31 ago 2017

Foto | Piazza Magione: il cimitero delle bottiglie e dell’inciviltà


Benvenuti a Piazza Magione, piazza storica nel quartiere Kalsa.

Vi mostriamo come si presenta lo spazio verde in una domenica mattina di agosto.
Forse è meglio dire spazio giallo vista l’assenza di verde e la presenza di numerose bottiglie di birre abbandonate.

Non siamo a conoscenza dell’orario dello scatto, ma possiamo dedurre dai colori del cielo, che si tratta di prima mattinata anche perché i locali da cui provengono la mole di bottiglie sono ancora aperti o meglio stanno rassettando tavoli e tavolini primi di chiudere.

Sappiamo già che la Piazza verrà ripulita da operatori RAP che dovranno raccogliere ogni singola bottiglia e gettarla in appositi sacchi.

Ma non sarebbe più semplice se a fare ciò fossero gli stessi utilizzatori dello spazio pubblico. Come mai non avviene?

Che i panormosauri siano incivili, ormai lo sanno tutti, ma spesso gli stessi sono spinti a farlo.

Dalle foto vediamo una quantità di cestini minima e ristretta solo ai bordi della piazza, tra l’altro classici cestini non atti a raccogliere l’enorme mole di vetro e rifiuti che si consuma.

Perchè la RAP non provvede, così come già avvenuto alla Vucciria, alla collocazione di cestini tutt’attorno la piazza in modo da invogliare a gettare il rifiuto nell’apposito cestino e non a terra? Diventando pericoloso per tutti.

Se la Polizia Municipale non è in grado di mettere in atto i dovuti controlli, almeno proviamo a risolvere i problemi con piccole e poco costose soluzioni.

Ringraziamo Alessandro Rais per gli scatti:

Questo slideshow richiede JavaScript.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


centro storico palermomobilita palermopedonalizzazione centro storicoPiazza Magionespasimo palermovia Castrofilippovia dello Spasimo

19 commenti per “Foto | Piazza Magione: il cimitero delle bottiglie e dell’inciviltà
  • Orazio 790
    31 ago 2017 alle 8:25

    In primo luogo sarebbe da vietare la vendita di bottiglie, anche per ragioni di ordine pubblico. In secondo da vietare il consumo in pubblico di alcol, come in nazioni piu’ civili ed anche piu’ beone della nostra. Se vuoi consumi al bar o al pub, non sul muretto o sulla panchina.

    • Orazio 790
      31 ago 2017 alle 8:29

      Preciso che per vietare la vendita intendo se la stessa non e’ destinata ad un consumo domestico, ad esempio se il pub vende la bottiglia.

  • peppe2994 2856
    31 ago 2017 alle 10:03

    La verità è che si dovrebbe cominciare ad applicare il modello tedesco e non solo.
    Ogni bottiglia vale soldi e più ne restituisci più guadagni. Niente di difficile o costoso, ma se manca la volontà saremo sempre a mare.

  • danyel 387
    31 ago 2017 alle 10:50

    Mio Dio, questa piazza è diventata un deserto … ma la piantumazione di manto erboso viene eseguita oppure no?

  • friz 883
    31 ago 2017 alle 11:18

    Ma è così difficile e costoso mantenere un prato verde?
    Per quel che riguarda la sporcizia condivido al 100% quanto scritto nell’articolo….
    …..mentre eviterei di vietare la vendita di alcolici…… e non lo dico perchè sono un grande bevitore, infatti bevo pochissimo, ma lo dico perchè è bene lasciare libertà alla gente di vivere come meglio crede….. oltretutto so di giovani turisti che si lamentano del fatto che a Palermo le discoteche chiudono troppo presto rispetto ad altre località turistiche in giro per il mondo (ad esempio in molte località turistiche spagnole le discoteche chiudono all’alba), quindi, quantomeno se un giovane irlandese, o inglese, o francese, si vuole comprare una birra lasciamoglielo fare……. la chiamano libertà…. incoraggiamoli semmai a gettare le bottiglie nell’apposito contenitore…..

