30 giu 2016

Il nostro monumento all’illegalità alla porte di Palermo


Avete mai notato che arrivando a Palermo dall’autostrada Palermo-Catania, una delle più trafficate in assoluto da turisti, “forse dell’ ordine”, operai, ANAS e via dicendo, all’altezza del centro commerciale Forum (a sinistra), è ben visibile una discarica abusiva con ogni sorta di materiali che vanno dall’eternit alla carcassa di un’auto….abbandonata? Rubata? “Rottamata”? Via libera alla fantasia.

La cosa è stata già segnalata alla Rap Palermo la quale dichiara che la polizia municipale di Palermo deve fare un sopralluogo per dare il “permesso” agli operatori ecologici di intervenire. La Polizia Municipale di Palermo invece ritiene sia stato più che sufficiente inviare un FAX alla stessa RAP informandola dell’ accaduto (FAX n.2785 del 20 u.s., ente RAP-Direzione) per poi disinteressarsi della cosa.

Sta di fatto che tutto è ancora lì, immutato e non vi è minimo segno di intervento; in più fino alla scorsa notte è stato facile notare dei figuri che tranquillamente scaricavano materiale di risulta da un camion nel medesimo punto.

Una riflessione… questa discarica è li da tempo immemore, è in bella vista su una della autostrade più trafficate della Sicilia, in entrata nel capoluogo della regione e sotto gli occhi di chiunque… mai nessuno si è accorto di nulla ed ha ritenuto opportuno intervenire e/o segnalare  zona?

disc1 IMG_0003 IMG_0004


abusivismoautostrada palermo messinacentro commerciale forumdiscarichepolizia municipale palermorapSegnalati

11 commenti per “Il nostro monumento all’illegalità alla porte di Palermo
  • Gaetano Dolce 2
    30 giu 2016 alle 9:43

    Anch’io tante volte sono stato tentato di fermarmi e documentare questo illuminante esempio di cecità istituzionale. Perchè, è vero che la colpa dell’accumulo è dei soliti, spero pochi, barbari concittadini, ma come può una amministrazione non mettere al primo posto il decoro ALMENO delle vie di accesso alla città? Come si può non pensare ad un sistema permanente di dissuasione?
    Inoltre spero di documentare presto un altro esempio di inciviltà, ma forse di connivenza. Mi domando infatti come sia possibile, a cadenza settimanale, che si crei una discarica di sacchetti a 10 metri da una fila di cassonetti, regolarmente svuotati, costringendo quindi la RAP a ricorrere a ditte esterne per la pala meccanica e la raccolta extra?

    • katet 144
      30 giu 2016 alle 11:09

      Posso dirti che se ti riferisci ai sacchetti presenti a terra vicino le campane della differenziata il problema è che gli operatori rap non sanno a chi spetta levarli. Infatti quando la campana è piena, diciamo che è giustificabile il fatto che il cittadino lasci il sacchetto con plastica vicino la campana, e cosi facendo si accumolano tutti li finchè non viene svuotata la stessa. Quando però viene svuotata,gli addetti rap utilizzano il camion automatico alzando la campana e quindi non raccolgono i sacchettti per terra (lo dico perchè l’ho visto con i miei occhi). A sua volta nemmeno gli addetti allo spazzamento li levano perchè sostengono che non è loro compito. Sta di fatto che restano là finchè qlc non segnala il problema ed allora vengono con ruspe. Forse se magari la rap svuotasse le campane con più frequenza la situazione migliorerebbe. Ma hanno risposto che hanno problemi di mezzi rotti.

      PS: altro discorso i sacchetti di “munizza” organica presenti vicino ad esempio alle campane di vetro, quella è vera e propria inciviltà dei palermitani.

      • danyel 267
        30 giu 2016 alle 11:30

        Quindi cosa vorrebbero risolvere con la “raccolta differenziata” se già alla base c’è lo sfacelo? Potrei citare decine di strade a Palermo per documentarvi la condizione pietosa delle campane della differenziate .. stracolme, con il materiale fuoriuscito che giace sull’asfalto da tempo immemore .. poi il vento fa il resto! E i marciapiedi diventano degli immondezzai, che, ovviamente non vengono né puliti né spazzati … perché una cosa è certa: gli addetti allo spazzamento o non lavorano o non coprono l’intera città … voi che ne pensate?

