08 apr 2016

TRAFFICO LIVE: Viale Regione paralizzato! Altre foto della rimozione del TIR


EDIT 2: Dopo il grande lavoro da parte di Amat la linea Tram 4 è nuovamente in servizio

EDIT: La polizia municipale comunica la riapertura totale sulla carreggiata  centrale di Viale Regione Siciliana altezza Via Perpignano Direzione Trapani. Flusso veicolare ripristinato

In seguito all’incidente di questa notte che vi abbiamo raccontato quasi in diretta, si è generato un grande caos su Viale Regione Siciliana, in cui sono in corso le attività di rimozione del tir dalla carreggiata, con conseguente deviazione del flusso veicolare sulla corsia laterale, direzione Trapani.

Tutt’ora vi raccontiamo di una lunga coda che parte dal luogo dell’incidente (A) e termina approsimativamente alla rotonda di via Oreto (B), dunque quasi all’ingresso dell’autostrada per Catania/Messina. Di conseguenza si sono paralizzate tante strade limitrofe, così come è possibile vedere da Google Maps. Le linee rosse indicano traffico altamente congestionato.

mapptram

Pertanto vi consigliamo di non mettervi alla guida se non strettamente necessario, perchè anche i percorsi alternativi risultano altamente congestionati. Su Viale Regione Siciliana si procedere quasi a passo d’uomo.

Nel frattempo vi proponiamo altri scatti dell’incidente di questa notte, prelevati dal web o inviatici da voi utenti. Grazie a M.Russo, G. Presti, S. Ricco.

 

 

 

 

 


Incidentelinea 4Tramviale regione siciliana

33 commenti per “TRAFFICO LIVE: Viale Regione paralizzato! Altre foto della rimozione del TIR
  • Garrone71 73
    08 apr 2016 alle 11:55

    Sbagliata pericolosa e inutile la presenza del tram su viale Regione Siciliana.
    Speriamo che la prossima amministrazione decida di sopprire tale linea.

    Sempre oggi in via Pitre’ due macchine si sono scontrate in prossimità del ponte sulla linea tramviaria a pochi metri dalla pensilina creando ulteriori disagi.

    Le città hanno bisogno di Metropolitane sotterranee non di tram, ma forse nel 2.100 a Palermo lo capiranno anche gli amministratori.

    • katet 144
      08 apr 2016 alle 12:04

      Sono d’accordo che la linea è pericolosa, ma può essere che il pericolo lo creiamo noi palermitani che nn sappiamo guidare e che nn conosciamo il codice della strada? visto che sappiamo tutti come prendiamo la patente (soprattutto chi già ha la pateta da più di 10 anni) forse è nostro limite il fatto di nn saper guidare?
      Io non so quali sono le cause, ma penso che per qualsiasi incidente si possa evitare se guida cn attenzione e senso civico perchè sappiamo che qua guidiamo con mille distrazioni e pensando di essere in una gara in pista.

      Sono d’accordo con te sulla metropolitana, ma aimè nel 2100 (e penso molto ma moltoprima) qui nn ci sarà più nessuno, i giovani vanno via e chi ci governa mangia soldi che nessuno riesce a campare.

      • basilea 594
        08 apr 2016 alle 16:53

        NON e’ pericolosa la linea tramviaria sono folli i camionisti che vanno a 120 Km orari perche’ se fosse andato piano nonavrebbe potuto abbattere il palo della lineaeea ! Mi dispiace che sia rimasto illeso !

        • mdm 314
          08 apr 2016 alle 17:03

          Invito chi modera il sito a redarguire i commenti come quelli di basilea. Sacrosanta la libertá di pensiero e di parola ma non si puó augurare il male alle persone in maniera cosí irrispettosa.

    • mdm 314
      08 apr 2016 alle 12:15

      Se non ci fosse stato il tram il tir sarebbe finito certamente nella carreggiata complanare, quasi sicuramente sulle auto parcheggiate, e probabilmente avrebbe potuto danneggiare qualche palazzo (non riesco a capire se a quell’altezza ci siano edifici adiacenti o meno). Il tram nell’incidente non c’entra proprio nulla. Tutt’altro discorso è la valutazione circa l’opportunità di costruire una linea tramviaria accostata ad una circonvallazione, che dovrebbe diventare una strada a scorrimento veloce. Altro discorso ancora è quello di valutare l’opportunità di convertire la circonvallazione in strada a scorrimento veloce visto che appunto si trova nel bel mezzo della città.

    • marcus 169
      08 apr 2016 alle 15:07

      Aspettavo con ansia questo commento…

      Questi pericolosissimi binari che cambiano traettoria all’ultimo minuto spiazzando automobilisti e camionisti assonnati…

      Ma per favore !

