15 feb 2016

ZTL | Da quando in vigore? Ancora tante le questioni da risolvere


E’ passato già qualche settimana dall’approvazione del contratto di servizio con Amat che stabilisce anche l’introduzione della ZTL

Ma sull’effettiva entrata in vigore del provvedimento ci sono ancora tanti dubbi e tanti nodi da sciogliere.

E’ stata infatti presentata all’Ars una mozione della finanziaria per bloccare la ZTL, ne sapremo quindi qualcosa nei prossimi giorni, ma intanto ci sono altri aspetti che vanno considerati e presi in esame

  • Le fasce orarie: la formula più accreditata sarebbe quella di far valere le Ztl solo nei giorni feriali, escludendo così domeniche e festivi, con orari che vanno dalle 8 alle 14.30 e dalle 15.30 alle 20, quindi con una finestra libera a metà pomeriggio. Il sabato invece la circolazione sarebbe riservata ai soli muniti di pass dalle 8 alle 13, salvando così la vita notturna del centro città.

 

  • Sarà possibile transitare nei perimetri delle ZTL? Forse si. Un primo percorso da piazza Verdi proseguendo per via Volturno, via Pignatelli Aragona, piazzale Ungheria e via Mariano Stabile, nel tratto fra piazza Ungheria e piazza San Francesco di Paola; il secondo da Porta Montalto a via dei Benedettini, nel tratto fino a via Mongitore, e poi fino all’ingresso dell’ospedale dei bambini.

 

  • Chi si occuperà dei controlli? I controlli saranno affidati ai vigili urbani e, nella Ztl 1, anche alle telecamere, mentre per dotare anche la 2 degli occhi elettronici serviranno ancora parecchi mesi. Il problema è che ancora sono in corso le trattative fra Amat e varie società (Lottomatica, Poste, Sisal, Banca Sella) per l’acquisto telematico dei pass: l’Amat al momento avrebbe a disposizione solo 13 postazioni fisse per il rilascio dei tagliandi e di questo passo i tempi per accontentare tutti (e quindi far partire ufficialmente le Ztl con tanto di multe) potrebbero allungarsi ulteriormente andando ben oltre il mese di marzo, che pure era stato annunciato come quello decisivo per l’avvio delle zone a traffico limitato.

 

Dovrebbero essere esentati da ogni obbligo le biciclette, i motocicli e i veicoli trazione animale. Le vetture delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, i veicoli per i disabili o delle Asp invece dovranno necessariamente essere iscritti a una “lista bianca”: non pagheranno nulla, ma bisognerà comunicare in anticipo il numero di targa dei veicoli.

Il pass sarà dotato di Qr code e andrà esposto all’interno del parabrezza, non varranno le fotocopie e avrà tre possibili durate: un anno a 100 euro, un mese a 20 e un giorno a 5 euro. I veicoli elettrici dovranno essere necessariamente iscritti alla lista bianca, altrimenti saranno passibili di multa, mentre quelli ibridi elettrici, a gas e a metano pagheranno 50 euro l’anno. Sono esclusi i mezzi Euro 0, 1 e 2.

Non pagheranno nulla i medici convenzionati con il servizio sanitario nazionale che devono fare visite a domicilio e i titolari del contrassegno per invalidi. Faranno parte della lista bianca, sempre gratis, enti pubblici, auto diplomatiche, Asp, protezione civile, Croce Rossa.


bispensierocomune di palermoconsiglio comunale palermomobilitanavettepartenza trampassante ferroviariopedonalizzazionipgtupiano traffico urbanoPiano urbano trafficoricorso tar ztl 2016Segnalatitickettram palermozona a traffico limitatoZTLztl 1ztl 2ztl palermo

9 commenti per “ZTL | Da quando in vigore? Ancora tante le questioni da risolvere
    • Fabio Nicolosi 48329
      15 feb 2016 alle 13:11

      Come hai avuto modo di capire c’è ancora tanta carne al fuoco. Queste sono notizie ufficiose, quindi attendiamo notizie più chiare anche per capire bene la situazione dei residenti, dei pass e dei parcheggi

  • Guarino1 182
    15 feb 2016 alle 13:15

    Leggevo che i grandi veicoli commerciali anteriori a euro3 potranno transitare normalmente. Ancora c’è da definire parecchio, ma mi chiedo quale sia il senso ambientalista di una ZTL così impostata.

  • peppe2994 2796
    15 feb 2016 alle 15:14

    Sicuramente è un’ottima cosa dare la possibilità di poter raggiungere l’ospedale dei bambini ed il parcheggio del tribunale.

    Altra cosa assolutamente ragionevole è la ZTL fino alle 20.
    Invece non sono assolutamente d’accordo né con l’esonero il Sabato pomeriggio, né tantomeno con la finestra pomeridiana, troppo difficile da gestire e che vanificherebbe la funzione della ZTL.

  • drigo 404
    15 feb 2016 alle 16:43

    Tanto per sgombrare il campo da ulteriori dubbi, nessuna ZTL nel mondo è concepibile in termini di “ambientalismo”. La ZTL serve solo ed esclusivamente a due scopi:
    1) Liberare dal traffico veicolare i centri urbani, dato che i centri delle città attirano flussi notevoli a causa della concentrazione di attività economiche, commerciali e lavorative.
    2) Fare cassa, applicando il principio che “chi inquina paga” (altrimenti conosciuta come “imposta pigouviana”).

    Il risultato in termini di qualità dell’aria è raggiunto in maniera indiretta, dal momento che chi avrebbe utilizzato l’auto per andare in centro, l’auto non la prende affatto.
    E’ un sistema che può piacere o non piacere, ma tant’è.
    Per la cronaca, in Via Roma si comincia a chiedere di limitare il transito veicolare per favorire la ripresa economica della zona.

  • fabio77 700
    15 feb 2016 alle 17:28

    La situazione mi sembra ancora in alto mare. Credo che entro marzo – come si era ipotizzato in un primo momento – le ztl non partiranno.

    • fabio77 700
      31 mar 2016 alle 9:22

      Rileggendo il mio commento del 15 febbraio 2016, posso dire di essere stato buon profeta (anche se ammetto che non era difficile indovinare come sarebbe finita) …..

  • jackson00 1
    16 feb 2016 alle 12:48

    Trovo giusto lasciare libero l’ingresso il sabato pomeriggio e la domenica, perchè per chi va in centro solo il weekend è assurdo pagare 100 euro, dando un’ ulteriore mazzata alla debolissima economia della città.


Lascia un Commento