        • katet 144
          30 giu 2016 alle 12:00

          Hai ragione purtroppo. Io lotto ogni giorno via twitter con account rap chiedendo spiegazioni e fotografando le situazioni critiche in città. Mi hanno rotto pure il vetro della macchina perchè a qlc non va che fotografo “munizza”. Devo dire che un numero molto basso di addetti allo spazzamento lavorano, e quello in particolare nella mia zona (villa turrisi) si da da fare, però con alcuni limiti. Ne ho visto però tanti che passono le giornate al telefonino. C’è da dire anche che sono d’accordo con te che sono pochi rispetto alle dimensioni della città.
          Anzi invito tutti a leggere questo file su sito della rap e dire cosa ne pensano del servizio di spazzamento nella propria strada:
          http://www.rapspa.it/ sulla sinistra cliccate su “Spazzamento”.

      • Alessandro Baol 221
        30 giu 2016 alle 11:32

        A proposito di compiti e spettanze, proprio ieri mattina ho chiesto all’ operatore ecologico che effettua lo spazzamento in via tricomi perchè pulisse solo lo spiazzo svincolo ambulanze e l’ ingresso del P.S e circa 5 metri di marciapiede accanto (guardacaso ove ha la sedia il posteggiatore abusivo) la laconica e scocciata risposta è stata “non mi spetta quella parte di marciapiede, non lo devo fare io”, alla mia domanda di chi dovesse essere compito “e chi ne saccio? BOH?”

  • fabio77 632
    30 giu 2016 alle 12:14

    Dalle mie parti si dice: u cani abbaia e u vo’ pasci. Noi continuiamo a indignarci, a lamentarci, a disperarci per come è tenuta questa città e chi ha responsabilità continua a fare orecchie da mercante. Il sistema non funziona, le responsabilità si perdono nei meandri di una burocrazia elefantiaca, non si arriva mai ai nomi dei colpevoli. Ve la ricordate la vicenda Scorciavacche? Renzi il Magnifico promise che sarebbe stato individuato il colpevole e avrebbe pagato tutto: ebbene ad oggo nessuno è stato individuato e nessuno ha pagato. Un’ultima cosa: fino a quando gli stipendi verranno dati in ogni caso, o si fa o non si fa, non cambierà mai nulla. Questa discarica è indecorosa, se fossi il sindaco mi arrabbierei come una bestia di fronte a sto babbio di scaricabarile, la farei togliere immediatamente, mi metterei lì a controllare fino a quando l’ultima schifoseria non venisse eliminata. Ma quando Orlando va a parlare di Palermo ai suoi colleghi d’oltralpe, cosa gli va a raccontare?

  • peppe2994 2698
    30 giu 2016 alle 13:18

    La discarica è li da 6 anni e nessuno è mai intervenuto. L’auto è arrivata dopo. Perfino qualche volontario ogni tanto ha dato una ripulita.

    Trovo incredibilmente interessante come nessuno abbia pensato ad una banalissima evidenza. Anch’io mi sono informato, 4 anni fa esattamente con un dirigente dell’allora AMIA che conosco, ed il succo della questione che emerse fu molto semplice. Quel tratto di strada, continuando per un chilometro risulta dal 2005 area di cantiere per i lavori dello svincolo Brancaccio.
    La strada fu chiusa tutta, nel 2010 mi pare, i lavori si fermarono definitivamente o quasi, e subito dopo comparve la discarica.

    Formalmente, la vecchia ditta impelagata in faccende poco legali, in seguito fallita, ha lasciato tutte le carte in sospeso. Pare non sia mai avvenuta la formale riconsegna delle aree in questione al comune, con tutte le pratiche annesse e connesse. Il comune (e vedi che comune che era allora) figurarsi se aveva interesse a sbrigare la cosa, che avrebbe portato anche delle responsabilità legali in caso di accessi non autorizzati ed eventuali incidenti.
    Per gli stessi mezzi comunali ovviamente l’area è inagibile.

    E’ vero che la mia info è di 4 anni fa, ma scommetterei sul fatto che sia ancora così e non una sola virgola sia cambiata da allora.

    Per andare a bonificare servirebbero, già solo per la presenza di amianto, risorse specifiche, ma anche sopralluoghi per analizzare le situazioni di rischio.

  • Joe_Pa 102
    30 giu 2016 alle 16:05

    Percorro giornalmente in treno questo tratto menzionato e lo spettacolo offerto a chi va via da Palermo o arriva a Palermo è pessimo, ma ahimè non è l’unico.
    anche la strada ferroviaria non è da meno, lo spettacolo offerto dal deposito dei treni fino a Palermo Roccella è scandaloso e non solamente per la spazzatura lanciata sui binari dagli abitanti di zona, anche per il materiale in disuso abbandonato dal personale RFI/Trenitalia.
    Purtroppo il mal costume non è relegato solamente al palermitano.


Lascia un Commento