  • mdm 314
    08 apr 2016 alle 12:08

    Vorrei prendere spunto dall’incidente per fare una riflessione più ampia. Premetto che sorvolo sulle cause dell’incidente non sapendo se sia stato causato da un colpo di sonno, guasto meccanico o condizioni stradali (ipotesi a mio parere la più remota). La costruzione della tangenziale a Palermo è stata ritenuta un’opera “inutile e dannosa” e quindi archiviata da questa amministrazione. Evidentemente si ritiene più salubre e sicuro far transitare mezzi pesanti e pericolosi come i Tir nonché decine e decine di migliaia di automobili nel bel mezzo della città in un’arteria, al momento, a tutti gli effetti urbana come viale Regione Siciliana. Personalmente ritengo questa l’ennesima prova di come la circonvallazione non potrà mai fungere da tangenziale, perché semplicemente non lo è e non è stata ideata come tale. Posta all’interno del tessuto urbano, stretta tra palazzi e binari del tram. Risente del traffico cittadino circostante, delle fiere di Natale e di quanto di più banale possa accadere in una strada urbana. E’ possibile che un incidente paralizzi in questa maniera la quinta città d’Italia? Volendo accettare che la circonvallazione sostituisca la tangenziale mi domando: cosa è stato fatto dopo che il progetto tangenziale è stato archiviato? Cosa ne è dell’apertura dello svincolo di Brancaccio? Che fine hanno fatto i progetti dei sovrappassi pedonali? Del raddoppio del ponte Corleone? Dell’eliminazione dei semafori pedonali? Della manutenzione del ponte Corleone per il quale non oso neanche immaginare cosa potrebbe accadere se per problemi strutturali venisse chiuso magari dalla magistratura… E, senza voler considerare gli interventi strutturali economicamente più impegnativi come quelli citati, vi rendete conto in che condizioni versi il manto stradale, i guard rail? Avete notato la cartellonistica che è tutto fuorché di tipo autostradale? Mi rendo conto che ci si abitui in fretta a tutto ciò ma vi assicuro che per chi non vive sempre a Palermo, come me, per i turisti o per la gente che per lavoro viene in città, tutto ciò è davvero sconcertante.

    • fabio77 706
      08 apr 2016 alle 13:16

      Parole sante!!!
      Ma se non sono nemmeno capaci di rendere fruibili quattro sottopassaggi pedonali, da anni ridotti ad immonde cloache, lasciandoli per giunta APERTI, tanto per aumentare i pericoli? Se uno svincolo completo al 90 %, lo tengono chiuso, facendo crepare di smog e traffico tutta la zona di via Messina Marine (che con la bocca e con le vane parole dicevano di voler rilanciare), di che cosa stiamo parlando?
      Andate a vedere come sono ridotti i pali dell’illuminazione sul ponte Corleone (a detta di molti, a rischio di cedimento e da anni privo di qualsiasi manutenzione): ci sono soltanto i monconi arrugginiti privi di lampade e di tutto!!!
      E poi mi fanno la prosopopea quando una volta ogni mille anni, mandano gli spazzini a togliere le lattine dagli spartitraffico della circonvallazione …
      Ma per favore….

  • Fulippo1 1343
    08 apr 2016 alle 12:41

    Tralasciando il discorso tangenziale, viale regione etc. etc. come avevo già scritto in un articolo precendente, proprio in merito ad un auto finita sui binari del tram in quel punto, credo che sia una follia aver lasciato tutto il tratto della linea 4 adiacente a viale regione siciliana, senza una adeguata protezione.
    Una strada dove c’è un enorme (anche eccessivo) flusso veicolare, ed il rischio di incidenti proprio per questo è altissimo, deve avere delle delimitazioni decenti.
    Adesso il danno, in tempo ed in denaro, e soprattutto in servizi al cittadino chi li paga?

    E’ vero che la maggior parte degli incidenti sono da attribuire ad errate manovre, forti velocità o comunque cause esterne alla struttura, ma perchè rischiare cosi e non installare delle barriere protettive? E per fortuna era notte fonda, e non transitavano treni….

  • Lio Settantasei 174
    08 apr 2016 alle 13:12

    a pochi mesi dall’avvio ecco l’ennesimo incidente, ma insomma nn c’è pace x sto tram!!!!
    ma niente niente porta attasso???

