto sciare a Piano Battaglia. La neve era una pappa, da sprofondare dopo ogni passo… I miei ragazzi hanno provato anche con lo slittino ma impossibile. Per di più ha nevicato costantemente tutto il giorno con un venticello non freddissimo ma fastidiosissimo. In queste condizioni non si possono aprire gli impianti. Si tratta di essere lungimiranti non scansafatiche come qualcuno ha detto. Conosco personalmente alcuni soci della Srl e vi garantisco che sono tutt’altro che lavativi. Se oggi esistono ancora degli impianti lo dobbiamo a loro e vi assicuro che non c’è praticamente guadagno. Certo si può sempre migliorare, ma questo non significa che non ci si mette il cuore per fare le cose. È solo il mio pensiero.”
    Ripeto semplicemente che, al netto di provocazioni, avete sbagliato la tipologia di esperto da citare per la riapertura degli impianti. Una testata giornalistica che si rispetti, come penso voi siate, non può permettersi di cavalcare l’ondata social. Sottolineo che non faccio parte della Piano Battaglia srl e non ho mai sciato in vita mia quindi non sono in conflitto di interesse :)


Lascia un Commento