23 gen 2016

Piazza Rivoluzione, arrivano i nuovi arredi urbani


Palermo – Nuovo look per piazza Rivoluzione. Sono iniziati oggi i lavori di sistemazione di nuovi elementi di arredo urbano da parte degli operai del Comune che hanno posizionato dissuasori, vasi e cestini che delimitano l’area interdetta alle auto ed impediscono l’accesso delle vetture alla stessa, garantendo maggiore vivibilità e sicurezza per i pedoni. Nei prossimi giorni, saranno anche installate le panchine.

“Restituiamo ai palermitani e ai tanti turisti che quotidianamente la affollano una piazza pulita e con nuovi arredi urbani che contribuiscono ad aumentarne la fruibilità e la bellezza – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando -. Ai cittadini e ai commercianti dell’area un invito a contribuire perché la piazza mantenga ora il suo decoro”.

> > Notiamo che l’adiacente via Schiavuzzo, ad oggi, risulta essere transitabile dai veicoli con questa nuova disposizione degli arredi. Un passo indietro rispetto alla precedente ordinanza o soltanto un errore di disposizione?

 

 

 


arredi urbanicentro storicopedonalizzazionipiazza rivoluzioneSegnalatispazi pubblici

20 commenti per “Piazza Rivoluzione, arrivano i nuovi arredi urbani
  • Pietro 248
    23 gen 2016 alle 9:15

    Non vorrei sembrare patetico … ma lo trovo addirittura commovente! ^_^
    Bellezza! ^_^

  • monchey 89
    23 gen 2016 alle 9:20

    Per la fontana si stà facendo qualcosa? Tutta quella vegetazione mi fà pensare di no! Ricordo quando circa 15 anni fà la restaurarono, misero dei proiettori luminosi dentro le vasche superiori e fuoriuscivano dagli ugelli l’acqua!! Che spettacolo che era soprattutto la sera…

  • Giuseppe Comito 89
    23 gen 2016 alle 10:04

    Sono contento l’amministrazione comunale stia prestando attenzione alle aree pedonali e all’arredamento urbano. L’unica cosa per cui mostro disappunto sono i controlli alla carlona della municipale. Sia a Piazza Rivoluzione che nel tratto pedonale di Piazza Marina antistante a Palazzo Fatta, entrano e parcheggiano indisturbati i motorini. Ovviamente non si possono recintare le aree, il transito dev’essere concesso ai pedoni. Ma delle multe a mo’ di esempio potrebbero aiutare a cambiare l’atteggiamento di non rispetto.

  • fadel 171
    23 gen 2016 alle 10:30

    è un po’ incasinato ma va bene così. pur di non vedere auto io metterei fossati profondi 10 metri con i piranha dentro

  • mdm 311
    23 gen 2016 alle 15:08

    Non vorrei sbagliarmi, ma dalle foto sembra che ci siano dei vasi che se spostati, cosa abbastanza semplice, permetterebbero l’accesso alle macchine cosí come è già avvenuto in altre parti della città.

  • se68 368
    23 gen 2016 alle 15:45

    francamente trovo questo tipo di “progetto” di arredo urbano, patetico…
    è incredibile come si continui a procedere in questa direzione, perchè oltre che brutti, questi arredi sono precari e ovviamente soggetti ad essere rimossi/spostati.
    Le zone pedonali vanno “segnate” in altro modo, con l’utilizzo della pavimentazione ad esempio ma soprattutto con un progetto. Ecco cosa manca a questa città, la cultura del progetto.

    • Lio Settantasei 174
      23 gen 2016 alle 15:53

      ho stritto un intervento dello stesso spirito del tuo casualmente in contemporanea, se ti avessi letto prima il tuo avrei evitato e scritto solo in supporto a te ;-)

  • Lio Settantasei 174
    23 gen 2016 alle 15:49

    vi dico la mia anche se so che nn piacerà ma io quasta abitudine di arredare le piazze con perimetri di vasi, puffi paletti, catenelle e ringhierine varie la trovo orribile sia perche mi da un senso di “vucciria” sia perche nn sono cose che durano, le cose appogiate si spostano e le parti fisse sono basse e spesso finiscono vittima di incidenti vari che poi nessuno sistema, le solite cose che si vedono a Palermo, si spende 2 soldi in vasi e robina varia e si ottiene il successone di dire che si riqualifica la città, contenti voi………

  • Palerma La Malata 236
    23 gen 2016 alle 19:26

    …Hhaaa…(sospiro di rassegnazione). Beh, ormai sembra definitivo; questa minestra è l’unico stile prodotto dalle menti istruite dalla Facoltà di Architettura di Palermo e dalle loro lauree in “Pianificazione Territoriale, Urbanistica, e Paesaggistica Ambientale”.

  • Benedetto Bruno 168
    23 gen 2016 alle 23:13

    Nuovo look? Nuovo arredo urbano?
    Senza voler offendere chi lo ha scelto, io penso che questo disordinato e squallido set, probabilmente acquistato da Leroy Merlin, andrebbe bene per un terrazzo domestico e privato oppure per una piazzetta di qualche villaggio della Siberia o della Tanzania ma sicuramente non va bene per una città Euromediterranea dopo che ha accumulato un retaggio architettonico di più di 2000 anni.

  • fadel 171
    24 gen 2016 alle 14:22

    mi sono fatto una passeggiata in mtb in via maqueda, tanta gente con cani al guinzaglio, genitori e bambini in bici, un paio di artisti di strada, turisti pochi. e 2 parassiti assittati in tierra con tantissimi cuccioli di cane usati per fare soldi (uno dei quali abbaniava “non giudicatemi, agite”) e la polizia municipale a 10 metri che non faceva nulla. indecenti. manca colore lungo tutta l’isola pedonale, ci vorrebbero più botteghe di artigianato con tante maioliche esposte e tanti piccoli negozi di alta qualità di pasticceria, di fiori, di frutta (es. https://dearmissfletcher.wordpress.com/2012/04/19/i-fruttarelli-di-via-san-bernardo-i-doni-della-terra/ ) etc

  • Andrea Baio 54496
    24 gen 2016 alle 20:58

    Questi arredi fanno schifo. E l’amministrazione continua a dimostrare abilità da dilettanti allo sbaraglio. Si fanno le cose tanto per dire che si fanno…e si producono di conseguenza questi orrori che non hanno niente a che fare con il decoro urbano, se non per il contentino di tenere lontane (forse) le auto

  • Luca S. 129
    25 gen 2016 alle 11:45

    Ma cosa e’???? Ma per favore! Come dice Andrea Baio, si fanno le cose tanto per dire che si sono fatte e mettere quattro titoli sui giornali. La qualita’ e l’utilita’, oltre che la finalita’, restano tutte lontane dall’essere ottenute.
    Vergogna.

  • fabio77 666
    25 gen 2016 alle 12:03

    Le immagini della piazza sono talmente incredibili ed incresciose da sembrare dei fotomontaggi. Questo è l’esempio di come facilmente si possa rovinare uno dei siti più belli della vecchia Palermo, piazzando, senza criterio alcuno, quattro cosiddetti “arredi urbani” che, così come sono, non servono a nulla.

  • belfagor 314
    29 gen 2016 alle 8:12

    Concordo pienamente con Andrea Baio: “Questi arredi fanno schifo. E l’amministrazione continua a dimostrare abilità da dilettanti allo sbaraglio”.


Lascia un Commento