16 ott 2015

Parcheggio piazza Giulio Cesare fruibile di notte il giovedi, venerdì e sabato


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa la fruizione del parcheggio di piazza Giulio Cesare (interni uffici Ripartizione Elettorale)

Dal 22 ottobre, tutti i giovedì venerdì e sabato, il parcheggio di Piazza Giulio Cesare, antistante all’Ufficio dello stato civile del Comune di Palermo sarà aperto al pubblico tutta la notte.

È un servizio utile per decongestionare i luoghi della cosiddetta Movida della presenza delle automobili e per garantire la tutela delle aree pedonali di piazza Rivoluzione, Sant’Anna, Croce dei Vespri, Magione, Marina. Infatti il parcheggio è distante pochi minuti a piedi.


comune di palermomobilitaParcheggipiazza giulio cesare

10 commenti per “Parcheggio piazza Giulio Cesare fruibile di notte il giovedi, venerdì e sabato
  • peppe2994 2727
    16 ott 2015 alle 13:45

    Quant’è la capienza esatta?
    Questi provvedimenti mi fanno tristemente ridere, pensando che giusto di fronte c’è quel terreno abbandonato accanto il binario 10 che offrirebbe tanti bei posti auto.

    Il comune forse pensa che gesti così sono apprezzati, quando in realtà è un modo piuttosto meschino per far dimenticare alla gente quali dovrebbero essere le priorità vere.

  • Lucka90 47
    16 ott 2015 alle 17:56

    Approfitto per chiedere se siete a conoscenza dei tempi di realizzazione del parcheggio multipiano in regime di project financing previsto in questa stessa area?

  • huge 2105
    17 ott 2015 alle 11:22

    Se si realizzassero i soli parcheggi previsti da tempo a servizio del centro cittadino, si doterebbe la città di ulteriori 2500 posti auto!! Scusatemi se è poco! E parliamo solo del centro, escludendo altri parcheggi, anch’essi a lungo discussi, come quello di piazza De Gasperi.
    Dove sono le priorità dell’amministrazione comunale??
    Possibile che si debba continuare a parlare all’infinito di progetto ormai vecchi di decenni?
    Parcheggio Sturzo (630), Imera (830), Giulio Cesare (315), Antonio Ugo (330), Ungheria interrato (430).
    Di tutti esiste almeno il progetto. Alcuni furono addirittura appaltati, ma per problemi vari tutto s’arenò.

    Come si fa a non capire che queste infrastrutture dovrebbe andare in parallelo alle realizzande infrastrutture per il trasporto pubblico: passante, anello, tram?
    In che modo si spera d’incentivare l’uso del pubblico? In che modo si pensa che i cittadini possano usufruire e godere del centro se questo risulta quasi impossibile da raggiungere?

  • huge 2105
    17 ott 2015 alle 11:33

    Aggiungo ancora che ci vorrebbe un grosso parcheggio multipiano (oltre 1000 posti auto) a servizio del polo ospedaliero Civico-Policlinico. Ci sono enormi spazi lungo via Lazzaro, di fronte l’ingresso del Civico, inclusa l’area oggi adibita a eliporto (che potrebbe essere ripristinata a lavori conclusi o spostata altrove).
    Il parcheggio avrebbe un’utilità enorme servendo di fatto Civico, Policlinico, Ismett, nonché l’Università, lì a due passi, e il cimitero di Sant’Orsola.
    L’area in superficie potrebbe essere restituita ai cittadini creando una nuova piazza cittadina.
    Non scordiamo poi che proprio in quest’area in futuro potrebbe passare anche una delle nuove linee tram in progetto, il famoso prolungamento della linea 3 nel caso si decidesse di allungarla fino alla stazione Centrale.

  • cirasadesigner 976
    17 ott 2015 alle 16:52

    Purtroppo si parla di aria fritta quando si citano questi progetti… evidentemente non ci stavano le condizioni per rubare, se i progetti della “Giunta Cammarata” si sono arenati.
    Questo come altri parcheggi sarebbero necessari per la città, e mi permetto di aggiungere un parcheggio che potrebbe diventare davvero vitale per la città, ovvero quello del polo Nortabartolo, il tutto potrebbe crearsi facilmente coprendo la trincea. Ad occhio, ci sono i metri necessari per fare almeno un doppio piano parcheggio per tutta l’area della stazione, sopratutto se si considera l’importanza che questa polo avrà in futuro.
    Ma credo che rimarrà anche questo solo sulla carta…


Lascia un Commento