16 lug 2015

Il tram giunge alla Stazione Centrale


Dopo l’inaugurazione del nuovo ponte bimodale di piazza Scaffa, questa mattina la prima vettura tranviaria ha effettuato per la prima volta volta il passaggio sul ponte per attestarsi presso il terminal di via P. Balsamo. Proseguiranno quindi le prove in quest’ultimo tratto, dove fra l’altro verranno sincronizzati anche qui gli incroci semaforici.


corso dei Millelinee tram palermoSegnalatistazione centrale palermoTramtranvia palermo

31 commenti per “Il tram giunge alla Stazione Centrale
  • Mr.Head 242
    16 lug 2015 alle 14:00

    Il TRAM avrà sempre il semaforo verde agli incroci? Come mezzo pubblico dovrebbe avere precedenza rispetto le auto… o sbaglio?

        • Jerax 33
          17 lug 2015 alle 12:16

          Veramente non era entusiasmo…ho letto sta domanda un centinaio di volte in tutti gli articoli del tram.

          E’ ovvio che il tram ha il VERDE!… è come se il treno arrivati ai caselli si fermasse perche ha il rosso per far passare le auto! -.-

          • Daniele Oddo 1
            17 lug 2015 alle 13:18

            E’ ovvio che non avete capito NIENTE!!! è vero che il tram ha precedenza su tutti ma non su incroci regolamentati da impianto semaforico. Non si spiegherebbe, altrimenti, la presenza di due tipologie di semafori presenti in determinati incroci!

          • Mr.Head 242
            17 lug 2015 alle 13:39

            Scusa… credevo che la risposta fosse prettamente personale… Comunque in alcune città, come Milano (in alcune linee), hanno risolto questo problema da poco!!! Volevo aggiungere che le prove del tempo medio di percorrenza finora non sono state effettuate con Sistema Semaforico a Onda Verde!!!

        • Claudio Ferrara 15
          21 ago 2015 alle 2:27

          Da codice della strada, i mezzi su rotaia hanno sempre la precedenza se non c’è semaforo. Esempio: se tu vieni da dx e il tram da sx, ha comunque precedenza il tram. Ai semafori il tram rispetta il rosso come tutti gli altri mezzi, oppure è regolamentato da semafori tranviari (quelli con la riga bianca su fondo nero). La precedenza semaforica ai tram NON è affatto automatica e infatti nella maggior parte delle reti storiche, che hanno lunghi tratti promiscui dove il tram condivide la carreggiata con le auto, NON è applicata, compresa Milano che ha una delle più estese reti tranviarie tradizionali d’Europa, con oltre 20 linee e più di 150 km di binari. Benché il sistema sia predisposto tecnicamente da anni, attualmente a Milano la precedenza semaforica ai tram NON si applica su nessuna linea, anche se è previsto per il prossimo futuro di implementarla su quelle che hanno più corsie riservate.

  • Giuseppe Tucci 310
    16 lug 2015 alle 15:09

    Il modo di dire “Attaccati al tram,” o “attaccatevi al tram” da oggi si può tornare ad usare anche a Palermo

  • fadel 184
    16 lug 2015 alle 15:29

    ho notato che il tram, quando è vicino a dei bei edifici antichi (es foto con la stazione alle spalle) , li imbruttisce. perchè non adornano il tram con qualche stucco del serpotta???

    • peppe2994 2783
      16 lug 2015 alle 15:35

      Perché non pagano le spese.
      Quando sarà il momento, esattamente come avviene sui bus, li rivestiranno con le pellicole pubblicitarie.

    • Jerax 33
      16 lug 2015 alle 16:48

      Con gli edifici pericolanti che si ritrova Palermo, sei sicuro che ad imbruttirli sia proprio il tram?

      • fadel 184
        16 lug 2015 alle 19:15

        mi riferivo ai palazzi dell’700/800/primi del ’900. vicino ai palazzacci ciancimineschi gli stucchi del serpotta del tram possono essere staccati, il tram farebbe figura lo stesso. farei degli sportellini da cui escono gli stucchi del serpotta (tipo quelle vecchie porsche con i fari a scomparsa) nel momento in cui il tram passa vicino ad un edificio di pregio strorico

        • Jerax 33
          17 lug 2015 alle 12:19

          non ho capito bene cosa vorresti a dire il vero…I tram abbelliti con gli stucchi del serpotta(non credo)??

          O dove li vorresti mettere questi stucchi a scomparsa O.o

  • basilea 594
    16 lug 2015 alle 19:07

    E’ BELLISSIMO !!! finalmente la linea 1 e’ completa; il Direttore di esercizio e’ stato nominato e allora credo sara’ possibile che fra qualche mese prenderemo il tram ,almeno la linea 1 .

  • Giuseppe 7
    16 lug 2015 alle 23:40

    con il tram mi sembra una città intrappolata, specie proprio vicino alla stazione centrale,guardando le foto in caso di incendio come faranno i vigili del fuoco con i propri mezzi vicino gli edifici circostanti, bohohohoh.

    • peppe2994 2783
      17 lug 2015 alle 8:30

      Tutte le linee sono state realizzate a norma di legge. Ci sono gli attraversamenti pedonali e gli incroci esattamente dove servono. Cambia solo che i palermitani non possono più attraversare a cavolo come fossero i padroni della strada. Da questo punto di vista la sicurezza lungo la linea è aumentata molto poiché hai la garanzia che i pedoni provengano solo dagli appositi attraversamenti.

      Per il discorso mezzi di emergenza, ambulanze come pompieri possono utilizzare la corsia tranviaria come fosse una strada per legge. Anzi, questo riduce anche i tempi di intervento dei mezzi stessi.

  • basilea 594
    17 lug 2015 alle 7:23

    E come faranno invece i vigili del fuoco a passare in una strada perennemente INTASATA DALLE AUTOMOBILI….? Perche’ il tram deve essere visto come una disgrazia !?????

    • marcopa82 1
      17 lug 2015 alle 11:54

      Intasata dalle automobili?
      Guarda che se prendi il tram, l’automobile la lasci a casa.
      Il traffico siamo noi, non è qualcosa di etereo o impalpabile. Più gente usa il tram, meno automobili ci sono in giro.

  • basilea 594
    17 lug 2015 alle 12:58

    Rispondo a marcopa 82: intendevo riferirmi alle tantissime strade di Palermo dove NON PASSA il tram ma c’e’ un ingorgo quasi perenne di auto incolonnate; in quelle strade, i VIGILI DEL FUOCO restano comunque bloccati ??? oppure li bloccano solo le sedi proprie del tram ??? come scriveva giuseppe….!

  • Orazio 715
    24 lug 2015 alle 15:39

    E intanto confrontandoci con posti civili, parlo della Francia, Bordeaux, Nantes, Rouen, Dijion, Le Mans, Orleans, hanno tram che seguono direttrici nord/sud o est/ovest passando per il centro, corrono in corsia separata e delimitata da un gradino, ma non protetta, le rotaie spesso su tappeti d’erba, nei centri città alimentati da terra e non dalla catenaria.

    Ciò è possibile grazie alla differenza tra un uomo (il francese) ed un animale (il palermitano) o se vogliamo tra un popolo (il francese) ed una mandria (il palermitano).

    Un modesto suggerimento: lo colorino, così pallido com’è adesso deprime più del muro di Berlino entro cui è rinchiuso.


Lascia un Commento