27 apr 2016

Targhe Alterne | Da questa mattina al via. Mappa e risposte alle domande più frequenti


A seguito della sospensiva della ZTL il comune torna sul vecchio provvedimento sulle targhe alterne.


Il provvedimento voluto da Diego Cammarata nel 2010, nel pieno dell’emergenza smog, infatti non è mai stato revocato, anche se gli automobilisti della quinta città d’Italia sembravano essersene quasi dimenticati, al netto dei malcapitati colti in fallo dalla Polizia municipale.

Le pattuglie dei vigili urbani dovrebbero essere sette o otto in giro per la città.

Ma quante multe sono state fatte finora?
Nel 2010 sono state 3.532; nel 2011 2.188; nel 2012 1.367; nel 2013 607; nel 2014 2.217 e nel 2015 1.213. In totale 11.124.

Quali sono le auto interessate?
Tutti i veicoli Euro 0, 1, 2 e 3 (la classe di omologazione è segnalata sulla carta di circolazione)

Quando e chi può circolare?
Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20. Esclusi sabati, domeniche e festivi.

Ma come faccio a capire se il mio mezzo è pari o dispari? 
Per capire se una targa è pari o dispari, si deve considerare l’ultima cifra.

Quindi se ho una targa pari o dispari come faccio a capire quando posso circolare?
Per capire se un giorno è pari o dispari, si deve fare riferimento al calendario: nei giorni dispari (1, 3, 5 e così via) non possono circolare le targhe pari e viceversa.

Qual’è il perimetro?
Si può circolare liberamente in viale Regione siciliana, nella parte della città a monte della circonvallazione, nei tratti di accesso da viale Regione ai parcheggi Giotto, Emiri, Basile, Belgio e Francia.

E ancora le strade che collegano al porto: per raggiungere dal porto la A29 (direzione Trapani) si può circolare liberamente in via Crispi, via Montepellegrino, via Imperatore Federico, piazza don Bosco, piazza Leoni, viale del Fante, via De Gasperi, via Ausonia, via Praga e via Belgio; per raggiungere la A19 (Catania-Messina) dal porto si potrà percorrere via Crispi, Foro Umberto Primo, via Messina Marine, via Galletti, via Pomara.
Sono “libere” anche via Ugo La Malfa, via Nicoletti, Mondello.

E le bici, ciclomotori e motocicli? 
Sono esenti biciclette, motoveicoli e ciclomotori calatizzati.

E chi ha il pass disabili?
Non devono sottostare alle restrizioni i mezzi delle forze armate e dell’ordine, Croce Rossa, medici e veterinari in visita urgenti, mezzi a Gpl o metano, car sharing, mezzi di linea urbana ed extraurbana, carri funebri, veicoli dei disabili, taxi e autovetture a noleggio con conducente.
A questi si aggiungono anche chi svolge un servizio pubblico o di pubblica utilità, ma con una certificazione del datore di lavoro: operatori dei servizi manutentivi di luce, acqua, gas, distribuzione di arburanti, raccolta rifiuti, distribuzione farmaci, mezzi di informazioni giornalistici e televisivi.

E se commetto l’infrazione? Quanto sarà la multa? 
La sanzione ammonta a quasi 165 euro.

LINK ALLA MAPPA
Visualliza schermo intero


disparino ztlpariperimetroSegnalatismogtarghetarghe alternetarghe disparitarghe paritrafficoZTL

31 commenti per “Targhe Alterne | Da questa mattina al via. Mappa e risposte alle domande più frequenti
  • cirasadesigner 996
    27 apr 2016 alle 8:22

