26 feb 2016

Centro Storico | Ripavimentata piazza Garraffello


Eccola piazza Garraffello nuovamente basolata. E’ un piccolo cambiamento ma è pur sempre un cambiamento. Speriamo tutto questo faccia da attrattore. Ricordo che il basolato antico delle traverse è stato portato qui in sostituzione di quello nuovo steso negli anni ’90. Viceversa nelle traverse c’è ora quello nuovo (debitamente sostituito qualora inservibile).

20160221_160009 20160221_160013

A sinistra il basolato nuovo steso in via dei Materassai qualche anno fa, mentre a destra quello antico, prelevato dai vicoli, che è stato bocciardato e posizionato nella piazza.

20160221_160123

 

Tra non molto partirà il restauro della fontana del Garraffello, appalto a parte rispetto a quello delle pavimentazioni.

 

 

20160221_160749

20160221_160800

 

Il cantiere si sposterà ora in via dei Cassari. Da notare la parte basamentale del ponteggio sulla destra che è stata smontata.

20160221_160031


Mandamento Loggia o Castellammarepiazza garraffellorifacimento pavimentazioni Vucciria

12 commenti per “Centro Storico | Ripavimentata piazza Garraffello
  • fabio77 688
    26 feb 2016 alle 8:52

    E’ una delle parti più degradate del centro. Speriamo che questo intervento sia l’inizio della rinascita.

    • Claudio Ferrara 15
      26 feb 2016 alle 15:34

      Concordo da “esterno”. Sono stato a PA più volte sia per lavoro sia da turista. È una città meravigliosa, ma tenuta in maniera pessima. Un vero peccato perché ha tutte le potenzialità per diventare una destinazione turistica di prim’ordine: paesaggio, clima e mare, monumenti e cultura, una cucina eccellente e prezzi molto più abbordabili delle concorrenti del centro-nord. Se fossi il sindaco di Palermo, il recupero totale del centro storico sarebbe una delle mie primissime priorità.

  • punteruolorosso 1574
    26 feb 2016 alle 9:01

    ottima notizia, il restauro della fontana!
    ma è prevista una pedonalizzazione seria? le basole vengono scassate dalle macchine. altrove, finiti di sistemare basolato o ciottoli, sono tornati i panormosauri. dietro piazza fonderia, per esempio.

  • mdm 313
    26 feb 2016 alle 9:15

    Buon passo in avanti, ottima la ristrutturazione della fontana. Occorrerebbe trovare urgentemente una soluzione per i palazzi. Vista così questa piazza sembra essere un piccolo angolo di Siria.

  • Guarino1 181
    26 feb 2016 alle 10:27

    Piazza Garraffello e la Vucciria sono l’esempio di come i palermitani siano abituati a convivere col degrado. Nonostante ci si ritrovi tra mura diroccate, venditori abusivi e nessun igiene, la gente continua a divertirsi lo stesso.

    Quando crollò il palazzo anni fa il comune avrebbe potuto dare un forte segnale intervenendo in maniera incisiva sulle piazze, lanciando un concorso di idee, espropriando gli edifici pericolanti. Come al solito si pensa al minimo.
    Ad Maiora.

  • peppe2994 2776
    26 feb 2016 alle 10:36

    Io non ci vado mai, mi fa proprio impressione con quei palazzi così. La foto stessa è molto inquietante, tanto che la pavimentazione passa in secondo piano.
    Se ristrutturati potrebbe diventare un gioiellino.

  • enriker 121
    26 feb 2016 alle 12:03

    Sembra un immagine di una città in guerra. Non ci vado mai in quelle zona, per me è pericolosa, Sia per la delinquenza, sia per lo stato degli edifici che sembra ti possono cadere addosso da un momento all’altro e già sono avvenuti dei crolli.

    Penso che gli edifici siano irrecuperabili, se risultano abbandonati ed è possbile espropiarli e meglio abbatterli e riprogettare la piazza, con cose fatte bene e bello. Ma ovviamente per rinascere un luogo intanto non deve essere “terra di nessuno”, bisogna una crescita economica, buone vie di comunicazione e viabilità, problema di molte parti di Palermo.

  • Palerma La Malata 264
    28 feb 2016 alle 19:39

    Minchia pare Beirut la bombardata!
    Questo intervento equivale ad avere speso soldi per comprare un bel e costoso paio di scarpe (= pavimento in basolato) che vengono indossate sotto un vestito o dei pantaloni sbiaditi, sporchi, strappati e vecchissimi (= palazzi disabitati, inagibili, con finestre cementate ed un edicola religiosa vuota).
    Sì, è un piccolo cambiamento ma essendo a se stante è totalmente inappropriato e, diciamocelo onestamente, irrilevante (tranne che per i fanatici dei rifacimenti di quello che è ormai morto a tutti i costi); un inutile spreco di soldi che potevano essere spesi altrove.

  • se68 375
    01 mar 2016 alle 1:29

    sembra l’immagine di una città abbandonata con abitanti ed edifici colpiti da un virus mortale. Orlando non è venuto ad inaugurare?


Lascia un Commento