29 giu 2017

Aeroporto Falcone Borsellino | Aperta la nuova area duty free e retail – Spazio ai prodotti siciliani


E’ stata inaugurata ieri la nuova area duty free (Aelia) e retail (Relay) del gruppo Lagardére all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino.

La sala commerciale, a cui si accede una volta passati i controlli di polizia, misura 900 metri quadrati (600 in più rispetto al vecchio duty free) – la seconda in Italia per ampiezza dello spazio espositivo inserito dentro un aeroporto – ed è stata realizzata in poco meno di tre mesi, da aprile a giugno.

L’area sorge negli spazi prima riservati agli uffici direzionali della Gesap, adesso dedicati ai passeggeri. Come è stato per la nuova hall arrivi, anche per il nuovo duty free/Retail sono stati impiegati materiali e componenti tecnici innovativi, a cominciare dall’adeguamento degli impianti antincendio, con la realizzazione della compartimentazione a fuoco dell’intera area e degli evacuatori di fumo. Sono due le centrali di condizionamento dell’aria. Il pavimento del camminamento, che si snoda lungo tutta la sala, è in grès porcellanato con inserti in pietra lavica dipinti a mano, mentre il pavimento dell’area vendita è un misto tra grès ceramico effetto legno, effetto marmo, tappeto decorativo.

Per illuminare l’area sono stati necessari 206 proiettori a Led e 25 corpi illuminati di forma circolare a Led.

Nel duty free Aelia (723 metri quadrati) ci sono 100 metri lineari di Backwall (espositori a parete) e 90 espositori centrali, 40 metri di Backwall e nove espositori centrali nella zona Relay (190 metri quadrati). L’accesso all’area commerciale può avvenire da tre portali: subito dopo i controlli dai nuovi varchi di sicurezza e attraverso i due ingressi dall’area imbarchi.

Il progetto architettonico e impiantistico è stato curato dall’architetto Alessandro De Angelis della A&T Consulting srl su concept di Lagardère – LS Travel Retail. Le opere sono state commissionate da Airest, sub concessionario delle aree duty free e retail dell’aeroporto di Palermo. L’area duty free/retail è stata ampliata di ben 600 metri quadrati.

All’interno del duty free Aelia è stato dato ampio spazio ai prodotti siciliani: dal cioccolato di Modica alle creme e marmellate agli agrumi di Sicilia. E ancora, pistacchi di Bronte, pomodori secchi, pasta secca, conserve. Dolce e salato la fanno da padrona: dalle classiche paste di mandorle ai salami dei Nebrodi e formaggio ragusano. Tutti prodotti DOP. Per non parlare della vastissima scelta di vini e olii siciliani messi in bella mostra negli scaffali.

Nell’area retail Relay si trovano libri, giocattoli, cancelleria, bevande e snacks.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Foto tratte da Facebook

Negli ultimi tre anni i lavori di ristrutturazione e ammodernamento del Terminal sono andati avanti senza sosta. Dalla nuova viabilità arrivi e partenze all’ampliamento del piazzale aeromobili, alla realizzazione della nuova palazzina direzionale. All’interno del Terminal, sono ben otto le nuove scale mobili a risparmio energetico che hanno sostituito i vecchi impianti.

Dopo l’apertura della nuova sala dedicata ai passeggeri a ridotta mobilità (PRM) e della nursery, è stata aperta una nuova sala controlli di sicurezza (700 metri quadrati che prima ospitavano uffici) con ulteriori quattro varchi; è stata sostituita la porta scorrevole della hall commerciale (terrazza) con una circolare che assicura il mantenimento del clima interno.

Nelle sale check-in c’è stato un cambio della pavimentazione. Nell’ultimo anno è stata aperta la nuova hall arrivi di oltre 3mila metri quadrati, i nuovi parcheggi lunga sosta (P3), la cappella multireligione, i nuovi banchi check-in dell’area arrivi. In aerostazione è stato dato ampio spazio alla musica e all’arte. Da quasi due anni, nella sala imbarchi c’è un pianoforte in pianta stabile a disposizione di tutti i passeggeri.

Entro il 2017 è previsto il nuovo servizio di prenotazione on line del parcheggio, opere di innovazione nell’area ristorazione e un nuovo layout della terrazza, con la nascita di un win bar (entro 30 luglio). Grazie alla provvista finanziaria ottenuta con l’intervento delle banche, è stata pubblicata la gara (scadenza 18 agosto, alle 14) per l’affidamento dei lavori di riqualifica della pavimentazione delle piste di volo 07/25 e 02/20, oltre alle opere accessorie, per un importo complessivo di quasi 20 milioni di euro.

