19 giu 2017

Ancora atti vandalici contro i tram della linea 1


Ennesimo lancio di pietre contro i vetri del tram della linea 1, che collega la Stazione centrale con il centro commerciale Forum.

Ieri (domenica) intorno le 15,30, all’altezza della fermata XXVII maggio (tra le vie Laudicina e via Pecori Giraldi) ignoti hanno lanciato sassi contro una vettura, distruggendo un vetro laterale.

Per fortuna, non ci sono state conseguenze per i passeggeri e per il personale a bordo del tram. Si tratta del secondo atto vandalico in due giorni, sempre nella linea 1.

Sabato è stato finanche appiccato un focolaio sui binari. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine.

La carrozza colpita oggi è stata costretta a rientrare in deposito per la riparazione, ma potrà tornare in servizio soltanto fra tre settimane, dopo le riparazioni. Per questo motivo, domani la linea 1 sarà in deficit di una vettura: dal deposito ne usciranno cinque invece di sei. Ciò causerà disagi al servizio.

“Ormai è un bollettino di guerra – dice Gianfranco Rossi, direttore generale dell’Amat – Ogni giorno siamo bersaglio di queste sassaiole. Un danno economico per l’azienda, ma soprattutto un danno alla collettività, che subisce le ricadute negative sul servizio – conclude Rossi – Chiederemo agli organi competenti più controlli per arginare questi atti di delinquenza. Di questo passo saremo costretti a valutare l’ipotesi di sospendere il servizio per garantire la sicurezza dei passeggeri”.

tram vandali-2


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


amatatti vandalicicomune di palermogianfranco rossiTramtram palermo

14 commenti per “Ancora atti vandalici contro i tram della linea 1
    • Palerma La Malata 269
      19 giu 2017 alle 10:48

      abcdefgh,
      mi dispiace doverti informare che purtroppo la gente ignorante e inutile abita anche al di fuori di quel quartiere degradato e incivile.
      Potrei portarti a vedere i sofisticati-borghesucci-ben vestiti-politicamente corretti signori e signore della zona Libertà che permettono ai loro cani di cacare sui lucchetti delle moto parcheggiate al parcheggio moto.
      Il disinteresse per il bene, per il vantaggio collettivo e per quello del prossimo è una cosa che accomuna allegramente tutti gli abitanti di questa malata città.

      • abcdefgh 56
        19 giu 2017 alle 12:56

        Ti voglio precisare che contro i tram delle linee 2 – 3 – 4 ,NON HANNO TIRATO PIETRE!!!!! in quel quartiere da terzo mondo succede un giorno si e uno forse no!!!!! quindi non siamo tutti uguali.Certo ci saranno pure persone per bene,ma saranno il 5 %…..

  • jovan123 38
    19 giu 2017 alle 10:02

    L’inciviltà regna quasi ovunque. Io abito in zona, è leggendo il punto dove è avvenuto l’atto vandalico non mi sorprende più di tanto, essendo appunto fatti del genere non sono di certo la prima volta , purtroppo regna l’inciviltà degrado sopratutto nella parte più alta tratto dello Sperone (di vittorio-Li puma-Sacco e Vanzetti), appunto in questo tratto. Purtroppo l’inciviltà regna sovrana di fronte ai pochi cittadini onesti che ci abitano, ma è così in quasi tutta la città. Alloro non gliene frega nulla, del fatto che danneggiando una vettura o più vetture dal deposito ne usciranno di meno. Il direttore dell’Amat parla che di pari passo così si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di sospendere il servizio? A che scopo? A che soluzione? Saremmo noi a pagarne le conseguenze, no di certo questi incivili.Da sempre ci sono stati atti incivili, per esempio nelle ex linee 231 e 250 per rimanere in tema della zona. Ma anche in altre zona della città. Non si risolve il problema sospendendo il servizio così facendo e come darla vinta a questi incivili.

  • omega 125
    19 giu 2017 alle 10:54

    è uno dei tanti esempi della classica perla ai porci… i migliori fuggono, i peggiori restano e figliano (eccome se figliano!): quale volete che sia il destino di questa desolante zona Nordafricana?

    • abcdefgh 56
      19 giu 2017 alle 12:48

      omega, guarda che nel NORD AFRICA, Tunisia, per una cosa di queste SI VA IN GALERA PER 2 MESI !!!!! perche’ li la Polizia HA POTERE !!!! mentre da noi chi e’ in divisa e’ un BERSAGLIO UMANO ,mentre il DELINQUENTE e DISONORATO e’ degno di rispetto e venerazione………………Da noi lo Stato NON C’E’ ,nel nord Africa c’e’ e come !!!!!

