01 apr 2016

Vivicittà 2016: Percorso e biglietto Amat valido per l’intera giornata


Prenderà al via domenica 3 aprile la 33esima edizione della gara podistica internazionale “Vivicittà” memorial Mario Bignone, organizzata dal comitato provinciale UISP Palermo e dal Comune di Palermo.


Il biglietto ordinario Amat da 1,40 euro, per viaggiare su bus e tram – ribattezzato biglietto Primavera – sarà valido per l’intera giornata.

Le strade interessate dalla manifestazione podistica saranno Via Libertà (tratto Via Notarbartolo – Via Ruggero Settimo) Via Ruggero Settimo, Via Maqueda fino ai Quattro Canti e Via Vittorio Emanuele fino a Piazza Indipendenza. Quindi l’intero asse pedonale tra il Giardino Inglese e Piazza Indipendenza.
Le soprannominate strade verranno chiuse e verrà istituito il divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati dalle ore 07.00 alle ore 14.30 o fino al termine della manifestazione
Inoltre verrà vietata la sosta anche in Via I. La Lumina e le corsie laterali di Via Libertà per consentire la circolazione dei veicoli di trasporto pubblico.

Si ricorda che i vari attraversamenti ricadenti all’intero del percorso verranno temporaneamente chiusi per permettere il regolare svolgimento della manifestazione.
Consigliamo quindi di evitare caldamente il centro città, preferendo degli itinerari alternativi, lato mare o monte.


Le linee 101, 102, 103, 104, 106 , 108, 124, 134, 704, 731 e 812 subiranno modifiche temporanee di percorso a causa della chiusura al transito veicolare e pedonale, dalle 6 alle 14,30, e comunque fino al temine della manifestazione, di alcune vie del centro storico.
In particolare:
Bus linea 101  Provenienti da via Libertà – a sinistra via Duca Della Verdura – a destra piazza Giachery – via F. Crispi – a destra via E. Amari – a sinistra via Roma – piazza G. Cesare (capolinea).
Provenienti da Stazione Centrale: normale percorso fino in via Roma – piazza Sturzo – via Puglisi Bertolino – via Isidoro Carini – via Dalla Chiesa – via Marchese di Villabianca – via Marchese di Roccaforte – piazza Don Bosco – piazza Leoni – viale del Fante – a sinistra via Cassarà – piazza Papa Giovanni Paolo II – viale Croce Rossa – via Villa Sofia – piazzetta Salerno – Stadio (capolinea)
Bus linea 102  Provenienti da Stazione Notarbartolo – per via Duca Della Verdura – a destra P.zza Giachery  – via F. Crispi – a destra via E. Amari – a sinistra V. Roma –  piazza G. Cesare (capolinea di transito).
Provenienti da Stazione Centrale: via Roma – piazza Sturzo – via Puglisi Bertolino – via Isidoro Carini – via Dalla Chiesa – a sinistra via Duca Della Verdura – via Notarbartolo – seguono normale percorso.
Bus linea 103 Provenienti da J. Lennon: normale percorso fino in via P. Paternostro – a sinistra   via Garzilli – a sinistra via Dante – seguono normale percorso verso J. Lennon.
Bus linea 104 Provenienti da Parch. Basile (capolinea) come linea 109 fino in piazza G. Cesare – proseguono per via Roma – normale percorso fino in via Duca della Verdura, via Notarbartolo – via Terrasanta – piazza Diodoro Siculo – via Cusmano – piazza Virgilio – via Latini – via Houel – via Goethe  – corso  A. Amedeo – piazza Indipendenza –  seguono normale percorso.
Bus linea 106 Provenienti da P.ggio Emiri: normale percorso fino in via Dante – a sinistra via Principe Di Villafranca – via Pier Santi Mattarella – a destra via Notarbartolo – via Duca Della Verdura – a sinistra via Marchese Di Villabianca –  seguono normale percorso.
Provenienti da via Marchese Di Villabianca – a destra via Notarbartolo – a sinistra via Terrasanta – via Cusmano – piazza Virgilio – via Dante, seguono normale percorso.
Bus linea 108 Provenienti da Ospedale Civico (capolinea): giunti in Via Volturno – a sinistra via Pignatelli Aragona – piazza San Francesco di Paola – via Houel – via Goethe – seguono normale percorso fino a ospedale Civico.
Bus linea 124 Da via Nina Siciliana diretti a piazza Sturzo – normale percorso fino a via Volturno – a sinistra via Pignatelli Aragona – piazza San Francesco di Paola – seguono normale percorso.
Bus linea 134 Da piazzale John Lennon diretti in via Paolo Paternostro: normale percorso fino a via Paternostro, a sinistra via Garzilli – a sinistra via Dante – seguono normale percorso.
Bus linea 704  provenienti da viale Francia – normale percorso fino in via Dante – a sinistra via Principe Di Villafranca – via Pier Santi Mattarella – a sinistra via Notarbartolo –  seguono normale percorso.
Bus linea 731 – giunti in via Duca Della Verdura – a destra via Marchese di Villabianca – a destra via Alessi – a destra via Sampolo – piazza Giachery – seguono normale percorso.
Bus linea 812 –  Da via Francesco Crispi lato ingresso Porto (capolinea) – inversione di marcia al secondo varco – via Francesco Crispi – a destra via Cavour – a destra via Roma – piazza Don Sturzo – via Puglisi Bertolino – via Isidoro Carini – via Dalla Chiesa –  seguono normale percorso.
Provenienti da Montepellegrino – normale percorso fino in via Montepellegrino – piazza Giachery  – via Piano Dell’Ucciardone – via Crispi (lato monte) – inversione di marcia a piazza XIII Vittime – via Francesco Crispi lato ingresso porto (capolinea).


