21 set 2017

Amat, in arrivo l’introduzione dei biglietti a banda magnetica


Sembra che stavolta sia quella buona. Ne avevamo dato annuncio lo scorso anno quando l’Amat pubblicò una gara d’appalto che introduceva per la prima volta, nel panorama del trasporto pubblico locale,  i biglietti a banda magnetica.

Da una recente audizione in Commissione Consiliare di Bilancio, il presidente dell’Amat ha annuncio l’immissione sul mercato dei nuovi biglietti fra Gennaio e Febbraio 2018. Terminate le procedure amministrative (pur con qualche ritardo) della gara d’appalto, si provvederà a dotare i bus di appositi lettori/obliteratrici  che consentiranno di “leggere” i nuovi titoli di viaggio.

Anche se ad onor del vero, già un centinaio di vetture circa sono dotate di lettori per i nuovi ticket. Appuntamento quindi ai prossimi mesi  con questa piccola rivoluzione.

Ci attendiamo comunque il bando per l’acquisto di nuove vetture che consentirebbe la sostituzione di alcuni autosnodati che fanno servizio sulla linea 101. La rivisitazione del contratto di servizio, che preveda maggiori risorse economiche e un maggior numero di chilometri specialmente a favore delle linee periferiche. App mobile per la smart mobility che consentano l monitoraggio online delle vetture. Parliamo di investimenti già programmati, i cui fondi sono già disponibili (Pon-Metro).


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


amatbiglietti banda magnetica amatcomune di palermotitoli di viaggiotrasporto pubblico locale

36 commenti per “Amat, in arrivo l’introduzione dei biglietti a banda magnetica
  • abcdefgh 86
    21 set 2017 alle 8:10

    Le macchinette sui TRAM sono abilitate per il biglietto a banda magnetica ?
    Logicamente non si parla di un biglietto valido per FS/TRAM/AUTOBUS…..troppo difficile da realizzare a Palermo…..magari 2 tariffe diverse,per esempio 1,40 per TRAM/AUTOBUS e 2.00 per METRO FS/TRAM/ AUTOBUS….anche questo troppo difficile da capire………
    poi se tutto va bene se ne parlera’ fra SEI MESI……………..dopo che gia’ si aspetta un anno………
    E i nuovi TRAM che si diceva dovevano arrivare intanto per integrare il servizio delle linee in esercizio…?
    Perche’ non si stampa e si VENDE agli utenti una cartina dei percorsi aggiornata ?

    • peppe2994 2881
      21 set 2017 alle 8:28

      Le attuali linee tram 2-3-4 in esercizio sono sature.
      La 1 ha abbastanza vetture a disposizione già adesso. Altri tram non servono fino all’espansione della rete.

      Una cartina stampata non è molto utile nel 2017. I dati sono stati resi disponibili su Google Maps.

      • abcdefgh 86
        21 set 2017 alle 16:02

        Scusi la mia ignoranza [nonostante la mia laurea e la titolarita' di insegnamento,in seguito a concorso per titoli e per esame, nei Licei],ma in LINGUA ITALIANA che cosa significa le attuali linee tranviarie 2-3-4 SONO SATURE ???????
        Soprattutto e’ inconcepibile affermare che nell’era digitale (= schiavi di computer e similari) non serve stampare una cartina.Allora a Bologna,a Milano,sono tutti cretini e arretrati ? non mi pare
        Piuttosto l’AMAT non ha mai capito che la cartina va VENDUTA e non regalata; come non ha mai capito e mai capira’ e in questo le fanno da compagna le Ferrovie di Trenitalia,che occorre fare TRE CAZZI DI BIGLIETTI !!! uno solo per tram e autobus € 1,40 (attuale) e un altro € 2,oo valido per TRENO/TRAM/AUTOBUS.,e infine uno € 1,50 (attuale) solo per il treno metropolitano.
        No! devono fare per forza un solo biglietto e da UNDICI ANNI NON SI METTONO D’ACCORDO.

