05 ott 2017

ESCLUSIVA |Pista ciclabile Palermo – Monreale: pubblicato il bando per “Riconversione ad uso pista ciclabile green way della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo – Camporeale nel tratto Palermo – Monreale”


Il Comune di Palermo – Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e delle Infrastrutture bandisce un concorso internazionale di progettazione per la “Riconversione ad uso pista ciclabile green way della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo – Camporeale nel tratto Palermo – Monreale” situato in Palermo, con procedura aperta, il cui oggetto è l’acquisizione, dopo l’espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima.

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.concorsogreenwaypamonreale.concorrimi.it.

Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l’apposita pagina “news” e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:

  • 14.11.2017 ore 16:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado;
  • 20.11.2017 ore 23:59:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 14.11.2017 per il primo grado;
  • 06.12.2017 ore 16:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado;
  • 12.12.2017 ore 10:00:00
    Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte;
  • 22.01.2018 ore 23:59:00
    Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso;
  • 05.03.2018 ore 16:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado;
  • 12.03.2018 ore 23:59:00
    Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado;
  • 05.04.2018 ore 16:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado;

PREMI E RIMBORSO SPESE

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 40.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 30.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 20.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Ciascuno dei successivi 2 (due) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 10.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).

L’importo totale del progetto ammonta a 4.700.000 euro.

Criterio peculiare del concorso  è che si dovrà mantenere il più possibile il tracciato dell’ex infrastruttura ferroviaria. La riconversione del vecchio tracciato ferroviario in green way offrirà a pedoni e ciclisti un collegamento sicuro, libero dal traffico, con le giuste pendenze fra Palermo e Monreale, cioè la principale attrazione turistica nelle sue immediate vicinanze, entrambi parte integrante dell’Itinerario Unesco Arabo-Normanno.

La commissione giudicatrice è formata dall’Ing. Marisa Bellomo , Dirigente dell’Ufficio Edilizia Pubblica, Cantiere Municipale ed Autoparco (nella qualità di Presidente) e dai Commissari Silvia Viviani, Gerardo Longobardi, Giuseppe Barbera e Patrizia Pozzi. Commissari supplenti: Silvia Invernizzi e Andrea Foschi.

La “via verde” si può apprezzare dall’alto, sul tracciato dall’ex stazione Lolli alla ex stazione di Monreale, nel video:


Ti potrebbe interessare anche:


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


borgo nuovocepGerardo Longobardigiuseppe barberagreen wayItinerario Unesco Arabo-NormannoMarisa bellomomonrealepalermo monrealeparco villa turrisiPatrizia PozziSegnalatiSilvia Vivianivia leonardo da vinci palermo

12 commenti per “ESCLUSIVA |Pista ciclabile Palermo – Monreale: pubblicato il bando per “Riconversione ad uso pista ciclabile green way della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo – Camporeale nel tratto Palermo – Monreale”
  • peppe2994 2830
    05 ott 2017 alle 13:44

    Ok, progetto lievemente inutile ma carino, però qualcuno mi spieghi come pensano di intervenire nel tratto cittadino, cosa a mio parere impossibile a meno di non demolire mezza città o realizzare tunnel sotterraneo, alternative assai improbabili.

    • Palerma La Malata 286
      05 ott 2017 alle 15:31

      peppe2994, non fare l’ingenuo perchè non lo sei. Nessuno ti spiegherà come interverranno nel tratto urbano.
      Il Comune di Palemmo sta soltanto pubblicando una falsa promessa dopo l’altra solo perché questo è il periodo prima delle Erezioni Regionali di Novembre.

  • fabio77 706
    05 ott 2017 alle 13:50

    Chi sono gli Enti che finanziano i 4 milioni e settecentomila euro per realizzare l’opera?

  • joyce973 125
    05 ott 2017 alle 15:18

    Con tutto il rispetto per questi progetti, che condivido assolutamente, ma non si potrebbe pensare di realizzare un collegamento ferroviario/tramviario? Ci sarebbero i requisiti tecnici?

    • Fabio Nicolosi 48404
      05 ott 2017 alle 22:26

      Ci sono pure alcuni studi di fattibilità, ma al momento si preferisce più una Green way che una infrastruttura ferroviaria/tramviaria

  • Giovanni_V 37
    06 ott 2017 alle 10:21

    Però, visto che a Monreale arrivano migliaia di turisti ogni giorno, forse un sistema ferroviario o tramviario eviterebbe decine di pullman che intasano corso Calatafimi, riempiono i parcheggi di Monreale, e inquinano di conseguenza contribuendo alla congestione della circolazione. Ed inoltre sarebbe un gran bel servizio per i cittadini. In termini di bilancio mi sembra molto più green di una pista ciclabile.

    • Benedetto Bruno 182
      06 ott 2017 alle 14:21

      Giusto, e potrebbe essere un’occasione per costruire una linea tram Monreale-Rocca e poi giù in sotterranea lungo tutto il Corso Calatafimi fino a Piazza Indipendenza/FS Palazzo Reale-Orleans dove avremmo un interscambio fra Passante Ferroviario con questa linea tram. Forse più sensata delle altre nuove linee tram che al momento il Comune dice di voler costruire e che sembrano avere poca razionalità alla base (esempio tram lungo le assai strette Viale Libertà e Via Roma).
      E 4.700.000 di Euro sarebbero alla fine spesi per chi?
      Quanti turisti avrebbero la forza di farla a piedi in salita, vedendo che l’età media dei turisti a Palermo è 40-50 anni, età che porta i primi problemi alle articolazioni e ai movimenti (il flusso turistico di Palermo è meno giovane di, esempio, Ibiza o Londra).
      E quale percentuale di ciclisti è in grado di pedalare su quella pendenza? E se non sbaglio la maggior parte dei ciclisti si vede solo il Sabato e la Domenica…E poi rimarebbe in prevalenza desolata dal lunedì al venerdì, giusto?

      • joyce973 125
        06 ott 2017 alle 17:13

        Condivido assolutamente: Monreale è una tappa obbligata dei percorsi turistici di Palermo, eppure è collegata malissimo. Un collegamento tranviario o ferroviario ci vorrebbe come il pane, ma probabilmente va in contrasto con altri interessi (v. compagnie pullman).
        Non sono d’accordo con quanto dici riguardo ai tram in centro. Magari possono avere priorità più bassa rispetto alle tratte esterne che collegano le periferie fin troppo isolate, ma il tram in centro, specialmente in modalità meno invasive, può dare respiro ad una città soffocata dalle auto.
        Sono stato di recente a Praga, che non è molto più grande di Palermo, dove oltre a 3 linee di metro, le sue ben 30 linee di tram azzerano i fenomeni traffico/parcheggio: non ho mai visto una colonna di auto ferme, nè in centro nè in periferia, ma solo ordine e civiltà. Se si vuole si può, chissà se e quando vedremo qualcosa del genere da queste parti.


Lascia un Commento