    Più che un commento il mio è un grido di colore…
    Ma è possibile che a Palermo non si riesca a fare nulla di diverso?
    Targhe alterne, davvero una trovata degna della mente fine di Cammarata, che aveva due neuroni che lavoravano nel suo cervello, ma a targhe alterne e quindi un giorno il lobo dx un altro quello sx, e sappiamo come è finita…
    Ma tu Orlando che dici che il Sindaco lo sai fare???
    Dove sei?
    Perché la tua giunta non riesce a fare nulla di concreto?
    Perché collezioni una serie di bocciature del Tar, della Corte dei Conti etc etc…
    Palermo ha bisogno di una rivoluzione, Palermo ha bisogno di altro, Palermo ha bisogno di coraggio.
    Se io fossi in te, chiamarei il notaio di Favara che si è invetato dal nulla una cosa magnifica nel suo comune, prima Favaa era sinonimo di microcriminalità e degrado adesso è meta di architetti che vengono da tutto il mondo a vedere cosa è riuscito a fare con fondi quasi inesistenti.
    Palermo ha bisogno di queste menti, non ha bisogno di politicanti da strapazzo che non sono in grado di fare nulla tranne che tenersi il loro culo attaccato alla poltrona.
    Sveglia Orlando, cosi rischi di buttare alle ortiche tutto quello che avevi fatto per la tua città e rischi che la tua Primavera diventi prima un freddo e griggio autunno preludio di un inverno glaciale…

    • friz 761
      27 apr 2016 alle 10:38

      Condivido….. la mancanza di idee di questa amministrazione è sconcertante…. sembrano avere tutti (ORLANDO E COMPANY) una caratteristica in comune: poche idee, e anche confuse!!!
      Hanno buttato via 4 anni….. …..ad esempio parli di architetti….. …..io capisco che che in certi casi non siano in grado di portare a Palermo un progetto di Renzo Piano, ma almeno potrebbero cercare di individuare chi sono quegli architetti sconosciuti, che pur essendo sconosciuti, hanno GRANDE TALENTO…. …..ma io dubito che questa amministrazione riconosca il TALENTO…. ….DUBITO CHE COMPRENDANO LA DIFFERENZA TRA UN’ARCHITETTO RACCOMANDATO E UNO CHE MAGARI E’ SCONOSCIUTO, MA E’ IN GAMBA!!!

  • fabio77 688
    27 apr 2016 alle 8:57

    “…assicurano da Palazzo delle Aquile, non ci sarà un incremento dei controlli rispetto a prima…” Ma che significa una frase del genere? Cosa si vuole dire ai cittadini? Prendete l’auto che volete, tanto, se non siete particolarmente sfortunati, non vi succede niente?
    Io mi sarei immaginato di leggere che i controlli saranno capillari, perchè l’Amministrazione ha VERAMENTE la volontà di diminuire il traffico e lo smog!
    Invece cosa mi tocca leggere? Che non ci sarà un aumento di controlli! E allora prepariamoci all’ennesima presa per i fondelli ed all’ennesimo fallimento di un provvedimento antitraffico, parimenti a quanto successo negli anni passati.

  • peppe2994 2776
    27 apr 2016 alle 9:32

    Anche voi non dite nulla ovviamente, visto che il comune non si è degnato di pubblicare una mappa. Ma stiamo scherzando???
    Questo non è altro che una conferma di quanto sia patetico il tutto.

    -Accesso al parcheggio Giotto che significa? Posso prendere anche da via Galileo Galilei o devo uscire per forza in alto su viale Regione?
    -Accesso al parcheggio Emiri, solo dall’alto oppure anche dall’ingresso di via Nina Siciliana?
    -Parcheggio Basile, posso svoltare anche al terzo varco di via Basile o solo al secondo? C’è una differenza abissale visto che c’è in ballo l’accesso all’università.
    -Parcheggio Belgio, è nuovo?
    -Si può accedere al parcheggio Francia, ma davvero? Peccato che rimarrà chiuso ancora per svariati anni, eppure è in lista. Patetico. Supponendo eventualmente che fosse aperto, implicherebbe una forte penetrazione del perimetro ZTL quindi andavano specificate le vie in ingresso ed in uscita con la massima cura.
    -Il parcheggio del tram 1 a Forum? Tagliato fuori? Inaccessibile? I misteri, o meglio la palese dimostrazione dell’incompetenza assoluta.

