14 lug 2017

Campane piene: cosa fanno i palermitani e cosa fa la RAP


Partiamo dalla segnalazione di un utente per riprendere il discorso dei “rifiuti” e del loro smaltimento per le strade :

Salve, sono un vostro fedele lettore e spesso si parla del panormosauro.

Vi metto a conoscenza di una usanza primitiva che capita sovente sotto casa mia (via Sunseri). I cassonetti per la raccolta di cartone, vetro e plastica si riempiono facilmente e lo svuotamento avviene ogni 15 giorni o più.

Quando i cassonetti si riempiono, la furbizia del panormosauro è quella di lasciare per terra i sacchetti pieni di plastica, cartone e vetro ai piedi dei cassonetti nella speranza che possano crescere degli alberi di plastica, cartone e vetro.
Secondo voi è corretto tutto ciò?
Inoltre la Rap periodicamente, quando l’immondizia invade la strada, raccoglie i cumuli e li sposta nei cassonetti di indifferenziata che si trovano a due metri di distanza.
Vi scrivo nella speranza che il panormosauro che legga questa segnalazione possa pensarci due volte prima di abbandonare il sacchetto di vetro, cartone e plastica per strada.
G.Di Giorgio
Rispondiamo parzialmente ai dubbi del lettore: per una volta non ci sentiamo di additare le colpe ai palermitani, quando questi lasciano i sacchetti adiacenti alla campana colma di rifiuti. Con ragionevole sicurezza ci sentiamo di affermare che anzi si tratti di un modo per sopperire alla carenza della raccolta. In tal modo si spera che gli operatori ecologici possano prelevare il contenuto delle campane e anche i sacchetti.
C’è anche da dire che, comunque, non è un bel vedere, nè a Palermo nè altrove. Il problema è appunto la frequenza della raccolta. Contestualmente con questa ennesima segnalazione, viene confermata la cattiva abitudine di alcuni operatori che mischiano i rifiuti, vanificando la differenziata stessa. Ma è altrettanto probabile che alle spalle ci siano problemi aziendali, di mezzi, di personale. D’altronde non è un problema appena nato quello dei rifiuti.
E’ un cane che si morde la coda. Anche voi riscontrate questi episodi nei quartieri in cui abitate?

Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


campane differenziataraccolta differenziata palermoraprifiuti

7 commenti per “Campane piene: cosa fanno i palermitani e cosa fa la RAP
  • danyel 358
    14 lug 2017 alle 12:47

    Le campane vengono svuotate ogni 15 giorni? E’ una barzelletta? … Fino ad alcune settimane fa, le campane di tutta la città era stracolme come minimo da mesi .. quindi è normale che la gente lasci i sacchetti all’esterno, piuttosto che pressare all’inverosimile cercando di infilare tutto dentro … il servizio è molto scadente, è inutile negarlo!
    Tutto questo a prescindere dalla cattive abitudini di una fetta della popolazione di Palermo, la cui inciviltà è nota (anche questo è inutile negarlo).. certe volte si assiste a cose da far accapponare la pelle, tipo i sacchetti dell’immondizia buttati nei cestini della carta straccia!

  • omega 125
    14 lug 2017 alle 15:12

    E poi da lassù, la Santuzza vede anche quei fessi che, non avendo campane nei pressi della zona domiciliare paradossalmente a causa (per colpa?) della R.D. Porta a Porta ai confini della loro zona, litigano in continuazione con il partner (rischiando financo un causa di separazione), perché si ostinano ad accumulare differenziata (soprattutto carta) in appartamento, sperando di prendere prima o poi l’auto e fare 6 km per conferirla in periferia…

