07 dic 2017

Una ZTL a porte aperte: il pass DOPO l’ingresso è fuoriluogo, almeno adesso?


Nei giorni scorsi il Comune di Palermo ha adottato una delibera che apporta una sostanziale modifica al sistema di acquisto e registrazione dei pass giornalieri per la ZTL. Vi lasciamo al comunicato ufficiale, seguirà il nostro commento a riguardo:

Con una delibera adottata ieri dalla Giunta municipale è stata apportata una modifica al sistema di acquisto e registrazione dei pass giornalieri per la ZTL, ferme restando le restrizioni già vigenti per i veicoli più inquinanti che non possono comunque accedere alla Zona a traffico limitato.

In sostanza adesso, i cittadini che accedono alla ZTL possono acquistare il pass nel corso della giornata di ingresso nell’area, fino alle 23.59.

L’acquisto e la registrazione del pass (tramite il sistema degli sms o online, come avvenuto fino ad ora) permetterà quindi di evitare che l’eventuale rilevamento di accesso da parte delle telecamere o da parte delle Forze dell’Ordine, porti alla formale contestazione della
multa. Il controllo viene svolto integrando il sistema delle telecamere e dalla vigilanza da parte delle pattuglie della Polizia Municipale (che fanno un primo filtro rilevando unicamente i veicoli la cui targa non è inserita nella lista dei pass permanenti, la cosiddetta lista
bianca) con un successivo controllo operato grazie ai sistemi elaborati da SISPI, che permette a coloro che non hanno il pass permanente ma uno giornaliero di non incorrere in alcuna sanzione.

Restano comunque in vigore tutte le prescrizioni per il rilascio del pass, quindi la regolarità della revisione e dell’assicurazione, oltre al divieto di accesso per le vetture con classificazione Euro 2 o inferiore se a benzina o Euro 3 o inferiore se con alimentazione a Diesel.

Dunque cosa cambia?

Come riporta il comunicato, chi accede alla ZTL senza pass, potrà “sanare” la propria posizione sino al termine della giornata in corso. Una disposizione che in realtà era già prevista nel provvedimento generale e che entra in vigore soltanto ora.

La cosa che non ci convince è relativa al tempismo del provvedimento. Ci spieghiamo meglio:

la ZTL in generale prevede questa opzione perchè su carta considera attivi e funzionanti tutti i varchi di accesso opportunamente monitorati dai servizi di videosorveglianza. In tal senso, non si può eludere il pagamento, perchè le targhe, TUTTE, vengono registrate preventivamente e la sanzione emanata soltanto in mancanza del pagamento entro le 24 del giorno in corso.

Ma, come sappiamo, attualmente i varchi dotati di sistema di videosorveglianza sono soltanto cinque (scopri quali cliccando qui), dunque questo controllo è assolutamente parziale, incompleto.

Cosa comporta questo provvedimento anticipato?

I più furbi potranno accedere alla ZTL senza alcun pass da uno dei varchi non dotati di videosorveglianza, senza che la targa del veicolo venga registrata e dunque senza alcuna obbligazione sul pagamento dell’ingresso. Nel caso peggiore, il veicolo potrebbe essere fermato da una pattuglia della polizia municipale e sanare comunque la sua posizione entro le 24 del giorno corrente. Ma nel caso più diffuso in cui non ci siano pattuglie a controllare, chiunque potrà entrare e uscire dai varchi “free” sapendo di avere sempre l’asso nella manica, ovvero l’sms “sanatorio”.

Ci sembra tutto molto incoerente, un invito a nozze per tutti coloro che vorranno eludere il provvedimento. Inoltre ci sembra alquanto improbabile che la municipale possa coprire tutti i varchi attualmente sprovvisti di telecamere, noti i problemi atavici del corpo.

Insomma non riusciamo a capire il perchè di questo provvedimento adesso.

E se invece è un modo per recuperare comunque delle somme di denaro?

