17 dic 2015

Arriva il nuovo cinema multisala presso il centro La Torre


E’ ormai prossima l’apertura al pubblico del nuovo cinema multisala “Multiplex Planet La Torre”.
La struttura ricavata all’interno del commerciale La Torre conta sei sale con tecnologie e comfort di ultima generazione per un totale di 1.020 posti, di cui 1 DOLBY ATMOS, rivoluzione assoluta a Palermo, grazie ai 64 canali audio per vivere un’esperienza di ascolto più completa e multidimensionale.
I lavori si sono già conclusi e l’apertura è prevista a breve, prima delle festività natalizie ; l’accesso è ubicato presso l’area ristoro del centro commerciale.

Schede tecniche delle sale:

  • Sala 1 ATMOS da n. 161 posti dotata di impianto di proiezione Christie CP4220 4K con IMB Doremì ShowVault e di un processore audio Dolby CP850 con Tecnologia Atmos; amplificazione Christie Vive Audio a 64 canali, proeizioni con nuovo sistema 3D passivo Depth-Q.
  • Sala 2 da n. 202 posti dotata di impianto di proiezione Christie CP2220 con IMB Doremì ShowVault e di un processore audio Christie Ska 3D 7.1; amplificazione Christie Vive Audio.
  • Sala 3 da n.236 posti dotata di impianto di proiezione Christie CP2215 con IMB Doremì ShowVault e di un processore audio Christie Ska 3D 7.1; amplificazione Christie Vive Audio.
  • Sala 4 da n. 192 posti dotata di impianto di proiezione Christie CP2215 con IMB Doremì ShowVault e di un processore audio Christie Ska 3D 7.1; amplificazione Christie Vive Audio.
  • Sala 5 da n. 150 posti dotata di impianto di proiezione Christie CP2208 con IMB Doremì ShowVault e di un processore audio Christie Ska 3D 7.1; amplificazione Christie Vive Audio .
  • Sala 6 da n. 93 posti dotata di impianto di proiezione Christie CP2208 con IMB Doremì ShowVault e di un processore audio Christie Ska 3D 7.1; amplificazione Christie Vive Audio.

Centri comm.centro la torredolby atmosla torremultiplex la torremultiplex planetSegnalati

11 commenti per “Arriva il nuovo cinema multisala presso il centro La Torre
  • peppe2994 3137
    17 dic 2015 alle 15:36

    Ma il sito internet ancora non c’è online?

    Andrò a provare le sale il prima possibile per vedere se batte l’UCI.

  • Fulippo1 1357
    17 dic 2015 alle 15:58

    Ultimamente non ci vuole molto a battere l’Uci.
    Ma multiplex è la stessa catena di cui fa parte anche il Metropolitan?

    • peppe2994 3137
      17 dic 2015 alle 16:08

      Cos’ha che non va l’UCI così vado a parlare con chi di dovere?

      PS: multiplex significa multisala, il gestore sarà Planet che con c’entra nulla con il Metropolitan.

      • Fulippo1 1357
        17 dic 2015 alle 16:12

        Peppe lo so che vuol dire multiplex -_- pensavo fosse una catena tutto qui.

        Riguardo all’Uci, la sporcizia che tra poco arriva ai sedili (per non parlare dei bagni), e la cura che hanno della proiezione dei film fà veramente pena. Almeno 1 volta su 3 dimenticano di allargare lo schermo subito dopo gli spot, a volte salta l’audio o all’inizio del 1 tempo o all’inizio del 2.
        Cose che secondo me in un ciema del genere non dovrebbero accadere.

        • peppe2994 3137
          17 dic 2015 alle 17:39

          Mi dispiace che sei rimasto traumatizzato, ma ti posso garantire dopo 400 film visti all’UCI, che sei stato abbastanza sfortunato. Riguardo la pulizia non vedo come si possa dire che le sale siano sporche, non è assolutamente vero.
          Chiaramente non puoi pretendere che tolgano i pop corn uno per uno alla fine di ogni spettacolo. E’ oggettivamente provato che la gente compra il cibo per buttarlo a terra.

          I bagni vengono puliti 4 volte al giorno, purtroppo però quando ti ritrovi un afflusso medio pari a 1500 persone al giorno, con picchi di 4000-4500 non si possono fare miracoli.

