16 set 2016

50mln di euro per nuovi parcheggi d’interscambio a Palermo


Nuove risorse finanziarie per la realizzazione di parcheggi in città e questa volta la boccata d’ossigeno arriva direttamente dalla Regione.

L’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità ha infatti pubblicato un bando per promuovere interventi finalizzati alla realizzazione di parcheggi di interscambio. E‘ prevista una particolare linea di intervento in favore delle città metropolitane di Catania, Messina e Palermo, le cui risorse finanziarie ammontano per complessivi 90,800 milioni di euro così ripartiti (proporzionalmente in base al numero di abitanti – *dati Istat aggiornati al 01/01/2016): Catania 23,272 meuro, Messina 17,633 meuro, Palermo 49,886 meuro. Sono consentite le compartecipazioni economiche alla realizzazione delle infrastrutture mediante cofinanziamento dei comuni stessi o dei privati.

Il bando mira alla realizzazione di parcheggi urbani di interscambio a raso, in elevazione o sotterranei, con riferimento ad infrastrutture che favoriscano l’intermodalità assolvendo alle funzioni di “nodi di scambio” e che devono perseguire i seguenti obiettivi prioritari: 1) realizzare parcheggi di scambio per intercettare il flusso veicolare e incentivare l’uso dei mezzi pubblici, favorendo il decongestionamento dei centri urbani; 2) promuovere gli interventi finalizzati a risolvere le forti carenze in tema di mobilità, trasporti e intermodalità, individuati nei PUP/PUM/PUT comunali, ed in grado di ridurre l’afflusso dei veicoli privati nei centri urbani e nei loro centri storici, attraverso l’interscambio con sistemi di trasporto collettivo.

Fra i requisiti necessari, spicca  la “copia conforme all’originale della deliberazione del piano triennale delle opere pubbliche vigente, contenente l’opera pubblica in questione.”

Quali  saranno i parcheggi finanziati? Dunque, dovrà essere un parcheggio esterno al Centro Storico e inserito già nel piano triennale delle opere pubbliche. Un identikit che fa subito pensare ai famosi parcheggi di piazza Giulio Cesare o piazza Sturzo, ma vedremo nei prossimi giorni come vorrà orientarsi il Comune che avrà comunque 180gg di tempo a partire dal 13 settembre 2016.

Nella foto, l’esempio del parcheggio di piazza Cavour a Roma (foto 06blog.it)


Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilitàcomune di palermoParcheggiregione siciliaSegnalati

16 commenti per “50mln di euro per nuovi parcheggi d’interscambio a Palermo
  • cirasadesigner 967
    16 set 2016 alle 10:01

    I parcheggi di interscambio che sono stati realizzati fino adesso, si sono dimostrati inutili e costosi, senza mai assolvere allo scopo per i quali erano stati realizzati e distruggendo ancora di più il verde in città. Per questo mi auguro ci possa essere un cambio di visione per i prossimi, Li immagino la dove avrebbero davvero un senso ovvero all’ingresso delle città, Nord e Sud, la dove erano stati pensati quelli a servizio della leggendaria Mal che spero un giorno vedrà la luce. Lasciare la macchian allo svincolo Oreto da un lato e allo Zen dall’altro avrebbe senso per chi proviene da fuori. Daccordo per il multipiano alla stazione. Spero non spendano soldi inutilmente per interramenti che costano troppo e poi sono difficili da gestire, piuttosto vedrei dei parcheggi all’americana con piani inclinati, che costano molto meno, non necessitano di rampe e sono veloci da realizzare. Logicamente tutto questo deve prevedere un progetto più complesso che sia legato imprendiscilmente alla mobilità di massa… sia essa Mal che tram o Bus…

  • Amo_Palermo 161
    16 set 2016 alle 10:15

    Con l’occasione della realizzazione del capolinea tram in piazza Boiardo (Notarbartolo) si poteva prevedere un parcheggio interrato di due o tre piani al di sotto del capolinea stesso; volendo ci si poteva spingere anche sotto l’attuale parcheggio a raso presente di fronte Migliore e fino a teatro Jolly.
    Ne sarebbero venuti fuori centinaia di posti auto in una zona cronicamente carente…

  • peppe2994 2698
    16 set 2016 alle 11:12

    I parcheggi sotterranei Sturzo e stazione centrale sono fondamentali, ma fondi permettendo sarebbe il caso di reinserire nel piano triennale anche il parcheggio sotterraneo sotto piazza Giovanni Paolo II.

  • peppe2994 2698
    16 set 2016 alle 12:05

    Correggete l’articolo:

    Ecco i parcheggi presenti nel piano triennale. Non ho riportato i numerosi piccoli interventi sotto il milione di euro.

    Sicuramente i più interessanti e costosi sono Piazza Unità D’Italia, parcheggio Imera, parcheggio interrato sotto piazza Alcide de Gasperi, per un totale di quasi 44 milioni di euro.

    Da notare la sparizione di parcheggi quali Sturzo e stazione centrale.

