20 gen 2016

La nuova moda, il posteggio dei motori sotto le pensiline


Ci troviamo in Viale Del Fante in una mattinata di pioggia, ed ecco che notiamo qualcosa di anomalo.
Le pensiline dell’autobus vengono utilizzate dai motociclisti come riparo per i loro mezzi dalla pioggia.
Per non parlare che dalle foto si evince che alla fermata è pure presente un auto, il che costringe l’autista del mezzo pubblico ad accostarsi in doppia fila e far scendere e salire i passeggeri in piena strada e non al margine così come previsto.

9145_10153387665383295_110078671649743771_n


motociclimotoripanormosauripensiline amatviale del fante

12 commenti per “La nuova moda, il posteggio dei motori sotto le pensiline
  • madmax 8
    20 gen 2016 alle 9:55

    beh, che ci vuole a risolvere questa brutta abitudine? Basta una spintarella alle moto parcheggiate solo un attimo prima di prendere l’autobus e i proprietari capiranno ;-)

  • Bedrosian 1
    20 gen 2016 alle 10:49

    In via Tricomi è la norma ad esempio…ma la Polizia Municipale dov’è che ignora persino le segnalazioni?

  • cirasadesigner 1002
    20 gen 2016 alle 11:07

    Il codice della strada prevede che di fronte la fermata di un bus ci sia il divieto assoluto di parheggio e questo non si limita solamente allo spazio antistante la fermata ma comincia qualche metro prima e finisce qualche metro dopo, per consentire al mezzo pubblico di accostare alle fermata.
    Tutto questo a Palermo è pura fantascienza, non ci sono controlli per eviatare questo mal costume e la gente ne approfitta, perche crede nell’equazione” io sono più furbo degli altri e me ne fotto”…
    Il fatto che ci siano le vecchie fermate ancora installate accanto alle nuove la dice lunga sulla gestione della cosa da parte dell’Amat, prima e del commune di Palermo dopo.
    Credo che una rivoluzione culturale a Palermo è lontana a venire, ci sono troppe cose che non vanno nella totale disattenzione di chi dovrebbe vigilare e di noi cittadini che accettiamo passivamente questo genere di cose.
    Una situazione di totale anarchie, che non garantirà mai il rispetto delle regole che in tanti dimostrano di non conoscere.
    Mi chiedo secondo quale professionalità vengono scelti gl amministratori delle municipalizzate. So di fare una domanda retorica, ma è solo per tornare a mettere il dito nella piaga.

  • se68 376
    20 gen 2016 alle 12:50

    La foto dà lo spunto per riflettere sulla condizione delle fermate dell’autobus a Palermo: in realtà le “nuove” pensiline fanno ridere..A quando un concorso di progettazione per nuove e moderne fermate a Palermo? Credo che sarebbe fondamentale per incentivare l’utilizzo di questo mezzo.

    • peppe2994 2796
      21 gen 2016 alle 13:36

      Se paghi tu anche domani.
      L’AMAT è povera, poverissima. Sempre in bilico sul filo del fallimento.

  • drigo 404
    20 gen 2016 alle 15:03

    Credo che il problema delle pensiline sia legato ai contratti pubblicitari. Credo, potrei sbagliarmi.

    • peppe2994 2796
      21 gen 2016 alle 13:35

      Esattamente.
      Qualcuno ha accordi pluridecennali, quindi o recede l’agenzia pubblicitaria o le pensiline rimangono.

  • Cesc 112
    21 gen 2016 alle 14:39

    Che scempio vedere una pensilina inutilizzata accanto a quella normale. Eppure basterebbe poco per rendere Palermo più pulita e più affascinante.

  • flat_eric 58
    22 gen 2016 alle 14:30

    Ragazzi ma scherziamo? Davvero siete stupiti? Cioè ancora non è sufficientemente chiaro che a Palermo esiste una buona (sottolineo BUONA) porzione di abitanti (conosciuti come panormosauri) per i quali il rispetto per la cosa altrui non esiste? E che agiscono impuniti perchè sanno che le forze di polizia (tutte) non fanno nulla nei loro confronti, ne vogliamo parlare? Vogliamo parlare dei sovrappassi su via Regione Siciliana e dello stato in cui si trovano?

    Oggi sono stato più volte tentato dallo scrivere un post ad-hoc su un tema simile, ma approfitto per parlarne qui, tanto non è poi così OT. Ci avviciniamo al 19 Marzo, per chi non ne sia al corrente si festeggia S. Giuseppe in quella data. Più o meno tutti conosciamo la meravigliosa ‘tradizione’ delle vampe, no? Ok, questo (https://goo.gl/nLdcCw) cratere (di cui esiste una copia conforme a circa 100mt) non è la prova dell’arrivo degli alieni a Palermo. E’ semplicemente la deformazione (ormai permanente) dell’asfalto (appena posato) causato da una vampa in Piazza Guadagna, ci passo ogni mattina per andare in ufficio.

    Ora… la schifosa gente che è stata in grado di distruggere un asfalto appena posato, merita una fermata del passante ferroviario a due passi? Merita il tram? Le pensiline moderne? Il verde compensativo posato sulla piazza? E vogliamo parlare delle forze dell’ordine, che non fanno nulla per rimuovere la legna accatastata per giorni prima della fatidica notte in cui verranno accesi? Non lo fanno perchè chiaramente c’è una forma di tacito patto di non belligeranza, è una tradizione popolare, guai a rompere gli equilibri…

    Ecco… siamo in mano a questi elementi. I panormosauri, che impunemente c**ano quotidianamente sul bene comune e le forze dell’ordine che preferiscono voltare lo sguardo altrove. E in mezzo ci siamo noi, gente più o meno normale, che accompagna i figli all’asilo in bici quando non piove, che prende il tram e i mezzi pubblici pagando il biglietto, che mette la cintura quando è alla guida e prova ad educare i figli a rispettare le leggi, le persone, la res publica.

    Mi spiace, questa città non cambierà mai veramente, non in tempi brevi; non servono il tram, il car sharing, il bike sharing, il passante o l’anello ferroviario; si, certo, renderanno l’infrastruttura urbana più moderna, ok; ma la Città (fatta da persone) rimarrà sempre uguale, facciamocene una ragione. Chi rimane si rassegni; chi non è in grado, vada via.

    Scusate lo sfogo, ho la scimmia sulla spalla.

  • rudi gi 44
    22 gen 2016 alle 22:41

    La polizia municipale che ci sta a fare? Non è forse pagata dai contribuenti per vigilare e multare chi non rispetta la legge? Ad esempio, Come mai come ho scritto altre volte non viene fatto rispettare il divieto di sosta con rimozione forzata,ma dovrebbe essere DIVIETO DI FERMATA, davanti il BAR MASSARO ? Che con questa violazione viene rallentato, con gravi disagi, il notevole flusso viario proveniente da via E. Basile in direzione corso Tukori?


Lascia un Commento