    Poi, voi avete creato una mappa, ma è basata sul nulla. Secondo quale ipotesi oltre il corridoio per raggiungere l’A29 si può circolare. Il comune ha detto Mondello e Sferracavallo, non che il corridoio di transito per l’autostrada sia libero.
    Sarebbe opportuno chiedere chiarimenti al comune e vedere se e cosa rispondono. Non fatevi troppi problemi a circolare liberamente qualora mancasse anche un solo cartello in tutta la città. Basta un varco non segnalato per rendere nulle tutte le multe (come avvenuto in passato).
    Il comune ha precisato quante multe hanno fatto, peccato abbia omesso che quasi tutti sono andati a fare ricorso immediato per l’assenza dei cartelli.

    Visto che il comune non si degna di fornire informazioni precise mi baserò esclusivamente sui cartelli che leggo per strada.

    • Fabio Nicolosi 48181
      27 apr 2016 alle 12:15

      La mappa c’è e serve a individuare i confini della zona.
      Per il resto delle informazioni che chiedi purtroppo non abbiamo trovato notizie sul sito del comune e non si sono nemmeno degnati di fare uscire un bel comunicato stampa, quindi le informazioni che trovi qui sono le stesse che altri quotidiani hanno riportati e che purtroppo non possiamo dettagliare per mancanza di certezze

  • omega 125
    27 apr 2016 alle 10:29

    vogliamo scommettere che questa volta i controlli saranno DECUPLICATI? e ci sono due validi motivi: 1) il tram dovrà essere finanziato; 2) quelli della giunta sono inca con i cittadini che hanno osato contraddirli col ricorso. Io ho sempre evitato di circolare con la mia euro2 (che visti i noti intrallazzi internazionali sui gas di scarico non ho alcuna intenzione di cambiare, piutosto strappo la patente) nei giorni vietati, sono stato fermato una sola volta in cui, come ho raccontato in altro commento, dovetti prendere l’auto per un evento luttuoso.

  • hyrius 18
    27 apr 2016 alle 11:51

    Ancora devo capire cosa spinga un essere umano a trascorrere parte della propria esistenza sulla terra dentro una scatola di metallo suonando il clacson. Qua il problema è semplice: Palermo è la città più trafficata d’Italia, Roma è addiritttura meno trafficata, contemporaneamente il clima è estremamente mite e poco piovoso, ergo il palermitano deve abbandonare l’auto. L’auto comporta: dispendio di denaro (per non parlare degli (in)utili SUV), nervosismo e perdita di tempo causa traffico e tutto ciò che ne deriva, e potrei continuare. Conosco gente che per pagare le rate dell’auto non viaggia da anni, o fa vacanze ridicole dove si stressa comunque…
    Il sindaco dovrebbe fare di più: chiudere COMPLETAMENTE al traffico l’attuale zona a targhe alterne, oppure impedire che ci siano 7 auto in famiglie di 4 pesone, per non parlare del fatto che chi possiede una macchina da due tonnellate dovrebbe pagare almeno 10 volte il bollo di chi ha una city car.. Chi vuole prendere l’auto per risparmiare 2 km a piedi o in bus SI ATTACCA. Per le moto o bici ecc. il problema non si pone perchè impiegando pochi minuti a percorrere qualsiasi percorso e non dovendo girare per il parcheggio non causano problemi, gli stessi motocicli comprovatamente inquinano quasi zero non tanto per le emissioni ma più perchè sono veloci a raggiungere il luogo di destinazione.

    • peppe2994 2776
      27 apr 2016 alle 14:30

      “Ancora devo capire cosa spinga un essere umano a trascorrere parte della propria esistenza sulla terra dentro una scatola di metallo”

      Se non lo capisci da solo te lo spiego io:
      L’assenza di alternative.