chiusura stradecorsacorsa per tuttipodistirunningStradeuisp palermovivicittàvivicittà 2016

11 commenti per “Vivicittà 2016: Percorso e biglietto Amat valido per l’intera giornata
  • marcus 157
    01 apr 2016 alle 13:28

    Correggete il titolo:

    “Percorso e biglietto Amat gratis per l’intera giornata”

    Il biglietto non è gratis, è valido per l’intera giornata al prezzo del biglietto ordinario…

  • fadel 171
    02 apr 2016 alle 15:39

    tutti in bici e/o a piedi e, se proprio dovete prendere un mezzo, BOICOTTARE da qui all’eternità i distributori eni

  • pittonic 35
    04 apr 2016 alle 7:58

    Ieri, grazie alla dritta di Fabio sul biglietto giornaliero, ho preso l’autobus linea 101. una delle vetture nuove immagino, bellissima e moderna anche se con pochi posti a sedere. Il problema che vorrei porre è che ieri entrambe le obliteratrici non timbravano i biglietti. Su trenta persone che abbiamo evidenziato il problema solo in 4 abbiamo trovato una penna e vidimato manualmente. Ora, non vi sembra strano che le obliteratrici delle nuove vetture fossero fuori funzione? questo è un alibi perfetto per chi vuole viaggiare gratis. La mia teoria è che siano state appositamente messe fuori servizio (anche se sembrava semplice assenza di inchiostro).
    Ora i tecnici Amat perché non controllano periodicamente lo stato delle obliteratrici anche perché buona parte dei passeggeri denunciava il malfunzionamento all’autista…voglio sottolineare che ieri Amat avrebbe potuto guadagnare tanti soldi ma non sembrava che questa azienda fosse pronta e preparata per raccoglierli! Solo quella vettura della linea 101, stracolma grazie al vivicittà avrà causato un danno di almeno 1000 euro. Quale imprenditorepuò accettare una cosa simile?
    So che qui a MP non piace chi si lamenta e basta. Una soluzione semplice, adoperata già in molte città, sarebbe quella di posizionare l’obliteratrice vicino all’autista e fare entrare solo dalla porta anteriore e validare o mostrare il titolo di viaggio davanti all’autista. L’autista poi in casi di malfunzionamento della macchinetta dovrebbe con senso aziendale curarsi che i viaggiatori abbiano un titolo di viaggio regolarmente vidimato. è nel suo interesse! o no?

    • fabio77 661
      04 apr 2016 alle 8:52

      Ciò che proponi è giusto. Peccato che a Palermo, molti sono adusi a viaggiare gratis di prepotenza e se l’autista si oppone non ci pensano due volte a prenderlo a bastonate. Gli autisti non sono chiamati a rischiare la vita per quattro soldi di stipendio. Si mettano le guardie armate piuttosto, almeno nelle linee principali come il 101, a vigilare sul possesso di biglietto valido da parte dei viaggiatori.

      • pittonic 35
        04 apr 2016 alle 9:25

        @Fabio77 è giusto dire che ci sono dei rischi ma ti assicuro che la maggioranza pagherebbe tranquillamente. Gli autisti dovrebbero verificare ma non entrare in conflitto. poi in seguito alle segnalazione (eg tot si sono rifiutati di pagare, salendo a questa fermata,…) si cerca di porvi rimedio con maggiori controlli di vigili armati.
        è un processo lento e faticoso me ne rendo conto ma è indispensabile e inderogabile se vogliamo parlare di servizio pubblico sostenibile da un punto di vista economico e se vogliamo tutelare la maggioranza di persone che utilizzano i mezzi pubblici.
        a me sembra che da parte dell’azienda si sia persa anche la parvenza di fare funzionare le cose e che ci si abbandoni ai luoghi comuni per giustificare un degrado incessante del servizio. A me sembra che non ci siano in amat persone che si pongano problemi come questo e che ragionino per trovare soluzioni ai problemi quotidiani, ecco a me sembra che a gestire l’AMAT non ci siano imprenditori a cui chiedere conto e ragione.

        • fabio77 661
          04 apr 2016 alle 9:32

          Hai ragione, è un processo faticoso. Che l’Amat sia stata in questi ultimi anni un vuoto a perdere, non c’è ombra di dubbio. Io sono fiducioso nell’operato del nuovo direttore Rossi, già si è cominciata a vedere qualche novità positiva, speriamo bene …

    • Fabio Nicolosi 48082
      04 apr 2016 alle 10:41

      In realtà in una società civile andrebbe esattamente fatto ciò che hai fatto.
      Segnalare il malfunzionamento al conducente, obliterare comunque il biglietto a penna.
      Poi si spera che la catena continui e che quindi il conducente faccia sapere in ditta il problema dell’obliteratrice e che a fine giornata, tornata in deposito la stessa venga controllata e riparata o sostituita.
      L’unico modo per verificare se la catena ha funzionato è appuntarsi il numero della vettura e salire nello stesso mezzo qualche giorno dopo per verificare il tutto :)


Lascia un Commento