16 giu 2016

FOTO| Il caldo anomalo infuoca la provincia: fiamme sulle case e cancellazioni all’aeroporto


Lo scirocco e le temperature anomale che stanno interessando la Sicilia da questa notte stanno causando grossi disagi in tutto il territorio regionale.

In particolare gli incendi stanno divampando nelle province di Palermo e Trapani. Questa notte le fiamme hanno letteralmente trasformato in un inferno di fuoco la zona di Collesano, causando l’evacuazione di alcune abitazioni.

colle2

immagini di Castelbuonlive.it

Sono segnalati incendi anche a Bisaquino, Terrasini, Gratteri.

Focolai sotto controllo a Cefalù, Monreale, Balestrate, Partinico, Ficarazzi, Bagheria, San Giuseppe Jato. Insomma, un bollettino di guerra dove chiaramente il dolo dovrebbe essere il comune denominatore. E’ stata chiusa in via precauzionale la Riserva dello Zingaro.

Collesano - foto di meteopalermo.it

Collesano – foto di meteopalermo.it

Uno scatto apocalittico lo preleviamo da MeteoPalermo.it, in autostrada…

foto by Nino Germanà

foto by Nino Germanà

 

A Palermo apprendiamo di diversi rami divelti dal forte vento che stanno causando disagi e incidenti.

Sempre per il forte vento, alcuni voli per Palermo sono stati cancellati o dirottati a Trapani. Per rimanere informati, consigliamo di seguire gli aggiornamenti sull’account twitter dell’Aeroporto di Palermo

 

 


aeroporto palermocaldo anomaloincendiscirocco palermo

44 commenti per “FOTO| Il caldo anomalo infuoca la provincia: fiamme sulle case e cancellazioni all’aeroporto
  • sornione47 19
    16 giu 2016 alle 10:33

    Come sempre c’è gente che aspetta lo scirocco per appiccare il fuoco. Si tratta di individui senza cervello che andrebbero eliminati fisicamente come si estirpa la mala erba dal campo di grano. Non c’è altro rimedio perché lo faranno sempre come i pedofili, i picchiatori di donne eccetera eccetera.

  • punteruolorosso 1630
    16 giu 2016 alle 15:08

    come mai non vengono mai arrestati?
    i ladri, prima o poi, vengono sgamati. perché questi mai?
    è possibile l’uso dei satelliti?
    si può ipotizzare che i forestali abbiano interesse ad appiccare incendi? o è una bufala?
    con l’esercito di forestali più grande d’italia, come mai non si procede a rimboschire TUTTA la sicilia?

    • Irexia 675
      16 giu 2016 alle 15:25

      Sì punteruolorosso, non è affatto una bufala. Ma bada, la situazione è molto ingarbugliata, noi non abbiamo un esercito di AGENTI DEL CORPO FORESTALE REGIONALE, ma di manovali con contratti a ore per x mesi l’anno…

      • danyel 387
        17 giu 2016 alle 12:08

        Tutti questi forestali appiccano gli incendi per poi essere riassunti … ( sono una massa di ….. lo sappiamo) .. tutti sanno quello che c’è dietro .. e pure il ministro Alfano, che vuole smuovere tutto il Viminale, lo sa … Vanno LICENZIATI in tronco!!!!

  • punteruolorosso 1630
    16 giu 2016 alle 15:15

    si può pensare che ci sia una mafia dietro ai canadair? che ci siano dei privati che lucrano su ogni canadair che si leva in volo? o è solo l’ignoranza di quattro idioti? ma se sono solo idioti, perché la fanno franca?

  • Effettivo 168
    16 giu 2016 alle 17:53

    Purtroppo spesso questi precari della forestale pur di essere richiamati si fanno partecipi nell’appiccare gli incendi….bisogna avere un sistema adeguato di protezione forestale, ed evitare il precariato che alimenta spesso la criminalità….

  • peppe2994 2832
    16 giu 2016 alle 19:16

    Ogni anno vanno a fuoco montagne intere, e purtroppo non possiamo fare proprio nulla. Prendere le persone malate che puntualmente fanno ciò è praticamente impossibile.

    A tal proposito va il mio plauso alle forze dell’ordine che lo scorso anno a Cefalù su segnalazione dei residenti che hanno visto in una contrada gente sospetta hanno beccato due di questi idioti. In pratica per allontanarsi il più possibile dal luogo del dolo usano gli zampironi per le zanzare.

    A parte questo dobbiamo sempre tenere presente che buona parte degli incendi avvengono per autocombustione. Moltissimi hanno origine in punti irraggiungibili.

    Comunque dopo due anni ritorna tutto verde come prima, anzi molto più verde.

    • Irexia 675
      16 giu 2016 alle 20:30

      Per autocombustione si intenderebbe un fenomeno per cui dato il caldo, le sterpaglie prenderebbero fuoco senza bisogno di una fiamma che faccia da innesco: è un fenomeno rarissimo se non mitologico. Il fuoco arriva in punti irraggiungibili perchè è il vento a portarci le faville, constatato oggi pomeriggio su Monte Pellegrino

  • Effettivo 168
    16 giu 2016 alle 19:49

    L’autocombustione è rarissima….non è certo questo il caso….infatti la procura ha aperto un fascicolo su questi incendi considerati dolosi…..gli alberi distrutti avevano decenni di vita per non parlare della fauna uccisa è un disastro…..