      La percentuale di auto in circolazione in media è minima, a prescindere dal tasso di motorizzazione, non a caso un posto auto libero nella maggior parte della città non si trova MAI ne gratis ne a pagamento a qualunque ora del giorno e della notte. Il problema traffico è dovuto alla totale inadeguatezza delle arterie principali.

      Tralasciando il tempo perso per trovare posto, in media 20 minuti in auto equivalgono a 60 con i bus per le zone più centrali e 90 con il bus per le zone periferiche tram escluso. E’ evidente perché non si può fare altro che utilizzare l’auto. Non è difficile da capire.
      Certo, ci saranno numerose eccezioni di chi per poche centinaia di metri utilizza la macchina, ma la maggior parte dei flussi di traffico è dovuto alla ricerca di un posto libero, nelle arterie principali dalla loro inadeguatezza ed in tutta la città per necessità.
      Il tutto senza contare gli enormi flussi afferenti alla città.

    • friz 761
      27 apr 2016 alle 15:18

      …..Tu giustamente scrivi che il sindaco dovrebbe fare di più…. e siamo TUTTI d’accordo perchè negli ultimi 4 anni non ha fatto quasi niente delle cose promesse…. …..ma il più grande REGALO che ci può fare per il prossimo mandato è di lasciare spazio a un nuovo sindaco che abbia più entusiasmo e più idee di Lui…. e credimi non ci vuole molto!!!

      • vivapalermo 7
        27 apr 2016 alle 16:26

        Io invece ho proprio paura di chi verrà dopo!!! Ho paura che tram e lavori della metro vengano messi in disparte per mancanza di soldi o per disaccordi politici!

  • fabio77 688
    27 apr 2016 alle 12:00

    L’Amministrazione cittadina, ogni tanto mette il naso fuori dai confini comunali, per vedere come si organizzano le cose nelle altre città? Guardate cosa hanno fatto a Roma (che fra l’altro non è il massimo dell’efficienza) in occasione delle targhe alterne. Guardate come hanno favorito la mobilità pubblica: intensificazione delle corse di bus, metro e tram, BIT, biglietto integrato valido su tutti i mezzi (metro, bus, tram, ferrovie) per tutta la giornata e per un numero illimitato di corse a soli € 1, 50 e tanti altri provvedimenti utili…
    http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/12/28/news/targhe_alterne-130246695/
    E a Palermo? Come si è implementata l’efficienza e l’appetibilità dei mezzi pubblici?
    Le targhe alterne devono avere alle spalle una sistema di mezzi pubblici che funziona sul serio, altrimenti chi possiede una sola auto, come fa a spostarsi?

  • hyrius 18
    27 apr 2016 alle 12:51

    Fabio, hai ragione in linea teorica, ma a Palermo il problema è che il cittadino medio senza macchina si sente perduto, non sa nemmeno fare 500 metri a piedi, e il bus non sa cosa sia, per cui servirebbe un cervello migliore per i palermitani per prima cosa e successivamente, quando si saranno riempiti i mezzi pubblici (attualmente sempre semi-vuoti vedi tram) si intensifica tutto. Il concetto “a Palermo i mezzi non funzionano” è una scusa assoluta, e lo dimostro: io lavoro nel turismo e nessuno si è mai lamentato dei mezzi pubblici in centro, a parte l 806 per raggiungere mondello che in estate è sempre pieno e certamente andrebbe intensificato. Anzi dirò di più, molti usano anche la “metro” per visitare alcune zone.. Il problema è che poi tutti dicono “io non uso i mezzi perchè non funzionano, per questo prendo la scatola d’acciaio che ancora devo pagare dove inizierò a litigare con tutti e trascorrerò dai 30 ai 60 minuti”

