25 mar 2017

Anello Ferroviario | Momentaneamente liberata l’area di Viale Campania


Dopo aver richiesto e ottenuto l’area antistante il roseto di Viale Campania e non averla mai utilizzata, se non per qualche grosso pozzetto in cemento, la Tecnis, sotto pressione del comune ha liberato l’area in attesa che i lavori su Viale Lazio e Via Sicilia riprendano.

Apprendiamo infatti dal Giornale di Sicilia (23/03/2017) che il cantiere di Viale Lazio è fermo. “Sarebbe in via di definizione anche la questione dell’intervento di viale Lazio per il quale e impresa avevano chiesto la deroga per i limiti del rumore: si voleva lavorare notte e giorno, il sabato e la domenica, per non interferire col passaggio dei treni (le cui corse sarebbero state sospese) nel binario da raddoppiare. Ma per il Comune era una ipotesi impraticabile: avrebbe significato impedire ai residenti di riposare nel fine settimana. Da qui un braccio di ferro che ora potrebbe sciogliersi in una soluzione meno traumatica. Quella più probabile è di «chiudere» la tratta Notarbartolo-Giachery subito dopo la chiusura delle scuole, mettendo a disposizione dell’utenza bus sostitutivi.” – Scrive Giancarlo Macaluso.

Se fosse realmente così, nel cantiere vedremmo pochissima attività per altri tre mesi in cui i cittadini saranno costretti a subire i disagi di un cantiere poco produttivo.

Foto di Gabriele C. e Giuseppe T.

Viale Campania 2

Un’ulteriore figura pessima della Tecnis, che nonostante il dissequestro, anche per espisodi simili si sta rilevando azienda poco interessata a portare a termine i lavori nel minor tempo possibile e con i minori disagi possibili.

Perchè è sotto la luce degli occhi che non ha senso chiedere un’ordinanza per la chiusura parziale di una strada, ottenere lo spostamento di un mercatino e poi smontare l’area di cantiere avendola utilizzata si e no un paio di mesi, ma avendoci speculato sopra con tabelloni pubblicitari che hanno sicuramente riempito le tasche dell’azienda.
E’ inoltre assurdo chiedere ai cittadini di vedere il cantiere fermo per altri tre mesi perchè non si riesce a sospendere il transito ferroviario.

Bisogna sicuramente ammettere che le colpe non saranno totalmente a carico di Tecnis, ma anche del comune e di Rfi che su molti aspetti hanno dato carta bianca all’azienda quando invece era necessaria maggiore cautela.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


anello ferroviarioanello ferroviario palermocomune di palermodisagiinizio lavori anello ferroviariomercatinomercatino di viale campaniarfitecnisvia liguriavia romagnavia toscanaviale campania

2 commenti per “Anello Ferroviario | Momentaneamente liberata l’area di Viale Campania
  • basilea 594
    25 mar 2017 alle 8:57

    I soliti lavori ETERNAMENTE FERMI che non finiranno mai……ammesso che arriveranno un LONTANO giorno a conclusione senza intoppi, danni e palazzi crollati (vedi via Bernava)……………….

  • Joe_Pa 105
    27 mar 2017 alle 17:41

    ” di «chiudere» la tratta Notarbartolo-Giachery subito dopo la chiusura delle scuole, mettendo a disposizione dell’utenza bus sostitutivi.”

    Buona sera mobilita,
    questo significa che per gli utenti del passante che prendono la coincidenza a fiera, oltre il danno anche la beffa di vedersi chiusa la tratta per giachery ????? E poi mi chiedo a Notarbartolo dove fermerebbero i pullman sostitutivi …. sui binari del tram ????

    Tranne che a giugno non riapra una linea del passante, ma non ci credo.


Lascia un Commento