        • Orazio 817
          21 set 2017 alle 16:09

          … professore, aggiusta la punteggiatura e qualche altra cosetta, se non un altro esame nonlo passi… :)

    • Fabio 34
      21 set 2017 alle 10:05

      Abbastanza d’accordo con quello che a scritto, ma la stampa delle cartine proprio non si può sentire a mio avviso.
      Nell’era digitale bastano le app ben fatte intuitive e cartine con orari e percorse ad ogni fermata (come in ogni città civile e moderna). Perché dobbiamo essere sempre gli ultimi?

  • huge 2153
    21 set 2017 alle 11:02

    Non sono d’accordo. Era digitale o no l’alternativa cartacea dovrebbe comunque essere disponibile. A Londra le cartine della metro (cartacee) sono disponibili all’ingresso di ogni fermata. Ci sarà un motivo, se lo si continua a fare anche nel 2017, no?

    • Fabio Nicolosi 48454
      21 set 2017 alle 22:38

      Lasciami però dire che le cartine della metro seppur molto piccole sono chiarissime al contrario delle cartine realizzate da AMAT.
      Che sia questo il motivo?

      • friz 931
        22 set 2017 alle 0:14

        ….sarei pure d’accordo tranne per una cosa… a Palermo non abbiamo la metropolitana…. infatti direi che per evitare di deludere i turisti che vengono a visitare la città sarebbe più corretto levare la M che in teoria indica un sevizio di metropolitana… nelle grandi città servite dalla metro i treni passano nelle ore di punta anche uno ogni minuto, ma se un turista arriva a Palermo e magari aspetta 20 minuti (o peggio 30 minuti) davanti ad una ipotetica metropolitana, ovviamente si sente preso in giro… A mio avviso sarebbe più corretto non chiamarla più Metro…e quindi levare le M… in fin dei conti è un comunissimo treno… non vedo perchè prendere in giro e deludere francesi, tedeschi, inglesi, milanesi, napoletani, torinesi, bresciani… ho citato anche quelle città italiane che hanno la metropolitana…. quella vera però…. non la nostra… :)
        Si ride per non piangere… con amarezza… perchè Palermo meriterebbe molto di più…

        • Templare 455
          24 set 2017 alle 3:54

          Si chiama “metropolitana” e ci sono le “M” rosse fuori dalle stazioni (del trenino Giachery-Notarbartolo) solo per questioni di propaganda e megalomania del caro Sindaco. Ieri sono andato a vedere l’Aston Villa a Villa Park, ho posteggiato l’auto al parcheggio enorme e gratuito della stazione di Selly Oak, a cinque minuti da casa mia, un treno ogni 10 minuti (di sabato pomeriggio) per la stazione Aston a dieci minuti da Villa Park, con Witton una delle due stazioni che servono l’area dello stadio. Di sera alle 20 percorso inverso, un treno ogni dieci minuti per Selly Oak, uno ogni cinque per New Street, terza stazione del regno per traffico, lavori di riammodernamento finiti due anni fa e durati un anno, Grand Central, un centro commerciale enorme proprio sopra i binari collegato da una passerella al più grande centro commerciale di Birmingham, il Bullring. Malgrado queste frequenze, inimmaginabili sul passante di Palermo anche a raddoppio finito, qui le chiamano linee ferroviarie e non linee di metropolitana. Forse perché il council, malgrado sia laburista, è governato da gente più seria.

          • Palerma La Malata 317
            24 set 2017 alle 12:33

            Breve conversazione sentita a Piazza Indipendenza alcuni giorni fa.
            Una coppia di turisti sulla cinquantina.
            Lui per caso vede il palo con la M della fermata Orleans-Palazzo Reale.
            Si rivolge a lei e con forte accento Romano/Laziale dice “Emme? Ma perchè a Ppalermo ce sta a meetroo?”