          In merito alle proiezioni, può succedere, in tal caso parla con il proiezionista di turno che il problema te lo risolvono. Audio saltato mai successo, proiezioni a schermo ridotto è più frequente, ma non confondere con il 4:3 nativo.
          Se invece parliamo di un 16:9 mai nessun problema. I 21:9 invece a causa dei rapporti dello schermo uscirebbero fuori se ingrantiti oltre il formato trailer, tipo ad esempio Cenerentola.

          • Fulippo1 1357
            17 dic 2015 alle 18:19

            Purtroppo non è questione di traumi, non sono a 400 film visti ma sto arrivando al traguardo dei 100.
            Credo comunque bastino per poter confermare quanto detto. Il paragone posso farlo, visto che ci vado da quando ha aperto, in maniera molto costante, e so per certo che il livello di pulizia era diverso.
            In merito alle proiezioni, non so tecnicamente come funzioni, ma se 15 minuti di film li vedo in schermo piccolo, e dopo lo ingrandiscono, non credo che servano altre spiegazioni. L’audio è saltato, più di una volta. Addirittura per più di 10 minuti, il proiezionista ha dovuto mettere indietro la pellicola almeno in un paio di film.
            All’uci c’è oviamente tutto un altro tipo di vantaggi, oltre agli schermi molto grandi, motivo per cui continuo ad andare.

      • skaiwoka 14
        18 dic 2015 alle 21:11

        In che senso parlerai con chi di dovere? Lavori in UCI Palermo?

        Anche io ho avuto esperienze terribili come Fulippo1, ma devo fare una doverosa premessa: anche la peggiore esperienza possibile in UCI Palermo sarà sempre migliore della migliore esperienza in qualsiasi cinema bettola di Palermo.

        Detto ciò, vado regolarmente a vedere film all’UCI del Forum ‘almeno’ una volta a settimana da quando ha aperto:
        1) Due anni fa, in sala 6 si ruppe la membrana del subwoofer. In pratica gracchiava ad ogni emissione sonora a bassissima frequenza. E’ stata una sofferenza guardare il film. Chiesi al protezionista di poter quantomeno tagliare le frequenza più basse via mixer ma o non si poteva fare o non sapeva farlo. Chiedi e ottenni il rimborso via call center. Era così difficile chiudere la sala per fare le riparazioni? Evidentemente no, perché un altro film il mese dopo nella stessa sala aveva lo stesso difetto. Il ricambio arrivava dalla luna?
        Qualche tempo dopo si rupppe il subwoofer anche in sala1 (ricordo anche il film: Oblivion). Rimase rotto per 2 settimane circa. Perché prendere in giro gli spettatori se l’impianto è fuori uso?
        Invece quando l’impianto non è rotto, semplicemente è sottodimensionato. Nei film di azione c’è sempre qualche punto in cui la cassa non arriva e va in distorsione. O fate una proiezione di test la mattina e regolate l’impianto per non andare in distorsione, o cercate qualcuno che sappia farlo.

        2) Durante la pubblicità il canvas di proiezione è 16:9, quando avviene la proiezione poi l’addetto l’adatta al formato del film ai 21:9. Peccato che una volta su due se lo dimentichi.
        Ho visto tutto il primo tempo di Avengers: Age of Ultron con un po’ di bande nere sopra e sotto. E’ così difficile ricordarsi di cambiarlo per i film che lo necessitano?

        3) Il 3D è pessimo. Siccome le lenti degli occhiali polarizzate filtrano anche un po’ della potenza luminosa, la potenza della lampada del proiettore va aumentata per compensare. Infatti per Transformers: Age of Extinsion lo stesso regista e la casa di produzione avevano mandato un memo ai cinema per ricordare di aumentare la potenza luminosa.
        All’UCI Palermo non lo fanno mai, così i film in 3D sono solo un ammasso di scene al buio in cui non si vede niente. Così risparmiano sul tempo di vita della lampada.

        4) una volta ogni 10 film l’audio salta per qualche frazione di secondo. O anche peggio: ricordo ancora quando per Man of Steel l’audio è saltato per 10 minuti di seguito durante la proiezione durante lo scontro tra Superman e il Generale Zod. Con il fatto che il protezionista avvia il sistema e se ne va, siamo stati costretti ad uscire e cercare di afferrarne uno al volo di passaggio per chiedere di intervenire, tornando indietro di 10 minuti e rimettendo l’audio.

