11 apr 2016

Posteggiatori abusivi? Combatterli con una proposta di legge è la missione di “Posteggiamo i posteggiatori”


Nota della redazione: entriamo più a stretto contatto con i gestori del gruppo “Posteggiamo ai posteggiatori“, che attraverso la rete si sta adoperando per contrastare il fenomeno dei posteggiatori abusivi con iniziative di sensibilizzazione e un focus relativo alla legislazione, vero punto chiave. Seguiremo il loro lavoro più da vicino. Lasciamo la presentazione delle attività e degli obiettivi direttamente alle loro parole.

 

CHI SIAMO E COSA STIAMO FACENDO:

Il movimento Posteggiamo i Posteggiatori è nato ed opera a Palermo da più di quattro anni, è presente come piattaforma su Facebook sul gruppo chiuso , di 11.000 iscritti, POSTEGGIAMO I POSTEGGIATORI e sulla pagina POSTEGGIAMO POSTEGGIATORI, ha una “succursale” molto attiva a Catania e una a Marsala.

Lavoriamo costantemente, con le poche persone disponibili concretamente e risorse a disposizione, su due fronti.

Il primo è quello della sensibilizzazione: fino a qualche anno fa, i posteggiatori abusivi non erano nemmeno considerati come un problema. Oggi molte persone hanno aperto gli occhi su questo pizzo di strada e molte altre ancora si stanno rendendo finalmente conto dell’importanza della questione. Appunto per aumentare il dialogo sul problema abbiamo indetto un concorso dal nome “Thermos D’Oro”, che premierà a Maggio le migliori figure professionali che nel 2015 si sono impegnate a contrastare il problema, questo a nostro avviso può essere un punto di partenza per creare un giardino fertile per una nuova generazione di anti-parcheggiatori.

Il secondo è quello delle soluzioni: questo fronte, a sua volta, si divide in due ulteriori direzioni.

La prima è quella per fare qualcosa subito. Abbiamo coinvolto il Comune di Palermo in un piano di ”liberazione progressiva” del territorio cittadino, riconquistando e presidiando costantemente alcuni degli spazzi più assediati dai Pizzeggiatori, caratterizzati da un parcheggio selvaggio in sosta vietata o in zone prettamente pedonali, punendo si il posteggiatore ma sopratutto i cittadini complici di esso. Di recente, dopo le nostre denunce e segnalazioni, sono state liberate piazza Borsa, piazza Monteleone e in parte ma non del tutto la storica piazza S. Oliva, ma questo non significa che la nostra battaglia sia conclusa, poiché dai monitoraggi effettuati costantemente ci siamo accorti che il parcheggio selvaggio continua e non è punito come promesso.

La seconda direzione va verso una soluzione definitiva, con la collaborazione a un progetto di legge che introduca una fattispecie di illecito che consenta alle forze di polizia di intervenire efficacemente per interrompere l’attività di questi loschi figuri (cosa allo stato abbastanza difficile perché disponiamo soltanto di una contravvenzione del codice della strada), la nostra proposta di legge è consultabile e scaricabile da qui.

SCARICA IL CONTRIBUTO ALLA PROPOSTA DI LEGGE

La soluzione vera e definitiva è la ribellione di tutti, non di pochi coraggiosi, davanti a questa forma larvata di violenza mafiosa.

Il sostegno dei nostri concittadini è e sarà la nostra vera forza.

 


comune di palermoposteggiamo i posteggiatoriposteggiatori abusiviproposta legge posteggiatori abusivithermos d'oro

4 commenti per “Posteggiatori abusivi? Combatterli con una proposta di legge è la missione di “Posteggiamo i posteggiatori”
  • katet 144
    11 apr 2016 alle 18:01

    Sono solo da elogiare iniziative del genere, e avete il rispetto di tutti. Ma volevo suggerire una cosa. In se per se, se per un attimo leviamo la deliquenza e la mafia che c’è dietro (nonchè l’arroganza e la volontà di non cercare lavori onesti perchè manca la cultura del lavoro), la figura del posteggiatore non è cosi inutile. Se si pensa ad una persona che ti aiuta a cercare posto per velocizzare le operazioni di parcheggio e facilitare il flusso delle automobili per le strade (levando quelle odiose macchine in doppia e tripla fila) nn si sembra cosi male come figura lavorativa. Leggevo tempo fa che in alcune città del nord si è cercato di rendere tale figura a norma di legge. Ovvero una sorta di persone che cercano di regolare le attività relative al parcheggio ed aiutare la gente per ticket striscie blu, parchimetro o cose del genere. Mi chiedevo visto che tra Comune e Regione vengono pagati (e quindi con soldi di noi siciliani civili) migliaia di persone che non fanno nulla (ex pip, forestali in eccesso etc) e visto che il palermitano medio apprezza questa figura del posteggiatore, anzi notavo che si porta quasi più rispetto a lui che ad altre figure, non è possibile regolarizzare il tutto??? è utopia tale proposta? sarebbe sempre pagati dalla regione o dal comune o da chi si vuole (sempre soldi pubblici) ma realizzarebbero attività utili alla collettività.

    • Lio Settantasei 174
      11 apr 2016 alle 18:52

      sono daccordo, apparte qualche isolato caso di violenza e sopprusi x il resto sono più utili loro x la mobilità della città che, tanto x nn fare nomi, l’assessone alla (in)mobilità catania e tutto il resto della giunta sindaco in testa naturalmente!!!

  • friz 756
    11 apr 2016 alle 20:16

    …ovviamente i posteggiatori aggressivi e violenti vanno isolati, ma è anche vero che ci sono tra i posteggiatori palermitani tante brave persone che sono senza un lavoro e che cercano in qualche modo di andare avanti…. sempre meglio che facciano i posteggiatori piuttosto che andare a rubare…. La cosa che da palermitano invece mi INFASTIDISCIE parecchio è quando il comune (che offre servizi ridicoli) si inventa altre zone per il parcheggio a pagamento….. ad esempio l’anno scorso hanno deciso che anche a Mondello si doveva pagare per parcheggiare….altrimenti MULTA….. ORMAI ANCHE PER FARSI UN BAGNO BISOGNA PAGARE….. CHE SCHIFO….
    P:S …Katet sono d’accordo con te quando dici che sarà fondamentale trovare un modo di rendere Utili per la Sicilia gli ex Pip, i forestali, gli ex Gesip….. a mio avviso potrebbero anche costruire pannelli fotovoltaici da mettere nei tetti delle scuole…. e magari si potrebbero anche occupare dell’installazione e della manutenzione…. MA CI SARANNO MAI DEI POLITICI CHE CAPIRANNO CHE QUELLE PERSONE INVECE DI ESSERE UN PESO POTREBBERO DIVENTARE UN TESORO PER QUESTA ISOLA????? SPERIAMO DI Sì…..


Lascia un Commento