          • Templare 455
            24 set 2017 alle 15:01

            @Palermo La Malata: stai attento a quello che scrivi perché poi ti mettono i pollici rossi giù al commento… brrrr, rabbrividiamom… :D

          • friz 931
            24 set 2017 alle 20:13

            Ciao Templare… quello che scrivi è interessante e fa riflettere…. ma nella città in cui vivi esiste anche la metropolitana? …e se esiste con quale frequenza passa? ….e se esiste parlano di ingrandirla ulteriormente? lo chiedo perchè a Palermo sembra generare entusiasmo nei nostri politici solo l’idea di ampliare il tram…della metro se ne parla poco in ambito politico…
            …e ancore una domanda… nella città in cui vivi c’è il tram? ….e se c’è, qualcuno pensa di ampliare la rete o non gliene frega niente a nessuno del tram… come avviene in molte città servite dalla metropolitana….????????
            Buona serata…. e perdonami per le tante domande… :)

          • Orazio 817
            24 set 2017 alle 23:33

            Senza divagare oltre, a Birmingham hanno diversi tratti ferroviari suburbani delle ferrovie britanniche con fermate simili a quelle del passante ferroviario palermitano e la differenza che Birmingham non è una città stretta e lunga, per cui esiste tra l’altro una sorta di anello ferroviario. Parliamo di treni, non di metropolitana.

            La metropolitana di Birmingham (conosciuta come Midland Metro) è una rete tranviaria composta da una linea. Ne sono programmate 3.

            Poi hanno le fermate urbane delle ferrovie ed il tram chiamato metro? Ma allora pure a Palermo c’è la metro :) :) :) anzi ci sono 4 linee di metro :) :) :)

          • Orazio 817
            24 set 2017 alle 23:34

            “poi” del precedente post è un refuso.

          • bottarisali 39
            25 set 2017 alle 11:15

            Inutile continuare a paragonare Birmingham, seconda città più popolata dell’Inghilterra con Palermo, quinta città più popolata d’Italia.
            Templare semmai quando vuole metterla a paragone che lo faccia con Milano, seconda città più popolata d’Italia.
            Milano ha 1 passante ferroviario, 4 linee di metropolitana ed una quinta in costruzione più una rete di tram.
            Birmingham ha solo una linea di tram ma non ha nessuna linea di metropolitana.

            P.S.: la quinta città inglese è Sheffield quindi devi paragonare questa a Palermo. Sheffield ha una rete di 3 linee tram.

          • Templare 455
            25 set 2017 alle 12:04

            Oddio, ma è così difficile leggere i messaggi? Non discutevo dei sistemi di trasporto, delle dimensioni delle città e delle loro popolazioni, ma del fatto che qui, come nel resto del mondo, chiamano le cose con il loro nome: ferrovia urbana sé è ferrovia urbana, tram se è tram, bus se è bus. Rispondo a Orazio, che ha riassunto decentemente il sistema pubblico di trasporto della mia città, per tutti: a Brum (come chiamiamo qui la città), come ovunque in Inghilterra eccetto Londra, non c’è metropolitana. Il nome del servizio tram, che collega il centro con la Black Country arrivando a Wolverhampton (cosa che ne fa un sistema ibrido, certo non un semplice servizio urbano) è effettivamente Metro, ma posso assicurare che nessuno lo associa a quella che nel mondo anglosassone si chiama subway, ma dalle faccette messe era probabilmente chiaro anche a lui.

            Tornando a noi a Palermo non esiste nessuna metropolitana, chiamare così il passante o il trenino di Giachery è puro esercizio minchionistico di chi di tale esercizio è maestro. Era questo il succo del discorso. E buona giornata a tutti.

          • Orazio 817
            25 set 2017 alle 14:50

            Mi era chiaro Templare, ed infatti le faccette non erano ad uso tuo.

            A parte tutto, off-topic- è città che merita una visita? Se si quanti giorni?

          • Benedetto Bruno 184
            25 set 2017 alle 15:01

            Templare, you’re wrong in believing that the London Underground is the only British metro system.
            Glasgow has got one too. Glaswegians call it “subway” and it has 15 stations:

          • Templare 455
            25 set 2017 alle 18:21

            @Benedetto Bruno: ho scritto Inghilterra, non UK. Lo sapevo di Glasgow, ma siamo in Scozia.