        5) I segnali di sicurezza che indicano le uscite sono dei fari nella notte. In ultima fila in sala1 si rimane illuminati da loro, mentre quelli vicino il telo di proiezione ne illuminano una parte.
        Giusto l’altro ieri sono andato ad Arcadia di Melzo (cinema con schermo più grande d’Europa 30 metri x 16.5 e impianto audio certificato THX, mica pizze e fichi), e le segnalazioni di sicurezza erano visibili MA non così fastidiose.
        C’è un regolamento che indica la potenza luminosa o avete montato semplicemente le più fastidiose?

        Questi i difetti.

        Ma ci sono anche dei motivi per cui sono davvero contento di andarci. Ogni volta che ci sono di questi problemi e informo il personale, si sono SEMPRE dimostrati veloci e disponibili a risolverli. Davvero, il personale è davvero bravo.
        L’ultima volta che ho messo piede in quel cesso di cinema KING per vedere “Batman Begins” c’era la proiezione fuori fuoco. Sono dovuto andare ben 2 volte a lamentarmi durante il film con il tizio alla cassa che ha solo fatto spallucce senza sistemare nulla.
        O il personale alla cassa che, nonostante sia sottodimensionato durante i momenti di grande affluenza, è sempre veloce e suggerisce come risparmiare con le tessere, o i punti della skin card, per il biglietto.

        Inoltre, le poltrone sono davvero comode.

        Sono una di quelle persone che rimane in sala fino alla fine dei titoli di coda, anche quando non c’è nessuna scena aggiuntiva. E’ in questi momenti che entra il personale per pulire la sala tra uno spettacolo e l’altro, e vi posso assicurare che gli spettatori palermitani sono dei veri porci che lasciano una quantità di immondizia per terra impressionante. Magari nel buio della sala non la vedete ma appena le luci si accendono sembra un porcile. Gli addetti riescono davvero a pulire bene ed in poco tempo.
        Al King ricordo che non puliva nessuno tra una proiezione e l’altra, indecente.

        Ma le mie lamentele sono sole disquisizioni sul sesso degli angeli, poiché il pubblico palermitano è già tanto se sa capire dove sedersi. Alle volte non capisce neanche cosa stia guardando.

        6) L’anno scorso per la proiezione di Big Hero 6 durante la pubblicità si vedeva tutto viola: come se il proiettore avesse perso il verde: infatti arrivandogli solo le informazioni di rosso e blu, il risultato è viola.
        Comincio ad alzare la voce, chiedo ai presenti se qualcuno potesse andare ad avvertire, ed uno spettatore mi risponde: “la smetta, il film è in 3D e si deve vedere così”. Poi mi sono alzato, avvertito il protezionista, e ha sistemato.
        Siamo di fronte quindi ad un pubblico che non riesce a capire la differenza tra ‘vedere tutte le immagini in tonalità di viola’ e ‘vedere un film in 3D”.

  • mdm 328
    17 dic 2015 alle 17:09

    Piccola domanda. Nessuno ha nuove circa il proggetto della multisala “The Space Cinema” di Tommaso Natale? E’ tutto abbandonato?

  • skaiwoka 14
    18 dic 2015 alle 21:19

    Chi è quel genio incompreso che ha fatto l’unica sala 4K e dolby atmos (cioè, con audio posizionale ANCHE sul tetto, per rendere meglio il suono di oggetti che in scena sono sopra il punto di vista) nella seconda più piccola per dimensioni?
    Mentre le altre sale da 200 – 261 posti hanno il proiettore 2K? Niente atmos?

    • Fabio Nicolosi 48934
      19 dic 2015 alle 13:10

      Penso sia stato realizzato così per dare la migliore qualità possibile, più posti significano più sedie e quindi sale più grandi, più impianti sonori… Insomma se vuoi vedere un film con un ottima qualità devi fare dei compromessi e realizzare una sola non troppo piccola, ma neanche troppo grande per dare il massimo al pubblico è quello che si è pensato di realizzare


Lascia un Commento