Intervenendo oggi all’inaugurazione della nuova area Retail e Duty Free, il Sindaco di Palermo e della Città Metropolitana di Palermo, Leoluca Orlando, ha dichiarato:

“Questo spazio commerciale dedicato ai prodotti siciliani – frutto di una collaborazione tra pubblico e privato che ha sicuramente un alfiere nella categoria dei produttori di vino – questa società, questo aeroporto, sono un contributo poderoso e straordinario alla narrazione positiva della Sicilia, affinché non soltanto Palermo, ma l’intera area della Sicilia Occidentale sia un’area vocata all’accoglienza internazionale ed alla promozione del turismo.

Siamo pronti, non soltanto quest’anno come Capitale Italiana dei Giovani, ma anche il prossimo anno, come Capitale Italiana della Cultura e come sede di Manifesta, a dare il nostro contributo per l’ulteriore, positiva narrazione della nostra regione siciliana.

Il Comune di Palermo e la Città Metropolitana di Palermo hanno condiviso con forza e convinzione l’impegno finanziario, industriale ed etico della Gesap ed oggi abbiamo avuto la prova che era possibile trasformare l’Aeroporto di Palermo, che era una malinconica porta di Palermo rispetto all’Italia, in una porta della Sicilia rispetto al mondo”.


Il mese di giugno si chiuderà con un +10% di traffico passeggeri in più rispetto allo stesso periodo del 2016. I transiti saranno oltre mezzo milione, circa 42mila in più di giugno 2016.
Le previsioni di traffico indicano che anche in ognuno dei prossimi tre mesi (luglio, agosto e settembre) l’asticella andrà oltre i 500mila passeggeri.
I dati parziali di Giugno (domenica 25) indicano un aumento di circa 40mila passeggeri in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno, con un incremento sul mese del 9,2% , mentre da inizio anno l’incremento è di 120mila passeggeri: +5,2%. I movimenti aerei di giugno (parziali) sono stati 3.523 con un aumento del 6,5%.
Cresce ancora la quota del traffico internazionale. A fine maggio segnava l’incremento del 13,5%.
Riguardo le rotte, in forte aumento quelle nazionali per e da  Torino (+26%), Napoli, Firenze e Genova (tutte fra il 10 e il 18% di incremento). Mentre sul versante internazionale va molto forte il nuovo collegamento con Bucarest, così come per Malta, due rotte che non erano ancora operative a maggio 2016. Su Ginevra si registra un +120%. Fra le grandi città europee  spicca Monaco di Baviera (+88%) e Madrid (+20%).
Un piccolo assaggio di cosa ci aspetterà nella stagione invernale è dato dall’estensione dell’operatività anche dopo l’estate delle rotte Londra-Heathrow della British Airways e Francoforte Lufthansa.


OPERE – INFRASTRUTTURE

2014:

  • Completamento della nuova viabilità aeroportuale (curb partenze e arrivi), con apertura della nuova pensilina Arrivi e vetrata frontale;
  • Prima tranche allargamento dei piazzali aeromobili per aumentare la capacità dell’Aeroporto

2015:

  • Apertura nuovo Ristorante Aeroportuale Territori d’Italia
  • Apertura nuova Palazzina Direzionale e conseguente disponibilità di nuove aree per la realizzazione di spazi dedicati ai passeggeri (nuovi controlli sicurezza e ampliamento duty free).

2016:

  •  Apertura zona ZTL con tempo di sosta limite e disponibilità di oltre 80 stalli free di fronte al Terminal
  • Realizzazione ed apertura nuovi controlli di sicurezza al terzo livello partenze
  • Apertura nuova Hall Arrivi, con il passaggio da 700 ad oltre 3000 metri quadrati disponibili
  • Nuovo Bar Hall arrivi
  • Nuova collocazione servizi Rent a Car in area arrivi e nella nuova area park di fronte al Terminal, per migliorare il servizio utenti
  • Apertura nuovo parcheggio lunga sosta P3

2017:

  • Nuovi banchi Check-in Hall Arrivi

Previsioni:

  • Ampliamento Duty Free di ulteriori 600 metri quadrati, tot. 900 metri quadrati
    - Airest – Lagardère. Superficie totale 913 metri quadrati, di cui 723 Aelia duty free, 190 metri quadrati Relay (retail). 206 proiettori a Led, 140 metri di espositori a muro, 49 espositori centrali, ceramica tipo Caltagirone e pavimento in grès porcellanato. Netta evidenza di prodotti siciliani, dal vino all’olio, pistacchi e pasta di mandorle, salumi dei Nebrodi.