            @Orazio: merita una visita? Non so dirti per un semplice motivo: non ha la storia di Londra, nel 1300 era un villaggio di poche centinaia di contadini, è stata ampiamente distrutta durante la WW2, ma non mancano le attrazioni e le particolarità, che certe volte sono quasi nascoste. C’è un museo della gioielleria nell’omonimo Jewellery quarter, un “gioiellino” con una signora eccentrica e piena di humour che ti fa da guida e che vale tutti i sei pound del biglietto. C’è il museo delle penne stilografiche e quello dei barbieri, c’è perfino il museo delle pompe funebri (!). Il centro è uno spettacolo, tutto pedonalizzato, a metà dicembre inizia il Frankfurt Market più grande d’Europa. C’è la Library donata da un riccone indiano (se ricordo bene) che è un gioiellino e la trovi ad inizio Broad Street, la strada della vita notturna per eccellenza, che scimmiotta Broadway con tanto di stelle per terra dedicate ai Brummie più famosi. A Selly Oak c’è Cadbury World, la fabbrica di cioccolato più grande del Regno, visitabile, con tanto da mangiare ed interattiva. A Moseley trovi la casa di Tolkien, pochi chilometri e sei a Stratford upon Avon ed entri nel mondo di Shakespeare oppure vai a Warwick e visiti il meraviglioso castello con un sacco di attrazioni. In città trovi pure chiese e cattedrali degne di nota, na niente a che vedere con lo sfarzo delle nostre. E poi è la città con il maggior numero di parchi in Europa, mi pare più di 240. Probabilmente è meglio viverci che farci turismo, ma se non ami il turismo di massa ti organizzi 7-10 giorni e ti giri Birmingham, Liverpool, Manchester, magari anche Cardiff, invece di fare il solito viaggio nella pur bellissima Londra.

          • Templare 455
            25 set 2017 alle 18:24

            Dimenticavo Brindley Place e la zona dei canali, spettacolare!!! Mi scuso con tutti per l’ampio off topic. Non succederà più.

          • Benedetto Bruno 184
            25 set 2017 alle 19:33

            I apologize, Templare.
            I just assumed that you, like 99% of Italians mix up England with Great Britain… with Scotland… with the United Kingdom…with Wales…with Northern Ireland.
            I’m relieved to read you don’t.

            P.S.: I miss Yorkshire Puddings sooo much. I used to have them freshly baked and filled with mixed salads of all sorts. Yummy!

          • Templare 455
            25 set 2017 alle 22:33

            No problem, Benedetto. ;)

          • Orazio 817
            25 set 2017 alle 23:39

            Grazie Templare, è il tipo di città che fa per me, ma per ora mi manca. Vedrò di rimediare. :)

  • alvarezlimao 153
    21 set 2017 alle 12:41

    Stampa delle cartine ok. Devono sbrigarsi a stipulare la convenzione con Trenitalia, il 12 dicembre apre il passante ferroviario. Una volta stipulata la convenzione serve un nuovo piano linee e allora si delle nuove mappe. Immagino che la 628 é 616 nn arriveranno più a Sferracavallo ma ci sarà una nave navetta che collega la nuova fermata con barcarello e Punta Matese.

      • abcdefgh 86
        21 set 2017 alle 16:13

        Dovrebbe aprire la linea AD UN SOLO BINARIO fra PALERMO CENTRALE e PUNTA RAISI. Cosi’ si dice e penso sara’ credibile. Alla fine hanno distrutto numerose case in via Bernava,buttando la gente in strada, con il risultato dei LAVORI FERMI DA QUATTRO ANNI e non si sa se e quando riprenderanno; hanno semidistrutto e ridotta uno schifo immondo la stazione Notarbartolo……alla fine per riprendere il servizio AD UN SOLO BINARIO COME ERA PRIMA !!!!!!!!! Forse verso il 3000 la linea (salvo ulteriori crolli di case) sara’ tutta raddoppiata.Intanto e’ bastata una frana (QUATTRO ANNI FA !!!!!) per avere il pretesto per chiudere la Palermo-Trapani via Milo, con l’aggravante che CI PRENDONO IN GIRO dicendo che dal 18 settembre sono iniziati i lavori per il ripristino della linea: F A L S O !!!!!!!!! Vergogna !