  • peppe2994 2832
    16 giu 2016 alle 21:20

    L’autocombustione è rarissima in condizioni normali, ma quando si toccano i 46 gradi non dico sia frequente, ma nella vastità della Sicilia piuttosto probabile.

    Ciò non toglie che continuo a pensare ora e probabilmente per sempre che i forestali ne causino almeno la metà.

    • Irexia 675
      18 giu 2016 alle 10:09

      Gli incendi di cui stiamo parlando sono iniziati mercoledì sera con una temperatura di 24- 25 gradi centrigradi: non ci sono le condizioni per parlare in questo caso di autocombustione.
      Poi, se una persona che è del campo come Antoci nega la configurabilità, in termini generali non ritagliandola al caso specifico, del fenomeno dell’autocombustione…

  • friz 848
    16 giu 2016 alle 22:46

    ……spero sinceramente che non sia vero che siano gli stessi forestali che incendiano per poi apparire utili ed essere richiamati in servizio…. come ho detto prima spero che non sia vero, ma se fosse vero…. se fosse vero piuttosto che tornare a lavorare dovrebbero finire in galera….. ….ed ovviamente essere licenziati in tronco… ad ogni modo sarebbe ora che i forestali si possano dedicare, nei giorni in cui non ci sono incendi, al rimboschimento…. …..bisogna iniziare ad usare il capitale umano siciliano nel migliore dei modi ed evitare gli sprechi… mi piacerebbe sapere cosa fanno i forestali nei giorni in cui non ci sono incendi??? Guardano il panorama o si dedicano ad altri lavori?

    • punteruolorosso 1630
      17 giu 2016 alle 11:04

      perché non rimboschire tutta la sicilia? molte zone sono abbandonate, niente più agricoltura. potrebbe diventare un’isola verde, in estate sentiremmo meno caldo. quale cultura millenaria distrugge il proprio patrimonio? quali discendenti di arabi e normanni? il neanderthal ha più neuroni di tutti noi messi insieme.

      • danyel 387
        17 giu 2016 alle 11:52

        Avevo pensato la stessa cosa … occorre ripiantare tutto! Perché no? Ieri mi piangeva il cuore a vedere Monte Pellegrino quasi interamente in fiamme … Ora basta!! E’ ora di finirla!

      • friz 848
        17 giu 2016 alle 14:28

        Ciao Punteruolorosso, ciao Danyel……condivido al 100% quello che avete scritto….ciao

        • omega 125
          18 giu 2016 alle 11:20

          direi per certi aspetti peggiori dell’ISIS. Questi ultimi alla propria terra e alla propria cultura ci tengono eccome!

          • Irexia 675
            18 giu 2016 alle 13:33

            Sì, abbattendo colonne antiche, distruggendo statue colossali, saccheggiando musei e ammazzando studiosi, stuprando donne e convincendo i bambini ad uccidere…

          • omega 125
            18 giu 2016 alle 13:43

            Ognuno ha il suo modo di amare la propria terra, che non coincide necessariamente con il nostro Occidentale e post-Illuminista. Quanto a saccheggi e distruzioni, non scordiamo cosa han fatto i Cristiani a partire dalla distruzione di Alessandria e le sue opere (e la lapidazione di Ipazia) e fino alla “Santa” Inquisizione, passando da Cortez e Pizarro.

  • Athon 833
    17 giu 2016 alle 1:40

    Ogni anno è sempre la stessa storia: una volta la Riserva dello Zingaro, un’altra Cavagrande del Cassibile, poi il Monte Erice, Pantelleria, le Madonie etc…etc… L’indignazione e la rabbia di noi tutti sono più che giustificati, ma se il popolo siciliano ama veramente la propria terra, a fronte di quattro ignobili fecce dell’umanità, dopo il primo momento emozionale bisognerebbe anche passare ad azioni concrete, dimostrando di avere davvero a cuore il proprio patrimonio naturalistico. Da ciò che leggo quelli di oggi sono sono stati incendi di portata immensa. Che sia il momento di uno scatto di orgoglio?! Non si può continuare ad assistere passivamente a tutto ciò. Vengano avviate fortissime campagne di sensibilizzazione, sollecitando il crowdfunding e/o la donazione di alberi da parte di enti e cittadini per ripristinare il verde laddove si è perso.