PREVISIONI 2017:

  • Nuovo servizio prenotazione on line parcheggi
  • Manutenzione piste (gara pubblicata)
  • Innovazioni in area ristorazione
  • Nuovo layout Terrazza win bar (entro 30 luglio)

Ti potrebbe interessare anche:


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


aeroporto falcone borsellinoaeroporto palermodati trafficodutyduty freefreegesaplavorimobilita palermoPMOpunta raisi

6 commenti per “Aeroporto Falcone Borsellino | Aperta la nuova area duty free e retail – Spazio ai prodotti siciliani
  • francescovozza 23
    29 giu 2017 alle 9:33

    La nuova amministrazione sta facendo miracoli, dopo decenni di “costosissimo” nulla.
    Ovviamente quello che sta venendo fuori si discosta sensibilmente dal famoso rendering di 5 anni fa
    https://vimeo.com/46320596
    Spero comunque che venga rimosso quanto prima quell’orribile pavimento in laminato, che fa tanto “patronato” e si dia una certa continuità stilistica all’erostazione…tutto sommato basterebbero piccoli interventi.

  • Athon 833
    29 giu 2017 alle 16:06

    Molto bello. A mio avviso soltanto l’estetica con caratterizzazione territoriale, come in questo caso, riesce ad essere poderosamente ed immediatamente comunicativa. Per un aeroporto poi è quasi d’obbligo. Bisognerebbe però ridefinirne anche l’aspetto esterno, attualmente piuttosto squallido.

  • cirasadesigner 1002
    30 giu 2017 alle 9:34

    Ragazzi perche non date spazio anche a notizie sui nuovi collegamenti… Ieri per puro caso ho scoperto che Palermo sarà collegata direttamente ed indirettamente a altre destinazioni prima non disponibili, superando Trapani in numero di destinazione ormai 25 contro le 21 di Trapani… Da novembre sarà operativo il volo per Charleroi e già adesso ci sta l’operativo per Bruxelles con scalo a Roma Fiumicino… Spero che questa tendenza continui, sopratutto per i voli da e per Praga, per Bratislava, per Kaunas insomma quelle destinazioni che potrebbero fare incrementare non di poco il traffico al Falcone e Borsellino…

    • Fabio Nicolosi 48349
      30 giu 2017 alle 14:04

      Spesso diamo notizie sui nuovi collegamenti :)

      Però da quando vengono annunciate a quando diventano operative di solito passa una stagione e spesso la notizia passa nel dimenticatoio

  • cirasadesigner 1002
    30 giu 2017 alle 16:19

    Hai ragione Fabio, ma siccome spuntano già nell’operativo di Ryanair, potrebbe essere interessante dirlo. In ogni caso si vede sempre più la strategia di Ryanair che piano piano si avvicina agli aeroporti principali abbandonando progressivamente quelli secondari, o quanto meno quelli di questi che non investono a sufficienza. Il fatto di poter acquistare dei voli con scalo, incrementa tanto il traffico passeggeri della compagnia, anche se al momento gli scali a Fiumicino sono eccessivamente lunghi… Ma se a Roma si aggiungesse Bergamo ad esempio credo che le combinazioni diventerebbero davvero interessanti…

  • cirasadesigner 1002
    30 giu 2017 alle 17:24

    La base di Palermo gode ancora solo di 3 aerei basati, lo stesso numero di Trapani che invece ne ha perso uno negli anni, proprio a vantaggio di PALERMO. Credo che le prossime mosse del vettore porteranno un 4 aereo su Palermo e con 4 aerei lavorerà per qualche tempo essendo un modello facile e rodato.
    Certo lontano dai 7 aerei di Pisa aeroporto che potremmo paragonare come dati alla scalo palermitano.
    Qualche giorno fa qualcuno scriveva sui mancati accordi con Wizz air… E’ un peccato che questo vettore non abbia ancora nessun accordo con lo scalo palermitano, perche genererebbe un grosso traffico in entrata ed uscita dal capoluogo. a riguardo qualcuno di voi a notizie in merito?


Lascia un Commento