14 nov 2017

AMAT: da Dicembre riparte l’ 806 per Mondello, ecco le frequenze


Vi riportiamo un comunicato stampa circa un’importante notizia che riguarda la borgata marinara di Mondello e il suo collegamento invernale:

A partire dal primo dicembre prossimo l’Amat ripristinerà la linea 806, che collega piazza Sturzo a Mondello. Lo annuncia Carlo Cataldi, coordinatore regionale dei Cobas Lavoro Privato settore Trasporti, sottolineando che “la decisione dell’azienda è arrivata dopo le ripetute sollecitazioni del sindacato”.

Quattro gli autobus che circoleranno, con una frequenza stimata di 20 minuti. “Alla fine è prevalso il buon senso – afferma Cataldi – e il management dell’Amat ha capito che la sospensione nei mesi invernali e primaverili del collegamento diretto tra il centro città e la borgata marinara danneggia oltremodo turisti e residenti. Mondello non vive solo d’estate, ma rappresenta un’attrattiva tutto l’anno.

Abbiamo portato avanti la battaglia per il ripristino della linea 806, perché a nostro avviso le esigenze dei turisti vanno coniugate con quelle di una comunità che ha eguali diritti di mobilità rispetto a chi abita in altre zone della città. Ci siamo riusciti anche grazie alla capacità d’ascolto dimostrata dall’Amat”.
La società di via Roccazzo riattiverà quindi gli autobus 806 e contestualmente sospenderà la linea 606 (De Gasperi-Mondello). Per poi ripristinarla il 15 giugno con l’entrata in vigore dell’orario estivo. “Il riordino dell’intera rete urbana – sottolinea Cataldi – è uno dei temi cruciali per aumentare la produttività dell’Amat e rendere un servizio migliore all’utenza.

Ecco perché torniamo a chiedere all’assessore Iolanda Riolo un tavolo tecnico tra sindacati, amministrazione comunale e Amat. Non è più ammissibile che ci siano periferie ‘scoperte’ e tragitti in cui gommato e tram si sovrappongano. Bisogna al più presto cambiare rotta, eliminando ad esempio le linee a lunga percorrenza come la numero 100 (Oreto-Tommaso Natale) che si perdono letteralmente nel traffico”.

Secondo il coordinatore regionale dei Cobas Trasporti, la svolta non può che passare attraverso l’incremento dei bus: “Oggi – conclude Cataldi – escono in media 180 vetture circa al giorno. Poche, troppo poche. Basta con la politica dei tagli, è tempo di colmare la cronica carenza di mezzi. A che punto è il bando per l’acquisto di 33 nuovi autobus? Cosa intende fare il socio unico Comune per mettere in sicurezza il bilancio dell’Amat, alla luce delle gravi criticità sollevate recentemente dal collegio dei Revisori dei conti?”.

Per una linea che viene riattivata, una viene cancellata, segno che il vero problema di Amat è il numero di vetture a disposizione, il parco veicoli e probabilmente la disponibilità di risorse da mettere in campo per migliorare il servizio.

Una coperta corta…


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


806 invernoamatcollegamento mondello cittàmobilita palermomondellotrasporto pubblico

6 commenti per “AMAT: da Dicembre riparte l’ 806 per Mondello, ecco le frequenze
  • peppe2994 2856
    14 nov 2017 alle 21:34

    Cambiando l’ordine dei bus il servizio non migliora di certo. Non hanno aggiunto un bel nulla, però è più comodo così che con il 606.

    Inutile chiedersi quando le vetture aumenteranno, perché la risposta è MAI. Solo i tram possono interrompere il declino per una questione puramente politica.