        • abcdefgh 86
          22 set 2017 alle 11:06

          Moderazione ?
          ma cosa c’e’ che non va? I lavori di via Bernava (dopo il danno catastrofico a tante famiglie) sono FERMI DA diversi anni :forse non e’ vero ?
          La stazione Notarbartolo un tempo graziosa e funzionale, e’ ridotta ad un immenso cantiere e lo sara’ chi sa per quanto. Non e’ vero forse ?
          Alla fine dopo piu’ di un anno di interruzione della linea per l’aeroporto di Punta Raisi e varie localita’ intermedie, il servizio riprendera’ FORSE fra qualche mese AD UN SOLO BINARIO (cioe’ come era prima) Non e’ vero ?
          Mi direte MA FRA QUANTI ANNI ?
          Per me il raddoppio ,VISTI I GRANDI DISAGI CHE TUTTORA CAUSA, non era necessario, perche’ il problema non e’ far passare un treno ogni 5 minuti PER VIAGGIARE VUOTO O QUASI, ma piuttosto GARANTIRE il treno per Punta Raisi con la CERTEZZA della partenza ogni 30 minuti e non sentire ,capite che cosi’ facendo la gente perde l’aereo ????
          Infine la linea Palermo Trapani via Milo ,quando funzionava,aveva orari FATTI APPOSTA per far si che la gente NON PRENDESSE IL TRENO ma il pulman; come avveniva per la Palermo_Catania ; poi PER GRAZIA DI DIO crollo’ il viadotto dell’autostrada ….e allora il treno fu ripristinato e con percorso velocizzato.
          La Palermo Trapani venne chiusa QUATTRO anni fa con la SCUSA della frana. Gente che abita in zona sostiene che NON E’ VERO CHE IL 18 settembre hanno cominciato a lavorare per il ripristino.
          ALLORA MI SPIEGATE CHE DIAVOLO HO SCRITTO CHE DEVE ESSERE MODERATO ?????

  • pierfra63 11
    21 set 2017 alle 13:22

    Speriamo che sia così! Il biglietto integrato dovrebbe essere la priorità di questa Amministrazione, per togliere un po’ di auto dalla circolazione e dare la possibilità di utilizzare al meglio i trasporti cittadini. Ma staranno affrontando la questione? Mobilita Palermo, possiamo sollecitare?!!!

    • Fabio Nicolosi 48454
      21 set 2017 alle 22:41

      Se non passano le elezioni regionali, difficilmente vedremo novità…
      Purtroppo è tutta una questione politica, tra regione / comune (Amat incluso) / trenitalia

  • Orazio 817
    21 set 2017 alle 16:04

    SInceramente non capisco dove stia l’entusiasmo per biglietti a banda magnetica. Sopo perché sono più larghi e con la striscetta? :)

    A meno che siano supporti ricaricabili, nel qual caso la convenienza e l’utilità ci sarebbero, eccome.

    • abcdefgh 86
      21 set 2017 alle 16:16

      Il biglietto magnetico dovrebbe essere piu’ difficile da falsificare; e poi ormai c’e’ quasi in tutta Italia (compresa Catania solo per la metropolitana).

  • Pantera di Bellolampo 42
    21 set 2017 alle 19:39

    Infatti tutto questo ping pong sulla “cartina” non mi riguarda. Sono più interessato a capire il vantaggio della banda magnetica.
    Ci sono stati casi di biglietti contraffatti (nel qual caso, il falsificatore potrebbe aver fatto incauto investimento dato che non tutti usano il biglietto…).
    Inoltre, a mio parere l’Amat dovrebbe puntare alla smaterializzazione del biglietto ovvero biglietto digitale sul telefonino, può essere un risparmio, che ne pensate?

  • Jolas Rem 11
    22 set 2017 alle 8:57

    Tutto molto bello, ma a mio avviso, se restiamo in ambito amat, l’unica innovazione di cui il cittadino avverte l’urgenza oggi sarebbe la localizzazione gps degli autobus, anche e soprattutto quelli delle periferie che hanno frequenza minore. Gli orari non sono facilmente rispettabili per un centinaio di variabili, conoscerli mi serve poco, mentre sapere dov’è l’autobus prima di recarmi alla fermata, non ha prezzo. Si è fatta qualche sperimentazione, per altro osteggiata da alcuni sindacati per il metodo utilizzato, ma adesso bisognerebbe fare bene e sul serio. Poi ben venga la banda magnetica e ancor meglio il biglietto digitale come auspicato da chi mi ha preceduto, fondamentale il biglietto unico integrato (ma sappiamo che Trenitalia richiede troppi soldi per accordarsi), ma io sul Gps seguibile da telefonino ci farei una campagna elettorale domani.