    • Orazio 790
      31 ago 2017 alle 15:11

      Riguardo all’Irlanda

      “Volete una birra dopo le 10 di sera? Impossibile comprarla! Potete solo berla al pub. Ecco le nuove regole sulla vendita degli alcolici. L’Irlanda è il secondo paese europeo in termini di consumo di alcolici. Per combattere il fenomeno del bere eccessivo, sono entrate in vigore nuove leggi per arginare l’orario di apertura di negozi adibiti alcolici. Nessuno negozio sarà più autorizzato a vendere alcolici dopo le 22, off-license compresi. Nei supermercati e discounts rimarrà consentita la vendita di alcolici durante la giornata, ma solo in settori separati dagli altri prodotti. Il Gardai avrà anche il potere di sequestrare alcool nel caso sospetti che qualcuno possa violare l’ordine pubblico e di multare gli ubriachi per la loro condotta disordinata.
      Le nuove leggi fanno parte di un programma del governo per affrontare l’abuso di alcool ed i reati connessi, contro l’ordine pubblico”

      Ti ricordo senza copia e incolla che in Irlanda alle 23 suona la campanella nel pub che vuol dire che consentito l’ultimo giro di alcolico, dopo di che basta.

      Analogo in GB.

      E devono venirsi ad ubriacare qui la notte, secondo la tua logica.

      Non dovrei mettermi nel tuo campo, li tu sei imbattibile. Soprattutto da quando il web è diventato porto franco. Meno male che questo sito ancora più o meno resiste. Mettici il pollicino dai…

      • friz 883
        31 ago 2017 alle 19:18

        …..senti la birra in Irlanda la trovi ovunque… e la compri con grande facilità…probabilmente sono più fieri della loro Guiness che degli U2 o di Joyce….. sì, è vero, qualche ubriaco ogni tanto crea problemi, ma in linea di massima ti dico che gli irlandesi anche quando sono ubriachi rimangono abbastanza pacifici… e lo so perchè in Irlanda ci ho vissuto…
        Io no sto dicendo di favorire ed incoraggiare l’uso dell’alcol… anche perchè come ho già scritto bevo pochissimo e raramente… dico solo che dovremmo evitare di rendere Palermo una città esclusivamente a misura di over 70….. dovremmo cercare di fare di Palermo una città dinamica, veloce…. dove se un giovane o un anziano si vuole bere una birretta alle 4 di notte mentre è in vacanza lo deve poter fare…. mi piacerebbe che Palermo potesse allo stesso tempo attrarre turisti anziani e giovani… e credimi queste due categorie di persone stanno diventando sempre più simili…. in Irlanda vedevo gente di circa 70/80 anni che andava a ballare in discoteca insieme a ragazzi di 20 anni….e si divertivano tutti…. nessun giovane idiota si permetteva di prendere in giro le persone più anziane… convivevano e ballavano allegramente…. e ogni tanto andavano a comprarsi una birra….e magari ballavano con la birra in mano… giovani e meno giovani… erano violenti?
        NO…. semplicemente si divertivano nel modo che preferivano….
        …..attualmente a Palermo spesso i giovani turisti si annoiano un poco… e mi piacerebbe ci fosse un cambio di tendenza… non sono tra quelli che pensano che tutti i giovanissimi siano dei drogati o degli ubriaconi, spesso sono in gamba…. se ti bevi ogni tanto una birra alle tre di notte non significa che tu debba essere necessariamente un drogato o un alcolizzato….
        Fattelo ogni tanto qualche viaggio Orazio e scoprirai che non in tutte le discoteche viene venduta la droga… e scoprirai che esistono località turistiche dove le discoteche, perfettamente insonorizzate, chiudono alle 6 di mattina… e scoprirai che quelle località turistiche attraggono milioni di turisti…..e rendono ricche quelle località….

          • friz 883
            01 set 2017 alle 0:29

            ….no, Oraziuccio bello….ci ho vissuto….

      • Orazio 790
        01 set 2017 alle 8:26

        …. fesserie friz, solo fesserie, mollami, evita di tastierare i miei commenti, non ti seguiro’ piu’ sul tuo campo, ma evita di tirarmi il fiato. tu mi stai sulle palle perche’ ripetutamente non sei stato rispettoso, te l’ho fatto capire e tu invece da quel momento mi hai eletto a punto di riferimento. Ma nella vita normale davvero avresti continuato ad insistere a rivolgerti a me come fai da dietro una tastiera? Ignorami come faccio io con te.

        • friz 883
          01 set 2017 alle 13:32

          …..Orazio io non ti ho mai offeso, ma semmai spesso ho risposto semplicemente alle tue offese… in questo caso specifico stavo solamente dicendo che la soluzione da te proposta a mio avviso era sbagliata…. perchè mi ricordava il peggior comunismo…. quello che negava la libertà individuale… non c’era assolutamente nulla contro di te, stavo semplicemente esprimendo il mio punto di vista, ma ogni volta che qualcuno la pensa diversamente da te, o diversamente da come la pensa orlando, tu lo vivi come un’attacco personale….
          P.S ….nulla contro il comunismo, che ha espresso a livello teorico in certi casi grandi ideali…. ma in altri casi purtroppo la libertà individuale in alcuni regimi comunisti è stata negata….