  • jovan123 45
    15 nov 2017 alle 10:18

    Beh facile per Amat ripristinare la 806, togliendo la 606 per tutta la stagione invernale, risolto un bel niente. Ma poi perchè si continua a dire che la 100 deve essere soppressa? Ma siamo matti!? La linea è stata creata per gli studenti e lavoratori e sopratutto dopo la soppressione delle linee 305 e 548 è diventata di tale importanza visto che il tram percorre solamente un tratto insufficiente visto che Viale Regione e un viale abbastanza ampio. La linea 100 deve avere più frequenza e mettendo ovviamente più vetture ma no eliminarla, ma stiamo scherzando? Ad esempio eliminando la linea express dal parcheggio Basile e aggiungere le vetture alla 100. Ok Turisti ok Mondello ma sindacato e non debbono capire e ricordare sopratutto che Viale Regione Siciliana e parta della città e quindi non bisogna sempre parlare di zona centralizzate e poi Mondello non è che sia una zona irraggiungibile visto le altre linee come 606 614 603 544. Bisogna aumentare le frequenze e no togliere altre linee allora con questo ragionamento eliminiamo anche la 614 visto che è linea a lunga percorrenza, ma che discorsi sono?

  • gnazzino70 93
    15 nov 2017 alle 11:52

    Ci sono voluti 2 anni per capire che l’806 non andava ‘toccata’
    Il 614 deve tornare al precedente percorso e va ripristinata la linea 615 perchè è la linea che collega partanna, mondello, valdesi, pallavicino passando per viale del fante e arrivando allo stadio
    le due linee non sono (erano) doppioni ma l’una il completamento dell’altra, con il solo 614 il collegamento è stato dimezzato, un bravo (pfui) agli analisti dell’amat

  • jovan123 45
    15 nov 2017 alle 18:37

    Il percorso della ex 615 è stato in parte sostituito dalla attuale 616 ad eccezione di partanna. Ragionando cosi significa che si dovrebbe ripristinare la 662 per San Filippo Neri perché mancherebbe dall’ex Zen un collegamento per viale Strasburgo coperto dalla parte esterna dal 614 ecco il motivo per cui è a lunga percorrenza e fa il percorso delle linee sorpresse . Comunque io sono del parere che si dovrebbe cambiare percorso della 231 e togliere la navetta Basile Indipendenza perché inutile.

  • gnazzino70 93
    16 nov 2017 alle 9:34

    Il percorso dell’ex 15 è stato sostituito solamente a partire dalla salita di valdesi, cioè viale regina Margherita di Savoia lasciando scoperto più della metà del percorso che prima era servito dal 615 e quasi tutta l’utenza che ne usufruiva prima di via Mater Dolorosa; hai mai visto quante persone utilizzano il 616 al di fuori di pallavicino? praticamente 0, togliere la linea 615 è stato un errore madornale (sarebbe stato meglio eliminare la linea 645) ma il motivo di tale errore e di tanti altri, come nel tuo esempio per il 662 è la mancanza di autobus, la coperta è troppo corta, possiamo parlarne all’infinito ma il risultato è sempre lo stesso occorrerebbero almeno il triplo degli autobus attuali

  • jovan123 45
    16 nov 2017 alle 10:16

    Il ripristino della 615 significherebbe ripristinare il vecchio percorso delle 614, cambiare quello della 616 visto che anche la 645 fa un tratto comune con essa ed eventuale con la 615 se verrà prima o poi ripristinata, come in caso di modifica del percorso 100 , il ripristino o delle 305 e/o della 516 e questo come hai ben detto tu non è possibile perchè la coperta e sempre più corta, addirittura stanno per sospendere la 606 per ripristinare l’806 roba assurda visto che la 606 e l’unica che percorre meno per andare a Mondello, mentre da giorno 1 dallo stadio ho 614 0 603 che fanno due percossi lunghissimi per qui non la reputo una soluzione soddisfacente quella del ripristini dell’806, togliere una cosa utile da una parte e metterne un’altra a utile dall’altra parte non porta a nulla di logico e sensato,come quello di togliere la 100 così dobbiamo andare a cavallo per tutto viale regione visto che è l’unica linea che lo percorre interamente. L’amat con il prolungamento delle linee 100 e 614 ha voluto sopperire la mancanza e soppressione delle altre e ripristinarle sarebbe un casino.


Lascia un Commento