  • ligeiro 248
    08 apr 2016 alle 13:13

    non capisco come è possibile che i tir sbandino di notte tutti a quel’altezza di viale regione… al posto del tram era meglio una metro sotterranea, anche solo qualche fermata da ampliare in futuro; vorrei testimoniare il fatto che i semafori con il tram sono scandalosi: mi è capitato due volte di essere quasi stato FALCIATO dal tram nonostante avessi il verde, rotonda Einstain; almeno una decina di volte fra via leonardo da vinci e viale regione ho bloccato sul rosso per diversi minuti dopo il passaggio tram

  • manu70 79
    08 apr 2016 alle 14:17

    L assicurazione del tir sarà felice appena presentano il conto… Incluso i giorni di interruzione del servizio pubblico

  • Metropolitano 3227
    08 apr 2016 alle 14:25

    sempre li succedono incidenti pure ai tir. Orlando capirà che urgono i lavori per posizionare giuardrails alti in tangeniale quelli a norma di legge ?

    • marcus 169
      08 apr 2016 alle 15:09

      Quella non è una tangenziale e non è quindi richiesta la presenza dei guardrails che definisci “a norma di legge”

      Magari se automobilisti e camionisti rispettassero codice della strada e limiti, magari ci sarebbero meno incidenti… no ?

      • mdm 314
        08 apr 2016 alle 16:28

        Cosa c’entrano i guard rail con la tangenziale? Da quando in qua i guard rail si montano solo nelle tangenziali? Certo che se ne leggono di cose bizzarre! L’intero asse della circonvallazione necessita di guard rail, chi afferma il contrario francamente non comprendo bene se conosca o meno la strada in questione…

        • marcus 169
          08 apr 2016 alle 17:31

          Come al solito,

          “leggere” e “conoscere”… questi sconosciuti

          “leggere” – Avevo ripreso la frase “a norma di legge” che era errata e fuori luogo

          “conoscere”

          Il d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 «Nuovo Codice della Strada» identifica due macro categorie:

          1. strade urbane;
          2. strade extraurbane.

          E delle sottocategorie “funzionali”

          A – Autostrade;
          B – Strade extraurbane principali;
          C – Strade extraurbane secondarie;
          D – Strade urbane di scorrimento;
          E – Strade urbane di quartiere;
          F – Strade locali;
          F-bis. Itinerari ciclopedonali».

          La nostra circonvallazione (che ben conosco, tanto per rispondere alla inutile illazione) è una:

          D – Strada urbana di scorrimento: strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le eventuali intersezioni a raso semaforizzate; per la sosta sono previste apposite aree o fasce laterali esterne alla carreggiata, entrambe con immissioni ed uscite concentrate.

          Quindi non è prevista l’installazione di GR di alcun tipo, quelli montati dovrebbero essere sufficienti qualora gli automobilisti rispettassero limiti di velocità e norme di sicurezza

          Quanto prescritto oltre a essere indicato dal CdS è stato ribadito da diverse circolari del Min Infra Trasp (tra cui la 3065) e le tecniche costruttive (quelle definite da qualcuno “a norma di legge”) sono definite nel DM 18 febbraio 1992 n. 223 e se qualcuno qui ha elementi per dire che la nostra circonvallazione non risponde ai requisiti di legge, lo faccia dati alla mano e non illazionando (questa si, cosa bizzarra !)

          • Fulippo1 1343
            08 apr 2016 alle 18:03

            Andrebbero comunque installate delle barriere protettive, anche se non sono previste per legge.
            Ci risparmieremo quanto accaduto oggi ed in altre occasioni, e si potrebbe senz’altro prevenire altri incidenti peggiori. Un tir del genere che va a 100 Km/h o a 10km/h, come abbiamo potuto vedere, fa sempre un notevole danno.

          • mdm 314
            08 apr 2016 alle 19:11

            Come al solito “leggere” e “comprendere”… Era chiaro che tu intendessi dal punto di vista legale e ti ringrazio per aver fatto un bel “copia- incolla” del codice della strada. Tuttavia nessuno qui ha parlato di denunciare il Sindaco perchè ha infranto la legge. Qui si parla di opportunità e di utilità di dotare tutto viale Regione Siciliana di guard rail e di sostituire quelli rotti. Questa opportunità è lampante, che poi si faccia il discorso “non è obbligato dalla legge quindi è giusto non installarli” lo trovo tutt’altro che accettabile. P.s. se davvero conosci la circonvallazione saprai anche bene che se un automobile per un qualsiasi motivo perdesse il controllo a 70 Km/h (rispettando quindi il cds) non ci metterebbe nulla senza le protezioni ad invadere la complanare e magari finire sulle macchine parcheggiate. Se a ciò aggiungi che purtroppo ben sappiamo che di persone che non rispettano i limiti ce ne sono a bizzeffe davvero faccio fatica a capire come non si ritenga opportuno, utile ed urgente mettere questi benedetti guar rail.