  • Gaetano Dolce 3
    14 lug 2017 alle 15:41

    Purtroppo ho l’esempio della campana di vetro davanti casa mia. La stessa non viene svuotata da mesi.
    Utilizzando l’APP della RAP ho fatto la prima segnalazione il 22 maggio 2017, ed era già piena da settimane. Siamo al 14 luglio e non sono mai intervenuti. Ovviamente il cittadino, che, se trova la campana piena, secondo me NON DEVE abbandonare comunque il rifiuto, lascia il famoso sacchetto e la campana si trasforma in discarica per qualsiasi tipo di rifiuti. Per di più gli operatori ecologici mi dicono che il rifiuto a terra non lo possono raccogliere. Quindi, oltre a velocizzare o ripristinare un servizio che sembra abbandonato, servirebbe chiarezza sul fatto che è vietato abbandonare i rifiuti se non negli appostiti contenitori o cassonetti. Chi abbandona un sacchetto, commette un reato, punto e basta.

    • ninokeys 1
      17 lug 2017 alle 11:34

      Domanda, perche il rifiuto a terra non puo’ essere raccolto dall’operatore? Ancorche si tratti di sacchetto da differenziata?
      Lo stesso avviene a volte quando viene fatto un intervento di recupero ingombranti abbandonati (ad esempio anche oggi in via NAVE) vengono a volte lasciati alcuni ingombranti oppure sacchi di immondizia. Che senso ha ripulire una zona da ingombranti e lasciarla piena di immondizia, favorendo di fatto l’ulteriore abbandono visto che si lascia la zona sporca…

  • sornione47 17
    17 lug 2017 alle 16:58

    Vorrei tanto che il Presidente della RAP dicesse a chiare lettere se è una questione di finanziamenti scarsi o di malfunzionamento dell’Azienda che presiede: Ma dirà mai la verità? Appare chiaro che se gli interventi di raccolta superano i 15 giorni è una questione di scarsezza di mezzi.

  • vicchio65 70
    18 lug 2017 alle 18:41

    Devo dirvi che ero un attento utilizzatore della raccolta differenziata, benché nel quartiere Calatafimi ancora non sia obbligatoria.
    Tuttavia, dopo almeno cinque anni, MI SONO SINCERAMENTE STANCATO, di avere continuamente la casa piena di spazzatura o di dover girare tutte i cassonetti della zona per poter gettare la differenziata! Perché, purtroppo, questa è la realtà della raccolta, assolutamente inadeguata all’utilizzo che la gente, ed è gente palermitana!, ne fa.
    Il palermitano si sa che non è un capolavoro di civiltà, ma quando lo sforzo di tanti viene vanificato dalla inefficienza delle istituzioni credo che sia colpa dell’istituzione, non delle persone. Se trovo il servizio sono lieto di adeguarmi al suo utilizzo, e questo vale per rifiuti, mezzi, scuole eccetera; se non lo trovo non mi si può chiedere un sacrificio continuo!
    Riprenderò SOLO quando vedrò che lo svuotamento avviene con tempi adeguati.
    P.S.: la foto dell’articolo andrebbe documentata: sono sicuro che un attimo prima era pieno, poi è stato svuotato e, come dicono i post, il personale non si è minimamente curato di pulire intorno! E mi sembra di vedere che si tratta di contenitori di plastica contenuti in buste di plastica, quindi bastava raccoglierle e metterle insieme alla plastica! Ci vuole tanto? Hanno problemi di salute che non gli consente di calarsi per prendere i sacchetti? Ah, forse è un problema sindacale: occorre che sia scritto nel contratto degli operatori!!!!!

  • unaltronicola 11
    20 lug 2017 alle 8:04

    E autolesionismo dell’amministrazione comunale. Sono stati fatti molti sforzi reali per migliorare la pulizia della città eppure dove magari si è riusciti a pulire resta sporco in modo indecoroso per questa che in fondo sarebbe una stupidata.
    L’obiezione di metodo alla RAP è grave, la raccolta differenziata ha senso quando si differenzia e si raccoglie TUTTO il differenziato, incluse le campane. Le campane del vetro e della plastica sono raccolta differenziata al pari dell’umido e farla ogni tanto “pì fiura” è offensivo verso il cittadino che cerca di mantenere un comportamento civile.


Lascia un Commento