    • fabio77 688
      27 apr 2016 alle 13:27

      Hyrius, è vero che l’auto è la seconda pelle del palermitano: quella di entrare quasi fin dentro il panificio per prendere le mafalde e i semprefreschi è un’inveterata abitudine dura a morire.
      Circa gli attuali mezzi pubblici palermitani e la loro efficienza, è mia opinione che essi potranno andare bene per i turisti, che non hanno problemi di tempo e quindi anche se arrivano un’ora dopo in un posto poco cambia; sicuramente però non vanno bene per tutti quei cittadini palermitani e dell’hinterland che devono utilizzarli per andare a lavorare e, pertanto hanno orari da rispettare, e non possono permettersi di arrivare sempre in ritardo o addirittura rimanere per strada perchè l’autobus, che teoricamente dovrebbe passare ogni 20 minuti, è da quaranta minuti che non si vede!
      Come fare per rendere l’autobus competitivo rispetto all’auto? Credo che la risposta sia in quello che tu sottolinei: le auto rimangono “ingorgate” ore ed ore in mezzo al traffico. Per far sì che i bus non facciano la stessa fine, si creino, ovunque si possa fare, le corsie preferenziali e si cominci a dare finalmente una piccola svolta alla mobilità pubblica di questa città.

      • hyrius 18
        27 apr 2016 alle 13:48

        Sono d’accordo su tutto, credo però che se eliminiamo le auto i mezzi pubblici, non restando fermi nel traffico, in automatico inizieranno a funzionare meglio. Secondo me il punto che nessuna amministrazione comprende è che non è creando alternative che la mobilità migliorerà ma solamente impedendo coercitivamente ai cittadini di usare l’auto, farei una prova a bloccare l’accesso a tutte le auto private (tranne mezzi di lavoro) per una settimana, sono certo che tutti i mezzi pubblici saranno non dico puntuali ma si avvicineranno alla puntualità, il tram si riempirà perchè ovviamente dalle periferie non ci sarebbe modo di accedere, l’amministrazione ripagherebbe il costo del tram perchè sempre pieno e… tutto risolto! Unico “bug”: i brand produttori di auto non sarebbero felici, e di conseguenza i concessionari.

        • Full1960 6
          27 apr 2016 alle 14:43

          Io penso che ad alcuni dovrebbe essere impedito coercitivamente di usare il dito sulle tastiere!!

    • friz 761
      27 apr 2016 alle 16:03

      …..tu Hyrius dici che lavori nel turismo e che nessun turista si è mai lamentato…. ma non si sono mai lamentati perchè magari sono troppo buoni e diplomatici….. ….io invece ho conosciuto turisti rimasti SENZA PAROLE davanti ai mezzi di trasporto pubblico palermitano….. e dopo fai anche riferimento alla Metro….. ma scusami sei palermitano? stiamo parlando della stessa città? ……un treno che passa ogni mezz’ora se va bene, ogni ora se va male, non è una Metro….è un treno…. anzi ti dirò che proprio i turisti rimangono sconcertati davanti a certe attese perchè all’estero sanno perfettamente che una metro nelle ora di punta tu l’aspetti da 1 a 3 minuti….mentre nelle ore “morte” l’aspetti fino ad un massimo di 10 minuti…. Vedi, proprio a causa dei nostri mezzi di trasporto, degni del quarto mondo, perdiamo tantissimi turisti che quando vengono a Palermo si aspettano di trovare l’Europa e non certo l’Africa…. senza volere con questa considerazione offendere l’Africa che è di certo un continente meraviglioso….
      Detto questo mi auguro che almeno per questa campagna elettorale che porti avanti in favore di questa giunta comunale (a mio avviso PESSIMA) almeno ti sia stato promesso qualcosa….. ma se al contrario tutto questo tuo sforzo propagandistico è disinteressato allora c’è da preoccuparsi….