  • friz 931
    25 set 2017 alle 7:20

    Orazio tu affermi con “ironia” che a Palermo abbiamo 4 linee di metropolitana…. e dopo metti le faccette sorridenti…
    ….e capisco che in fondo hai qualche buon motivo per essere sorridente perchè avete vinto le elezioni, ma Palermo non ha tanti motivi per sorridere… è una città piena di problemi e governata male… e che è pronta ad “investire” parecchi soldi in un’opera (il tram) che non risolverà quasi nessuno dei suoi problemi legati alla mobilità cittadina… e che in certi casi peggiorerà la situazione in molti incroci… e che negherà ad alcune strade la possibilità di fare piste ciclabili… o eliminerà prospettive di pedonalizzazione di altre strade…
    Hai mai sentito dire negli ultimi anni che nelle grandissime città del mondo (Parigi, New York, Berlino ecc) vogliono investire in tram? No…. perchè a loro del PIANO C non gliene frega nulla…. sono interessati solo ad ampliare ciclicamente il PIANO A (ovvero la metropolitana)….
    ….dopo ci sono altre città, come MIlano, dove si parla spesso di voler ampliare la rete della metro… e dove c’è un’ampia parte della popolazione che vorrebbe vedere eliminato il tram… ormai considerato non adatto alle esigenze milanesi… ma allora, dato che a Milano nessun pazzo parla di ampliare la rete del tram, perchè mai lo tengono ancora in vita e non lo sostituiscono lungo il suo percorso con la metro (dato che una parte della cittadinanza lo chiede da anni)???? Il motivo è semplicissimo, loro hanno delle vere e proprie opere d’arte che girano per la città… ovvero gli antichissimi tram di una volta…. molto più suggestivi e dire più interessanti rispetto ai comunissimi tram (tutti uguali) che si vedono in giro per il globo… frutto della globalizzazione, un po come il Mac Donald…
    Palermo ha la metro? No… ovviamente no ha la metropolitana… ma speriamo che prima o poi possa salire al governo della città una nuova classe politica… più sveglia dell’attuale… e più in gamba… e che ami di più la città…
    Palermo avrebbe bisogno di politici che siano in grado di fare la differenza…. attualmente non ne vedo nessuno al governo di questa città, ma spero di sbagliarmi…. negli ultimi 5 anni ho visto tanto fumo e poco arrosto…
    …dopo capisco che tu ovviamente sei contento… ma la gente che VERAMENTE ama questa città non è per niente contenta di come viene amministrata… o.k… è vero…. circa il 22% degli aventi diritto ha rivotato Orlando (ed ovviamente tu sei uno di questi)…. ma il resto della città non è con voi… siete una minoranza, mal vista e poco stimata, al governo di Palermo… …sì… è anche vero che l’attuale sindaco sia meglio di Ciancimino… ma direi che non ci voglia molto… chiunque sarebbe meglio di Ciancimino…
    P.S. ….l’ex sindaco di Palermo, Cammarata, si fece fare il progetto e si fece finanziare le tre linee di tram esistenti… e quindi se oggi a Palermo c’è il tram lo dobbiamo a Cammarata (malgrado sia evidente che io non la vedo come una grande cosa!)… e capisco anche che Orlando voglia seguire i passi di Cammarata, ampliando ulteriormente il tram voluto dal predecessore…. ma in questo caso a mio avviso sarebbe meglio che Orlando agisse in discontinuità con il vecchio sindaco… perchè mai seguirne passo passo le orme? Non sarebbe meglio se Orlando mostrasse mostrasse un poco più di indipendenza e meno servilismo rispetto al suo precedessore? :)


Lascia un Commento