    242 – 2 – PARCHEGGIO PIAZZA UNITA’ D’ITALIA
    (SOTTERRANEO) (PRUSST) 12.400.000,00

    275 – 2 – PARCHEGGIO PIAZZALE GIOTTO 7.437.758,90

    323 – 2 – REALIZZAZIONE DI DUE AREE A PARCHEGGIO
    NELLA BORGATA DI SFERRACAVALLO 2 2.000.000,00

    377 – 2 – PARCHEGGIO – PIAZZA GENERALE TURBA 2 862.083,10

    404 – 2 – REALIZZAZIONE DI UN PARCHEGGIO IN VIA
    PALINURO 3 1.359.963,60

    553 – 3 – PARCHEGGIO NELLA ZONA DI VIA IMERA /
    PAPIRETO 3 21.840.000,00

    554 – 3 – PARCHEGGIO VIA RAO – A.UGO 3 5.760.000,00

    567 – 3 – PARCHEGGIO IN VIA DANIMARCA 3 1.822.332,09

    568 – 3 – PARCHEGGIO IN VIA S.LORENZO- VIA
    RESURREZIONE 3 1.016.247,05

    600 – 3 – PARCHEGGIO FONDO ALFANO 3 6.176.293,14

    602 – 3 – PARCHEGGIO SOTTERRANEO DI PIAZZA ALCIDE
    DE GASPERI 3 9.617.000,00

    682 – 3 – PARCHEGGIO VIA BONPENSIERE 3 2.805.569,81

    683 – 3 – PARCHEGGIO VIA BELGIO; PARCHEGGIO VIA
    GEN.DE MARIA 3 20.000.000,00

    698 – 3- LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DEL
    PARCHEGGIO N° 53 P.U.P. IN ZONA ADDAURA 3 1.830.790,00

    701 – 3 – PARCHEGGIO SFERRACAVALLO – PUNTA
    BARCARELLO 3 1.168.000,00

    702 – 3 – REALIZZAZIONE DI UN PARCHEGGIO SULLA
    SS113 – VIA MESSINA MARINE 3 1.104.870,00

    • Antony Passalacqua 165889
      16 set 2016 alle 22:26

      Si, era stato annunciato durante conferenza stampa di presentazione nuove linee tranviarie l’esclusione di quei 2 parcheggi.Ciò non significa definitivo accantonamento, ma più appetibili per finanziamento in preject financing.
      Vuoi vedere che coi mesi a disposizione per prepararsi al bando, li reinseriscono nel piano triennale?

    • Irexia 657
      17 set 2016 alle 14:03

      Mi chiedo in zona Addaura dove si possa allocare un’area parcheggio tanto ampia da intercettare i bagnanti e i frequentatori dei localini che là sorgono…

  • fabio77 632
    16 set 2016 alle 12:05

    Speriamo che si passi dalle parole ai fatti, una volta tanto.
    Ci fanno sempre sognare con questi nubifragi di milioni, che periodicamente si abbattono su Palermo.
    I nuovi parcheggi a Palermo, devono avere la priorità assoluta: sono necessari come il pane che si mangia, in primis il parcheggio alla stazione centrale.
    Io, riallacciandomi a quando detto da cirasadesigner, farei anche un pensierino in ordine alla realizzazione di un parcheggio alla rotonda di via Oreto, in vista di una futura creazione di un nodo di interscambio in quella zona.

  • ligeiro 245
    16 set 2016 alle 15:34

    da chi saranno gestiti? privati, comune o posteggiatori abusivi(mafia)?
    ma come mai i posteggi superficiali costano così tanto?

  • Effettivo 166
    16 set 2016 alle 16:03

    A piazzale Giotto che devono fare ancora?!!! quel denaro sarebbe utile più che altro per il sovrappasso….

    • peppe2994 2698
      17 set 2016 alle 0:06

      …ma non lo si potrebbe usare per il sovrappasso, perché i fondi sono vincolati.
      Se può consolare sia sovrappasso Giotto che sistema di ponti che non ricordo come si chiamino sono inseriti nel piano.

  • Sizilianisch 74
    17 set 2016 alle 8:31

    A mio avviso, sempre che non sia stato già previsto, andrebbe considerata l’opportunità di realizzare un parcheggio sotterraneo a più livelli in corrispondenza del piazzale adiacente la fermata del PF Francia, considerata anche la nuova viabilità prevista con la realizzazione dello svincolo “Francia”.

  • bottarisali 25
    18 set 2016 alle 0:29

    Mah! Certo ci servirebbe questa incredibile ventina di parcheggi ma quali utenti pagheranno?
    Un mio vicino di casa mi racconta che quando va a visitare sua madre che abita in Via Nicolò Turrisi (Palazzo Di Giustizia) non usa mai il Parcheggio sotterraneo Tribunale perchè gli costa meno pagare qualche parcheggiatore abusivo nei paraggi.
    E’ una persona di cultura medio-alta, che ricicla la spazzatura e mangia possibilmente biologico eccetera eccetera, quindi non proprio un totale Panormosauro.
    Di tutti quei parcheggi elencati sarà un miracolo se ne costruiranno veramente 1 o 2 ma se invece tutti questi parcheggi venissero veramente costruiti tutti quanti cittadini sarebbero disposti a pagarne le tariffe?
    E quale metodo potrebbe essere applicato dal Comune di Palermo affinchè questi parcheggi possano essere usati dagli automobilisti in modo totalmente gratuito? O i parcheggi sotterranei gratuiti è un discorso tabù?