      • hyrius 18
        27 apr 2016 alle 18:49

        hai ragione non uso la metro (passante ferroviario) da anni e non ho idea di quanta attesa ci sia, però sono straconvinto che non è questo il motivo per cui c’è traffico cioè non è legato ai mezzi che non funzionano, e lo dimostro: se io temo l’attesa di un autobus sarei incentivato a prendere l’auto se impiegassi così meno tempo e denaro e invece non è così, spesso vedo gente 20-30 minuti bloccata davanti la stazione notarbartolo, forse con i mezzi o a piedi avrebbe comunque impiegato molto meno tempo? Ovviamente non menziono le migliaia di persone che regolarmente preferiscono incepparsi in via pacinotti/giotto strombazzando e scendendo dall’auto per tentare la rissa pur di non andare a piedi o trovare alternative

        • friz 761
          27 apr 2016 alle 19:19

          ……noi non sappiamo dove vivano quelle persone che rimangono bloccate in mezzo al traffico, ma non penso che siano masochisti che amano respirare smog, piuttosto penso che probabilmente vivano in una delle tantissime zone periferiche di Palermo mal servite dai trasporti pubblici e che di conseguenza non abbiano alternative adeguate….
          La verità è che la qualità della vita a Palermo è abbastanza bassa: poco lavoro, trasporto pubblico ridicolo (escludendo il 101 e poche altre linee), Monumenti che cadono a pezzi, siamo anche sottosviluppati da un punto di vista turistico…. etc, etc…. Ovviamente ci sono tanti palermitani che abbandonano la città e per dare un cambio a questa tendenza occorrono investimenti SERI…. ….le leggi per limitare la circolazione delle macchine le troviamo nella peggiore unione sovietica…. …..la gente in maniera naturale abbandonerà le macchine solo quando gli verrà fornita una valida alternativa con i trasporti pubblici…. Se vivessi a Milano o a Londra non avrei la macchina e sarei felice di usare una VERA METRO, ma qui a Palermo non ho alternativa ed uso la macchina!!!

          • GriGiu 43
            28 apr 2016 alle 6:23

            Mia esperienza con il 101 ?? Ho atteso all’incrocio fra via Libertà e via Notarbartolo in direzione stazione centrale un’ora (poi ho preso un’altra linea) , nel mentra, in direzione statua ne ho contati 5, VENIVANO INGHIOTTITI DA UN BUCO NERO ????

      • GriGiu 43
        28 apr 2016 alle 6:20

        Concordo !! Quando mi avventuro a prendere l’autobus aspetto ore, se non conosco l’orario del treno neanche entro alla stazione (dovessi aspettare un’ora !!!) . Mi accontenterei se già passasse 1 treno ogni 15 minuti, ma aspettare un’ora NO, non è una metro , è una presa in giro alla mobilità palermitana

  • GriGiu 43
    27 apr 2016 alle 14:37

    Provvedimenti patetici.
    Perchè non pensano a istituire il biglietto unico ?
    Come mai hanno fatto interscambi fra tram e metropolitana se poi non riescono a mettersi daccordo ?
    … e basta con tutti quelli che polemizzano con chi prende l’auto per circolare.
    Per evitare di fare prendere l’auto occorre il BIGLIETTO UNICO, mezzi efficienti e puntuali, solo se si realizza questo potremmo incavolarci con chi continua a prendere l’auto.
    E poi con chi se la prende il sindaco ?
    Con chi non ha la possibilità di mandarli a fare in …. e comprarsi l’auto nuova.
    Le targhe alterne possono essere un provvedimento d’emergenza ma non possono essere lasciate attive per sempre, mi faranno lo sconto sul bollo auto ?
    Perchè non chiediamo che il sindaco e la sua giunta paghino i danni per la mancata attivazione della ZTL ?
    Loro non sanno mettere in piedi un provvedimento (e si affidano a quelli di altri sindaci prima contestati) e i danni li dobbiamo pagare tutti noi. BASTA !!!

