03 ott 2017

Non fa parte del percorso Arabo-Normanno, quindi invadetelo pure!


Se abbiamo chiuso la strada davanti San Giovanni degli Eremiti ci sarà un motivo?

Se abbiamo blindato l’area attorno Palazzo dei Normanni, adesso interdetta alle auto, ci sarà pure un motivo?

Si, il motivo è che senza questi provvedimenti non si sarebbe ottenuto il riconoscimento dell’Itinerario Arabo-Normanno da parte dell’Unesco. E il resto della città e dei beni architettonici e monumentali, avranno mai le stesse attenzioni?

Prendiamo ad esempio il Teatro Massimo, “soltanto” uno dei teatri più grandi e importanti d’Europa che altrove sarebbe custodito e salvaguardato meglio di un bimbo in fasce. In questo caso non c’è nessuna disposizione superiore che obbliga l’amministrazione a garantire il suo decoro esterno, nessun riconoscimento da acquisire e dunque, anche il monumento forse più rappresentativo della città può essere abbandonato a se stesso.

Questo è quello che succede ogni weekend…

Ecco documentato con foto il parcheggio selvaggio a cui è soggetta la zona intorno al Teatro Massimo, simbolo della nostra città, una domenica sera (nello specifico, la domenica del 1 ottobre; ma la stessa scena si ripete regolarmente il venerdì e il sabato sera), con le auto che invadono il marciapiede fino ad impedire del tutto il transito ai pedoni e, come si nota dalle foto, fregandosene anche delle strisce pedonali. Il tutto senza che le forze dell’ordine intervengano, nonostante le ripetute segnalazioni inoltrate dal sottoscritto al centralino.

I palermitani, si sa, sono incivili; tuttavia, anche gli svizzeri lo sarebbero in assenza di controlli e sanzioni severe. Quelle che mancano a Palermo, dove l’automobilista medio si permette certi comportamenti perché sa che tanto resterà impunito!

G.Bellomare

55555


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


comune di palermoparcheggio selvaggiopercorso arabo normannoTeatro Massimo

10 commenti per “Non fa parte del percorso Arabo-Normanno, quindi invadetelo pure!
  • abcdefgh 86
    03 ott 2017 alle 16:41

    Non si capira’ mai che quello che DETURPA e’ l’automobile privata.E’ vergognoso che non si vieti drasticamente sia il parcheggio in piazza Verdi intorno al teatro Massimo sia soprattutto si vieti totalmente la presenza delle carrozze puzzolenti : questi sono veicoli obsoleti risalenti al 700….non certo il TRAM che concepito come quelli di Palermo rappresenta una metropolitana in superficie.

  • abcdefgh 86
    03 ott 2017 alle 16:45

    il mio commento e’ stato cancellato perche’ ho scritto che le auto parcheggiate e le carrozze puzzolenti deturpano il teatro Massimo.

  • punteruolorosso 1629
    03 ott 2017 alle 16:51

    d’accordo sulle auto che deturpano, le carrozze invece non deturpano affatto.
    e sarei a favore del tram in piazza verdi, come del resto a firenze in piazza duomo.

    • abcdefgh 86
      04 ott 2017 alle 0:14

      e si, le carrozze sono belle….solo solo il fetore che emanano, gli escrementi che lasciano i cavalli per strada,il fatto che ignorano del tutto qualsiasi norma del codice stradale, il fatto che in caso di incidente non avranno neppure l’assicurazione e, ciliegina sulla torta, che chiedono prezzi esorbitanti ai turisti scemi che ci salgono rischiando opure contatto con zecche, pulci e scarafaggi.

  • peppe2994 2830
    03 ott 2017 alle 22:17

    Storie già note, che nascono però da un’esigenza. La soluzione non sono le multe a tappeto, ma piuttosto fornire una valida alternativa di parcheggio, al momento del tutto assente (il tribunale non basta).

    Nelle città normali, ci sono grandi parcheggi sotterranei, e quando non possibile, realizzati sotto forma di autosilo mascherandone le facciate come fossero palazzi, o comunque in modo elegante, chiaramente a prezzi assai bassi, gratuità per possessori di abbonamento al trasporto pubblico, ma soprattutto c’è il trasporto pubblico, che consente di raggiungere i luoghi della movida senza il mezzo privato.

    • abcdefgh 86
      04 ott 2017 alle 0:08

      Ma quali multe a tappeto………………..e chi dovrebbe farle ?….dove sono i vigili ?……negli anni 60 ogni incrocio c’erano 2 vigili oltre ai graduati.Oggi i vigili non esistono piu’ e gli automobilisti sanno di poter fare il loro comodo.Il parcheggio del Tribunale basta e avanza,ma la gente lo usa poco,basta guardare il corso Olivuzza ,la peggiore strada di Palermo….il parcheggio del Tribunale e’ li…..ma la gente sosta in doppia e tripla fila…….quindi costruire altri parcheggi sarebbe assolutamente inutile perche’ il palermitano automobilista e’ un individuo minorato nella deambulazione e camminerebbe in auto pure dentro casa.Gli autobus 101 e 102 funzionano,ma tanta gente va in macchina lo stesso….quindi il problema sta nel multare pesantemente, perche’ il palermitano capisce solo la multa che dovrebbe essere trattenuta a fine mese sullo stipendio ( almeno 150 euro) e il sequestro dell’auto per un mese.Solo cosi’ non parcheggerebbe piu’ dove gli capita.

    • giacomo176 25
      04 ott 2017 alle 10:10

      Ma come fai a dire che non servono le multe a tappeto? Ma poi, scusa, io quella stessa sera ho trovato posto vicino Corso Finocchiaro Aprile e ho fatto due passi. Devo supporre che i cafoni parcheggiati sul marciapiede del Massimo hanno tutti problemi di deambulazione…

      • abcdefgh 86
        04 ott 2017 alle 16:29

        Non ho detto che le multe a tappeto non servono,ma piuttosto che non ci sono piu’ i vigili urbani e quindi NESSUNO FA PIU’ MULTE ! altro che se ci vorrebbero e come ho scritto sopra almeno si dovrebbero pagare 150 euro da detrarre subito dallo stipendio come trattenuta di base e sequestro dell’auto per un mese.

        • giacomo176 25
          04 ott 2017 alle 16:51

          Chiedo scusa. Avevo letto rapidamente il commento e non ne avevo colto il senso, che ovviamente, rileggendo, è chiarissimo. Siamo d’accordo al 100% allora.

  • giovix63 35
    04 ott 2017 alle 8:02

    Sicuramente mi trovo d’accordo sul fatto che le macchine deturpano la bellezza del monumento. Le carrozze le trovo caratteristiche e se realmente esiste il problema degli escrementi e del fetore, bisognerebbe invitare, anche attraverso la polizia municipale, gli “gnuri” ad avere maggiore cura igienica. Posso dirvi che nella civilissima Vienna, nella centralissima Stephansplatz, il fetore provocato dai cavalli è sicuramente molto più intenso di quello di Piazza Massimo. Forse il problema degli italiani è il solito: non esistono mezze misure… o bianoco o nero!!!


Lascia un Commento