10 mag 2016

Lotta tra Apple e gruppo Inditex per i locali dell’ex Stefanel in centro


Da voci di corridoio che ci sono arrivate, sembrerebbe che sia in atto una contesa tra il gruppo spagnolo Inditex (Zara, Bershka, Pull&Bear, etc.) e l’azienda di Cupertino per accaparrarsi i locali dell’ex Stefanel in via Ruggero Settimo.

Una posizione centralissima, proprio sotto i portici ad angolo con via Mariano Stabile, e sicuramente strategica e molto prestigiosa per non far gola ai due colossi. Una notizia da prendere con le pinze, dato che le trattative sono riservate, tuttavia sembrerebbe che il gigante dell’informatica abbia fatto un’offerta molto interessante per l’apertura di un Apple Store. Sarebbe il secondo in Sicilia, dopo quello di Catania, ma il primo in un centro storico siciliano.

Se queste voci dovessero essere confermate, potremmo quanto meno piangere con un’occhio. Se da un lato infatti la distribuzione locale sta infatti vivendo un triste capitolo, dall’altro si manifesta il potenziale attrattivo del nostro centro storico, che negli ultimi anni ha visto investire gruppi imprenditoriali sempre più grossi, che hanno comunque creato nuovi posti di lavoro in città.

Speriamo che lo stesso processo di rivitalizzazione commerciale possa interessare anche via Roma, che ad oggi vive uno stato di abbandono sconsolante, e che inspiegabilmente non viene più considerata “attraente” come un tempo.


apertura apple storeapple storeapple store palermobershkainditexmobilita palermoSegnalatistefanelvia ruggero settimo

10 commenti per “Lotta tra Apple e gruppo Inditex per i locali dell’ex Stefanel in centro
  • Fabio 20
    10 mag 2016 alle 9:22

    Spero vinca apple, con tutto il rispetto per i negozi del gruppo Inditex, ma non se ne può più di questi negozi Zara, Bershka & Co, almeno in centro spero lascino un po’ di spazio ai negozi di abbigliamento con un po’ più di qualità. Inoltre sarebbe anche ora che in una città grande come la nostra ci sia un apple store e non solo uno pseudo rivenditore originale in via Notarbartolo.

    • marcus 157
      11 mag 2016 alle 9:24

      Quoto e approvo !
      Peraltro a Catania l’Apple Store è stato fatto in una location assurda e inconsueta (in tutto il mondo è in strade centrali, lì in un centro commerciale periferico e non servito da alcun mezzo pubblico)
      Quello di Palermo sarebbe in linea con le consuete policy Apple

    • Orazio 664
      17 mag 2016 alle 2:01

      E comuque quello di via Notarbartolo è un rivenditore ufficiale ed è quello grazie al quale a Palermo è arrivata la Apple da decenni e decenni. Quindi non si comprende proprio il disprezzo che trapela dal post.

  • ligeiro 247
    10 mag 2016 alle 20:16

    sul sito di apple non si fà cenno di questa apertura..se riesco e soprattutto riescono loro , vorrei mandare il curriculum

    • marcus 157
      11 mag 2016 alle 9:27

      Ma che concezione avete ?
      1) Una notizia che dopo 13 giorni diventa vecchia ? Certo, il sistema è quello su cui è basato Internet… il giorno dopo si azzera tutto
      2) Dato che la vicenda è ancora in ballo e non definita, anche se nella tua concezione fosse vecchia, la notizia resta attuale fino a che non c’è una scelta

      • katet 144
        11 mag 2016 alle 13:17

        Scusa tanto se sn permesso di dire che visto che stiamo parlando di una notizia senza nessun nuovo aggiornamento rispetto a 22 giorni fa e visto che cmq tutti qua ho potuto notare condividete link di livesicilia o Palermo today o gds e quindi magari già nota a qlc. Per aggiornamenti di questa notizia serviranno mesi. In tutti gli articoli già noti dalla redazione di mobilita si è sempre avuto valore aggiunto ma secondo me qua no. Tutto qua. Scusa se ho urtato la tua sensibilità nn lo farò più. Volevo sl esprimere la mi opinione.

        • trinacria82 13
          12 mag 2016 alle 3:08

          Non farci caso Katet, questo è sicuramente un bel sito frequentato da persone che amano palermo, ma in molti rispondono con atteggiamenti da prof universitari.

    • Andrea Baio 54496
      15 mag 2016 alle 20:37

      la notizia a cui fai riferimento non è la nostra fonte. La nostra fonte è “interna” e la notizia è più recente rispetto alla data dell’articolo che hai postato. Inoltre, nell’articolo è lasciato il massimo beneficio del dubbio, perché la trattativa è comunque privata.


Lascia un Commento