  • omega 125
    19 giu 2017 alle 13:19

    sicuro, ma qua lo Stato non c’è perché dal 47 abbiamo lo Statuto Speciale, che è solo fonte di Privilegi per pochi e un modo legale per AGGIRARE le leggi dello stato (quando non convengono a certi papaveri). L’abbiamo voluta l’autonomia? Teniamocela! Tra parentesi io sarei per l’abolizione immediata e il ritorno a Roma Ladrona…

  • abcdefgh 56
    19 giu 2017 alle 16:17

    desidero solo precisare che lo sfascio totale ce’ in TUTTA ITALIA, non solo in Sicilia………………..ormai se ti entra un ladro in casa devi ossequiarlo….altrimenti si va sotto processo,non dico in galera perche’ in Italia in carcere non ci si va piu’…..ma purtroppo la situazione nazionale ormai e’ perduta totalmente a vantaggio dei delinquenti. Il solo aggravante dalla Sicilia fino a oltre Roma e’ la VASTASAGGINE dominante……..solo oltre la Toscana si puo’ parlare di Italia.Per me e’ cosi’,chi vuol criticare mi critichi pure,ma la realta’ e’ questa……………..

  • friz 778
    19 giu 2017 alle 16:48

    ….episodi tristissimi… e speriamo che non si ripetano in futuro… …non vorrei che certi episodi col tempo diventino una moda come lo furono i sassi dai cavalcavia di qualche anno fa…. atti idioti quelli… atti idioti questi…
    Presumo che certe cose probabilmente sono state fatte da bambini…. bambini forse nati in una delle “favellas” palermitane… forse per giocare… o forse per rabbia… chissà…. Non so cosa possa scattare nella mente di un bambino di Brancaccio (o dello Zen2) che ha gli amici che magari vanno nella scuola calcio e invece lui non se lo può permettere… che magari ha gli amici che hanno lo smartophone e lui no….
    ….sarebbe bene dotare ogni quartiere di impianti sportivi gratuiti dove poter permettere ai bambini più agitati di sfogare i loro bollenti spiriti… campi di calcetto… campi di basket… campi di tennis…
    P.S …sarebbe bene individuare anche nel centro storico qualche catapecchia di proprietà comunale da abbattere e da rimpiazzare con un pò di verde e con un campetto di basket… o calcetto… infatti nel centro praticamente non esiste verde… e ovviamente non esistono strutture sportive….

  • wert 6
    19 giu 2017 alle 18:08

    Ciao,escludo che per 4 deficienti bisogna additare tutto il quartiere come degradato. Quello che mi dispiace è la gente per bene che assiste a questi vandalismi non faccia nulla…….sicuramente la paura gli fa girare la faccia dall’altro lato.
    Penso che sia il caso di installare delle telecamere lungo il percorso……in modo che beccando il tipo o i tipi gli si faccia raccogliere i vetri con la lingua……

  • Alessandro Catalano 9
    21 giu 2017 alle 20:26

    Beh ma se parli con la gente del posto dicono che loro sono signori e intanto continuano a lanciare sassi, sacchi di immondizia a non finire, adesso hanno dato pure fuoco a qualcosa ma nessuno come sempre ha mai visto. Hanno il piacere di vivere strisciando, quando dovrebbero essere contenti che il loro quartiere è servito dal tram. Ma tanto loro sono contenti cosi.

  • belfagor 347
    22 giu 2017 alle 3:27

    Gianfranco Rossi, direttore generale dell’AMAT dichiara: “Ormai è un bollettino di guerra . Ogni giorno siamo bersaglio di queste sassaiole. Un danno economico per l’azienda, ma soprattutto un danno alla collettività, che subisce le ricadute negative sul servizio – conclude Rossi – Chiederemo agli organi competenti più controlli per arginare questi atti di delinquenza. Di questo passo saremo costretti a valutare l’ipotesi di sospendere il servizio per garantire la sicurezza dei passeggeri”. In parole povere, il responsabile del servizio tranviario ammette che “siamo in guerra” e che sono costretti a valutare l’ipotesi di sospendere il servizio tranviario . Ma chi ha progettato queste linee non ha tenuto conto il contesto sociale circostante? Dopo 30 anni Palermo, sotto questo aspetto, è peggio del Bronx. Francamente se si pensa di far scortare i Tram , siamo proprio messi male. Altro che città multietnica e dell’accoglienza. Prima di progettare nuove linee tranviarie “bonifichiamo l’ambiente sociale” e non chiudiamo gli occhi come si fa normalmente ( vedi i nuovi accampamenti ROM “spalmati” in tutta la città)


Lascia un Commento