17 lug 2017

Fermata Sferracavallo: nuove domande sulla situazione dei parcheggi


Qualche mese un articolo faceva il punto sulla situazione della stazione ferroviaria/metropolitana di Sferracavallo con alcuni commenti ovviamente condivisibili sull’opportunità di una navetta fra la piazza e l’area antistante la stazione e l’opportunità di un percorso pedonale da via Catullo. Vorrei intervenire con due domande al neo assessore all’Urbanistica e una proposta all’Amat:

1) Visto che le aree a parcheggio sono state regolarmente previste nel PRG tav. 5001 in vigore dal 1994 a che punto sono (se mai sono state avviate) le progettazioni e gli opportuni espropri? Risulta che all’interno di dette aree, nel tempo, sono state edificate costruzioni (suppongo abusivamente) e attualmente è in costruzione una palazzina con tanto di cartello mostrante una autorizzazione a costruire (251/2013).
Allego lo stralcio del PRG e di Google con la trasposizione delle aree a parcheggio da realizzare in rosso.

1 2

Questi parcheggi e il collegamento con la via Catullo eviterebbero quello che ormai da anni succede in viale Leone, via Plauto e zone limitrofe, (allego foto) pur in presenza di divieti di fermata con relativa rimozione forzata vuoi per la pianificazione della circolazione stradale vuoi per la presenza di magistrati sotto scorta.

3 45

e di cui nessuno si preoccupa nè vigili urbani nè le istituzioni comunali. Sarà forse un “buon-passaggio” per le attività ludiche e ristorative della borgata?

2) Come mai la via Palazzotto realizzata in sede di apposita Conferenza di Servizi approvata in data 22/12/2005 con intervento di somma urgenza finalizzato alla temporanea risoluzione dell’emergenza conseguente alla concomitante inagibilità di un tratto dell’Autostrada Palermo-Mazzara del Vallo, è rimasta indefinita pur essendo inserita tra gli interventi ritenuti prioritari dal Commissario Delegato per l’Emergenza Traffico di cui all’O.P.C.M. 3255 del 29/11/2002 del Presidente del Consiglio dei Ministri, con Ordinanza Commissariale n° 10/CT del 03/11/2003 e risulta inscritta nel P.T. OO.PP. del Comune di Palermo, inserito nel programma di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio (P.R.U.S.S.T. – Intervento 4.06) della città di Palermo, nell’ambito del macro intervento n° 4 denominato “Il potenziamento della maglia infrastrutturale nella città settentrionale”.
L’intero P.R.U.S.S.T. di riferimento venne approvato dapprima dal C.C. di Palermo con Deliberazione n° 224/1999 e successivamente da parte del Ministero dei LL.PP. con D.M. n° 2012 del 14/12/2000. Sono passati ben 17 anni e oltre ai soldi spesi per la progettazione, quando verrà definita o forse sarebbe meglio dire realizzata?

3) Vorrei suggerire ai vertici Amat la deviazione di una delle linee autobus che passano dalla piazza di Sferracavallo, per la via Palazzotto in modo da non costringere gli abitanti di tale via a dovere andare a piedi (assenza di marciapiedi) o in auto fino in via Sferracavallo o via Plauto.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


isola delle femminelavori passante ferroviario palermomobilita palermopassante ferroviariopropostaSegnalatiSFERRACAVALLO

13 commenti per “Fermata Sferracavallo: nuove domande sulla situazione dei parcheggi
  • punteruolorosso 1618
    17 lug 2017 alle 9:01

    via palazzotto non è stata mai ultimata. è utilissima, ma solo per le auto. si proceda a realizzare il marciapiede, l’illuminazione, il prolungamento di via catullo e il parcheggio. si potrà raggiungere la piazza a piedi dalla stazione evitando navette ecc.
    si potrà anche pedonalizzare completamente la piazza, che oggi è resa invivibile dalle auto.
    un altro parcheggio si trova in via fattori servirebbe tutta la zona di barcarello. perché non fare il prolungamento di via nicoletti su via del tritone? oggi il parcheggio fattori è raggiungibile solo da via schillaci o dopo essere entrati in paese.
    le autorità devono rispondere su questi punti:
    quali sono i tempi del completamento di via palazzotto, del prolungamento di via catullo, del parcheggio della stazione e del prolungamento di via nicoletti?
    arrivare alla stazione di sferracavallo e dover prendere un altro mezzo per raggiunger la piazza è assurdo.

  • friz 804
    17 lug 2017 alle 17:00

    Mi unisco al coro:
    Le autorità devono dirci quali sono i tempi del completamento di via palazzotto, del prolungamento di via Catullo, del parcheggio della stazione e del prolungamento di via Nicoletti… dalla stazione dei treni si deve poter andare a piedi fino alla piazza di Sferracavallo… è importante, direi che è l’ABC….

    P.S ….In considerazione del fatto che nei prossimi 5 anni questa amministrazione comunale vuole spendere una marea di soldi in opere inutili (ovvero il tram), quantomeno che facessero qualcosa di realmente utile….

  • abcdefgh 71
    17 lug 2017 alle 22:32

    Opere INUTILI sono:
    Raddoppio ferrovia fra Notarbartolo e S.Lorenzo
    Tratta ferroviaria fra piazza Giakery e Politeama (oltre e’ fantascienza)
    Non certo il TRAM !

