27 set 2016

Pizzo di strada negli ospedali palermitani ma il Comune latita


In questa città tutto sta diventando normale, circa 6 mesi fa denunciammo questa situazione nelle vicinanze di tutti gli ospedali. Le foto riguardano nello specifico le zone dell’ospedale dei bambini e del Policlinico.

Il comportamento mafioso di questi individuo è intollerabile, come lo è anche l’indifferenza delle forze dell’ordine, nonostante il comune sia dalla nostra parte e sta cercando di combattere il fenomeno.

Giorni fa in un articolo il comandante Messina dichiarava dei presidi fissi nelle zone ospedaliere, di agenti della polizia municipale, ma come è possibile notare, queste immagini lo smentiscono palesemente.

È di 2 giorni fa la notizia di una donna picchiata perchè aveva avuto il coraggio di spostare una di queste cassette.

Noi di posteggiamo i posteggiatori, ci chiediamo quando sarà il momento di far capire a certi individui che lo stato esiste. Le soluzioni ci sono, le abbiamo anche fornite al Sindaco Orlando, chiedendo di applicare il codice della strada in quelle piazze in cui vige il divieto di sosta o addirittura pedonalizzate, fornendo gli indirizzi e chiedendo di multare le auto in sosta selvaggia e di conseguenza far allontanare i posteggiatori abusivi.

Risultato? Solo due retate e poi tutto e ricominciato come prima, impossibile far rispettare la legge in una città come Palermo oppure non la si vuole fare rispettare?


abusivismoospedali palermoposteggiatori abusivi

13 commenti per “Pizzo di strada negli ospedali palermitani ma il Comune latita
  • massimiliano1 4
    27 set 2016 alle 8:37

    Fin quando questa gente riceverà del denaro per i “servizi” prestati alla comunità, ce li troveremo sempre intorno ai piedi, bisogna cambiare il codice penale e sbatterli dentro senza remissione di peccato, forse solo così inizieranno a temere le forze dell’ordine e lo stato.

  • fabio77 666
    27 set 2016 alle 8:51

    Che cosa volete farci?!? Molti appartenenti alla Polizia Municipale, alle forze dell’ordine, alla politica locale e romana si impietosiscono di fronte a codesti energumeni. Mischini!!! Su patri i famigghia! Anna campari puru iddi!!!
    Applicano il dettato della misericordia…. fanno finta di niente…
    Questi signori rappresentano lo Stato? Ma per favore! Io credo che rappresentino la controparte!

  • phrantsvotsa 455
    27 set 2016 alle 12:13

    Ma, io non capisco…evidentemente sono scemo; se un appartenente ad una forza dell’ordine vede una violazione in flagranza, non è obbligato ad intervenire? E se anche mi sbagliassi, perchè in alcune città in presenza di forze dell’ordine, i posteggiatori abusivi neanche escono fuori? Prendete il caso di Milano; durante il giorno i posteggiatori stanno rintanati nelle loro caverne, ma di notte, quando il controllo del territorio diminuisce, escono fuori come scarafaggi. Evidentemente di giorno temono la municipale; ma allora quacosa si può fare!
    Io come tutti i palermitani, vi posso raccontare di decine di volte che ho visto le strade presidiate dai posteggiatori abusivi, con evidentissime violazioni (occupazione abusiva di suolo pubblico, minacce, macchine sui marciapiedi e in zona rimozione) con la municipale che stava a guardare. E sfido chiunqueo a dire che non è vero!!
    E’ facile dire al cittadino di denunciare con nome e cognome; ma dietro il fenomeno c’è la mafia, è ovvio! E quindi secondo loro io mi metto contro la mafia per 1 €?
    Io cammino quasi sempre in bici ma quando mi è capitato non ho mai pagato(e non mi è mai successo nulla al di là di una malataliata; ma se mi dicessereo di denunciare direi di no, senza se e senza ma!
    Denuncino loro, visto che spesso ne sono testimoni diretti!

  • belfagor 314
    27 set 2016 alle 13:11

    Oltre i posteggiatori abusivi abbiamo , in questa zona, altre forme di illegalità. All’angolo tra Via Feliciuzza e Via Pietro D’Aragona, c’è un fruttivendolo abusivo ( almeno penso) che occupa stabilmente non solo il minuscolo marciapiede ma anche metà corsia. stradale, già abbastanza ridotta. ( se i nostri amministratori vogliono possono vedere la situazione comodamente sedudi davanti ai propri P.C. utilizzando Maps Google). I pedoni sono costretti a camminare in mezzo la strada per evitarlo, rischiando di essere arrotati dalle auto. Appare strano che nessuna se ne sia accorto. Tra l’altro la Via Feliciuzza è una strada molto trafficata.

    • fabio77 666
      27 set 2016 alle 19:15

      Io abitavo da quelle parti. Ogni due-tre anni i vigili gli sequestravano qualche cassetta di frutta e poi l’indomani il tizio rimontava la sua postazione. Forse ora nemmeno questo si fa. Continuando così, Palermo non ha speranza.