  • Alessandro Baol 225
    17 giu 2016 alle 6:46

    A mio parere il vero problema di fondo e che gli operai forestali (operai non agenti della guardia) sono per la regione Sicilia un bacino di voti e consensi non da poco, pertanto occorre farli sempre contenti il più possibile, lo dimostra il fatto che in Sicilia abbiamo più del doppio di operai rispetto alla regione Trentino con un servizio decisamente meno efficiente, ma la cosa più brutta e che spesso gli incendi vengono appiccati da quegli stessi operai che non vengono chiamati in servizio, nella vana speranza che aumentando gli episodi di incendio vengano chiamati in servizio. Questi sig.ri operai, sono coloro che poi vedi fare grigliate in mezzo ai boschi con la selvaggina sequestrata ai bracconieri e stare beatamente in capanna invece di andare a svolgere il loro servizio, e nel mio operato di protezione civile spesso ho dovuto assistere impotente a tali cose poichè ero io la mela marcia che non si accollava nulla e rompeva (motivo che mi ha spinto ad abbandonare tale tipo di volontariato). Questa è la prima parte… la second sono tutta quella massa di bestie ignoranti che gettano abitualmente la cicca delle sigaretta accesa sule sterpaglie, nella totale errata convinzione. che non accada nulla, o, non molti ci pensano, chi getta cocci di vetro sempre tra le stesse crwnado il fenomeno della concetrazione die raggi solari. L’autocombustione spontanea è una cosa davvero rarissima, del tutto paragonabile a quella umana che come si sa enumera episodi davvero sporadici nel corso della storia.

    • friz 848
      17 giu 2016 alle 23:10

      condivido al 100% Alessandro…. ……qualche settimana fa Cracolici si “coccolava” in televisione i forestali…. e al comune abbiamo una situazione simile dove Orlando si “coccola” gli ex gesip…. ……sia chiaro io non sono a favore del licenziamento (il licenziamento andrebbe contemplato solo in caso di incendio voluto)…..io sono semplicemente per fare in modo che ex gesip e forestali possano divenire socialmente utili….e a mio avviso questo si può fare perchè tra quelle persone i delinquenti sono una piccolissima fetta, e le altre sono brave persone…
      Nutro SERI dubbi invece sulla possibilità di rendere in futuro SOCIALMENTE UTILI Orlando, Cracolici e company…. ma chissà….magari mi sbaglio…. ciao

  • omega 125
    17 giu 2016 alle 12:50

    strana, bizzarra gente gli Italiani, bravi solo a distruggere ciò che appartiene loro (forse perché non lo hanno mai sentito loro?) e quasi mai a costruire…

  • se68 382
    17 giu 2016 alle 22:04

    Curioso come nessuno sottolinei un particolare, a mio avviso incredibile: l’incendio a MontePellegrino è partito accanto alla sede della Forestale .. Qualcuno almeno ci dica a cosa serve la forestale sotto montepellegrino se fa bruciare sotto il suo naso ciò che dovrebbe proteggere…
    Sarebbe bello se almeno, dopo tutto questo schifo, nascesse veramente un progetto serio di rimboschimento delle montagne attorno a Palermo e del resto della Sicilia.

    • punteruolorosso 1630
      18 giu 2016 alle 10:24

      cosa impedisce alla politica siciliana di avviare un rimboschimento massiccio (non con pini, ma con lecci, carrubi, bagolari, querce da sughero, ulivi ecc) delle montagne intorno a palermo?
      perché non lanciamo una petizione? si può fare una richiesta alle autorità. quello che è stato distrutto va immediatamente ripristinato, e le superfici brulle e soggette a frane rimboschite a dovere. anche le cave che sbriciolano le montagne andrebbero chiuse. ovunque in europa, un patrimonio geologico come quello dei massicci carbonatici di palermo verrebbe valorizzato. ne va anche della qualità delle acque, di cui un tempo era ricca la conca d’oro. che fine ha fatto il parco dell’oreto?
      vi risulta che dopo il grande incendio di monte cuccio dell’anno scorso qualcuno si sia occupato di rimboschire?

  • se68 382
    18 giu 2016 alle 7:42

    Lo scandalo dei 28.000 forestali…Cracolici, Orlando, Crocetta….sono tanti voti, vero?

  • Irexia 675
    22 giu 2016 alle 16:52

    Gli incendi sono stati un attacco alla città, circondata da ogni lato dalle fiamme: sono previste manifestazioni?

    • peppe2994 2832
      22 giu 2016 alle 19:03

      Manifestazioni per cosa?
      Un piromane o meglio un forestale che vuole assicurarsi di essere chiamato è impossibile da beccare, a meno che non è così stupido (cosa accaduta diverse volte) da aggirarsi in contrade abitate.

      • Irexia 675
        22 giu 2016 alle 20:24

        Per manifestare che la politica regionale sulla gestione del territorio non ci piace!
        O che gli operai stagionali non rappresentano i siciliani

        • punteruolorosso 1630
          22 giu 2016 alle 23:52

          cracolici ha appena presentato una riforma del corpo forestale che tende ad abolire la stagionalità e la precarietà. ovviamente non basta. ci sono interessi anche da parte della mafia dei pascoli, degli abusi, delle discariche. a volte questa mafia si vendica, a volte spera di ottenere vantaggi. sembra che distruggere i boschi porti lavoro a molti, non solo ai forestali.


Lascia un Commento