Al momento per entrare nella ZTL puoi utilizzare i varchi controllati oppure quelli liberi.
Se entri nel varco controllato dalle telecamere stai certo che dovrai pagare (che sia il pass o la multa), se invece utilizzi un varco libero puoi anche non pagare perché solo a seguito di un controllo verrai sanzionato.
Al momento il Comune ha delle entrate solo da chi accede pagando, perché vista la mole di multe non é scontato che tutti coloro che entrano “illegalmente” le pagano.
Quindi il comune ha ben pensato di re-introdurre il pagamento posticipato, perché? Perché forse é l’unico modo per recuperare delle somme?
Io entro in ZTL da un varco libero, non pago, mi ferma la pattuglia della municipale e mi informa che ho 24 ore per pagare il pass oppure mi arriva la multa a casa. Allora io scelgo la via più economica e quindi pago il pass giornaliero. Chi ha guadagnato? Il comune.

Quale sarà la verità?


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


concorso videopass 24 orepass giornalierovarchiZTL

6 commenti per “Una ZTL a porte aperte: il pass DOPO l’ingresso è fuoriluogo, almeno adesso?
  • Athon 854
    07 dic 2017 alle 13:16

    Indipendentemente dal fatto che sia stato emanato questo nuovo provvedimento, già finora i più “furbi” hanno comunque potuto accedere alla Ztl attraverso i varchi d’accesso non monitorati, facendola eventualmente franca. Non è una possibilità che viene a determinarsi soltanto adesso, con questa delibera. Da questo punto di vista quindi non è cambiato granché, se non il fatto che se fermati da una pattuglia, potranno sanare la propria posizione entro la mezzanotte del giorno stesso.

    Trovo che non sia necessario pensare aprioristicamente male circa le ragioni che hanno motivato questa delibera, chiedendosi subito se non sia un modo per il Comune utile a far cassa.

    Parto intanto dal pensare “bene”.

    Una logica che giustifichi il provvedimento potrebbe essere questa:

    magari qualcuno, trovandosi nell’impellenza di accedere in determinate zone, non ha avuto modo di acquistare preventivamente il pass, per cui potrà comunque dotarsene entro le 24:00 del giorno stesso.

    Trovo che di per sé sia logico, ma altrettando logica, a questo punto, dovrebbe essere la distinzione tra chi ha avuto cura di acquistare il pass il giorno prima (con il prezzo standard) e chi invece se lo è procurato soltanto in un secondo momento, ma comunque entro le 24:00 (qui la ragionevolezza pretende quantomeno una mora). Se di logica si deve parlare, logici fino in fondo bisogna essere.

    In realtà però il vero problema, al di là di tutto, è dato dal fatto che non tutti i varchi siano attualmente dotati di videosorveglianza. Se tutti gli accessi fossero dotati di telecamere, potrebbero impostare le cose come meglio credono, e non si porrebbe nemmeno il problema relativo a chi dovesse acquistare il pass il giorno stesso.

    Dotino tutti i varchi di telecamere ed emanino le delibere che ritengono opportune.

  • Giorgio Sbacchi 19
    07 dic 2017 alle 14:07

    Di fatto il traffico all’interno della ZTL è aumentato. E la assenza delle pattuglie consente l’accesso anche a veicoli non in regola

  • peppe2994 2876
    07 dic 2017 alle 16:07

    E’ giusto che sia così. L’urgenza può capitare a tutti e non è corretto prendersi una multa per questo.

    D’altronde l’obiettivo non è quello di diminuire lo smog piuttosto che fare cassa? (lol)

    In giro per l’Italia tante ZTL consentono la regolarizzazione a posteriori. Nulla di strano.

  • Lio 178
    07 dic 2017 alle 17:01

    hanno capito che la ztl è un enorme sciocchezza e cercano di porne rimedio, un po’ com’è già successo con la precedente ztl che si faceva con le targhe alterne, è rimasta attiva per anni ma non è stata più controllata e si è finita per dimenticarla, cosa che succederà anche con questa….

  • Binario 104
    08 dic 2017 alle 1:00

    È sempre meglio poter contare su un introito di minor calibro ma sicuro, piuttosto su multe esose, e molto spesso, non pagate.
    Mi chiedo che fine abbia fatto l’obiettivo principale circa la salvaguardia dell’ambiente…

  • Orazio 809
    13 dic 2017 alle 23:23

    A occhio e croce il traffico è diminuito di moltissimo però resto perplesso per l’adozione di questa misura (sebbene dite originariamente prevista) anche perché non ha senso perpetuare l’eterna distinzione palermitana tra la gente dotata di senzo civico ed i trogloditi, questi ultimi la gran maggioranza.


Lascia un Commento