      • Metropolitano 3227
        09 apr 2016 alle 17:52

        Bene. Allora lasciamo che ci scappino dei morti se un mezzo pesante o leggero sbanda. In una strada di scorrimento come la tangenziale ci vogliono eccome e non bastano certo quelli già presenti. Se uno viaggia a 70-80 (in corsia di sorpasso) è alta la probabilità di sfondarli e invadere l’altra carreggiata mentre la stanno percorrendo altri viaggiatori per il rientro. Per curiosità, tu cammini nelle corsie d’emergenza ?

  • peppe2994 2832
    08 apr 2016 alle 15:14

    Avete già detto tutto, quindi:

    -Operai al lavoro per ripristinare la linea. Già in fase di installazione il nuovo pilone della catenaria. La linea è probabile che riapra presto.

    -Il punto di via Perpignano incrocia il canalone d’aria tra Monte Cuccio ed il castello della Zisa. Non è da escludere una raffica di forte vento laterale.

  • friz 848
    08 apr 2016 alle 16:50

    Ciao Garrone 71…. non sono d’accordo con te quando dici che il tram in viale regione andrebbe eliminato….mentre piuttosto cambierei radicalmente il tram in zona notarbartolo…. fatto veramente male….lì sarebbe molto meglio la metro o magari una rivoluzione urbanistica….
    Detto questo condivido al 100% quello che scrivi relativamente alla Metropolitana e mi auguro che prima del 2100 si possa vedere anche a Palermo…. logicamente perchè ciò avvenga occorre un cambio radicale della classe politica al potere…. Malgrado tutto sono ottimista e penso che se nel 2017 Palermo sceglierà il Sindaco giusto (che attualmente non so chi possa essere), in due mandati la metro potrebbe nascere…. occorre votare un sindaco che abbia al centro del suo programma la parola “Metro”…. occorre un sindaco che comprenda che è molto più utile per Palermo una buona linea metro piuttosto che ricoprire di tram la città….. ogni riferimento a sindaci e fatti realmente accaduti è puramente causale….

  • Effettivo 168
    08 apr 2016 alle 17:28

    Prendersela con il Tram, perché un’ autista di tir, probabilmente stanco e sotto pagato è finito contro i binari mi sembra ridicolo, mesi fa altri tir sono finiti contro in pini secolari abbattendoli…..Ho letto che hanno già sostituito il palo…

  • Angelo64 143
    08 apr 2016 alle 18:58

    Scusate, non ho capito cosa c’entra il tram con questo incidente. Se non ci fosse stata la corsia del tram il TIR non sarebbe andato fuori strada?

    • Fulippo1 1343
      08 apr 2016 alle 19:51

      No, il conducente del tir ha perso il controllo ed è finito fuori strada, per inciso sulla corsia del tram.

  • Fulippo1 1343
    08 apr 2016 alle 19:52

    Complimenti comunque ai tecnici per il rapidissimo ripristino. Non ci avrei creduto se non avessi visto pocanzi i tram in giro.

  • diesse78 123
    08 apr 2016 alle 21:47

    complimenti a tutti coloro che hanno lavorato per la riapertura della linea, visto il danno e tutte le macerie non avrei mai pensato ad una ripresa cosi veloce!

  • manu70 79
    09 apr 2016 alle 8:06

    In dodici ore dall incidente hanno ripristinato la linea , quasi emozionante però non comprendo perché quando a causa di un incidente ,viene divelto un tratto di guarda rail , non viene a sua volta ripristinato con la stessa solerzia .
    In fondo non paga sempre l assicurazione di chi ha provocato l incidente stesso?

  • Garrone71 73
    09 apr 2016 alle 12:19

    Lo stesso giorno sul ponte di via pitre’ non so per quale motivo e’ finita sulle barriere danneggiandole.

    Se una automobile modesta le danneggia, e’ sicuro che un tir le devasta.

    E’ vero che la gente guida a palermo come se fosse sull’autoscontro.
    E’ vero che la gente guida senza rispettare precedenze e passando con il rosso attivo anche da 20 secondi.

    Ma c’e’ un ma…
    …il manto stradale su viale regione siciliana fa schifo !!!

    E nessuno mi venga a dire che che non e’ vero.
    In prossimità dello svincolo Bonagia, direzione TP, gli alberi hanno sconnesso totalmente il manto da far ballare vistosamente ogni autovettura.
    Questo e’ gravissimo !!!


Lascia un Commento