    • Templare 453
      31 ago 2017 alle 16:13

      Da me, Birmingham UK, si beve solitamente nei pub, ben oltre le 23, non parliamo dei club fino a notte fonda. Si può bere per strada, tranquillamente, salvo divieto preciso ovvero cartelli che lo indichino in determinate strade. A Broad st, zona ricca di pub, club, alberghi, turisti, vedi gente con bottiglie di birra in mano fino alle 5 del mattino, periodo di Natale, che qui inizia a metà novembre, il Frankfurt market a Victoria Square, dove fra le altre cose ci sono la Town Hall e il Birmingham Museum, è un festival di boccali di birra. Oltre alle pinte paghi pure il boccale in vetro e poi decidi se portartelo a casa o restituirlo e riavere i soldi indietro.

      Ah, esistono centinaia di bidoni per la raccolta dei rifiuti e decine di officer a vigilare, disarmati come da regolamento, per cui prima di trasformare Broad Street o Victoria Square in piazza Magione, ci si pensa tre volte.

      • Templare 453
        31 ago 2017 alle 17:07

        Rinata nel senso che hanno attribuito a questa parola in campagna elettorale Sindaco e suoi pets scodinzolanti appresso. Dove per pets scodinzolanti, sia chiaro, non mi riferisco ai suoi elettori, ma alla sua corte dei miracoli di politici e dirigenti. In breve: era ironico.

        • danyel 387
          01 set 2017 alle 16:24

          Ah ok …. si vanno dicendo da mesi che Palermo è rinata! E’ sotto gli occhi di tutti questa rinascita!

  • fedeledisantarosalia 86
    31 ago 2017 alle 19:40

    questi sonoi SINISTRI ANTIRAZZISTI ANTI TAV COMUNISTI AMICI DI ORLANDO, l’ultima volta che ci sono passato sembrava un centro sociale a cielo aperto stessa munnizza stessi spinelli stesse treccine stesso odore acre,che vergogna Leoluca Orlando peggio di Cianciamino hanno distrutto Palermo

    • Orazio 790
      01 set 2017 alle 22:11

      Fedele, su 73 post ne hai scritto 73 a prendere di mira pseudo-categorie sociali, senza capire che la responsabilita’ e’ individuale. E’ chiaro che la gente che non ha i SUV e non parla tiskitoski non ti piace, pero’ anche i palermitani ricchi o fumosi che piacciono a te spesso sono palermosauri piu’ di quelli che non ti piacciono.

      Hai una luce in fondo a te, accendila. :)

  • Clipas 12
    05 set 2017 alle 19:08

    L’essere incivile, purtroppo fa parte della cultura di molti palermitani. C’è da chiedersi: cosa spinge il palermitano ad essere così incivile? Probabilmente lo rende orgoglioso il fatto che si permette di fare ciò che le altre persone più civili, non si permetterebbero di fare; cioè in altre parole, se “io” (ovviamente questo “io” è solo generico e non è rivolto alla mia persona) mi permetto di lasciare bottiglie di vetro ai margini della strada o buttare rifiuti di qualsiasi genere per terra e ovunque, questo mi fa sentire più potente, perché mi sono permesso di fare cose che altri mi avrebbero vietato di fare. C’è insomma la voglia di riscattare un certo potere ed un certo fascino nei confronti degli altri, e tutto questo per potersi accaparrare non solo il rispetto, ma anche l’apprezzamento all’interno della propria comunità. In parole povere, l’essere incivile per molti palermitani, significa poter essere quasi come un dio. Qualche hanno fa, mi è capitato di imbattermi contro alcuni palermitani che buttavano bottiglie sulla spiaggia di una località balneare nel palermitano; gli chiesi se era giusto quello che stavano facendo e uno di loro in maniera moooolto “civile ed educata” mi disse: “Ma picchì, chi mali c’è? Ma picchì un ti fai i c**zi tua?” Io essendo da solo e lui in compagnia dei suoi amici, si credeva di poter assumere un certo potere nei miei confronti, ma a nulla gli è servito ad impedirmi di dirgli che lui e tutti i suoi amici altro non erano che dei mascalzoni e trogloditi con la bottiglia in mano anziché la clava.


Lascia un Commento