    • friz 761
      28 apr 2016 alle 18:56

      ……..giustissimo…. biglietto unico ed abbonamento che copre tutti i mezzi di trasporto sono l’ABC di un trasporto pubblico decente….. …..ed ovviamente si deve migliorare lo stesso trasporto pubblico…. in mille modi…. ad esempio costruendo la Metro…

  • Enza Pernice 1
    28 apr 2016 alle 13:24

    Salve, io lavoro presso un’azienda di noleggio con conducente, ogni giorno effettuiamo unun servizio di trasporto disabile con le nostre vetture. Per quanto, quindi ho capito noi possiamo circolare sul tutto il perimetro urbano anche sulle zone delle targhe alterne.

  • mascotte39 1
    28 apr 2016 alle 22:29

    Ho visto la mappa della zona interdetta, seppur a giorni alterni. Da via Belgio a Villabate, praticamente tutta la città, Ma sono pazzi? E chi vive dentro l’area e viene beccato dai vigili mentre si accinge a raggiungere il perimetro per poi andare fuori città, verrà multato?

    • fabio77 688
      29 apr 2016 alle 9:49

      Verrà multato. La tragedia non sono le targhe alterne in sé – che comunque non possono diventare un provvedimento definitivo – la tragedia è la carenza di un sistema alternativo di mobilità che consenta di lasciare a casa l’auto senza prendere l’esaurimento nervoso a causa del malfunzionamento dei mezzi pubblici. Comunque non si preoccupi, tanto sabato viene Renzi e risolve tutte cose!!! :D

    • omega 125
      29 apr 2016 alle 10:21

      facciamo due conti: se i costi di gestione del tram li stimiamo a circa 10 milioni annui, per rientrare basterà fare circa 60 mila multe all’anno, ovvero 150-200 multe al giorno, con un po’ di impegno il Comune ce la potrebbe fare :-)

  • hyrius 18
    29 apr 2016 alle 10:03

    Io sono stato a Londra poco tempo fa e per arrivare dalla periferia al centro si impiega molto più tempo di quanto si pensi (anche un’ora da certe zone), ovviamente la città è enorme rispetto a Palermo, lo so bene, ma se eliminassimo le auto come dicevo prima, i bus non incontrerebbero mai traffico e tutto si snellirebbe. La dimostrazione è nei giorni in cui causa ferie estive la città è mezza vuota, i mezzi pubblici circolano in maniera ottimale. Proprio questa mattina ho avuto modo di scambiare due chiacchiere con dei turisti della sardegna, che hanno elogiato i beni storici palermitani (che non cadono certo tutti a pezzi!), ma sono rimasti sconvolti non solo dal traffico ma anche dal modo di guidare a palermo, avevano paura a passare dalle strisce, al semaforo prendevano in giro (giustamente) la gente che suona il clacson quando diventa giallo per gli altri e per loro è ancora rosso oppure che crede di essere ad una puntata di un quiz alla TV dove deve pigiare prima di tutti quando scatta il verde per vincere il panormoimbecille d’oro… Gli esseri umani sono pigri ma industriosi, di fronte ad un problema o ad un divieto trovano modi per risolvere, bloccando |seriamente| la circolazione nel centro cittadino chi sta alle periferie sarà costretto a trovare alternative (moto, bicicletta, monopattino elettrico, bus, tram, cavallo alle scarpe), io mi muovo in bicicletta e moto estate e inverno e l’unico problema che incontro sono le auto che sembrano guidate da criceti senza cervello e gente che cammina sulle poche piste ciclabili, ma non piovendo quasi mai ed essendoci sempre caldo non è di certo una città che limita l’uso dei mezzi a due ruote.

    • fabio77 688
      29 apr 2016 alle 10:20

      Anche a me piacerebbe vivere in un mondo senza auto, ma un provvedimento del genere non può essere adottato dall’oggi al domani, sic et simpliciter. Dobbiamo essere realisti, prudenti, graduali e perseveranti se vogliamo ottenere risultati concreti. Grazie a questo sito libero, che dà voce a tutti, si sta facendo molto.


Lascia un Commento