25 gen 2018

Multe Ztl, interviene l’avvocatura. Possibile risoluzione all’orizzonte


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa una possibile risoluzione che si prospetta all’orizzonte sulle contravvenzioni che tanti trasgressori hanno “cumulato”.

Il Sindaco ha convocato oggi un incontro con l’Assessora Iolanda Riolo, il Comandante della Polizia Municipale, l’Avvocatura Comunale e la Sispi in merito alla vicenda delle multe per gli accessi irregolari nella ZTL centrale.  Nel corso dell’incontro si è deciso che, fermo restando che non si potrà procedere ad una sanatoria generalizzata, l’Amministrazione valuterà la possibilità di revoca in autotutela per specifiche categorie di utenti e per sanzioni specifiche ove ne ricorrano i presupposti di legge. Resta ovviamente fermo che per le sanzioni già notificate l’Amministrazione vaglierà gli eventuali ricorsi tenendo nel dovuto conto tutta la Giurisprudenza vigente al fine di non arrecare ingiusto danno ai cittadini.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


centro storico palermocomune di palermoiolanda riolomulte ztlZTLztl palermo

4 commenti per “Multe Ztl, interviene l’avvocatura. Possibile risoluzione all’orizzonte
  • Lio 212
    25 gen 2018 alle 15:42

    ho apprezzato molto cosa hanno scritto in una lettera al prefetto, poi girata al sindaco, 2 esponenti politici locali riguardo la ztl il consigliere di Sinistra comune, Marcello Susinno, e il vicepresidente della Prima circoscrizione, Antonio Nicolao.
    «Si fa presente che si è generato un vero e proprio problema sociale che ha colpito, tra gli altri, anche tanti nuclei familiari che vivono in condizioni di criticità economica»

  • Templare 481
    25 gen 2018 alle 21:34

    …Orlando blablabla, more solito. Certezza della pena come al solito zero in Italia, sotto zero a Palermo. Ci sono le ZTL? Rispettatele e pagate se sbagliate e se sbagliate dieci volte al giorno è perché di leggi e regolamenti ve ne fottete. DA SEMPRE, non da quando fu eletto Sindaco Cammarata. Patetico teatrino…

  • mediomen 1142
    27 gen 2018 alle 18:22

    Le leggi bisogna farle con criterio e vagliando sempre tutte le possibili casistiche. E’ chiaro che ci voleva un margine temporale per l’ingresso e l’uscita e non sanzionare al secondo, limitare per una targa una multa a giorno per come prescrive la legge ecc sarebbero bastate poche righe nel programma che queste situazioni non si generassero.

  • Templare 481
    28 gen 2018 alle 21:43

    Blablabla perchè qualche giorno fa era stato perentorio: non si sana nulla. Adesso invece è sceso a più miti consigli. Ma non è una novità. Piuttosto, sempre ricordando come buona parte della gente che, pure su questo blog, sputava veleno e irrideva le ZTL del precedente Sindaco, abbia improvvisamente cambiato idea quando a riproporre il provvedimento è stato l’attuale Sindaco, faccio notare come ancora una volta tutto a Palermo è affidato all’improvvisazione, ai continui aggiustamenti in corsa, alle minacce di ricorsi.

    Per finire: ok la Giurisprudenza, ma moralmente se uno fa entra ed esci da una zona in cui non può circolare, perchè non vede i vigili e quindi è convinto di potere fare il furbo, non vedo perché debba essere salvaguardato. Ma ci sarebbe da scrivere un paio di enciclopedie su questo tema.


Lascia un Commento