  • abcdefgh 71
    17 lug 2017 alle 22:34

    Il tram, quando costruiranno il tratto di collegamento per VIA ROMA – VIA LIBERTA’ – STAZIONE NOTARBARTOLO (collegando le attuali linee) sara’ un servizio eccezionale…..ma non tutti sono all’altezza di capirlo………

  • abcdefgh 71
    17 lug 2017 alle 22:42

    Il tram ,quando sara’ costruito il tratto Stazione centrale – VIA ROMA – VIA LIBERTA’ – Stazione Notarbartolo,sara’ un collegamento fondamentale, ma NON TUTTI SONO ALL’ALTEZZA DI CAPIRLO…..
    Opere inutili sono ad esempio il raddoppio ferroviario Notarbartolo – S.Lorenzo o la chiusura dell’anello….NON CERTO IL TRAM !!!

    • friz 804
      18 lug 2017 alle 6:57

      ….per realizzare il tram occorre molto danaro pubblico… inoltre ha alti costi di gestione… e non presenta nessun vantaggio rispetto agli autobus…. ma al contrario degli autobus presenta qualche difetto in più… in quest’ottica dico che il tram è un’opera inutile…. è evidente che invece questa città avrebbe bisogno di un VERA metropolitana, ma i nostri amministratori locali fanno orecchie da mercanti….
      Il passante ferroviario, pur non essendo una metropolitana, è un’ottima cosa…. un’opera fondamentale per questa città…. e anche il raddoppio Notarbartolo – S.Lorenzo è utilissimo… onestamente non comprendo perchè sei contrario al raddoppio…
      ….per quel che riguarda l’Anello ferroviario ci sarebbe molto da dire… a mio avviso ritengo che nasce con l’idea di essere una sorta di metropolitana, ma sotto questo punto di vista mostra due limiti molto evidenti:
      Non credo che in giro per il Mondo, nel 2017, ci siano altri esempi di città che stanno iniziando a costruire “metropolitane” a binario unico… quei “geniacci” dei nostri politici hanno avuto il coraggio di cominciare nel 2016 una “metro” a binario unico…. e la cosa assurda è che questo stia avvenendo proprio a Palermo… proprio nella città che da una vita aspettava il raddoppio della ferrovia, non si è compreso che il raddoppio va fatto fin dall’inizio… altro evidente limite sta nel fatto che in teoria questo anello dovrà essere gestita da Trenitalia… che ovviamente per interessi aziendali potrebbe non garantire una frequenza di passaggi dei treni adeguata…

      • abcdefgh 71
        18 lug 2017 alle 10:01

        Se uno dice che il tram e’ lo stesso dell’autobus,spiego bene:
        IL TRAM E’ IN SEDE PROPRIA !!!!!!! quindi non e’ ostacolato se non pochissimo dalle schifose automobili.
        Il tram HA MOLTO PIU’ SPAZIO 85 vetture !!!!!) rispetto all’autobus,quindi si viaggia COMODAMENTE SEDUTI e non come i porci ammassati sull’autobus
        Il TRAM e’ molto piu’ frequente !!!!! dell’autobus,OGNI 10 minuti al massimo o anche meno; l’autobus passa quando capita.
        Sul tram c’e’ l’ARIA CONDIZIONATA !!!!! sull’autobus nel 99 % dei casi no.
        Il tram e’ stabile sui binari,l’autobus traballa sulle strade scassate.
        capito le differenze ?????!

        • friz 804
          18 lug 2017 alle 13:22

          …..ti faccio presente che, visti i tanti limiti dei tram in sede propria, i prossimi tram non avranno barriere laterali…. inoltre, quando sostieni che il tram passi più frequentemente dell’autobus, è un discorso che non sta in piedi… in teoria ogni autobus lo potresti fare passare anche ogni minuto, anche più frequentemente di un tram… dipende solo da chi governa la città… se gli autobus passano raramente magari è colpa del sindaco… o magari è colpa di quella politica assistenziale (tipica della Sicilia) che pur di andare al potere ha creato una MAREA di precari… e di conseguenza ci sono pochi soldi per assumere altri autisti di autobus….
          ….e poi scrivi anche che l’autobus passa quando capita…. passa quando capita a Palermo… a Milano in ogni fermata dell’autobus ti viene indicato l’esatto minuto in cui passa l’autobus… e in ogni caso nelle fermate milanesi ci sono delle tabelle luminose che ti dicono quanti minuti mancano prima che arrivi l’autobus successivo…
          …e poi parli anche di aria condizionata…. forse a Palermo negli autobus manca l’aria condizionata, ma negli autobus delle società europee (Milano, Bologna, Firenze, etc) l’aria condizionata funziona perfettamente…

          • abcdefgh 71
            18 lug 2017 alle 14:19

            Qui siamo a Palermo,non a Milano o chi sa dove: contentiamoci di quello che abbiamo.I prossimi tram non avranno le ringhiere, (cosi’ ci crepera’ qualcuno sotto), ma avranno la sede binari SOLLEVATA rispetto alla strada in modio da impedire che i CRETINI automobilisti ci posteggino.

          • abcdefgh 71
            18 lug 2017 alle 14:21

            Inoltre piu’ sotto di FIRENZE e’ il MERIDIONE,cioe’ la zona sottosviluppata…..

  • punteruolorosso 1618
    18 lug 2017 alle 8:11

    anche il tram passerà da sferracavallo. mi sembra che farà capolinea proprio alla stazione. a quel punto, avremo tram e passante a servizio della borgata. chi dovesse ritenere inutile il tram, non dovrà che prendere il passante. in alternativa, la macchina, anche se mi sembra la meno interessante. per sferracavallo non è mai stata progettata una metro, quindi il problema non si pone.


Lascia un Commento