27 lug 2017

Passante Ferroviario | In completamento la copertura della galleria De Gasperi / Francia


A pochi giorni dalla pausa estiva che verrà osservata anche dai cantieri del raddoppio del passante ferroviario di Palermo, si completano le ultime opere.

Ci troviamo nel cantiere De Gasperi / Belgio, futura fermata intermedia tra Notarbartolo e Belgio che vedrà le gallerie ferroviarie su due livelli diversi per poi tornare affiancati a Francia.

Dopo aver posato la massicciata, è in corso la realizzazione delle armature dell’ultimo tratto di piedritto dello scatolare pari ancora mancante, lì dov’era stato lasciato il varco per i mezzi di cantiere. Il completamento di questo tratto segnerà l’ultimazione delle opere civili legate al binario pari. Resteranno poi da realizzare i diversi impianti necessari al funzionamento della linea, tecnologici, di sicurezza e di alimentazione.

Stanno anche proseguendo i consolidamenti del terreno nei pressi della fossa di uscita della TBM Marisol e del mezzanino che collegherà le due banchine.

Ringraziamo Angelo G. per le foto:

Questo slideshow richiede JavaScript.


Ti potrebbe interessare anche:


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


comitato viale delle alpifranciaibleimobilita palermopassante ferroviariopassante ferroviario palermopfprfiSegnalatiSISstato dell'artestato lavoritempistichetratta btratta b passante ferroviariotrenitaliavia monti ibleiviale francia

3 commenti per “Passante Ferroviario | In completamento la copertura della galleria De Gasperi / Francia
  • salv53 11
    27 lug 2017 alle 14:05

    La “pausa estiva” sarà osservata anche dai cantieri dell’Anello? (inizio lavori previsto il 31 luglio!)

  • Dahfu 110
    27 lug 2017 alle 17:52

    Mettendo in correlazione questo articolo con quello sull’aumento dei fondi destinati al contratto di servizio, sarebbe interessante capire, se possibile, come questi maggiori fondi possano incidere su un aumento dei treni e delle frequenze sul passante ferroviario di Palermo, in modo da garantire un servizio metropolitano degno di questo nome come a suo tempo promesso prima dell’avvio della faraonica opera di raddoppio del passante. Ci potremmo chiedere, viceversa, perché i fondi del raddoppio non siano stati destinati alla realizzazione della Mal di Palermo. Mi chiedo e vi chiedo peraltro: Non si potrebbe sfruttare il percorso del passante per prolungare la linea a raggiera, così come sta accadendo a Catania dove tutto parte dalla circumetnea? Che ne pensate? Per esempio si potrebbe collegare Mondello alla fermata Tommaso Natale con una linea sotterranea…Sarebbero pochi chilometri. Allo stesso tempo, dall’altro lato della città si potrebbe collegare Bonagia con la fermata Guadagna o Brancaccio o Stazione Centrale…

  • donn 24
    28 lug 2017 alle 11:18

    cosa succede ai bus che fanno il servizio sostitutivo tra Piraineto e Giachery? Andranno forse a Notarbartolo o a Palermo Centrale. Oppure arriveranno a Giachery e lasceranno li` i passeggeri senza collegamento per Notarbartolo


Lascia un Commento