    • peppe2994 2698
      18 set 2016 alle 10:01

      Hai perfettamente ragione. Il parcheggio del tribunale non decollerà mai. Allo stesso modo quello delle ferrovie presso la stazione centrale, perfino piazzale Ungheria spesso è mezzo vuoto.

      Chi ha esigenza di parcheggiare l’ha tutto l’anno, per più ore al giorno. Mettiamo 5 giorni a settimana, 8 ore al giorno, fanno 40 euro settimanali che diventano più di 160 euro al mese.

      Si può pagare un euro per visite in centro sporadiche, ma per risolvere i problemi di caos la gratuità o quasi è imprescindibile. Per questo motivo tutte le città europee (a cominciare da quelle italiane) realizzano parcheggi senza scopo di lucro, la gestione viene affidata all’azienda dei trasporti e per parcheggiare si paga non più di 2 euro per tutta la giornata e spesso il parcheggio è incluso nell’abbonamento del trasporto pubblico.

      Se non si agirà così, tanto vale non farli i parcheggi, tanto giustamente non li userà nessuno.

    • Irexia 657
      21 set 2016 alle 13:42

      Lasciare la macchina al parcheggio sotterraneo del Tribunale è un esercizio di masochismo! Ma questo posteggio è stato conceso in appalto per la durata di 99 anni all’APCOA…
      L’unica convenienza nell’utilizzo esiste forse, solo per coloro che hanno comprato a suo tempo i garages.
      Tempo fa fu fatta una sperimentazione:
      http://palermo.mobilita.org/2014/06/26/parcheggio-tribunale-dal-14-luglio-al-via-tariffa-speciale/
      http://palermo.mobilita.org/2014/07/14/parcheggio-tribunale-da-oggi-nuove-tariffe-scontate-1e-tutta-la-sera/
      … ma non sono stati resi noti i risultati.
      Se ci fosse una tariffa forfettaria non ci sarebbe gara tra il vantaggio di andare al Teatro Massimo, al Tribunale, nei locali lì intorno, a Villa Filippina etc… e lasciare l’auto là sotto al coperto (quando piove non ci si bagnerebbe entrando nell’abitacolo con l’ombrello aperto) e sorvegliata (ci sono le telecamere H24), invece che ai malfattori abusivi che si comportano da padroncini sul territorio pubblico.

  • cirasadesigner 967
    18 set 2016 alle 10:47

    Mi ricollego brevemente al comento di Beppe, credo che tu in parte abbia ragione, ma tutto questo ha senso se si mettesse davvero in funzione un servizio ben gestito.
    Intanto credo che le zone blu debbano essere gestite da ditte che dovrebbero avere un tornaconto economico legato al controllo. più controlli fai più hai la chance di beccare qualcuno e appioppare la multa.
    Non serve a nulla cumulare l’ammenda per il mancato parcheggio a quello del codice della strada, credo che basti solo convincere le persone che sia meglio pagare 1 € all’ora che 25 di multa per mancata esposizione, che poi alla fine sarebbe l’equivalente del pagamento per l’intera giornata.
    Nell’ottica del parcheggio gratuito, credo che questo avrebbe senso solo se utilizzato nei parcheggi di interscambio, ovvero in quei posti dove tu dimostri di lasciare l’auto fuori dalla città per servirti dei mezzi di trasporto.
    In quel caso con l’acquisto di biglietti giornalieri che poi dovrebbero servirti per spostarti comodamente per la città, magari anche con formula famiglia, con lo stesso biglietto, aprirai le sbarre del parcheggio.
    Credo che i multipiano siano la migliore soluzione, si risparmia lo scempio di questi parcheggi che diventano squallide distese di asfalto difficili anche da controllare viste le dimensioni e che diventano terra di nessuno o luoghi dove le coppie si accoppiano… quindi ben venga i parcheggi di interscambio, ma se vuoi continuare ad andare in centro, allora te la metti in parcheggi che poi pagherai più caro.
    A chi parlava del parcheggio a Notarbartolo, dico che non sarebbe ne difficile ne eccessivamente costoso ricoprire la trincea e provvedere nello stesso modo a dare un po di ordine urbanistico a questa parte di città…. credo ci siano i presupposti per fare un parcheggio di almeno 3 piani per tutta la superficie, realizzando sopra un percorso urbano che facilmente potrebbe attraversare il centro con un viale pedonale e ciclabile che arriverebbe dappertutto, Tribunale, teatro Massimo, Via Maqueda, Stazione centrale, Villa Giulia e OrtoBotanico, Foro Italico….


Lascia un Commento