13 nov 2015

Arrivano i nuovi cassonetti per strada


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa l’arrivo di nuovi cassonetti per la raccolta rifiuti in città.

Da ieri mattina  maestranze della Rap hanno iniziato le attività di messa su strada dei nuovi cassonetti apponendo contestualmente adesivi che ricordano ai cittadini orari e metodologie di conferimento. 

I primi 80 cassonetti l’azienda li sta posizionando a Partanna,  in via Polibio, viale Cavarretta, via Castelforte, via Mattei, via Carbone, via Chirone, via Partanna Mondello, via Galatea.

L’intenzione, compatibilmente con la disponibilità è quella di collocarli in tutte le circoscrizioni della città da via Messina Marina a via Duca degli Abruzzi fino a via Mater Dolorosa, via Pallavicino,  al centro storico, non tralasciando nessuna borgata che abbia cassonetti poco decorosi o poco capienti come, ad esempio, Sferracavallo o Mondello Ad annunciarlo il presidente della Rap Sergio Marino presente stamattina ad un sopralluogo a Partanna durante le attività di posa dei contenitori. 

Complessivamente arriveranno 2000 cassonetti di cui 700 da 1100 litri e 1300 da 1700 con una capacità di 1700 litri.

 


cassonettidecororapSegnalati

4 commenti per “Arrivano i nuovi cassonetti per strada
  • Mr.Head 242
    13 nov 2015 alle 12:45

    Abito nella II Circoscrizione e ho notato che alcuni cassonetti andrebbero collocati in vie dove è possibile effettuare lo svuotamento senza intralciare il traffico! Esempio: considerato che nella mia zona queste attività avvengono durante le ore diurne, lungo la linea tranviaria dove la sede stradale è stata ridotta i mezzi della RAP impediscono il passaggio delle auto, creando file interminabili !!!!

  • punteruolorosso 1630
    13 nov 2015 alle 15:18

    ma con la differenziata, i cassonetti non dovevano sparire? perché non si avviava la differenziata in quei quartieri, invece di comprare i cassonetti?

    • Fulippo1 1343
      13 nov 2015 alle 16:57

      Palermo differenzia 2, attende per partire i finanziamenti regionali. Quindi campa cavallo….
      In merito alla posizione dei cassonetti, molte collocazioni andrebbero riviste, per esempio tutte quelle strade dove vige il divieto di sosta, e poi ci trovi i cassonetti a stringere la strada.
      Ed altra cosa importante non creare le file interminabili di cassonetti, max due o tre per punto di raccolta magari con una frequenza maggiore.


Lascia un Commento