    • fabio77 666
      27 set 2016 alle 19:22

      A proposito di altre forme di illegalità…. ma dei venditori di carne di ignota provenienza (di vitello? di scimmia? di uomo?), che smerciano in nero in mezzo ai veleni dei veicoli, arrostiscono su griglie putride, occupano suolo pubblico e carreggiate stradali e non rispettano nessuna norma di igiene, ne vogliamo parlare?
      Pechè i Nas controllano solo i locali con partita Iva mentre a questo signori non li degnano mai di attenzione?

      • fabio77 666
        28 set 2016 alle 9:03

        Irexia, purtroppo a Palermo, e non solo a Palermo, l’ignoranza delle norme igieniche e dei corretti stili alimentari, regna sovrana…. così come regna sovrana l’impunità e l’illegalità di chi delinque ogni giorno, sempre negli stessi posti, alla luce del sole, occupando suolo pubblico sulle strade principali, dove ogni giorno passano decine di mezzi delle forze dell’ordine che in teoria dovrebbero farli sgomberare e che in pratica non fanno nulla per ristabilire la legalità.
        Abbiamo voglia di fare convegni ipocriti sulla legalità, quando lo spettacolo al quale il cittadino assiste impotente ogni santo giorno è questo….

  • katet 144
    27 set 2016 alle 16:37

    Parto dal concetto che queste persone non sono persone civili e soprattutto sono una massa di ignoranti criminali, perchè non se la beve nessuna la storia che devono campare la famiglia. Punto primo anche io sono disoccupato ma non vado a svolgere un’attività illegale. Punto secondo se non ho lavoro non metto su famiglia. Punto terzo vado a cercare lavoro onestamente e cerco di sbrigare lavoretti in tutta onesta.
    Queste persone sono criminali, perchè nella loro frase “preferite che vada a rubare?” c’è solo menzogna perchè questa gente va ANCHE a rubare.
    Proprio sabato ero nelle vicinanze dello stadio, e per via della partita si sono aperte flotte di posteggiatori. Questa gente non curante della polizia municipale e della polizia di stato svolgeva tranquillamente il loro “lavoro”. Non solo ma posizionava pedane sopra strisce pedonali e passaggi per invalidi per occupare il posto ai clienti fissi: più di una persona con la macchina infatti si avvicinava al posteggiatore (e chiamandolo per nome) chiedeva di un posto, e lui solerte levava pedana e faceva parcheggiare. Quindi il problema ancora più grosso e come gia detto da altri della gente che paga. Per questa gente è tutto normale, forse perchè a su volta sono anche loro disonesti e incivili.
    Personalmente evito di prendere macchina per gli spostamenti, e quando non ne posso fare a meno parcheggio anche molto distante da dove devo andare per evitare questi individui, visto i trascorsi di qualcuno che si è permesso di minacciare e che anche in presenza di vigili urbani sono stato ignorato.

  • katet 144
    27 set 2016 alle 16:41

    E comunque ho sempre la mia soluzione: regolarizzare la figura del parcheggiatore. Istituire questa figura come dipendente comunale (visti molti esuberi) o privatamente con partita iva e tutto. Per evitare intralci e macchine in doppia fila una figura del “genere” per le strade servirebbe per aiutare a cercare parcheggio anche magari quando si ha fretta.
    Magari sarà provocatorio e mi prenderò brutte parole ma non la vedo una brutta idea.

    • Irexia 662
      27 set 2016 alle 18:22

      Per svolgere il lavoro di posteggiatore con partita IVA bisogna comprare un’area e adibirla all’uso come per legge, e questo esiste già.
      Per quanto riguarda l’ipotesi di queste figure dipendenti dal Comune mi sembra del tutto inappropriato: ho fatto scuola guida e ho sostenuto e superato un esame per posteggiare alla perfezione l’automobile! Non mi occorre un tizio che nemmeno ha la patente per sentirmi dire: “Vadi vadi vadi!”

  • augustedupin 78
    27 set 2016 alle 18:15

    Provocatorio fino a un certo punto. Qualcosa di simile ho visto a Malaga nel 2006. Un individuo dotato di cartellino con foto e nome, che ha specificato che il parcheggio era gratuito ma che era gradita l’offerta. Offerta che ho fatto, visti anche i modi cortesi, ben volentieri.

    • Irexia 662
      27 set 2016 alle 18:28

      Anche a Catania, vicino il Castello Ursino, il parcheggiatore usò modi cortesi e con candore disse che il posto era pubblico e libero ma se gli avessimo dato un’offerta avrebbe ringraziato!
      Ricordo che a Pompei c’erano le guide abusive con tanto di tesserino e nome e cognome ma sempre abusive erano…

      No, non sono d’accordo, non ne vedo l’utilità e quindi non riconosco alcun servizio per la comunità.
      Se ci fosse il controllo della Polizia Municipale sulle strade l’idiota che lascia l’automobile in seconda fila pur avendo il posto libero immediatamente avanti a lui, solo perchè deve andare “solo un attimino” dal panificio o a comprare le sigarette, lascerà l’automobile come si deve, al suo posto, come prevede il codice della strada!


Lascia un Commento