28 giu 2016

FOTO | Anello Ferroviario: Dopo la bufera i lavori proseguono su Via Amari


Dopo la bufera dei mesi scorsi, i lavori fortunatamente sono sempre andati avanti

Seppur in netto ritardo rispetto al cronoprogramma, i lavori per la realizzazione dell’anello ferroviario proseguono e questa è già una bella notizia.

In Via Amari si sta procedendo alla realizzazione dei pali secanti che serviranno a sostenere il solettone, solettone che non appena verrà realizzato permetterà la riapertura della strada.

Si sta inoltre procedendo alla realizzazione di micropali, dove la grossa trivella ha trovato difficoltà ad operare.

Viste le numerose segnalazioni e continue lamentele dei residenti, ma sopratutto dei commercianti sono state poste delle ulteriori barriere oltre le barriere del cantiere per ridurre al minimo l’arrivo di piccoli sassi o qualche goccia di olio / calcestruzzo.

Restiamo in attesa del nuovo cronoprogramma che l’azienda dovrà consegnare al comune così da poter ottenere nuove aree dove operare

Foto tratte da Facebook:


anello ferroviarioanello palermochiusura via amaricomune di palermorfitecnistrenitaliavia amari palermovia emerico amari

8 commenti per “FOTO | Anello Ferroviario: Dopo la bufera i lavori proseguono su Via Amari
  • punteruolorosso 1630
    28 giu 2016 alle 21:31

    comunque ottimo che abbiano ripreso a lavorare. sarà bello poter prendere la metro in centro.
    con il tram previsto su via amari e al politeama-libertà, la zona sarà coperta al 100%. a quel punto si potrà pedonalizzare via amari.

    • bobpa 6
      29 giu 2016 alle 11:46

      Anche tu chiami l’anello ferroviario metropolitana? A volte mi domando se a scrivere questi post non sia Orlando in persona…

      • marcus 170
        29 giu 2016 alle 14:50

        “Col termine metropolitana (abbreviazione ormai entrata nell’uso comune di ferrovia metropolitana) si intende un sistema di trasporto rapido di massa di tipo ferroviario destinato ai servizi urbani, caratterizzato quindi da una elevata frequenza delle corse, e normalmente organizzato sulla base di percorsi fissi. ”

        Anche se non è una vera metropolitana comunque risponde alla definizione e quindi non credo sia così sbagliato

        Grazie Punteruolorosso… come me pensi che intanto bisogna godere e beneficiare quello che si ha, auspicando e programmando meglio, ma senza disprezzare quello che per adesso esiste. Non si chiama accontentarsi ma imparare a godere delle cose per piccoli passi in maniera positiva e partecipativa. Ricordo a tutti i pessimisti disfattisti polemicisti che le candidature a Sindaco sono aperte e libere a tutti i cittadini e che se pensano di poter fare molto meglio con le risorse a disposizione mettano giù un programma elettorale e si mettano in gioco; personalmente prima di criticare chi fa penso se al suo posto avrei realmente le capacità di fare molto meglio, ma ricordiamo che (per portare il paragone calcistico) siamo la nazione dei 60 milioni di allenatori…

  • peppe2994 2833
    29 giu 2016 alle 9:57

    Meno male che si procede, speriamo si riesca a finire quest’opera così sfortunata, perché anche fosse solo mezzo binario è sempre un servizio pubblico che a qualcuno servirà, e visto che si passa per zone centrali e densamente popolate ne beneficeranno in molti.

    Quello che però mi dispiace è la lentezza disarmante e scandalosa del cantiere. Io comprendo perfettamente le lamentele dei commercianti e residenti, perché è un tunnel molto lungo, e vederne la fine è decisamente difficile, anzi impossibile.
    La normalità vuole che per un’opera a maggior ragione così invasiva ed impattante per la città, vi siano dei cronoprogrammi adeguati. Ancora dopo mesi e mesi, forse hanno realizzato qualche palo sulle centinaia e centinaia previsti. Sostanzialmente i lavori sono a mare. Proseguono ma davvero con lentezza ridicola.

    Per chi non fosse a conoscenza della situazione passante ferroviario, la SIS ogni mezz’ora aveva un palo pronto. Una velocità incredibile, una macchina organizzativa perfetta, che ha portato disagio alle zone interessate, ma nessuno ha mai ostato lamentarsi davanti a tanta evidente efficienza.

    Qui la musica è diversa purtroppo, e sarebbe alquanto opportuno, come peraltro la legge prevede, risarcire i commercianti con sgravi fiscali e contributi.

  • Fulippo1 1343
    29 giu 2016 alle 17:27

    Non so a voi, ma a me solo a uardarli questi cantieri viene la desolazione. Tra scarsita estrema di operai, e mezzi e disordine mi sembrano i lavori di mastro pino…

  • se68 382
    06 lug 2016 alle 9:39

    finita l’opera, dalla stazione della piazza più importante della città, si potrà fare solo un girotondo senza potere andare in direzione sud o nord ( l’asse più importante della città) . L’anello doveva interscambiarsi con la MAL…ma Orlando ha deciso, per tutti noi, di fare la linea 6 del tram….sono nemico della contentezza?


Lascia un Commento